Le Apparizioni dell'Angelo a Fatima: Le Apparizioni della Madonna di Fatima
 

Le Apparizioni dell'Angelo a Fatima | Le Apparizioni di Fatima

Le Apparizioni dell'Angelo Custode a Fatima

1916 - Apparizioni dell’Angelo a Fatima

Nella primavera 1916 , mentre Lucia, e i suoi cuginetti: Francesco Marto, di otto anni e Giacinta Marto di sei anni, sono al pascolo sulla collina del Cabeço, videro in lontananza un giovane, come se fosse di luce, che si avvicinava e, quando giunse vicino disse: Non temete, sono l’Angelo della Pace, pregate con me. E inginocchiatosi piegò la fronte fino a terra e recitò per tre volte questa preghiera: Dio mio, io credo, adoro, spero e Vi amo. Io Vi domando perdono per coloro che non credono, non adorano, non sperano, non Vi amano.
Poi disse loro: Pregate così. I cuori di Gesù e di Maria ascoltano la voce delle vostre suppliche. Poi scomparve.
Francesco vide l’apparizione ma non udì le parole, che gli saranno riferite da Lucia e da Giacinta.
Nell’estate 1916, mentre si trovano ancora sulla collina del Cabeço a pascolare il gregge e giocavano allegramente, appare ancora l’Angelo e dice loro:
Cosa fate? Pregate, pregate molto! I Santi Cuori di Gesù e di Maria hanno su di voi dei progetti di misericordia. Offrite senza cessa preghiere e sacrifici all’Altissimo.
In tutto ciò in cui vi è possibile offrite a Dio un sacrificio in atto di riparazione per i peccati da cui è offeso, e in atto di supplica per la conversione dei peccatori. In questo modo voi attirerete la pace sulla vostra patria. Io sono il suo Angelo Custode, l’Angelo del Portogallo. Soprattutto accettate e sopportate con sottomissione le sofferenze che il Signore vi invierà.

Nell’autunno 1916 sempre sulla stessa collina, Lucia, Francesco e Giacinta stanno ripetendo molte volte la preghiera insegnata loro dall’Angelo ed ecco che Questi compare tenendo nella mano sinistra un Calice; sopra è sospesa un’ Ostia da cui cadono alcune gocce di Sangue dentro il calice.
L’Angelo lascia il Calice e l’Ostia sospesi nell’aria e, prostrato fino a terra a fianco dei pastorelli, ripete, imitato da loro, tre volte una nuova preghiera:

Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io Vi adoro profondamente e Vi offro il preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e Divinità di Gesù Cristo, presente in tutti i tabernacoli del mondo, in riparazione degli oltraggi, dei sacrilegi, delle indifferenze da cui Egli medesimo è offeso. Per i meriti infiniti del suo Sacro Cuore e del Cuore Immacolato di Maria io Vi domando la conversione dei poveri peccatori.
Poi prende nuovamente il Calice e l’Ostia e dà l’Ostia a Lucia e il Sangue del Calice a Francesco e a Giacinta dicendo:
Prendete e bevete il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, orribilmente oltraggiato dagli uomini ingrati. Riparate i loro crimini e consolate il vostro Dio.
Poi si prostra di nuovo e ripete ancora tre volte la preghiera: “Santissima Trinità,” quindi scompare.


Le Apparizioni dell'Angelo a Fatima

CRONOLOGIA DELLE APPARIZIONI DI FATIMA



 


Maria Caterina Muggianu di Maria Caterina Muggianu
Content Provider Regina Mundi




  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...
Le apparizioni dell'angelo custode a Fatima: Madonna di Fatima