Via Crucis

VII Stazione - Gesù cade per la seconda volta



   
I Stazione
I
II Stazione
II
Via Crucis - VII Stazione
III Stazione
III
IV Stazione
IV
V Stazione
V
VI Stazione
VI
VII Stazione
VII
VIII Stazione
VIII
IX Stazione
IX
X Stazione
X
XI Stazione
XI
XII Stazione
XII
XIII Stazione
XIII
XIV Stazione
XIV


V. Ti adoriamo Cristo e Ti benediciamo
R. Perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.



Dal libro delle Lamentazioni. 3, 1-2. 9. 16

Io sono l'uomo che ha provato la miseria
sotto la sferza della sua ira.
Egli mi ha guidato, mi ha fatto camminare
nelle tenebre e non nella luce...
Ha sbarrato le mie vie con blocchi di pietra,
ha ostruito i miei sentieri...
Mi ha spezzato con la sabbia i denti,
mi ha steso nella polvere.




MEDITAZIONE

"Io sono un verme e non un uomo, ludibrio a tutti, scherno della plebe " (Sal 22, 7): le parole del profeta salmista trovano la loro piena realizzazione in queste strette, ardue stradine di Gerusalemme, durante le ultime ore che precedono la Pasqua. E si sa che queste ore, prima della festa, sono snervanti e che le strade sono affollate. E in tale contesto che si verificano le parole del salmista, anche se nessuno ci pensa. Non si rendono certamente conto di questo coloro che dimostrano disprezzo, per i quali questo Gesù di Nazaret che cade per la seconda volta sotto la Croce è diventato oggetto di ludibrio.
E Lui lo vuole, vuole che si compia la profezia. Cade, quindi, esausto a causa dello sforzo. Cade per volontà del Padre, volontà pure espressa nelle parole del Profeta. Cade per volontà propria, perché : " come si adempirebbero le Scritture?"(Mt 26, 54): " Io sono un verme e non un uomo " (Sal 22, 7), quindi neppure " Ecce Homo" (Gv 19, 5), ancor meno, ancor peggio.
Il verme striscia attaccato alla terra; l'uomo, invece, come re delle creature, vi cammina sopra. Il verme rode anche il legno: come il verme, il rimorso del peccato rode la coscienza dell'uomo. Rimorso per la seconda caduta.



ACCLAMAZIONI

V. Gesù di Nazaret, divenuto infamia degli uomini,
per nobilitare tutte le creature.
R. Signore Pietà

V. Gesù , servitore della vita,
schiacciato dagli uomini, innalzato da Dio.
R. Signore Pietà



Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.


A causa dei peccati del suo popolo, Ella vide Gesù nei tormenti, sottoposto ai flagelli..


Vai alla ottava Stazione...






  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...


_____________________________ Via Crucis - VII Stazione - Gesù cade per la seconda volta