Home page
Chi Siamo, la Comunit di Regina Mundi
Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
I Progetti, Davar l'Evento la Bibbia in MP3
Veritas veritatis: La rassegna stampa di Regina Mundi
Nelle Mari di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualit e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast




 

Le Catechesi di Regina Mundi

tempi liturgici | Catechesi sull Eucaristia

“Riconosciuto nello spezzare il pane” (Lc 24, 13.35)
di  p. Giovannino Tolu


Uno dei brani del Vangelo più conosciuti e più confortanti è quello che va comunemente sotto il nome dei discepoli di Emmaus. Ci riporta direttamente a “quello stesso giorno, (il primo della settimana)”, il giorno stesso della Resurrezione. Ce lo racconta l’evangelista Luca che ha la caratteristica di presentarlo in maniera così vivace e fresca, da farcelo gustare, quasi si trattasse di un fatto di oggi. E, in effetti, si tratta di un oggi, o, se vogliamo, di quell’oggi che abbraccia il tempo voluto da Dio nel quale l’umanità ha la possibilità di incontrare la salvezza.
Un incontro paradigmatico, se vogliamo, che conferma l’affermazione di Gesù: “Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28,20).
Se avessimo gli occhi ben esercitati per vedere Gesù, per riconoscere la sua misteriosa presenza, anche noi sapremmo riconoscerlo nei tanti momenti delle nostre giornate dove, in un modo o nell’altro, sotto mutate spoglie di conoscenti o di sconosciuti, parenti, amici o stranieri, Gesù è sempre presente perché Egli si è voluto identificare in tutti dandocene conferma con l’assicurazione l’avete fatto a me.
Il brano del vangelo ci dice che mentre noi, pellegrini che spesso abbandoniamo Gerusalemme per rifugiarci nel villaggio distante undici chilometri, Gesù Risorto mai ci abbandona, ma trova il modo di farsi nostro compagno di cammino, di spiegarci le Scritture, di parlare al cuore facendolo ardere, attraverso avvenimenti, persone e cose.
Gerusalemme è la città dove si manifesta e si compie la Volontà di Dio, quella Volontà che spesso non trova noi altrettanto disponibili a seguirla, anche se continuiamo a pensare a Lui e a discorrere di Lui.
Meno male, però, che i due discepoli, anche se avevano lasciato Gerusalemme, almeno parlavano di Gesù, manifestando così un amore vivo nonostante la delusione del momento nel quale la loro fede vacillava e richiedeva di essere rafforzata.
Per questo Gesù si avvicina ai due, dei quali uno si chiamava Cleopa, per aprire loro gli occhi ed il cuore, per immettere in essi speranza e rafforzare l’amore.
Il rimprovero che Gesù muove ai due discepoli è severo; li chiama stolti e lenti di cuore. I due erano a conoscenza di tutto ma non credevano. Mancava proprio l’atto di fede per credere nella parola di salvezza di Gesù. Sapevano tutto: l’avevano conosciuto come profeta potente in opere e in parole, sapevano delle donne che li hanno sconvolti con il loro annuncio, sapevano della visione di angeli, i quali affermano che egli è vivo, mancava, però, la fede, la leva potente che li avrebbe potuto catapultare nel mondo rinnovato. Invece si rifugiano a Emmaus, abbandonando Gerusalemme.
Avevano ancora addosso lo scandalo della croce. Tutto andava bene fino a quel punto. A Gesù volevano bene, gli erano amici, ma… Dopo quell’incidente i conti non tornano più e si perdono nei meandri dei ragionamenti umani. Era necessario accettare Gerusalemme. Stranamente stanno scappando proprio da essa in cerca di tranquillizzare i loro pensieri.
Il tempo che hanno potuto condividere con Gesù aveva lasciato qualcosa di positivo nel loro cuore. Attingendo a questa riserva di ricordi meravigliosi possono rivolgere l’invito del Resta con noi, allo sconosciuto. Con sincerità. Quanto dev’essere piaciuto a Gesù questo invito, cortese e sincero! E’ stata certamente la premessa per ricevere il dono della benedizione.
Ma allo spezzare il pane Gesù sparisce. Sarebbe stato bello continuare la conversazione con “Gesù in persona”, ma in realtà, strettamente parlando, non avevano più bisogno della sua presenza fisica. Dalle parole dello sconosciuto che “spiega in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui” e soprattutto allo spezzare il pane, viene dentro la loro mente ed il loro cuore, la luce per capire tutto.
Per essi adesso diventa una necessità rientrare a Gerusalemme, e senza indugio. Non ha più senso barricarsi sulla motivazione ”si fa sera ed il giorno è ormai al tramonto”; ormai sentono solamente, e tutte e due contemporaneamente, che “il loro cuore ardeva mentre egli conversava”. Devono tornare a Gerusalemme per unirsi agli Undici e agli altri che erano con loro, i quali dicevano “Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone!”
Gesù Risorto ora non solo non ha abbandonato la via ma continua misteriosamente a incontrare ancora lungo il cammino gli uomini e le donne di oggi ai quali continua pazientemente ad aprire gli occhi, a spiegare il senso delle Scritture, a spezzare il pane, a far conoscere il senso della vita, che non si compie a Emmaus, a undici chilometri di distanza, ma a Gerusalemme.




Ricerca catechesi

Ricerca fra tutte le catechesi il termine:
Ricerca su tutti gli articoli per parola chiave

Cuore Immacolato di Maria
P. Mario Piatti icms,
del 19/06/2012

IMMACOLATA, FESTA DI LUCE
Don Giovanni Frigerio, Assistente
da www.unitalsi.info del 06/12/2011

Lo Scapolare del Carmelo
Padre Raffaele Amendolagine
del 11/07/2011

Cristo apparve per primo a Maria
Giovanni Paolo II
da Sito La Santa Sede del 21/05/1997

La perfetta santità di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1252-1254

La «Piena di grazia»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1191-1193

La nuova «Figlia di Sion»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1120-1123

La figlia di Sion
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1070-1073

Nobiltà morale della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 952-954

Donne impegnate nella salvezza del popolo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 851-854

La maternità viene da Dio
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 502-505

Annuncio della maternità messianica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 164-167

Maria nel Protovangelo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 115-117

Maria in prospettiva trinitaria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 46

Scopo e metodo dell'esposizione della dottrina mariana
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 9-12

Ruolo della donna alla luce di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1318-1321

Maria e il valore della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1276-1279

Influsso di Maria nella vita della Chiesa
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/1 (1995) p. 1181-1184

Maria nella Sacra Scrittura e nella riflessione teologica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1040-1043

Il ruolo materno di Maria nei primi secoli
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 362-365.

LA PRESENZA DI MARIA NELLA STORIA DELLA CHIESA
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 304-307.

MARIA, DONNA DI FEDE
MARIO SCUDU sdb
da www.donbosco-torino.it

MARIA NELLA MIA VOCAZIONE
M.Caterina Muggianu

PRENDETE IL ROSARIO E PREGATE
M.Caterina Muggianu

Maria, “Donna” dello Spirito
don Luciano Alimandi
da Agenzia Fides

Omaggio dei cuori a Maria.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 32 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

L'amicizia di Dio
Dal trattato «Contro le eresie» di sant'Ireneo, vescovo (Lib. IV, 13, 4-14, 1; Sc 100, 534-540)
da Liturgia delle ore del 25/02/2012


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

In tutto sono state trovate 0 catechesi.

La Scuola della Pace II Anno – Novembre 2017
M. Caterina Muggianu
da - del 13/11/2017

Intercessione – espiazione –accoglienza per la Pace
Maria Caterina Muggianu
da - del 12/02/2014

AI PIEDI DI GESÙ PER COSTRUIRE LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

DESIDERO DARVI LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

CE LO DICONO I SANTI
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

COME REAGIRE A QUANTO CI FA PERDERE LA PACE
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

LA PACE INTERIORE CAMMINO DI SANTITÀ
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900


In tutto sono state trovate 8 catechesi.

Nessun bambino si sveglia all’amore
Don Arturo Bellini
del 14/10/2013

Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli.
Padre Giulio Maria Scozzaro
del 21/08/2011

XXVIII DOMENICA TEMPO ORDINARIO -
www.catechistaduepuntozero.it
del 06/10/2010

Festa della SANTISSIMA TRINITÀ
don Vigilio Covi
del 25/05/2010

Ricordiamo la prima effusione dello Spirito Santo sulla Chiesa nascente.
padre Felice dell'Eremo di Sant'Alberto a Sestri Ponente.


In tutto sono state trovate 6 catechesi.

«Pregando apriamo una finestra verso il cielo»
Benedetto XVI - Udienza Generale30 novembre 2011
da L'Avvenire

Nulla è impossibile a Dio
don Tiziano Soldavini - Piccoli Apostoli Divina Misericordia Amore Eucaristico Con Maria
da Il Seme della Parola del 11/05/2011

La preghiera di intercessione:
Carlo Maria Martini

Il Padre nostro
don Nicola Ban
del 29/03/2009

Lettera sulla preghiera
Mons. BRUNO FORTE Vescovo


In tutto sono state trovate 9 catechesi.

COME IL PADRE VOSTRO CELESTE.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 2 catechesi.

L’EUCARISTIA spiegata ai bambini
M. Caterina Muggianu
del 17/03/2017

VIVERE L’EUCARESTIA
Pier Giuseppe Accornero
da Tratto dalla rivista “Maria Ausiliatrice” ottobre 2005 del 04/09/2011

EUCARESTIA ANNUNCIO DEL REGNO E MISSIONE
Don Rodolfo Reviglio
da Tratto da: “Maria Ausiliatrice” Torino 11/2005 del 04/09/2011

DIRETTORIO PER L’ADORAZIONE IN SPIRITO E VERITA’
San Pietro Giuliano Eymard
del 04/09/2011

CHE COS’E’ L’EUCARISTIA?
Dell’Arcivescovo Angelo Comastri
del 04/09/2011

FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME (Lc 22, 19)
P. Giovannino Tolu
del 30/03/2010


In tutto sono state trovate 11 catechesi.
_____________________________