Su Regina Mundi :
Home page
Chi Siamo, la Comunita' di Regina Mundi
magistero della Chiesa Concili Ecumenici Magistero della Chiesa | Concili Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
Nelle Mani di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualita' e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast




 
Preghiere > Preghiere per le vocazioni

Preghiere per le vocazioni

Elenco inferenziale


Clicca per l'elenco diretto dei sussidi alla preghiera

  • Chiamaci a lavorare

    Chiamaci a lavorare

    Signore Gesù,
    che hai chiamato chi hai voluto,
    chiama molti di noi
    a lavorare per Te,
    a lavorare con Te.
    Tu, che hai illuminato con la tua parola
    quelli che hai chiamati
    e li hai sostenuti nelle difficoItà,
    illuminaci con il dono della fede in te.
    E se chiami qualcuno di noi,
    per consacrarlo tutto a Te,
    il tuo amore riscaldi questa vocazione
    fin dal suo nascere
    e la faccia crescere e perseverare
    sino alla fine.
    Amen.


    Giovanni Paolo II

  • O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera

    O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l'amore e la luce dei tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei sacerdoti, affinché tocchino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a te, o Signore. Signore, dacci sacerdoti santi, e tu stesso conservali nella santità. Fa' che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all'anima di ogni sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità dei sacerdote, perché tu sei onnipotente. Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen
    (preghiera che Santa Faustina fa nel suo diario)

    Santa Faustina

  • per i sacerdoti

    O Signore, da’ a questi Tuoi Ministri un cuore che riassuma tutta la loro educazione

    e la loro preparazione e che sia cosciente della grande novità che si è prodotta

    nella loro vita, che si è stampata nella loro anima. E che sia quindi capace di tutte

    queste operazioni, sentimenti nuovi che Tu domandi a chi hai eletto ad esserti

    Ministro del Tuo Corpo Eucaristico e del Tuo Corpo Mistico della Chiesa.

    O Signore, un cuore puro, capace di amare Te solo con la pienezza, con la gioia,

    con la profondità che solo Tu puoi dare, quando sei l’esclusivo, il totale oggetto

    dell’amore di un cuore umano; un cuore puro che non conosce il male

    se non per definirlo, combatterlo e fuggirlo; un cuore puro come quello di un fanciullo,

    capace di entusiasmarsi e di trepidare.

    O Signore, da’ a questi Tuoi Ministri un cuore grande, aperto ai Tuoi pensieri e chiuso

    ad ogni meschina ambizione, ad ogni miserabile competizione umana; un cuore grande,

    capace di eguagliarsi al Tuo e di contenere dentro di sé le proporzioni della Chiesa,

    le proporzioni del mondo, capace di tutti amare, di tutti servire, di tutti essere interprete.

    E poi, o Signore, un cuore forte, pronto e disposto a sostenere ogni difficoltà, ogni tentazione,

    ogni debolezza, ogni noia, ogni stanchezza, e che sappia con costanza, con assiduità,

    con eroismo servire il Ministero che Tu affidi a questi Tuoi figli fatti identici a Te.

    Un cuore, insomma, o Signore, capace veramente di amare, cioè di comprendere,

    di accogliere, di servire, di sacrificarsi, di essere beato nel palpitare dei Tuoi sentimenti

    e dei Tuoi pensieri. Amen

    Giovanni Battista Montini - Paolo VI

    Paolo VI

  • Per ottenere sante vocazioni sacerdotali e religiose!

    Padre santo, guarda questa nostra umanità,
    che muove i primi passi nel cammino del terzo millennio.
    La sua vita è segnata ancora fortemente
    dall'odio, dalla violenza, dall'oppressione,
    ma la fame di giustizia, di verità e di grazia
    trova ancora spazio nel cuore di tanti,
    che attendono chi porti la salvezza,
    operata da te per mezzo del tuo Figlio Gesù.
    C'è bisogno di araldi coraggiosi del Vangelo,
    di servi generosi dell'umanità sofferente.
    Manda alla tua Chiesa, ti preghiamo,
    presbiteri santi, che santifichino il tuo popolo
    con gli strumenti della tua grazia.
    Manda numerosi consacrati e consacrate,
    che mostrino la tua santità in mezzo al mondo.
    Manda nella tua vigna operai santi, che operino con l'ardore della
    carità e, spinti dal tuo Santo Spirito,
    portino la salvezza di Cristo
    fino agli estremi confini della terra. Amen.
    Da Castel Gandolfo, 8 settembre 2001.

    IOANNES PAULUS PP. II

  • Preghiera del Card. Giovanni Battista Montini per i Sacerdoti novelli 1957

    Preghiera del Card. Giovanni Battista Montini per i Sacerdoti novelli 1957.

    O Signore, da’ a questi Tuoi Ministri un cuore che riassuma tutta la loro educazione e la loro preparazione e che sia cosciente della grande novità che si è prodotta nella loro vita, che si è stampata nella loro anima. E che sia quindi capace di tute queste operazioni, sentimenti nuovi che Tu domandi a chi hai eletto ad esserti Ministro del Tuo Corpo Eucaristico e del Tuo Corpo Mistico della Chiesa.

    O Signore, un cuore puro, capace di amare Te solo con la pienezza, con la gioia, con la profondità che solo Tu puoi dare, quando sei l’esclusivo, il totale oggetto dell’amore di un cuore umano; un cuore puro che non conosce il male se non per definirlo, combatterlo e fuggirlo; un cuore puro come quello di un fanciullo, capace di entusiasmarsi e di trepidare.

    O Signore, da’ a questi Tuoi Ministri un cuore grande, aperto ai Tuoi pensieri e chiuso ad ogni meschina ambizione, ad ogni miserabile competizione umana; un cuore grande, capace di eguagliarsi al Tuo e di contenere dentro di sé le proporzioni della Chiesa, le proporzioni del mondo, capace di tutti amare, di tutti servire, di tutti essere interprete.

    E poi, o Signore, un cuore forte, pronto e disposto a sostenere ogni difficoltà, ogni tentazione, ogni debolezza, ogni noia , ogni stanchezza, e che sappia con costanza, con assiduità, con eroismo servire il Ministero che Tu affidi a questi Tuoi figli fatti identici a Te. Un cuore, insomma, o Signore, capace veramente di amare, cioè di comprendere, di accogliere, di servire, di sacrificarsi, di essere beato nel palpitare dei Tuoi sentimenti e dei Tuoi pensieri. Ame

    Giovanni Battista Montini

  • Preghiera per i sacerdoti

    Signore Gesù, presente nel Santissimo Sacramento,
    che hai voluto perpetuare la tua Presenza tra noi
    per il tramite dei tuoi Sacerdoti,
    fa' che le loro parole siano sempre le tue,
    che i loro gesti siano i tuoi gesti,
    che la loro vita sia fedele riflesso della tua vita.

    Che essi siano quegli uomini che parlano a Dio degli uomini,
    e agli uomini, di Dio.
    Che non abbiano paura del dover servire,
    servendo la Chiesa nel modo in cui essa ha bisogno di essere servita.

    Che siano uomini, testimoni dell'eterno nel nostro tempo,
    camminando per le strade della storia con i tuoi stessi passi
    e facendo a tutti del bene.

    Che siano fedeli ai loro impegni,
    gelosi della propria vocazione e della propria donazione,
    specchio luminoso della propria identità
    e che vivano nella gioia per il dono ricevuto.

    Te lo chiedo per la tua Madre Maria
    Ame



  • PREGHIERA PER L’ANNO SACERDOTALE


    Signore Gesù,
    Tu hai voluto donare alla Chiesa, attraverso San Giovanni Maria Vianney, un’immagine viva di Te, ed una personificazione della Tua carità pastorale. Aiutaci, in sua compagnia ed assistiti dal suo esempio, a vivere bene quest’Anno Sacerdotale. Fa’ che possiamo imparare dal Santo Curato d’Ars il modo di trovare la nostra gioia restando a lungo in adorazione davanti al Santissimo Sacramento; come la Tua Parola che ci guida sia semplice e quotidiana; con quale tenerezza il Tuo Amore accolga i peccatori pentiti; quanto sia consolante l’abbandono fiducioso alla Tua Santissima Madre Immacolata; quanto sia necessario lottare con vigilanza contro il Maligno.
    Fa’, o Signore Gesù, che i nostri giovani possano apprendere dall’esempio del Santo Curato d’Ars, quanto sia necessario, umile e glorioso il ministero sacerdotale che Tu vuoi affidare a quelli che si aprono alla Tua chiamata.
    Fa che nelle nostre comunità – come ad Ars a quel tempo – ugualmente si realizzino quelle meraviglie di grazia che Tu compi quando un sacerdote sa “mettere l’amore nella sua parrocchia”.
    Fa’ che le nostre famiglie cristiane si sentano parte della Chiesa – dove possono sempre ritrovare i Tuoi ministri – e sappiano rendere le loro case belle come una chiesa.
    Fa’ che la carità dei nostri Pastori nutra ed infiammi la carità di tutti i fedeli, affinché tutte le vocazioni e tutti i carismi donati dal Tuo Santo Spirito possano essere accolti e valorizzati.
    Ma soprattutto, o Signore Gesù, concedici l’ardore e la verità del cuore perché noi possiamo rivolgerci al Tuo Padre Celeste, facendo nostre le stesse parole che San Giovanni Maria Vianney utilizzava quando si rivolgeva a Lui:
    “Vi amo mio Dio, e il mio unico desiderio è di amarVi fino all’ultimo respiro della mia vita.
    Vi amo, o Dio infinitamente amabile, e desidero ardentemente di morire amandovi, piuttosto che vivere un solo istante senza amarVi.
    Vi amo Signore, e la sola grazia che Vi chiedo è di amarVi in eterno.
    Mio Dio, se la mia lingua non può ripetere sempre che io Vi amo, desidero che il mio cuore Ve lo ripeta ad ogni mio respiro.
    Vi amo, o mio Divin Salvatore, perché siete stato crocifisso per me; e perché Voi mi tenete crocifisso quaggiù per Voi.
    Mio Dio, fatemi la grazia di morire amandoVi e sentendo che io Vi amo” AMEN



  • Preghiera per le vocazioni sacerdotali


    Signore Gesù, Sacerdote sommo e Pastore universale, che c'insegnasti a pregare dicendo: « Pregate il padrone della messe che mandi operai alla sua messe » (Matth. 9, 38), ascolta benevolo le nostre suppliche e suscita molte anime generose, che, animate dal tuo esempio e sostenute dalla tua grazia, bramino di essere i ministri e continuatori del tuo vero ed unico sacerdozio.
    Fa che le insidie e le calunnie del nemico maligno, secondato dallo spirito indifferente e materialista del secolo, non offuschino tra i fedeli quell'eccelso splendore e quella profonda stima dovuta alla missione di coloro che, senza essere del mondo, vivono nel mondo per essere dispensatori dei divini misteri. Fa che, per preparare buone vocazioni, si continui sempre a promuovere nella gioventù l'istruzione religiosa, la pietà sincera, la purezza della vita e il culto dei più alti ideali. Fa che, per secondarle, la famiglia cristiana non cessi mai di essere semenzaio di anime candide e fervorose, cosciente dell'onore di dare al Signore alcuni dei suoi abbondanti rampolli. Fa che alla tua Chiesa stessa, in tutte le parti del mondo, non manchino i mezzi necessari per accogliere, favorire, formare e portare a maturità le buone vocazioni che le si offrono. E affinché tutto ciò divenga realtà, o Gesù amantissimo del bene e della salvezza di tutti, fa che la potenza irresistibile della tua grazia non cessi di scendere dal cielo sino ad essere in molti spiriti; prima, chiamata silenziosa, poi, generosa corrispondenza, e infine, perseveranza nel santo servizio.
    Non ti affligge, o Signore, il vedere tante moltitudini come greggi senza pastore, senza chi spezzi loro il pane della tua parola, chi porga loro l'acqua della tua grazia, col pericolo che rimangano alla mercè dei lupi rapaci che continuamente le insidiano?
    Non ti duole il contemplare tanti campi, ove non è ancora entrato il vomere dell'aratro, ove crescono, senza che alcuno disputi loro il terreno, i cardi e i pruni? Non ti dà pena il mirare tanti orti tuoi, ieri verdi e frondosi, prossimi a divenire gialli ed incolti? Permetterai che tante messi già mature si sgranellino e si perdano per mancanza di braccia che le raccolgano?
    O Madre purissima Maria, dalle cui mani pietose ricevemmo il più santo di tutti i sacerdoti; o glorioso Patriarca S. Giuseppe, esempio perfetto di corrispondenza alle chiamate divine; o santi sacerdoti che in cielo formate intorno all'Agnello di Dio un coro prediletto; otteneteci molte e buone vocazioni, affinché il gregge del Signore, da vigili pastori sorretto e guidato, possa giungere ai pascoli dolcissimi della eterna felicità. Così sia!

    PIO XII

  • Quella notte

    Nell’intimità col Padre quella

    notte ci hai pensati, hai

    chiamato con amore chi hai

    voluto: quella notte, o Signore,

    hai pensato anche a me, quella

    notte, nel silenzio mi hai

    attirato con te.



    Tu, da sempre, mi conosci e mi

    chiami col mio nome.

    Quella notte, o Signore, hai

    voluto anche me, nel silenzio,

    con amore,mi hai chiamato

    per te.



    Quella sera, o Signore, nella

    cena con i tuoi tu sapevi che

    era giunta la tua “ora”,

    quella notte, o Signore, hai

    pregato per i tuoi, nell’offerta

    di quell’ora c’eravamo tutti noi.



    Con immensa tenerezza li

    affidavi tutti al Padre.

    Nel mistero del tuo amore

    li hai mandati dove vuoi, nel

    tuo cuore o Signore custodivi

    tutti noi. Nel mistero del tuo

    amore li hai mandati dove

    vuoi, nel tuo cuore, o Signore,

    generavi tutti noi

    Paola Barenco

  • Signore, donaci dei preti nuovi

    Signore,
    donaci dei preti nuovi, plasmati su di te.
    Preti adatti al mondo di og¬gi, che resistano a
    tutti gli sbandamenti e a tutte le mode.
    Preti pieni di Spirito Santo;
    preti innamorati di Te, dell'Eucaristia, della Parola;
    preti spezzati alla preghiera.
    Preti che non guardano l'orologio quando stanno da¬vanti a te;
    preti capaci di pregare di giorno e di notte,
    capaci come Gesù, di passare anche le notti in orazione.
    Preti ap¬passionati dei giovani, dei poveri, degli ultimi.
    Preti rotti a tutte le cari¬tà, che sanno accogliere il drogato, il carcerato,
    la ragazza che abortisce, l'omosessuale, la coppia sfasciata;
    capaci di tenerezza e di misericordia
    per tutte le disperazioni del mondo di oggi.

    Signore,
    mandaci dei preti da battaglia, umili,
    senza storie per la testa;
    umili e fedeli alla Chiesa, che insegnano ad amare i mali della Chiesa,
    che si puntano il dito addosso prima di puntarlo sugli altri.
    Mandaci preti senza storie borghesi,
    allenati al sacrificio, che sanno parlare ai giovani di rinuncia,
    che vivono la povertà evangelica,
    che sanno dividere tutto quello che hanno con il povero.
    Mandaci preti aggiornati,
    con una teologia dagli scarponi ferrati
    che sa re¬sistere
    alle mode di pensiero e ai compromessi mondani.
    Preti che non si ag¬giogano
    ai carri di chi la sa più lunga dei Vescovi e del Papa.

    Mandaci preti di punta;
    preti creativi, dal cuore grande come il cuore di Cri¬sto,
    instancabili nell'insegnare, nel giudicare, nel formare.
    Preti costanti, resistenti, tenaci.
    Mandaci preti profeti, forti, umili,
    che non si scandalizzano di nessuna miseria umana.
    Mandaci preti che si sentano peccatori come noi laici,
    fedeli e fieri del loro celiba¬to;
    preti limpidi che porti¬no il Vangelo stampato nella loro vita
    più che nelle loro parole.

    Signore,
    donaci il coraggio di chiedere preti santi e di meritarli un poco,
    al¬meno con la preghiera umile, costante e coraggiosa.

    Maria,
    Madre dei preti, Madre della Chiesa,
    aggiungi tu quello che manca a ques¬ta preghiera e presentala a Cristo per noi.
    A M E N

    (P. Gasparino)



  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...
_____________________________