Martiri Cristiani: José Sánchez del Río
 

José Sánchez del Río

José Sánchez del Río era un adolescente di appena 14 anni. Nacque infatti il 28 marzo 1913 a Sahuayo, Mich. e fu assassinato per "odio alla fede" il 10 febbraio 1928.

A causa della difficile situazione sociale di quel tempo, José si trasferì con la sua famiglia a Guadalajara, dove frequentò la scuola elementare della parrocchia. Partecipò attivamente alla vita della parrocchia e si distinse per la sua particolare devozione alla Santissima Vergine María.
Volendo seguire l'esempio dei suoi due fratelli, quando stava per compiere quattordici anni, espresse il desiderio di lottare in difesa della fede e dei diritti dei cattolici. Così rispose a sua madre, che si opponeva ai suoi desideri, vista la sua giovane età: "Mamma, mai come adesso è facile conquistare il cielo". Dopo aver insistito a lungo, fu accettato e gli furono affidati i compiti di trombettiere e portabandiera.

Il 6 febbraio 1928, durante uno scontro, fu catturato e rinchiuso nel presbiterio della parrocchia di Santiago Apostol. Quando vide alcuni galli e il cavallo del deputato Picazo Sánchez nel perimetro della chiesa, non potè sopportare una simile profanazione e decise di difendere l'onore della Casa di Dio. Fu condannato a morte dopo un processo sommario. Durante la sua prigionia, si fece forza pregando e poté ricevere il Sacro Viatico.

La sera del 19 febbraio fu portato nel cimitero del paese per esservi giustiziato. Lungo il cammino si rifiutò di bestemmiare e quando i soldati lo colpirono, disse: "Viva Cristo Re! Viva la Vergine di Guadalupe!".

I militari cercarono di ucciderlo a pugnalate, per evitare che si udissero gli spari, ma José, sebbene ferito, continuava a cantare inni e lodi a Cristo Re e alla Santissima Vergine, per cui il capo del plotone d'esecuzione perse la pazienza e gli sparò, uccidendolo.







vai alla scheda precedente Torna all'elenco vai alla scheda seguente












  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...