Home page
Chi Siamo, la Comunit di Regina Mundi
Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
I Progetti, Davar l'Evento la Bibbia in MP3
Veritas veritatis: La rassegna stampa di Regina Mundi
Nelle Mari di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualit e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast




 

Il Dialogo Ecumenico

Dialogo Ecumenico - Chiesa

Erga migrantes caritas Christi (La carità di Cristo verso i migranti)

PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA PASTORALE PER I MIGRANTI E GLI ITINERANTI



Istruzione

INDICE

IL FENOMENO MIGRATORIO OGGI

La sfida della mobilità umana
Migrazioni internazionali
Migrazioni interne

Parte I

LE MIGRAZIONI,
SEGNO DEI TEMPI E SOLLECITUDINE DELLA CHIESA

Visione di fede del fenomeno migratorio
Migrazioni e storia della salvezza
Cristo "straniero" e Maria icona vivente della donna migrante
La Chiesa della Pentecoste
La sollecitudine della Chiesa per il migrante e il rifugiato
L'Exsul Familia
Il Concilio Ecumenico Vaticano II
La normativa canonica
Le linee pastorali del Magistero
Gli Organismi della Santa Sede

Parte II

MIGRANTI E PASTORALE D'ACCOGLIENZA

"Inculturazione" e pluralismo culturale e religioso
La Chiesa del Concilio Ecumenico Vaticano II
Accoglienza e solidarietà
Liturgia e religiosità popolare
Migranti cattolici





Migranti cattolici di rito orientale
Migranti di altre Chiese e comunità ecclesiali
Migranti di altre religioni, in genere
Quattro attenzioni particolari
Migranti musulmani
Il dialogo inter-religioso

Parte III

OPERATORI DI UNA PASTORALE DI COMUNIONE

Nelle Chiese di partenza e di arrivo
Il Coordinatore nazionale dei Cappellani/Missionari
Il Cappellano/Missionario dei migranti
Presbiteri diocesani/eparchiali come Cappellani/Missionari
Presbiteri e Fratelli religiosi e Religiose con impegno fra i migranti
Laici, Associazioni laicali e Movimenti ecclesiali: per un impegno fra i migranti

Parte IV

STRUTTURE DI PASTORALE MISSIONARIA

Unità nella pluralità: problematica
Strutture pastorali
Pastorale d’insieme e ambiti settoriali
Le unità pastorali

Conclusione

UNIVERSALITÀ DI MISSIONE

I semina Verbi (semi del Verbo)
Operatori di comunione
Pastorale dialogante e missionaria
La Chiesa e i cristiani, segno di speranza

ORDINAMENTO GIURIDICO- PASTORALE

Premessa

Cap. I: I Fedeli laici
Cap. II: I Cappellani/Missionari
Cap. III: I Religiosi e le Religiose
Cap. IV: Le Autorità ecclesiastiche
Cap. V: Le Conferenze Episcopali e le rispettive Strutture Gerarchiche delle Chiese
Orientali Cattoliche
Cap.VI: Il Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti

Sigle e abbreviazioni




Presentazione

Le migrazioni odierne costituiscono il più vasto movimento di persone di tutti i tempi. In questi
ultimi decenni tale fenomeno, che coinvolge ora circa duecento milioni di esseri umani, si è
trasformato in realtà strutturale della società contemporanea, e costituisce un problema sempre più
complesso, dal punto di vista sociale, culturale, politico, religioso, economico e pastorale.

L'Istruzione Erga migrantes caritas Christi intende aggiornare la pastorale migratoria - tenendo
conto appunto dei nuovi flussi migratori e delle loro caratteristiche -, passati ormai trentacinque
anni dalla pubblicazione del Motu proprio di Papa Paolo VI Pastoralis migratorum cura e dalla
relativa Istruzione della Sacra Congregazione per i Vescovi De pastorali migratorum cura ("Nemo
est").

Essa vuole dunque essere una risposta ecclesiale ai nuovi bisogni pastorali dei migranti, per
condurli, a loro volta, a trasformare l'esperienza migratoria in occasione non solo di crescita nella
vita cristiana ma anche di nuova evangelizzazione e di missione. Il Documento tende altresì a una
puntuale applicazione della legislazione contenuta nel CIC e nel CCEO per rispondere in modo più
adeguato anche alle particolari esigenze di quei fedeli emigrati orientali, oggi sempre più numerosi.

La composizione delle migrazioni odierne impone inoltre la necessità di una visione ecumenica di
tale fenomeno, a causa della presenza di molti migranti cristiani non in piena comunione con la
Chiesa Cattolica, e del dialogo interreligioso, a motivo del numero sempre più consistente di
migranti di altre religioni, in particolare di quella musulmana, in terre tradizionalmente cattoliche, e
viceversa. Un'esigenza squisitamente pastorale si impone infine, e cioè il dovere di promuove
un'azione pastorale fedele e allo stesso tempo aperta a nuovi sviluppi anche per quanto riguarda le
nostre stesse strutture pastorali, che dovranno essere atte a garantire la comunione tra Operatori
pastorali specifici e la Gerarchia locale di accoglienza, la quale rimane l'istanza decisiva della
sollecitudine ecclesiale verso i migranti.

Il Documento, dopo una rapida rassegna di alcune cause dell'odierno fenomeno migratorio (l'evento
della globalizzazione, il cambiamento demografico in atto soprattutto nei Paesi di prima
industrializzazione, l'aumento a forbice delle disuguaglianze tra Nord e Sud del mondo, la
proliferazione di conflitti e guerre civili), sottolinea i forti disagi che generalmente l'emigrazione
causa nei singoli individui, in particolare nelle donne e nei bambini, nonché nelle famiglie. Tale
fenomeno solleva il problema etico della ricerca di un nuovo ordine economico internazionale per
una più equa distribuzione dei beni della terra, nella visione della comunità internazionale come
famiglia di popoli, con applicazione del Diritto Internazionale. Il Documento traccia poi un preciso
quadro di riferimento biblico-teologico, inserendo il fenomeno migratorio nella storia della
salvezza, come segno dei tempi e della presenza di Dio nella storia e nella comunità degli uomini,
in vista di una comunione universale.

Un sintetico excursus storico attesta poi la sollecitudine della Chiesa per il Migrante e il Rifugiato
nei documenti ecclesiali, cioè dalla Exsul Familia al Concilio Ecumenico Vaticano II, all'Istruzione
De Pastorali migratorum cura e alla successiva normativa canonica. Tale lettura rivela importanti
acquisizioni teologiche e pastorali. Ci si riferisce alla centralità della persona e alla difesa dei diritti
del migrante, alla dimensione ecclesiale e missionaria delle migrazioni stesse, alla valutazione del
contributo pastorale dei Laici, degli Istituti di vita consacrata e delle Società di vita apostolica, al
valore delle culture nell'opera di evangelizzazione, alla tutela e alla valorizzazione delle minoranze,
anche all'interno della Chiesa locale, all'importanza del dialogo intra ed extra ecclesiale, e infine
allo specifico contributo che la migrazione potrebbe offrire alla pace universale.




Altre istanze - come la necessità dell'"inculturazione", la visione di Chiesa intesa come comunione,
missione e Popolo di Dio, la sempre attuale importanza di una pastorale specifica per i migranti,
l'impegno dialogico-missionario di tutti i membri del Corpo mistico di Cristo e il conseguente
dovere di una cultura dell'accoglienza e della solidarietà nei confronti dei migranti - introducono
l'analisi di quelle specificatamente pastorali a cui rispondere, rispettivamente nel caso dei migranti
cattolici, sia di rito latino che di rito orientale, di quelli appartenenti ad altre Chiese e Comunità
ecclesiali, ad altre religioni in genere, e all'Islam in specie.

Viene poi ulteriormente precisata o ribadita, la configurazione, pastorale e giuridica, degli Operatori
pastorali - in particolare dei Cappellani/Missionari e dei loro Coordinatori nazionali, dei Presbiteri
diocesani/eparchiali, di quelli religiosi, con i loro Fratelli, delle Religiose, dei Laici, delle loro
Associazioni e dei Movimenti ecclesiali - il cui impegno apostolico è visto e considerato nella
visione di una pastorale di comunione, d'insieme.

L'integrazione delle strutture pastorali (quelle già acquisite e quelle proposte) e l'inserimento
ecclesiale dei migranti nella pastorale ordinaria - con pieno rispetto della loro legittima diversità e
del loro patrimonio spirituale e culturale, in vista anche della formazione di una Chiesa
concretamente cattolica - è un'altra importante caratteristica pastorale che il Documento prospetta e
propone alle Chiese particolari. Tale integrazione è condizione essenziale perché la pastorale, per e
con i migranti, possa diventare espressione significativa della Chiesa universale e missio ad gentes,
incontro fraterno e pacifico, casa di tutti, scuola di comunione accolta e partecipata, di
riconciliazione chiesta e donata, di mutua e fraterna accoglienza e solidarietà, nonché di autentica
promozione umana e cristiana.

Un aggiornato e puntuale "Ordinamento giuridico-pastorale" conclude l'Istruzione, richiamando,
con appropriato linguaggio, compiti, incombenze e ruoli degli Operatori pastorali e dei vari
Organismi ecclesiali preposti alla pastorale migratoria.

Stephen Fumio Cardinale Hamao
Presidente

Agostino Marchetto
Arcivescovo titolare di Astigi
Segretario



Ricerca articoli

Ricerca fra tutti gli articoli il termine:
Ricerca su tutti gli articoli per parola chiave

Dialogo Ecumenico: Ortodossi

Il rinnovarsi della gioia in Cristo

da 30 Giorni del 10/02/2010 del 15/02/2010

L'unica realtà che non cambia

da L'Osservatore Romano del 08/04/2010

Unità dei cristiani e temi etici L'incontro panortodosso a Istanbul
Marco Bellizi
da L'Osservatore Romano del 17/10/2008

La nuova fase del dialogo fra cattolici e ortodossi
Eleuterio F. Fortino
da L'Osservatore Romano del 19/01/2009

ALESSIO II - Partecipazione e dolore

da Fonte SIR (Servizio di informazione religiosa) del 05/12/2008


In tutto sono Stati trovati 13 articoli.

Dialogo Ecumenico: Luterani

La Parola di Dio terreno comune per il dialogo
Nicola Gori
da L'Osservatore Romano del 14/03/2010

Un'esperienza di gioia e fraternità:

da Radio Vaticana del 16/03/2010


In tutto sono Stati trovati 2 articoli.

Dialogo Ecumenico: Anglicani


In tutto sono Stati trovati 2 articoli.

Dialogo Ecumenico: Ebraismo


In tutto sono Stati trovati 2 articoli.
_____________________________