Martiri Cristiani: Don Bernard Digal
 

Don Bernard Digal

Don Bernard Digal Don Bernard Digal, dell’Arcidiocesi di Cuttack-Bhubaneshwar, in Orissa (India), aggredito e malmenato il 25 agosto nell’ondata di violenze scatenate dai radicali indù, è deceduto il 28 ottobre in ospedale, in seguito alle gravi lesioni riportate alla testa. Il sacerdote, 45 anni, era stato trasportato all’ospedale di Chennai, in Tamil Nadu, per essere sottoposto a un delicato intervento chirurgico al capo, ma il suo fisico, malridotto a causa di numerosi traumi, ferite e lesioni in tutto il corpo, ha ceduto. “Durante la sua vita p. Bernard ha mostrato determinazione e coraggio nel testimoniare e morire per Cristo. E’ morto da vero cristiano, e subito dopo l’aggressione subita ha perdonato i suoi nemici e persecutori”, ha detto p. Mrutyunjay Digal, sacerdote della stessa Arcidiocesi e segretario dell’Arcivescovo locale, Mons. Raphael Cheenath. P. Bernard è il primo sacerdote cattolico rimasto ucciso nella campagna di violenza anticristiana.
Vedi Fides 29/10/200







vai alla scheda precedente Torna all'elenco vai alla scheda seguente












  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...