Martiri Cristiani: Luis Magaña Servín
 

Luis Magaña Servín

Luis Magaña Servín nacque a Arandas, Jalisco, il 24 agosto 1902. Laico, coniugato. Fu martirizzato a Guadalajara, il 9 febbraio 1928.

Luis Magaña fu un cristiano integro, sposo responsabile e sollecito. Non rinnegò mai le sue convinzioni cristiane, anche nei momenti di prova e di persecuzione. Fu membro attivo dell'Associazione Cattolica della Gioventù Messicana (ACJM) e della arciconfraternita dell'Adorazione Notturna del Santissimo Sacramento, nella parrocchia di Arandas. Contrasse matrimonio con Elvira Camarena Méndez il 6 gennaio 1926. Ebbero un primogenito maschio, Gilberto, e una figlia, Maria Luisa, nata dopo la morte del padre. Il 9 febbraio 1928, un gruppo di soldati dell'esercito Federale occupò il paese di Arandas. Ordinò subito che fossero arrestati i cattolici che simpatizzavano con la resistenza attiva contro il Governo. Fra questi vi era Luis.

Quando giunsero a casa sua, non lo trovarono poiché si era nascosto molto bene. Allora lo sostituirono con il fratello più piccolo.

Quando Luis lo venne a sapere, si presentò dinanzi al generale, chiedendo la libertà di suo fratello in cambio della sua. Queste furono le sue parole: "Io non sono mai stato un ribelle cristero come voi credete, ma se mi si accusa di essere cristiano, allora sì, lo sono, e se per questo devo essere ucciso, ben venga. Viva Cristo Re e Santa Maria di Guadalupe!" Senza indugi, il militare decretò la sua morte. Poco prima che fosse eseguita la sentenza, nell'atrio della chiesa parrocchiale, Luis chiese la parola e disse. "Plotone che mi devi uccidere: desidero dirvi che da questo momento vi perdono e vi prometto che appena sarò alla presenza di Dio sarete i primi per i quali intercederò".

Detto questo, esclamò con voce potente: "Viva Cristo Re e Santa Maria di Guadalupe!". Erano le 15.00 del 9 febbraio 1928.

Fonte :Vatica.v







vai alla scheda precedente Torna all'elenco vai alla scheda seguente












  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...