Maria e il Vangelo: Seguire Gesù


Con le meditazioni di P. Raffaele Amendolagine vi proponiamo di leggere e meditare il Vangelo con lo sguardo di Maria, ascoltando i suoi racconti e dialogando con Lei. Maria, la mamma di Gesù, è il modello di contemplazione. I suoi occhi sono sempre fissi nel Figlio.
Pur vivendo tutti gli avvenimenti della vita di Gesù, nella concretezza della vita quotidiana, nella spontaneità del rapporto tra madre e figlio, non poteva ignorare il senso più profondo, il mistero divino che avvolgeva il Figlio, e di ogni avvenimento, di ogni sua parola, di ogni suo gesto, ne faceva tesoro per custodirli e meditarli nel suo cuore.
Anche Maria ha vissuto il grande scontro tra il bene e il male, mentre il suo calcagno schiacciava la testa al serpente.
E infine, stando con fede sotto la Croce, accoglieva dal Figlio tutta l’umanità nel suo grembo, con materno amore, fino a riconsegnargliela nuovamente nella gloria del Paradiso.

Seguire Gesù

Dal Vangelo secondo Luca 1,1-4; 4,14-21 

In quel tempo, “Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. Insegnava nelle loro … Gli fu dato il rotolo del profeta Isaìa…: "Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l’unzione e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio. Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».


Scarica questo file mp3
Scarica come mp3

O Maria, l’oggi di quel giorno si perpetua nel nostro tempo. Oggi, come allora, è un tempo di grazia, un tempo nel quale il Signore vuole mostrasi favorevole attraverso la sua misericordia. E lo vuole fare attraverso di te.
Mentre sentiamo Gesù che ci ripete che è venuto per portarci il lieto messaggio, ti supplichiamo di chiedere per noi che possiamo ascoltarlo, cioè che possiamo seguirlo.
Ottienici, o Madre, di stare più attenti agli insegnamenti di Gesù. Ne sentiamo tanti. Tanti li conosciamo anche a memoria, ma poi al dunque siamo distratti e attirati da quello che ci dice il mondo. Il mondo è bello perché l'ha creato Dio, ma noi lo stiamo riducendo a una palestra di male. Lo stiamo distruggendo e insieme distruggiamo la nostra stessa vita.
O Maria, viviamo nella paura per le conseguenze di ciò che noi stessi abbiamo seminato. L’astio, la litigiosità, la ricerca del proprio tornaconto, frutti del nostro egoismo, ci stanno affogando.
La lieta notizia di Gesù è quella dell’amore che è venuto a portare su questa terra. E' venuto a portare di nuovo, perché l’amore c’era, siamo stati creati nell’amore, ma ce ne siamo allontanati e continuiamo ad allontanarcene, anzi a farlo scomparire dal mondo autodistruggendoci.
Tentati da satana, continuiamo ad allontanarci da Dio e per questo non abbiamo più pace.
Donaci di nuovo Gesù e con Lui, solo con Lui, potremo continuare l’opera di amore che Dio ha messo nel creato!
Che possiamo “portare il lieto messaggio ai poveri” con la nostra solidarietà. Che possiamo “proclamare ai prigionieri” dell’edonismo e del consumismo la liberazione attraverso l’esempio di una nostra vita sobria. Che possiamo anche noi donare “la vista ai ciechi” manifestando agli altri che la vera gioia si ha solo se si è vicini al Signore.
Vogliamo anche “liberare gli oppressi” e i depressi inculcando sentimenti di fede e fiducia in Dio e nella tua intercessione.
Fa’, o Maria, che possiamo veramente ascoltare e fare nostro l’annuncio di Gesù specialmente nelle nostre famiglie. La famiglia è e deve essere un luogo di grazia, dove aleggia l’amore di Dio tra gli sposi e tra genitori e figli. Tempo e luogo meraviglioso di grazia che non deve essere sciupato.
Che rientri Gesù nelle nostre famiglie! Che si riprenda il pregare insieme! Che si ricrei l’armonia se si è rotta e si rinsaldi quella vacillante, attraverso l’ascolto del Signore.
Porta tu l’annuncio di Gesù nelle nostre famiglie. Amplifica il suo messaggio di amore e rendilo fattivo nel perdono, nella comprensione e nel dialogo.
Facci comprendere come sia importante nutrirci degli insegnamenti che ci vengono dalla Parola di Dio. Che questa Parola risuoni nelle nostre case al posto di tanto chiasso inutile e dannoso

Padre Raffaele Amendolagine di Padre Raffaele Amendolagine
OCD



  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...