Home page
Chi Siamo, la Comunità  di Regina Mundi
Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
I Progetti, Davar l'Evento la Bibbia in MP3
Veritas veritatis: La rassegna stampa di Regina Mundi
Nelle Mari di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualità  e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast





  Iscrizione gratuita al Santuario della settimana 

Santuario San Calogero | San Salvatore di Fitalia | Messina

XX Secolo

Santuario di San Calogero



Dove si trova
Santuario San Calogero,
Salita San Calogero
98070 San Salvatore di Fitalia (Messina)


Il Santuario
Highslide JS La Festa affonda le sue radici nella storia di San Calogero, vissuto probabilmente tra il IV e VI secolo, originario di Calcedonia,di fronte a Costantinopoli,oggi Istambul.
Per sfuggire ad una persecuzione contro i cristiani San Calogero parte per l'Occidente e sbarca a Lilibeo in Sicilia,dove inizia la sua opera apostolica per tutta la Sicilia, confermando l'annuncio della vera fede con straordinari miracoli,cacciando i demoni e guarendo malati.
In una grotta presso Sciacca conclude la sua vita terrena.
Il suo culto, che ben presto si impose e si diffuse,è testimoniato dagli Inni del monaco Sergio, risalenti al IX secolo e rinvenuti. unitamente alle ossa del Santo, nel Monastero di Fragalà.
Appare certo che da Fragalà il culto a San Calogero si è diffuso nella Valle del Fitalia. in particolare a San Salvatore, e nell'area dei Nebrodi.
Nel Santuario si trova una prestigiosa statua della Madonna Immacolata.



Come arrivare
Svincolo autostrada ME-PA uscita Rocca di Caprileone, lungo la Statale 113 per Capo d'Orlando imboccare la Provinciale per Tortorici fino al bivio Due Fiumare; proseguire per San Salvatore di Fitalia, arrivati nel centro seguire la sengnaletica che indica il luogo del santuario.

Mappa per raggiungere il santuario Visualizza la mappa del santuario

 

Celebrazioni
Highslide JSOrari d'apertura:
Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle ore 16.30 alle  ore 18.30;
Giovedì e Venerdì è chiuso;
Sabato dalle ore 10 alle ore 12;
Domenica dalle ore 08.45 alle ore 12.00 e dalle ore 15.30 alle 17.15.
Anche nei giorni di chiusura si può visitare il Santuario telefonando al numero 0941-486014

Sante Messe:
Lunedì , Martedì e Mercoledì – S.Messa ore 17.30.
Giovedì, Venerdì e Sabato non vengono celebrate S. Messe nel Santuario (la celebrazione della S. Messa è nella Chiesa parrocchiale del SS. Salvatore alle ore 17,30).
Domenica – S.Messa ore 09.30.
Su richiesta celebrazioni Eucaristiche per i gruppi.


Contatti


Tradizioni
Highslide JSLa Festa patronale si celebra il 19- 20 e 21 Agosto
L'evento si caratterizza per l'enorme afflusso di pellegrini provenienti da tutti i paesi dei Nebrodi e oltre, che nella notte tra il 19 e il 20 agosto accorrono a piedi al Santuario.
Molti sciolgono i loro voti o chiedono grazie al Santo miracoloso con l'offerta di cera votiva, raffigurante le varie parti del corpo umano. Il grido "... e gridamu, tutti: grazii, San Caloriu!" caratterizza alcuni momenti della religiosità popolare, soprattutto nel momento in cui il Santo, il giorno venti, dopo la S.Messa solenne delle ore 11.00, scende tra i devoti, e durante le varie processioni che si snodano per le vie del paese.

Il 5 febbraio di ogni anno si svolge una processione “penitenziale” con la statua di San Calogero che, partendo dal santuario, arriva sino alla Chiesa parrocchiale del SS. Salvatore. La domenica dopo il 5 febbraio viene riportato nel Santuario in forma solenne.
Una tradizione orale attesta che questa processione è nata dopo un evento calamitoso che ha colpito S. Salvatore di Fitalia.
Un'altra processione “penitenziale” fino alla Chiesa del SS. Salvatore, si svolge ogni ultimo venerdì di Marzo.

La domenica delle Palme si svolge una processione in forma particolarmente solenne. In questa occasione S. Calogero viene portato in processione insieme S. Antonio da Padova. Questa tradizione è rimasta a significare l’ “unità” delle due parrocchie, entrambe nel comune di San Salvatore ma che dipendevano una dalla Diocesi di Messina e una dalla Diocesi di Patti.

Il pomeriggio del Giovedì Santo la statua della Madonna Addolorata viene portata in processione fino alla Chiesa parrocchiale del SS. Salvatore. Il giorno seguente,Venerdì Santo, la statua della Madonna Addolorata viene poi portata in processione, insieme alle statue dell’Ecce Homo e di Gesù Morto, fino al cimitero. All’imbrunire, con una suggestiva processione-fiaccolata i “Misteri” vengono riportati in Chiesa. Durante il percorso ci si ferma a tre stazioni nelle quali vengono “meditati” i misteri della Passione.

La 2° domenica di ottobre si svolge la processione in onore di San Francesco d’Assisi.

Il giorno 8 dicembre, si svolge ancora un’altra bella processione per la Festa dell’Immacolata , preparata da una solenne “Novena”.


Pubblicazioni
Titolo: S. Calogero, patrono di S. Salvatore di Fitalia (notizie, preghiere, inni), Santuario S. Calogero, Messina 2001.
Brevi notizie sul paese e sul Santo Patrono; preghiere e coroncine in uso a S. Salvatore, Frazzanò e Cesarò, vespri e S.Messa; appendice con gli Inni di Sergio.
Per eventuali altre pubblicazioni visitare la pagina dei “Libri” sul sito.



Da vedere nei dintorni
Visita alla Basilica del SS. Salvatore dove vengono custodite due sculture del Gangini: la statua del "Salvator Mundi" e il Crocifisso Ligneo.
Da visitare (quanto prima) anche la Chiesa di S. Maria (in ristrutturazione).



Prodotti tipici
Miele, olio d’oliva, nocciole, fragole.

Agriturismi: Casali di Margello - Vedetta dei Nebrodi - Villa Ombrosa




di Anna Lollo


invia ad un amico
_____________________________