Home page
Chi Siamo, la Comunit di Regina Mundi
Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
I Progetti, Davar l'Evento la Bibbia in MP3
Veritas veritatis: La rassegna stampa di Regina Mundi
Nelle Mari di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualit e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast




 

Le Catechesi di Regina Mundi

Catechesi sull Eucaristia

FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME (Lc 22, 19)
di  P. Giovannino Tolu


E’ davvero un grande regalo l’Eucaristia, inimmaginabile. Ce lo poteva fare solo Gesù, pieno di “compassione” verso “la grande folla” che lo seguiva, verso la quale aveva operato più volte la moltiplicazione del pane, sfamandola. Nessuno di noi poteva chiedergli una cosa del genere e Lui non era certo tenuto a farci un dono di questa portata. Questo ha voluto l’Amore che così ha toccato il suo apice, un abisso senza fondo. Pura gratuità.
Il pane moltiplicato, capace di sfamare migliaia di persone, era solo figura di quel dono che Lui aveva in cuore di lasciare “fino alla fine dei secoli”. L’aveva affermato chiaramente: “Io sarò con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28, 20).
La celebrazione del Giovedì Santo ci riporta, ogni anno, alla fonte, all’inizio dell’istituzione dell’Eucaristia, che a me piace interpretare non solo come un comando dato per sempre alla sua Chiesa: “fate questo in memoria di me”, ma anche come un piacere personale che Egli chiede ai suoi discepoli.
La Chiesa, fedele all’amore di Gesù, gli obbedisce celebrando l’augusto sacramento “in attesa che Egli venga”. I suoi discepoli continuano a celebrare l’Eucaristia convinti così di far piacere a Gesù, perché la sua gioia è stare in mezzo agli uomini (Pro 8, 31). Ed Egli è davvero con noi. In modo diverso da come si presentava con la sua umanità, ma ugualmente in maniera reale è ancora presente tra noi.
L’Eucaristia non è un semplice ricordo lontano, sbiadito dal tempo inclemente che tutto appiattisce; essa è il “memoriale”, il pane vivo e fragrante, appena sfornato dalla fornace ardente del suo Cuore divino, che assicura la vita vera al mondo, che così assapora il cibo che unisce in perfetta comunione l’uomo a Dio introducendolo nella vera Terra Promessa.
Che per Gesù l’Eucaristia fosse importante lo sappiamo, in particolare, dal Vangelo di Giovanni dove leggiamo che Gesù, di fronte all’ostilità dei Giudei, che gli dicevano: “Quale segno tu fai perché vediamo e possiamo crederti?”, rispondeva: “In verità, vi dico: non Mosè vi ha dato il pane dal cielo, ma il Padre mio vi dà il pane dal cielo, quello vero; il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo” (Gv 6, 33).
Gesù sarebbe stato disposto a perdere anche i suoi discepoli fedeli pur di non cambiare nulla di questo suo discorso e di non essere frainteso. Egli sapeva bene quello che diceva e quello che avrebbe fatto a suo tempo, prima di morire. Per questo di fronte alla defezione di alcuni scandalizzati per la chiara parola di Gesù: “Io sono il pane vivo disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno” (Gv 6,51), chiese loro se anch’essi volessero andar via. Fu allora che Pietro, a nome di tutti, disse: “Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna” (Gv 6, 67). Quando mangiamo l’Eucaristia anche noi esprimiamo la stessa fede con le medesime parole.
L’Eucaristia è il sacramento che fa la Chiesa, la costruisce intimamente unita a Gesù, come suo mistico Corpo, Lui, capo, e tutti discepoli membra del suo unico Corpo. E a sua volta, la Chiesa fa l’Eucaristia che è il sacramento, il segno della sua reale presenza in mezzo all’umanità.
E’ indispensabile alimentarsi dell’Eucaristia. E’ con l’Eucaristia che si diventa una cosa sola con Gesù, fino al punto da poter affermare con San Paolo: “Non sono io che vivo ma Cristo vive in me” (Gal 2, 20). Senza di essa non è possibile “andare all’altra riva”, superando i vari ostacoli che tutti incontriamo nel vasto mare della vita, sempre in agitazione, in autentica burrasca, dove i cristiani sono a chiamati a dare una buona testimonianza di Gesù. Il nostro atto di fede diventa necessariamente la forza per superare tutte le difficoltà rimanendo fedeli a Lui dovunque e comunque.
Come il profeta Elia poté giungere al monte di Dio, l’Oreb, con la forza del pane datogli dall’Angelo, così i cristiani potranno vincere tutte le battaglie di questo mare in continua agitazione e capace di travolgere tutti, forti del Pane-Gesù.
E’ la storia dei Santi di tutti i tempi e di tutti i luoghi. Con la forza del Pane Eucaristico i suoi discepoli si sono mantenuti puri nonostante la violenza della carne, i martiri di sempre hanno saputo dare la necessaria testimonianza non temendo nessuna minaccia e neppure la morte.
Con la presenza di Gesù Eucaristia le nostre chiese si trasformano in veri templi che assicurano la speciale presenza di Dio, vivo e vero, non per modo di dire, con il suo Corpo, il suo Sangue, la sua Anima, la sua Divinità.
Con la presenza Eucaristia ogni cappella, per quanto piccola e disadorna si possa presentare, si trasforma in dimora di Dio, così che possiamo dire che il cielo è aperto in maniera permanente sulla terra ed ogni creatura umana, entra in familiare comunione con il Creatore, scoperto come Padre.
E’ importante che facciamo tesoro di questo grande e inestimabile dono che è l’Eucaristia e ci convinciamo sempre più che abbiamo la salvezza, a portata di mano. A portata di cuore abbiamo la vera partecipazione alla natura di Dio, che ci fa conoscere le forze nuove dell’amore,.
L’Eucaristia è la nuova ed eterna alleanza di Dio con l’umanità.
Il Giovedì Santo ci ricorda l’Istituzione di questo augusto sacramento che per la vita della Chiesa è quello che il sole è per i suoi pianeti. Tutto gira attorno all’Eucaristia, tutto si muove grazie ad essa e attorno ad essa.
In questi giorni la liturgia ci esorta non solo a cibarci dell’Eucaristia per far Pasqua con Gesù ma anche a scoprire la sua presenza per adorarla. L’adorazione è il prolungamento della celebrazione. Anticipiamo quaggiù quello che faremo nel cielo dove canteremo con gioia infinita il dono di far parte della famiglia di Dio, chiamati a consumare il banchetto delle nozze del Figlio di Dio con l’umanità, il banchetto al quale Dio vuole che non manchi nessuno e al quale tutti dobbiamo partecipare con la veste nuziale che lo stesso Gesù ci ha procurato con la sua morte e che noi abbiamo cominciato a indossare con il santo Battesimo.
Maria Santissima ci aiuti ad avvicinarci, con fede e degne disposizioni del cuore, al mirabile sacramento e a cibarci di quel Corpo che Lei ha generato con la forza dello Spirito Santo e che può trasformare il nostro cuore rendendolo simile a quello di Gesù che nella sua compassione per noi peccatori non desidera altro che trasformarci in sue vive immagini.


del 30/03/2010


Ricerca catechesi

Ricerca fra tutte le catechesi il termine:
Ricerca su tutti gli articoli per parola chiave

Cuore Immacolato di Maria
P. Mario Piatti icms,
del 19/06/2012

IMMACOLATA, FESTA DI LUCE
Don Giovanni Frigerio, Assistente
da www.unitalsi.info del 06/12/2011

Lo Scapolare del Carmelo
Padre Raffaele Amendolagine
del 11/07/2011

Cristo apparve per primo a Maria
Giovanni Paolo II
da Sito La Santa Sede del 21/05/1997

La perfetta santità di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1252-1254

La «Piena di grazia»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1191-1193

La nuova «Figlia di Sion»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1120-1123

La figlia di Sion
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1070-1073

Nobiltà morale della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 952-954

Donne impegnate nella salvezza del popolo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 851-854

La maternità viene da Dio
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 502-505

Annuncio della maternità messianica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 164-167

Maria nel Protovangelo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 115-117

Maria in prospettiva trinitaria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 46

Scopo e metodo dell'esposizione della dottrina mariana
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 9-12

Ruolo della donna alla luce di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1318-1321

Maria e il valore della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1276-1279

Influsso di Maria nella vita della Chiesa
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/1 (1995) p. 1181-1184

Maria nella Sacra Scrittura e nella riflessione teologica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1040-1043

Il ruolo materno di Maria nei primi secoli
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 362-365.

LA PRESENZA DI MARIA NELLA STORIA DELLA CHIESA
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 304-307.

MARIA, DONNA DI FEDE
MARIO SCUDU sdb
da www.donbosco-torino.it

MARIA NELLA MIA VOCAZIONE
M.Caterina Muggianu

PRENDETE IL ROSARIO E PREGATE
M.Caterina Muggianu

Maria, “Donna” dello Spirito
don Luciano Alimandi
da Agenzia Fides

Omaggio dei cuori a Maria.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 32 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

L'amicizia di Dio
Dal trattato «Contro le eresie» di sant'Ireneo, vescovo (Lib. IV, 13, 4-14, 1; Sc 100, 534-540)
da Liturgia delle ore del 25/02/2012


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

In tutto sono state trovate 0 catechesi.

La Scuola della Pace II Anno – Novembre 2017
M. Caterina Muggianu
da - del 13/11/2017

Intercessione – espiazione –accoglienza per la Pace
Maria Caterina Muggianu
da - del 12/02/2014

AI PIEDI DI GESÙ PER COSTRUIRE LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

DESIDERO DARVI LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

CE LO DICONO I SANTI
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

COME REAGIRE A QUANTO CI FA PERDERE LA PACE
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

LA PACE INTERIORE CAMMINO DI SANTITÀ
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900


In tutto sono state trovate 8 catechesi.

Nessun bambino si sveglia all’amore
Don Arturo Bellini
del 14/10/2013

Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli.
Padre Giulio Maria Scozzaro
del 21/08/2011

XXVIII DOMENICA TEMPO ORDINARIO -
www.catechistaduepuntozero.it
del 06/10/2010

Festa della SANTISSIMA TRINITÀ
don Vigilio Covi
del 25/05/2010

Ricordiamo la prima effusione dello Spirito Santo sulla Chiesa nascente.
padre Felice dell'Eremo di Sant'Alberto a Sestri Ponente.


In tutto sono state trovate 6 catechesi.

«Pregando apriamo una finestra verso il cielo»
Benedetto XVI - Udienza Generale30 novembre 2011
da L'Avvenire

Nulla è impossibile a Dio
don Tiziano Soldavini - Piccoli Apostoli Divina Misericordia Amore Eucaristico Con Maria
da Il Seme della Parola del 11/05/2011

La preghiera di intercessione:
Carlo Maria Martini

Il Padre nostro
don Nicola Ban
del 29/03/2009

Lettera sulla preghiera
Mons. BRUNO FORTE Vescovo


In tutto sono state trovate 9 catechesi.

COME IL PADRE VOSTRO CELESTE.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 2 catechesi.

L’EUCARISTIA spiegata ai bambini
M. Caterina Muggianu
del 17/03/2017

VIVERE L’EUCARESTIA
Pier Giuseppe Accornero
da Tratto dalla rivista “Maria Ausiliatrice” ottobre 2005 del 04/09/2011

EUCARESTIA ANNUNCIO DEL REGNO E MISSIONE
Don Rodolfo Reviglio
da Tratto da: “Maria Ausiliatrice” Torino 11/2005 del 04/09/2011

DIRETTORIO PER L’ADORAZIONE IN SPIRITO E VERITA’
San Pietro Giuliano Eymard
del 04/09/2011

CHE COS’E’ L’EUCARISTIA?
Dell’Arcivescovo Angelo Comastri
del 04/09/2011

FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME (Lc 22, 19)
P. Giovannino Tolu
del 30/03/2010


In tutto sono state trovate 11 catechesi.
_____________________________