Home page
Chi Siamo, la Comunit di Regina Mundi
Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
I Progetti, Davar l'Evento la Bibbia in MP3
Veritas veritatis: La rassegna stampa di Regina Mundi
Nelle Mari di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualit e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast




 

Le Catechesi di Regina Mundi

Catechesi Mariane

NOSTRA SIGNORA DI PONTMAIN
di  M. Caterina


NOSTRA SIGNORA DI PONTMAIN

(Anniversario Apparizione 17 Gennaio 1871).

La statua della Vergine nella piazza del santuario.

Nostra Signora di Pontmain (o secondo il titolo ufficiale Nostra Signora della Preghiera o, più semplicemente, Madonna di Pontmain) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, madre di Gesù che sarebbe apparsa nel 1871 nel villaggio francese di Pontmain, vicino a Laval, nei Paesi della Loira.

Un'apparizione silenziosa

La sera del 17 gennaio 1871 Eugène Barbedette, un ragazzino di dodici anni, stava aiutando suo padre nel granaio a pestare il ginestrone, usato come foraggio per gli animali; anche suo fratello di dieci anni, Joseph, si trovava lì con loro. Eugène uscì fuori per vedere che tempo faceva e avrebbe visto al di sopra della casa di fronte una splendida signora con un vestito ornato di stelle, che gli avrebbe sorriso stendendo le braccia come per abbracciarlo. Eugène corse dal padre a raccontargli della signora; in breve tempo la voce della visione dei due bambini si diffuse per il piccolissimo villaggio e tutta la gente accorse al granaio. Altre due bambine (Jeanne-Marie Lebossé di nove anni e Françoise Richer di undici anni) avrebbero visto la bella signora. Giunsero anche il parroco Michel Guérin e le suore che gestivano la parrocchia che, senza giudicare o commentare, invitarono la gente a pregare; l'apparizione si sarebbe svolta nel giro di tre ore circa, accompagnata dalla preghiera e dai canti degli abitanti del villaggio.

L'apparizione può considerarsi suddivisa in cinque fasi:

Prima fase

Eugène Barbedette avrebbe visto per primo la signora, che indossava un vestito blu con delle stelle d'oro, delle scarpe molto semplici con un nastro d'oro, una corona d'oro e un velo nero sui capelli fino alle spalle. La bellissima signora avrebbe sorriso sia al bambino sia al fratellino Joseph, sopraggiunto poco dopo. I bambini corsero a riferire della signora ai genitori e la loro mamma Victoire, pensando che si potesse trattare della Vergine Maria, corse a cercare suor Vitaline, che lavorava alla scuola parrocchiale, per raccontarle ciò che i bambini avevano detto. Un'altra suora, Marie Edouarde, corse ad avvisare il parroco don Michel Guérin. Nel frattempo l'intero villaggio era accorso al granaio e tutti avevano cominciato a pregare, guidati da suor Vitaline.

Seconda fase

In breve il parroco giunse tra la sua gente e un ovale blu con quattro candele spente sarebbe apparso attorno alla bellissima Signora; inoltre una piccola croce rossa sarebbe divenuta visibile sul suo abito, in posizione corrispondente al cuore. In quel momento la bellissima signora sarebbe diventata triste. La folla intanto cominciava a discutere su ciò che stava accadendo e il subbuglio cresceva, quando il parroco esortò tutti a pregare, e suor Marie Edouarde iniziò la recita del santo rosario. Iniziato il rosario, la signora sembrava sorridere e aumentare di grandezza, al pari dell'ovale che la circondava, mentre le stelle sembravano aumentare di numero. Finito il rosario la folla intonò il Magnificat; allora una grande banda bianca si srotolò ai piedi della signora e lettera dopo lettera sarebbero comparse in sovraimpressione le parole “MA PREGATE, MIEI BAMBINI”. Su invito del parroco tutti cominciarono a cantare le litanie della Madonna e sarebbero apparse le parole: “DIO VI RISPONDERÀ PRESTISSIMO”. Tutte queste parole apparivano sulla medesima riga. Finite le litanie si intonò l'Inviolata e, all'invocazione “O Mater alma Christi carissima”, sarebbero apparse all'inizio di una seconda riga le parole: “MIO FIGLIO”. Dopo la folla intonò la Salve Regina e il messaggio scritto si concluse con le parole: “PERMETTE CHE IL SUO CUORE SI LASCI TOCCARE”. Infine la folla rimase in preghiera silenziosamente. Ormai tutti, dalle parole “MIO FIGLIO”, ritenevano che la bellissima signora, che continuava a sorridere, fosse la Vergine Maria.

Terza fase

Allora il popolo cominciò a cantare l'inno "Madre della Speranza", che recitava: “Madre della speranza, il cui nome è così dolce, proteggi la nostra terra di Francia. Prega, prega per noi”. La Vergine intanto avrebbe alzato le mani al'altezza delle spalle e mosso le dita al ritmo dell'inno, come se stesse pizzicando un'invisibile arpa. La gioia dei bambini esplose, facendoli esclamare più e più volte: “Oh com'è bella!”. Maria nel frattempo avrebbe sorriso. Poi le parole impresse sulla banda bianca sarebbero sparite, lasciando il posto a uno sfondo del colore del cielo. Allora i bambini intonarono un altro inno, quello che avevano cantato a scuola quel pomeriggio; il viso di Maria avrebbe mostrato in quel momento grande tristezza, come se la Vergine parlasse, ma la sua voce non fosse ascoltata.

Quarta fase

Alle parole dell'inno: “Oh mio buon Gesù, è giunto il tempo di perdonare i nostri cuori pentiti. Noi non offenderemo mai più la tua suprema bontà, o buon Gesù”, una croce rossa, recante Cristo dello stesso colore, con in cima scritto “Gesù Cristo” su un cartiglio bianco, sarebbe apparsa dinanzi alla Vergine. Al canto del "Parce Domine" la Vergine avrebbe preso la croce con entrambe le mani per inclinarla verso i bambini, tornando nuovamente triste. Allora una piccola stella avrebbe acceso le quattro candele nell'ovale, proprio come faceva il parroco all'altare della Vergine Maria nella chiesa parrocchiale. La folla continuò a pregare in silenzio e la stella si sarebbe posizionata al di sopra del capo della Madonna.

Quinta fase

Suor Marie Edouarde intonò l'inno Ave Maris Stella e il crocifisso rosso sarebbe scomparso, sostituito da una piccola croce bianca su ciascuna spalla della Madonna, di nuovo sorridente. Il parroco Michel Guérin invitò tutti i presenti a recitare insieme a lui le preghiere della sera e ognuno lì dove si trovava si inginocchiò. Dopo tutti cominciarono l'esame di coscienza e allora un velo bianco sarebbe apparso dinanzi ai piedi della Vergine mentre scompariva. Erano le nove della sera, e tutti fecero allora ritorno alle loro case.

In breve tempo folle di pellegrini cominciarono ad affluire a Pontmain. Il vescovo di Laval, monsignor Casimir Wicart, procedette molto speditamente, aprendo già il 14 marzo l'inchiesta canonica affidata a tre alti prelati e verificando tutto di persona fra l'8 aprile e il 14 maggio. A dicembre fece svolgere una visita oculistica per attestare le perfette condizioni dei veggenti e infine nominò una commissione teologica per essere coadiuvato nel giudizio. Poco più di un anno dopo, il 2 febbraio 1872, il vescovo riconobbe ufficialmente le apparizioni, affermando: “Noi dichiariamo che l'Immacolata Vergine Maria, Madre di Dio, apparve veramente il 17 gennaio del 1871 a Eugène e Joseph Barbedette, Françoise Richer e Jeanne-Marie Lebossé, nel villaggio di Pontmain”.

Nella vicenda di Pontmain compare, centotrenta anni dopo, un piccolo villaggio del Libano, Beshwat, dove c'è una chiesetta in cui si venera una statua della Madonna di Pontmain, portata un secolo fa da un padre gesuita. Da alcuni anni questo centro è diventato meta di numerosi pellegrinaggi, dal momento che sono state attribuite alla Vergine di Pontmain diverse guarigioni improvvise e scientificamente inspiegabili; il fatto curioso è che alcune di queste hanno riguardato fedeli islamici; anche Siham Dalloul, moglie di un ex ministro della Difesa libanese e musulmana, afferma di di aver avuto un'apparizione. Numerosi quindi sono i musulmani che vi si recano (si deve considerare che l'Islam, considerando Gesù un profeta, rispetta Maria)

del 17/01/2020


Ricerca catechesi

Ricerca fra tutte le catechesi il termine:
Ricerca su tutti gli articoli per parola chiave

NOSTRA SIGNORA DI PONTMAIN
M. Caterina
del 17/01/2020

Il pianto della Madonna
M. Caterina Muggianu
del 09/11/2019

Cuore Immacolato di Maria
P. Mario Piatti icms,
del 19/06/2012

IMMACOLATA, FESTA DI LUCE
Don Giovanni Frigerio, Assistente
da www.unitalsi.info del 06/12/2011

Lo Scapolare del Carmelo
Padre Raffaele Amendolagine
del 11/07/2011

Cristo apparve per primo a Maria
Giovanni Paolo II
da Sito La Santa Sede del 21/05/1997

La perfetta santità di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1252-1254

La «Piena di grazia»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1191-1193

La nuova «Figlia di Sion»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1120-1123

La figlia di Sion
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1070-1073

Nobiltà morale della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 952-954

Donne impegnate nella salvezza del popolo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 851-854

La maternità viene da Dio
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 502-505

Annuncio della maternità messianica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 164-167

Maria nel Protovangelo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 115-117

Maria in prospettiva trinitaria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 46

Scopo e metodo dell'esposizione della dottrina mariana
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 9-12

Ruolo della donna alla luce di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1318-1321

Maria e il valore della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1276-1279

Influsso di Maria nella vita della Chiesa
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/1 (1995) p. 1181-1184

Maria nella Sacra Scrittura e nella riflessione teologica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1040-1043

Il ruolo materno di Maria nei primi secoli
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 362-365.

LA PRESENZA DI MARIA NELLA STORIA DELLA CHIESA
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 304-307.

MARIA, DONNA DI FEDE
MARIO SCUDU sdb
da www.donbosco-torino.it

MARIA NELLA MIA VOCAZIONE
M.Caterina Muggianu

PRENDETE IL ROSARIO E PREGATE
M.Caterina Muggianu

Maria, “Donna” dello Spirito
don Luciano Alimandi
da Agenzia Fides

Omaggio dei cuori a Maria.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 34 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

L'amicizia di Dio
Dal trattato «Contro le eresie» di sant'Ireneo, vescovo (Lib. IV, 13, 4-14, 1; Sc 100, 534-540)
da Liturgia delle ore del 25/02/2012


In tutto sono state trovate 2 catechesi.

In tutto sono state trovate 0 catechesi.

NON C' È PACE SENZA GIUSTIZIA, NON C' È GIUSTIZIA SENZA PERDONO
M. Caterina Muggianu
da da Messaggio di Giovanni Paolo II 1 gennaio 2002da da Messaggio di Giovanni Paolo II 1 gennaio 2002 del 15/01/2018

Un Santo Rosario per la fine dell'anno
M. Caterina Muggianu
da - del 31/12/2017

La Scuola della Pace II Anno – Novembre 2017
M. Caterina Muggianu
da - del 13/11/2017

Intercessione – espiazione –accoglienza per la Pace
Maria Caterina Muggianu
da - del 12/02/2014

AI PIEDI DI GESÙ PER COSTRUIRE LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

DESIDERO DARVI LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

CE LO DICONO I SANTI
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

COME REAGIRE A QUANTO CI FA PERDERE LA PACE
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

LA PACE INTERIORE CAMMINO DI SANTITÀ
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900


In tutto sono state trovate 10 catechesi.

Nessun bambino si sveglia all’amore
Don Arturo Bellini
del 14/10/2013

Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli.
Padre Giulio Maria Scozzaro
del 21/08/2011

XXVIII DOMENICA TEMPO ORDINARIO -
www.catechistaduepuntozero.it
del 06/10/2010

Festa della SANTISSIMA TRINITÀ
don Vigilio Covi
del 25/05/2010

Ricordiamo la prima effusione dello Spirito Santo sulla Chiesa nascente.
padre Felice dell'Eremo di Sant'Alberto a Sestri Ponente.


In tutto sono state trovate 6 catechesi.

Nel Silenzio del Cuore
P. Giovannino Tolu
del 18/03/2018

«Pregando apriamo una finestra verso il cielo»
Benedetto XVI - Udienza Generale30 novembre 2011
da L'Avvenire

Nulla è impossibile a Dio
don Tiziano Soldavini - Piccoli Apostoli Divina Misericordia Amore Eucaristico Con Maria
da Il Seme della Parola del 11/05/2011

La preghiera di intercessione:
Carlo Maria Martini

Il Padre nostro
don Nicola Ban
del 29/03/2009

Lettera sulla preghiera
Mons. BRUNO FORTE Vescovo


In tutto sono state trovate 10 catechesi.

COME IL PADRE VOSTRO CELESTE.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 2 catechesi.

L’EUCARISTIA spiegata ai bambini
M. Caterina Muggianu
del 17/03/2017

VIVERE L’EUCARESTIA
Pier Giuseppe Accornero
da Tratto dalla rivista “Maria Ausiliatrice” ottobre 2005 del 04/09/2011

EUCARESTIA ANNUNCIO DEL REGNO E MISSIONE
Don Rodolfo Reviglio
da Tratto da: “Maria Ausiliatrice” Torino 11/2005 del 04/09/2011

DIRETTORIO PER L’ADORAZIONE IN SPIRITO E VERITA’
San Pietro Giuliano Eymard
del 04/09/2011

CHE COS’E’ L’EUCARISTIA?
Dell’Arcivescovo Angelo Comastri
del 04/09/2011

FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME (Lc 22, 19)
P. Giovannino Tolu
del 30/03/2010


In tutto sono state trovate 11 catechesi.
_____________________________