Maria e il Vangelo: Pasqua di Resurrezione


Con le meditazioni di P. Raffaele Amendolagine vi proponiamo di leggere e meditare il Vangelo con lo sguardo di Maria, ascoltando i suoi racconti e dialogando con Lei. Maria, la mamma di Gesù, è il modello di contemplazione. I suoi occhi sono sempre fissi nel Figlio.
Pur vivendo tutti gli avvenimenti della vita di Gesù, nella concretezza della vita quotidiana, nella spontaneità del rapporto tra madre e figlio, non poteva ignorare il senso più profondo, il mistero divino che avvolgeva il Figlio, e di ogni avvenimento, di ogni sua parola, di ogni suo gesto, ne faceva tesoro per custodirli e meditarli nel suo cuore.
Anche Maria ha vissuto il grande scontro tra il bene e il male, mentre il suo calcagno schiacciava la testa al serpente.
E infine, stando con fede sotto la Croce, accoglieva dal Figlio tutta l’umanità nel suo grembo, con materno amore, fino a riconsegnargliela nuovamente nella gloria del Paradiso.

Pasqua di Resurrezione

Dal Vangelo secondo  

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro (Gv.). “Non è qui, è risorto!” (Mt.)
…“E’ risorto, non è qui!” (Mc.) “Perché cercate tra i morti colui che è vivo?” (Lc.)


Scarica questo file mp3
Scarica come mp3

O Maria, Gesù è risorto e tu ne stai godendo gli effetti. Sei beata al suo fianco, figlia di Dio, come tutti noi, diventata sua madre, per tutti noi. Perciò figlia e madre della risurrezione!
Sei la prima creatura, e per ora anche l’unica, risorta per non più morire. Risorta dopo di Lui e con Lui, segno e garanzia della nostra risurrezione.
Risorgeremo! Anche per noi la morte è stata cancellata: è diventata un passaggio, un’attesa di un incontro con Colui che ci aspetta insieme a te.
Ci hai preceduto nel cammino, che il Signore ha fatto percorrere anche a te raggiungendo però subito la meta: la felicità eterna.
Questa è la nostra fede, questo è il fine per cui siamo stati creati! Questa è la Pasqua!
Ci incontreremo, insieme a te, faccia a faccia, con quel “Volto bellissimo”.
O Maria, siamo distratti e non pensiamo a questa meravigliosa realtà.
Ti preghiamo di ricordarcela ogni giorno, per farcela raggiungere.
Stiamo percorrendo la strada della vita, che, per ciascuno di noi, Dio ha stabilito che nascesse in un uno stupendo nido: la famiglia.
E’ lì che riceviamo nutrimento e calore per farci volare e moltiplicare le culle della vita fin quando spiccheremo il volo definitivo della risurrezione.
O Maria, oggi, ahimè, si tenta di distruggere questi nidi danneggiando noi stessi e il futuro dell’umanità. Intervieni per farci capire il rischio che stiamo correndo!
“Il diavolo, mascherato da angelo” non si stanca di tenderci insidie, ingannandoci per una vita migliore che solo Gesù può darci.
Aiutaci a custodire la sacralità della famiglia con coraggio, nutrendo tra noi più tenerezza che mantenga il cuore sempre giovane, per farci vivere con gioia la fede nella risurrezione!

Padre Raffaele Amendolagine di Padre Raffaele Amendolagine
OCD



  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...