Commento al Vangelo per i bambini: meditazioni di padre Giovannino Tolu O. de M.
 

Commento al Vangelo per i bambini di Padre Giovannino Tolu O. de M.

 

Gesù insegna ai bambini
Visualizza per riferimento Evangelico Visualizza per riferimento Evangelico Visualizza per calendario liturgico Visualizza per calendario liturgico Ricerca omelie sulla base del testo evangelico Ricerca Riflessioni

III DOMENICA DI PASQUA (ANNO A)
  III DOMENICA DI PASQUA (ANNO A)

Ricevete lo Spirito Santo
  Domenica della Divina Misericordia

Io sono la risurrezione e la vita
  V DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO A)

Io sono la Luce del mondo
  IV DOMENICA DI QUARESIMA - LAETARE (ANNO A)

Dammi da bere
  III DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO A)

Ascoltatelo!
  II DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO A)

Vattene Satana
  I DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO A)

Siate perfetti come è perfetto il Padre
  VII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Il vostro parlare sia Sì,sì, no,no
  VI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Luce per illuminare le genti
  PRESENTAZIONE DEL SIGNORE

E' Lui che battezza nello Spirito Santo
  II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Tenetevi pronti
  I DOMENICA DI AVVENTO (ANNO A)

Oggi sarai con me in paradiso
  XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C) - Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo

Alzate il capo...la vostra liberazione è vicina
  XXXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Dio dei vivi
  XXXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Oggi devo fermarmi a casa tua
  XXXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Non può essere mio discepolo
  XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Imparate da me che sono mansueto e umile di cuore
  XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Sono venuto a gettare fuoco sulla terra
  XX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Maria è assunta in cielo: esultano le schiere degli angeli
  Solennità dell'Assunzione in Cielo della B.V. Maria

Lontani da ogni cupidigia.
  XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Quando pregate, dite: Padre nostro
  XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Maria ha scelto la parte migliore
  XVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Va e fà anche tu così
  XV Domenica del Tempo Ordinario

Nessuno che mette mano all'aratro...è adatto per il regno di Dio
  XIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Voi, chi dite che io sia?
  XII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Invitò Gesù a mangiare
  XI Domenica del tempo Ordinario - Anno C

Ragazzo, dico a te, alzati!
  X Domenica del tempo Ordinario - Anno C

Fate questo in memoria di me
  Corpus Domini - Anno C

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo
  SANTISSIMA TRINITA' (ANNO C)

Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra.
  Pentecoste - Anno C

Ecco, io sono con voi tutti i giorni...
  Ascensione di nostro Signore - Anno C

Amatevi come io vi ho amato
  Va domenica di Pasqua - anno C

Il Buon Pastore
  IVa domenica di Pasqua - anno C

Venite a mangiare
  III Domenica di Pasqua - Anno C

La Divina Misericordia
  DOMENICA IIa DI PASQUA E DELLA MISERICORDIA

Cristo è risorto, alleluya!
  Pasqua di Resurrezione (Anno C)

Neanche io ti condanno
  V DOMENICA DI QUARESIMA (Anno C)

Padre ho peccato contro il cielo e contro di te
  IV DOMENICA DI QUARESIMA (Anno C)

Taglialo! Perché deve sfruttare il terreno?
  III DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO C)

Questi è il Figlio mio, leletto, ascoltatelo!
  II DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO C)

Non di solo pane vivrà l'uomo
  I DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO C)

Prendi il largo e gettate le vostre reti
  V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Oggi si è compiuta questa Scrittura...
  IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Lo Spirito del Signore è sopra di me...
  III DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Qualsiasi cosa vi dice, fatela
  II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

In te ho posto il mio compiacimento.
  BATTESIMO DEL SIGNORE (ANNO C)

Venuti con doni ad adorare
  EPIFANIA DEL SIGNORE

Un giorno santo è spuntato per noi.
  Natale del Signore 2012

Oggi è nato per noi il Salvatore
  Natale del Signore 2012 - Messa di Mezzanotte

Ecco, la serva del Signore.
  IV DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C)

Lieti nel Signore
  III DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C) - GAUDETE

Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio.
  II DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C)

Vegliate in ogni momento
  I DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C)

Io sono re
  Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo

Le mie parole non passeranno.
  XXXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

Vi gettò due monetine...
  XXXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

Amerai Dio con tutto il cuore
  XXXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

E subito vide di nuovo.
  XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

Venuto per servire
  XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

IV DOMENICA DI QUARESIMA (Anno C)
Padre ho peccato contro il cielo e contro di te
Riflessioni sul Vangelo Luca 15, 1-32
Si avvicinavano a lui tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano dicendo: "Costui accoglie i peccatori e mangia con loro". Ed egli disse loro questa parabola:
"Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va in cerca di quella perduta, finché non la trova? Quando l'ha trovata, pieno di gioia se la carica sulle spalle, va a casa, chiama gli amici e i vicini, e dice loro: "Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora, quella che si era perduta". Io vi dico: così vi sarà gioia nel cielo per un solo peccatore che si converte, più che per novantanove giusti i quali non hanno bisogno di conversione.
Oppure, quale donna, se ha dieci monete e ne perde una, non accende la lampada e spazza la casa e cerca accuratamente finché non la trova? E dopo averla trovata, chiama le amiche e le vicine, e dice: "Rallegratevi con me, perché ho trovato la moneta che avevo perduto". Così, io vi dico, vi è gioia davanti agli angeli di Dio per un solo peccatore che si converte".
Disse ancora: "Un uomo aveva due figli. Il più giovane dei due disse al padre: "Padre, dammi la parte di patrimonio che mi spetta". Ed egli divise tra loro le sue sostanze. Pochi giorni dopo, il figlio più giovane, raccolte tutte le sue cose, partì per un paese lontano e là sperperò il suo patrimonio vivendo in modo dissoluto. Quando ebbe speso tutto, sopraggiunse in quel paese una grande carestia ed egli cominciò a trovarsi nel bisogno. Allora andò a mettersi al servizio di uno degli abitanti di quella regione, che lo mandò nei suoi campi a pascolare i porci. Avrebbe voluto saziarsi con le carrube di cui si nutrivano i porci; ma nessuno gli dava nulla. Allora ritornò in sé e disse: "Quanti salariati di mio padre hanno pane in abbondanza e io qui muoio di fame! Mi alzerò, andrò da mio padre e gli dirò: Padre, ho peccato verso il Cielo e davanti a te; non sono più degno di essere chiamato tuo figlio. Trattami come uno dei tuoi salariati". Si alzò e tornò da suo padre.
Quando era ancora lontano, suo padre lo vide, ebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò. Il figlio gli disse: "Padre, ho peccato verso il Cielo e davanti a te; non sono più degno di essere chiamato tuo figlio". Ma il padre disse ai servi: "Presto, portate qui il vestito più bello e fateglielo indossare, mettetegli l'anello al dito e i sandali ai piedi. Prendete il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa, perché questo mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato". E cominciarono a far festa.
Il figlio maggiore si trovava nei campi. Al ritorno, quando fu vicino a casa, udì la musica e le danze; chiamò uno dei servi e gli domandò che cosa fosse tutto questo. Quello gli rispose: "Tuo fratello è qui e tuo padre ha fatto ammazzare il vitello grasso, perché lo ha riavuto sano e salvo". Egli si indignò, e non voleva entrare. Suo padre allora uscì a supplicarlo. Ma egli rispose a suo padre: "Ecco, io ti servo da tanti anni e non ho mai disobbedito a un tuo comando, e tu non mi hai mai dato un capretto per far festa con i miei amici. Ma ora che è tornato questo tuo figlio, il quale ha divorato le tue sostanze con le prostitute, per lui hai ammazzato il vitello grasso". Gli rispose il padre: "Figlio, tu sei sempre con me e tutto ciò che è mio è tuo; ma bisognava far festa e rallegrarsi, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato"

Scarica questo file mp3
Scarica come mp3

Padre Giovannino Tolu di Fr. Giovannino Tolu,
O. de M.

  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...


_____________________________
Regina Mundi: Riflessioni per i bambini sul Vangelo della Domenica di padre Giovannino Tolu