Martiri Cristiani: Don Felice Stroppiana
 

Don Felice Stroppiana

Don Felice Stroppiana Tenente Cappellano di elevatissime virtù militari e cristiane, benchè privo di un occhio riusciva a farsi richiamare ed assegnare ad unità combattente e ad evitare poi, in seguito a sua decisa opposizione, il rimpatrio per l’imperfezione comportante la riforma.

Sempre presente ove maggiore era il pericolo, in una difficilissima azione si portava a cavallo in primissima linea per incitare i militari alla resistenza a oltranza prima e al contrattacco dopo. A conoscenza dell’urgente necessità di munizioni, nonostante fosse già stato ferito al braccio sinistro, si rimetteva a cavallo per raggiungere e far serrare sotto i rifornitori. Ritornava fra i primissimi al momento della lotta all’arma bianca per soccorrere i feriti.

Rimasto ferito una seconda volta, rinunziava ad essere trasportato all’infermeria, mentre nel disperato tentativo di soccorrere ancora un ferito veniva colpito da bomba di mortaio alla testa, immolando la sua giovane esistenza nel compimento della sua nobile mission

Per approfondimenti... Un cappellano in Russia di Mons. Enelio Franzoni






vai alla scheda precedente Torna all'elenco vai alla scheda seguente












  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...