Home page
Chi Siamo, la Comunit di Regina Mundi
Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
I Progetti, Davar l'Evento la Bibbia in MP3
Veritas veritatis: La rassegna stampa di Regina Mundi
Nelle Mari di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualit e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast




 

Le Catechesi di Regina Mundi

Catechesi sulla Pace

Un Santo Rosario per la fine dell'anno

dove troverò la mia pace?
di  M. Caterina Muggianu


Un anno è terminato e sta per iniziarne uno nuovo. Cosa teniamo e cosa buttiamo di questo anno che è passato?
Io vorrei buttare la paura. La paura ha occupato la prima pagina dei giornali le cronache di stragi e attacchi
È una spina nel cuore, anche nel mio cuore e si è radicata come un male necessario e pian piano toglie spazio alla speranza e alla fiducia.
Vorrei buttare la tracotanza di chi decide le sorti del mondo, imponendo leggi inique, contro l’umanità e contro Dio, dimenticando che il mondo, la vita, anche la mia vita, è nelle mani di Dio.
Vorrei buttare l'odio verso il diverso. Le regole che uccidono l'umanità e la abbandonano al proprio destino girando la testa dall'altra parte.
Vorrei buttare i cattivi pensieri e il pessimismo, la diffidenza ormai diventata normalità e che domina i tempi.
Vorrei buttare tutte le cose inutili, superflue e pesanti che non mi servono e che creano solo disordine nel mio spirito e nella mia vita
Vorrei tenere le cose semplici, la purezza di cuore, la mitezza anche se sembra soccombere davanti all’arroganza. La misericordia, anche se il mondo reclama il giustizialismo,
Vorrei tenere la pace, anche se dovunque tuona la guerra,
Questo è stato anche il sogno di tutti coloro che avevano atteso a lungo il Messia, che avevano riposto in lui questo sogno.
Solo con Dio possiamo rigettare il male e custodire il bene.
___________________________________________________________________________________________
Ed Ecco l’inizio del cambiamento, ecco la realizzazione della promessa. La creatura prescelta per realizzare il progetto della salvezza vive "in una città della Galilea chiamata Nazareth, vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide. La vergine si chiamava Maria".
E' l'inizio della storia della salvezza. E' la pienezza dei tempi. Dio irrompe in questa nostra vita umana che viene elevata a dignità divina: Dio si fa uomo che viene elevato alla dignità di Dio.
"Rallegrati, piena di grazia, il Signore è con te". . Concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo: il Signore gli darà il trono di Davide, suo padre, e il suo regno non avrà fine".
Grazie Maria, tu sei l'aurora che precede il gran giorno dell'amore di Dio nel quale noi tutti siamo chiamati a vivere per sempre.
1 Mistero: L’Annuncio dell’Angelo a Maria
____________________________________________________________________________________________
la Vergine Madre nel canto del Magnificat recita: "Di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono" (v. 50). La Madonna con questa lode al Signore dà voce a tutte le creature redente che in Gesù, trovano la misericordia di Dio.
Il Signore si schiera dalla parte degli ultimi.
Il suo è un progetto che è spesso nascosto sotto il terreno opaco delle vicende umane, che vedono trionfare "i superbi, i potenti e i ricchi". Eppure la sua forza segreta è destinata alla fine a svelarsi, per mostrare chi sono i veri prediletti di Dio: "Coloro che lo temono", fedeli alla sua parola; "gli umili, gli affamati, Israele suo servo", ossia la comunità del popolo di Dio che, come Maria, è costituita da coloro che sono "poveri", puri e semplici di cuore. Anche noi facciamo parte di quel "piccolo gregge" che è invitato a non temere perché al Padre è piaciuto dare ad esso il suo regno (cfr Lc 12, 32).
2 Mistero: Maria va a trovare la cugina Elisabetta e innalza il canto del Magnificat

_______________________________________________________________________________________________
Dio nasce, e le potenze tremano. Il Signore dei Cieli è spogliato. Lo splendore si adombra. L’infinito accetta i limiti.
Questo è un mistero che abbraccia i contrasti: La luce che viene nelle tenebre della notte, L’infinità di Dio e i limiti umani. La gloria e l’umiliazione. L’immortalità e la mortalità. La divinità e la povertà dell’uomo.
Gli uomini dinnanzi questo misterioso fascino della notte Santa di Natale.
Mistero che unisce le genti, nell’atteggiamento di chi è consapevole che in quel momento avviene qualcosa di grande, qualcosa che non ha confronti nella storia dell’uomo.
Il Natale ci permette di toccare quasi con mano, la nascita spirituale nella grazia. Nati per mezzo della fede e della grazia, siamo stati chiamati figli di Dio e S, Giovanni dice che lo siamo realmente.
Questo meraviglioso incontro tra Dio e gli uomini ci dona la speranza. Una speranza che sa vedere oltre le disastrose condizioni di questo mondo. Gli angeli cantano "Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama". Un inno di lode a Dio nell’alto dei cieli e una fervente invocazione di pace sulla terra, che si traduca in un concreto impegno a costruirla con la nostra vita. Questo è l’impegno che il Natale ci affida.
3 Mistero: La nascita di Gesù a Betlemme

L’anziano Simeone, chinatosi sul piccolo bambino, portato al tempio di Gerusalemme, con spirito profetico indica Gesù come segno di contraddizione. Quel bambino entrerà nell’umanità come un «segno di contraddizione», una sorta di spada – come dirà lo stesso Gesù (Luca 12,51) – che taglia di netto il flusso degli eventi e genera opposizione. Egli sarà Colui che rovescia i potenti dai troni e innalza gli umili. Capovolge senza paura l’ipocrisia. L’umanità non potrà evitarne il confronto, per amarlo o per detestarlo. Saremo tutti chiamati a rispondere a quella sua domanda: «Ma voi chi dite che io sia?» (Matteo 16,15). A tutte queste contraddizioni Gesù è venuto a portare una risposta. Risponde con una proposta inattesa, controcorrente, che percorre nuovi sentieri come quelli delle beatitudini. Come il sentiero della Croce. Maria, a cui è stata preannunciata una spada che le avrebbe trafitto l’anima, ci precede e ci accompagna in questi sentieri.
4 Mistero: La presentazione di Gesù al tempio
_______________________________________________________________________________________
"Figlio, perché ci hai fatto questo?", Gesù risponde in modo per loro totalmente incomprensibile: "Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo attendere a ciò che riguarda il Padre mio?" (cfr. Lc 2, 46-49). "Ma essi non compresero la sua risposta" (Lc 2, 50).
È il mistero che si ripete spiritualmente nella vita d’ogni credente: Cristo ci appartiene; ne siamo sicuri per fede e, amandolo, ci sentiamo partecipi della sua vita. Ma può capitare che per noi lui sparisca, talvolta in modo improvviso e senza una ragione evidente.
Le cose di Dio spesso sono difficili, quasi incomprensibili, come per esempio accettare la croce, oppure mettere in pratica beatitudini come “Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli » (Mt 5,3-12).
In queste occasioni si potrebbe stabilire una distanza, formare un vuoto: la nostra anima si potrebbe sentire abbandonata. È il momento allora di tener viva la speranza ‘contro ogni speranza’. Gesù non è lontano. Lui si lascia sempre trovare se lo cerchiamo con l’aiuto di Maria e di Giuseppe.
5 Mistero: Il ritrovamento di Gesù nel Tempio




del 31/12/2017


Ricerca catechesi

Ricerca fra tutte le catechesi il termine:
Ricerca su tutti gli articoli per parola chiave

Cuore Immacolato di Maria
P. Mario Piatti icms,
del 19/06/2012

IMMACOLATA, FESTA DI LUCE
Don Giovanni Frigerio, Assistente
da www.unitalsi.info del 06/12/2011

Lo Scapolare del Carmelo
Padre Raffaele Amendolagine
del 11/07/2011

Cristo apparve per primo a Maria
Giovanni Paolo II
da Sito La Santa Sede del 21/05/1997

La perfetta santità di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1252-1254

La «Piena di grazia»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1191-1193

La nuova «Figlia di Sion»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1120-1123

La figlia di Sion
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1070-1073

Nobiltà morale della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 952-954

Donne impegnate nella salvezza del popolo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 851-854

La maternità viene da Dio
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 502-505

Annuncio della maternità messianica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 164-167

Maria nel Protovangelo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 115-117

Maria in prospettiva trinitaria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 46

Scopo e metodo dell'esposizione della dottrina mariana
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 9-12

Ruolo della donna alla luce di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1318-1321

Maria e il valore della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1276-1279

Influsso di Maria nella vita della Chiesa
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/1 (1995) p. 1181-1184

Maria nella Sacra Scrittura e nella riflessione teologica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1040-1043

Il ruolo materno di Maria nei primi secoli
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 362-365.

LA PRESENZA DI MARIA NELLA STORIA DELLA CHIESA
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 304-307.

MARIA, DONNA DI FEDE
MARIO SCUDU sdb
da www.donbosco-torino.it

MARIA NELLA MIA VOCAZIONE
M.Caterina Muggianu

PRENDETE IL ROSARIO E PREGATE
M.Caterina Muggianu

Maria, “Donna” dello Spirito
don Luciano Alimandi
da Agenzia Fides

Omaggio dei cuori a Maria.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 32 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

L'amicizia di Dio
Dal trattato «Contro le eresie» di sant'Ireneo, vescovo (Lib. IV, 13, 4-14, 1; Sc 100, 534-540)
da Liturgia delle ore del 25/02/2012


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

In tutto sono state trovate 0 catechesi.

Articolo inserito negli ultimi tre giorni NON C' È PACE SENZA GIUSTIZIA, NON C' È GIUSTIZIA SENZA PERDONO
M. Caterina Muggianu
da da Messaggio di Giovanni Paolo II 1 gennaio 2002da da Messaggio di Giovanni Paolo II 1 gennaio 2002 del 15/01/2018

Un Santo Rosario per la fine dell'anno
M. Caterina Muggianu
da - del 31/12/2017

La Scuola della Pace II Anno – Novembre 2017
M. Caterina Muggianu
da - del 13/11/2017

Intercessione – espiazione –accoglienza per la Pace
Maria Caterina Muggianu
da - del 12/02/2014

AI PIEDI DI GESÙ PER COSTRUIRE LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

DESIDERO DARVI LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

CE LO DICONO I SANTI
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

COME REAGIRE A QUANTO CI FA PERDERE LA PACE
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

LA PACE INTERIORE CAMMINO DI SANTITÀ
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900


In tutto sono state trovate 10 catechesi.

Nessun bambino si sveglia all’amore
Don Arturo Bellini
del 14/10/2013

Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli.
Padre Giulio Maria Scozzaro
del 21/08/2011

XXVIII DOMENICA TEMPO ORDINARIO -
www.catechistaduepuntozero.it
del 06/10/2010

Festa della SANTISSIMA TRINITÀ
don Vigilio Covi
del 25/05/2010

Ricordiamo la prima effusione dello Spirito Santo sulla Chiesa nascente.
padre Felice dell'Eremo di Sant'Alberto a Sestri Ponente.


In tutto sono state trovate 6 catechesi.

«Pregando apriamo una finestra verso il cielo»
Benedetto XVI - Udienza Generale30 novembre 2011
da L'Avvenire

Nulla è impossibile a Dio
don Tiziano Soldavini - Piccoli Apostoli Divina Misericordia Amore Eucaristico Con Maria
da Il Seme della Parola del 11/05/2011

La preghiera di intercessione:
Carlo Maria Martini

Il Padre nostro
don Nicola Ban
del 29/03/2009

Lettera sulla preghiera
Mons. BRUNO FORTE Vescovo


In tutto sono state trovate 9 catechesi.

COME IL PADRE VOSTRO CELESTE.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 2 catechesi.

L’EUCARISTIA spiegata ai bambini
M. Caterina Muggianu
del 17/03/2017

VIVERE L’EUCARESTIA
Pier Giuseppe Accornero
da Tratto dalla rivista “Maria Ausiliatrice” ottobre 2005 del 04/09/2011

EUCARESTIA ANNUNCIO DEL REGNO E MISSIONE
Don Rodolfo Reviglio
da Tratto da: “Maria Ausiliatrice” Torino 11/2005 del 04/09/2011

DIRETTORIO PER L’ADORAZIONE IN SPIRITO E VERITA’
San Pietro Giuliano Eymard
del 04/09/2011

CHE COS’E’ L’EUCARISTIA?
Dell’Arcivescovo Angelo Comastri
del 04/09/2011

FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME (Lc 22, 19)
P. Giovannino Tolu
del 30/03/2010


In tutto sono state trovate 11 catechesi.
_____________________________