Home page
Home page
    
    La Tv via web di Regina Mundi



Undicesimo Pannello
II martirio di S. Paolo a Roma.

 


Chi ci separerà dall'amore di Cristo?
Forse la tribolazione, l'angoscia,
la persecuzione, la fame, la nudità,
il pericolo, la spada?
Ma in tutte queste cose
noi siamo più che vincitori
per virtù di colui che ci ha amati.
Io sono infatti persuaso che né morte né vita,
né angeli né principati,
nè presente né avvenire, né potenze,
né altezza, né profondità,
né alcuna creatura potrà mai separarci
dall'amore di Dio,
in Cristo Gesù, nostro Signore.

Rm. 8, 36-39

 


ome testimoniato dalla tradizione più antica nell'anno 67 d.C Paolo è arrestato, messo in carcere e dopo un processo sommario é condannato a morte
come cristiano, durante la terribile persecuzione di Nerone. Nello stesso anno, sempre secondo la tradizione, subirà il martirio con la crocifissione anche S. Pietro, sul colle vaticano. Paolo, essendo "cittadino romano", non potevano infliggergli il "servile suplicium", il supplizio degli schiavi (la crocifissione), ma doveva morire decapitato con la spada romana.
Secondo la tradizione e portato da un drappello sulla via Ostiense a Roma presso le "acque salvie", dove sorse poi la chiesa delle "Tre Fontane", perché secondo la tradizione la testa dell'apostolo al momento della decapitazione ha fatto tre balzi e nei tre punti toccati sono sorte tre fonti d’acqua.
Alcuni cristiani presenti raccolsero il corpo e lo seppellirono a circa 3 km di distanza dove ora sorge l‘attuale Basilica di S. Paolo Fuori le Mura, essendo quella un‘area cimiteriale della Roma antica. Su quest'area l'Imperatore Costantino fece erigere la prima basilica in onore di S. Paolo.
Sotto l'attuale altare della Confessione della attuale Basilica, nel XIX sec. e stato rinvenuto un sarcofago con una lastra che portava inciso l'iscrizione PAULO APOSTOLO MARTIRE. Qui sono conservate le sue reliquie. Molto possiamo dire ancora di S. Paolo, ma il suo ritratto lo possiamo sintetizzare in questo passo della lettera ai Romani che troviamo sul pannello finale: Rm 8,35-39: "Chi ci separera dall'amore di Cristo?...". 




Indice icone
I-San Paolo
II-Paolo incontra Cristo verso Damasco

Il materiale presente in questo sito ci è stato fornito dai membri della comunità o è stato preso da internet; se inavvertitamente si fosse violato qualche copyright, il proprietario del diritto è pregato sentitamente di notificarlo all'email webmaster@reginamundi.info provvederemo immediatamente alla rimozione dei documenti protetti da copyright.