Madonna della Salute | Belpasso | Catania

XVIII Secolo



L'opera
La statua lignea risale al 1700 ed è opera di un anonimo scultore siciliano. Originariamente, fino alla data della sua vendita, la statua era alloggiata presso la chiesa della frazione acese di Santa Maria degli ammalati. Il simulacro fu acquistato dagli abitanti del quartiere di san Rocco, che desiderosi di avere un luogo proprio ove pregare convertirono un granaio in chiesa e vi installarono sull'altare principale la bellissima statua.
L'opera ha subito ben sei restauri dalla sua creazione, si suppone comunque che i colori originali potessero essere quelli attuali.


Dove si trova
Chiesa di Madonna della Salute, Via Vittorio Emanuele III - Belpasso (Catania).
Visualizza la mappa Lat. 37.593337, Long. 14.980831


Orario d' apertura
Tutti i pomeriggi, domenica ore 10.00 celebrazione Eucaristica, per altri orari telefonare al sig. Franco 347694982

Tradizioni
La festa della Madonna della Salute viene celebrata l'ultima domenica di Ottobre, quando la statua viene esposta alla pubblica venerazione. Dopo la festa il simulacro rimane chiuso fino alla festa dell'immacolata.
Grande è la devozione degli abitanti di Belpasso che numerosissimi affollano la chiesa fin dal mattino.

O Maria salvezza nostra
o conforto delle genti
degli infermi odi i lamenti
ci soccorri nel dolor.
Degli infermi odi i lamenti
ci soccorri nel dolor.

Vergin bella, tu reintegri
la speranza ai mesti, agli egri.
Come sol che sorto appena
sul mattin ravviva i fior.
Come sol che sorto appena
sul mattin ravviva i fior.

Questa vita che alle pene
della colpa era dannata
già per Te fu ridonata
alla gioia che non muor.
Già per Te fu ridonata
alla gioia che non muor.

Deh! La copri col tuo manto
e ritolta al duolo al pianto
fa che a Te consacri i giorni
con un cantico d’amor.
Fa che a Te consacri i giorni
con un cantico d’amor.

Tu che al mesto prigioniero
Pia disciogli le ritorte
a chi lotta con la morte
stendi il braccio salvator.
A chi lotta con la morte
stendi il braccio salvator.

Come al naufrago sei stella
che cessar fa la procella
così un guardo allegro volgi
e disperdi ogni malor.
Cosi un guardo allegro volgi
e disperdi ogni malor.




torna al menu Torna all'indice
foto di: Salvo Ariano





 

  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...


_____________________________