Nati per abitare il Cielo



Il mese di agosto ci porta la festa di Maria Santissima Assunta in cielo. L’invito della liturgia è di rallegrarci nel Signore.
Con questa solennità la Provvidenza offre a tutti noi un forte richiamo al cielo come alla nostra vera patria. Dio sa bene che ne abbiamo bisogno.


NATI PER ABITARE IL CIELO



Nessuno pensi ad un invito “fuori posto”, che viene a “guastare” le classiche vacanze annuali, il nostro “ferragosto”, perché anzi proprio in queste domeniche la liturgia con il suo linguaggio essenziale ci esorta a “usare saggiamente dei beni terreni in una continua ricerca dei beni eterni”.
Tra le due realtà, quella terrena e quella celeste, non ci dovrebbe essere un sordo contrasto ma piuttosto una conveniente continuità; la prima cioè naturale premessa della seconda, l’una in funzione dell’altra.
Il pensiero del cielo non può né dev’essere una sorta di alienazione per l’uomo perché anzi esso rappresenta la maniera saggia di condurre la vita sulla terra: i piedi per terra ma il cuore già nel cielo. Cosa mai sarebbe la terra se non ci fosse il cielo!
Nella visione cristiana della vita solo quando l’uomo tocca la soglia del Cielo diventa persona “risolta”, cioè pienamente se stessa perché ha raggiunto il suo vero fine.
Maria Santissima, nel mistero della sua Assunzione al cielo in anima e corpo, si presenta a noi quale persona “risolta” e come tale REGINA DELLA PACE, in pace con se stessa, con l’universo, con Dio Creatore.
In tal modo Maria Assunta in cielo si offre a tutti quale modello, come Colei che ci ha preceduto e che tutti ci attende in virtù di Gesù Risorto che è andato lassù a prepararci un posto.
A chi se non a Lei costituita nostra Madre, l’umanità potrà affidarsi per realizzare la sua profonda aspirazione di Pace? Questa corre continui e seri pericoli che derivano, in ultima analisi, dalla via di peccato che sta percorrendo non volendo riconoscere la supremazia di Dio.
Da Maria Santissima, Regina della Pace, accettiamo questo dono diventando anche noi promotori di pace in ogni ambiente.

NATI PER ABITARE IL CIELO
“non abbiamo quaggiù una dimora stabile” (Eb 13,14)







In vacanza




Padre Giovannino Tolu di Fr. Giovannino Tolu,
O. de M.

Scarica il power point di questa meditazione

  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...


_____________________________ Regina Mundi - Nati per abitare il cielo