Via Crucis

VI Stazione - La Veronica asciuga il volto di Gesù



   
I Stazione
I
II Stazione
II
Via Crucis - VI Stazione
III Stazione
III
IV Stazione
IV
V Stazione
V
VI Stazione
VI
VII Stazione
VII
VIII Stazione
VIII
IX Stazione
IX
X Stazione
X
XI Stazione
XI
XII Stazione
XII
XIII Stazione
XIII
XIV Stazione
XIV


V. Ti adoriamo Cristo e Ti benediciamo
R. Perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.



Dal libro del profeta Isaia. 53, 2-3

Non ha apparenza né bellezza
per attirare i nostri sguardi,
non splendore per potercene compiacere.
Disprezzato e reietto dagli uomini,
uomo dei dolori che ben conosce il patire,
come uno davanti al quale ci si copre la faccia.




MEDITAZIONE

La tradizione ci ha tramandato la Veronica. Forse essa completa la storia del Cireneo. Perché è certo che - benché, essendo donna, non abbia fisicamente portato la Croce e non sia stata costretta a farlo - ella questa Croce con Gesù l'ha certamente portata: l'ha portata così come poteva, come in quel momento era possibile farlo e come le dettava il cuore, ed ha asciugato il suo Volto.
Questo particolare, riferito dalla tradizione, sembra anche facile da spiegare: sulla pezzuola con la quale gli ha asciugato il Volto, sono rimaste impresse le sembianze di Cristo.
Proprio perché era tutto insanguinato e sudato poteva lasciare tracce e contorni.
Però il senso di questo particolare può anche essere interpretato diversamente, se lo si considera alla luce del discorso escatologico di Cristo. Sono molti indubbiamente coloro che domanderanno: " Signore, quando mai abbiamo fatto questo? ". E Gesù risponderà : " Tutto ciò che avete fatto a uno dei più piccoli di questi miei fratelli, l'avete fatto a me " (cf. Mt 25, 37-40). Il Salvatore infatti imprime la sua somiglianza su ogni atto di carità , come sul lino della Veronica.



ACCLAMAZIONI

V. O Volto del Signore Gesù ,
sfigurato dal dolore, splendente della gloria divina.
R. Signore Pietà

V. O Volto santo,
impresso quale sigillo su ogni gesto d'amore.
R. Signore Pietà



Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.


Chi non si rattristerebbe, al contemplare la pia Madre, dolente accanto al Figlio?.


Vai alla settima Stazione...






  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...


_____________________________ Via Crucis - VI Stazione - La Veronica asciuga il volto di Gesù