Home page
Chi Siamo, la Comunit di Regina Mundi
Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
I Progetti, Davar l'Evento la Bibbia in MP3
Veritas veritatis: La rassegna stampa di Regina Mundi
Nelle Mari di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualit e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast




 

Le Catechesi di Regina Mundi

varie | Catechesi sulla Pace

Intercessione – espiazione –accoglienza per la Pace
di  Maria Caterina Muggianu




Premessa:

I carismi sono grazie dello Spirito Santo, sono ordinati alla edificazione della Chiesa, al bene degli uomini e alle necessità de mondo.
Essi vanno accolti con gratitudine e devono essere esercitati in sottomissione agli impulsi dello Spirito Stesso.

I carismi della Comunità Mariana Oasi della Pace sono quelli di Intercedere ed espiare per la Pace e condividere la Pace che Dio ci dona, con coloro che sono in cerca della Pace.
Questi carismi si identificano con la missione della Comunità.

Osserviamo la situazione del mondo di oggi e comprenderemo il perché lo Spirito Santo Ha suscitato questi carismi.

Leggiamo il recente quadro che fa il Santo Padre Benedetto XVI nel discorso fatto al Corpo Diplomatico accreditato alla Santa Sede il 9 di gennaio c.a. :

“ Si è ravvisato il pericolo di uno scontro delle civiltà. Il pericolo è reso ancora piu’ acuto dal terrorismo organizzato che si estende ormai a livello planetario. Numerose e complesse sono le cause , non ultime quelle ideologico-politiche commiste ad aberranti concezioni religiose. Il terrorismo non esita a colpire persone inermi, senza alcuna distinzione, o a porre in essere ricatti disumani, inducendo nel panico intere popolazioni”

Apprendiamo tutti dalle fonti di informazione quante atrocità succedono nei numerosi paesi in guerra e quante vittime innocenti soffrono e muoiono ogni giorno.
Conosciamo quanto il mondo sia in pericolo a causa dello sfruttamento incontrollato delle risorse della terra e quanta ingiustizia ci sia tra ricchi e poveri, tra chi mira ad avere un potere sempre piu’ alto e chi sembra non gli sia dato il diritto di esistere, che faticano nell’ansia e nella tribolazione per procurarsi da vivere. Popolazioni intere costrette a forzate lontananze dalle loro case.
Soprattutto comprendiamo quanto l’uomo sia infelice.

La Madonna ha detto che gli uomini sono infelici perché hanno organizzato un mondo senza Dio.
“Cristo è la nostra Pace! quanto è fragile una pace non ancorata all’eterno, non posta sul fondamento sicuro della Legge e dell’Amore di Dio”

Tutta la verità della Pace è contenuta nel nome di Gesu’, il Salvatore. Gesu’ è venuto a sradicare, in maniera definitiva, il male che è nell’umanità, introducendo l’uomo nella dimensione divina del bene la sua potenza sta nella povertà della notte di Betlemme e poi nella Croce sul Golgota, essa soltanto può sradicare, nel profondo dell’essere umano, l’odio, nemico primo della pace.

Dobbiamo, quindi, convincerci che la Pace è possibile, nonostante ogni contraria apparenza. Allora gridiamo con forza : Basta con la guerra, Costruiamo la Pace! La Pace è comune vocazione di ogni uomo e di tutti i popoli; la pace è la nostra missione. La Pace è un prezioso dono di Dio che va implorato e che implica accoglienza e impegno. Gridiamo allora a Cristo “nostra Pace” Invochiamolo con le parole della Madonna, ricordando l’efficacia della preghiera che lei fece a Cana di Galilea, che spinse il suo divin Figlio a trasformare l’acqua in vino. Offriamogli l’acqua dei nostri sforzi, delle nostre preghiere, dei nostri propositi, perché possa trasformarla nel vino generoso dell’amore, indispensabile presupposto di ogni autentica pace.
La preghiera è un’arma formidabile. Essa abbatte nel cuore dell’uomo il muro che si frappone all’Amore di Dio e colmai fossati dell’odio, della diffidenza, del rancore, causa spesso di divisione tra uomo e uomo, tra popolo e popolo.
Dobbiamo vivere pienamente e liberamente il comandamento nuovo che è quello dell’Amore origine della Pace, non di quella imperfetta che da il mondo ma di quella che Gesu’ ci ha lasciato.
Non dobbiamo scoraggiarci, Gesu’ è con noi tutti i giorni, fino alla fine del mondo (Cfr Mt 28,20)

Se la pace è la nostra missione allora è chiaro che Preghiera di intercessione, l’espiazione e l’accoglienza sono gli strumenti che il Signore ci ha dato per questa missione.

Preghiera espiazione e accoglienza
Sono strettamente unite tra loro ma ognuno di questi carismi va approfondito con maggiore attenzione.
La Madonna continuamente ci invita a pregare, pregare con il cuore, pregare senza stancarci.
Pregare con semplicità, una preghiera che sia intima unione con Dio, che sia dialogo e ascolto.
Questa semplicità non viene da particolari tecniche ma da una purezza di cuore che si acquista con l’espiazione e con l’essere proiettato verso l’altro (accoglienza).
Chiunque rifugge dalla mortificazione e dal sacrificio non arriverà ad avere un cuore semplice e totalmente abbandonato a Dio.
Vincendo i propri difetti, lottando e soffrendo ci purifichiamo e la purificazione fa spazio nel cuore per ricevere lo Spirito Santo che prega in noi con gemiti inesprimibili.Cfr Rm 8,26)
L’anima che segue questa via riceve molto. Via via che si avvicina a questa fonte di luce riceve anche una maggiore pace.
Maria è Maestra di questa unione semplice e totale. Grazie a questa unione Lei ha potuto vivere la Passione di Gesu’ e partecipando al Sacrificio del Figlio ha ottenuto per noi la Pace.

La nostra preghiera deve essere orientata per conoscere il Signore , per servire il Signore, per amare il Signore. La nostra sia una preghiera radicata nella vita, che ama Cristo nel suo Corpo Mistico e quindi prega per i bisogni degli altri, per intercedere per il bene di tutti. Una preghiera che tiene conto dell’altro che viene a importunarti nella notte per chiedere un pane e tu non ne hai e vai a chiederlo. E’ una storia di amicizia a catena, fatta di intercessione, espiazione e accoglienza.

La preghiera di intercessione non è un’alibi per scaricare tutto al Signore, per schivare quello che potrei fare. Il Signore, quando esaudisce la tua preghiera, ti da il pane e chiede a te di portarlo all’amico importuno.(Cfr Lc 11,5-8)
Non si prega per i poveri stando ricchi e al sicuro, spedendo i poveri all’Ufficio della Provvidenza.

Il nostro carisma di intercessione prevede quindi un continuo uscire dal proprio io per andare al TU di Dio, attratti dal desiderio della sua Pace. Dobbiamo quindi distaccarci sempre piu’ da tutto ciò che crea ostacolo per avere il cuore libero e diventare dei veri “contenitori di Pace”
Per questo la preghiera si intreccia con l’espiazione, con la rinuncia, con il sacrificio. Così la nostra preghiera ci aiuta a partecipare alla Passione di Cristo, disponendoci a prendere la nostra croce quotidiana e condividere generosamente e operosamente i pesi gli uni degli altri nella reciproca accoglienza.
Gesu’ è il nostro Maestro e la nostra preghiera si realizza nella sua sequela. Lui pregava il Padre e offriva la sua vita per noi. Anche noi dobbiamo donare la nostra vita a Lui per amore dei fratelli.

La nostra preghiera di intercessione sia fondata nella vita sacramentale, in perfetta unione con Gesu’ Eucaristia. Non dobbiamo cercare consolazioni sensibili, dolcezze spirituali ma dobbiamo fondarla nella Parola di Dio per una feconda realizzazione del disegno di Dio nella storia della salvezza.
Essere inseriti nella Chiesa Corpo Mistico del Signore come polmoni capaci di respirare nello Spirito Santo per ossigenare tutte le membra.
La Madonna ci invita a pregare finchè la preghiera diventi gioia. Nella perseveranza della preghiera qualche volta il Signore si manifesta con le sue consolazioni ma queste suscitano una grande nostalgia di Lui, di “vederlo come Egli è” ma ciò sarà possibile solo in Paradiso. Questo significa che dovremo pregare sempre. Solo quando Dio si sarà svelato, la preghiera sarà un grido di gioia. E allora, preghiamo per la gloria di Dio, preghiamo per la nostra santificazione, preghiamo per la Pace e per la salvezza delle anime, preghiamo incorporandoci a Cristo. Preghiamo come pregavano i santi.
S.Caterina scrive nel Dialogo della Divina Provvidenza:

“Or dunque, apri, disserta e spezza i cuori induriti delle tue creature, non per loro che non bussano ma fallo per la tua infinita bontà e per amore dei servi tuoi che bussano a te per loro”

E ancora

“Dobbiamo fare una preghiera continua, costantemente unita a Gesu’ sofferente e Eucaristico. Essa gode del frutto del superamento di se stessi, della pace interiore e dell’unione con Dio in Cristo”

“Così la preghiera, atto di amore, diventa atto di unione con Dio che stabilizza l’anima nella perseveranza e nella pazienza”

Affidiamo la nostra preghiera a Maria , Via della Pace e Regina della Pace. In cielo Lei prega per noi peccatori. Con l’Ave Maria glielo chiediamo continuamente riconoscendo la nostra miseria.
Preghiamo il S.Rosario.
(Dice il Santo Padre Giovanni Paolo II nella lettera apostolica Rosarium Virgins Mariae) “ Il Rosario è preghiera orientata per sua natura alla pace.
Mentre ci fa fissare gli occhi su Cristo, il Rosario ci rende anche costruttori della pace nel mondo.
Per la sua caratteristica di petizione insistente e corale, in sintonia con l’invito di Cristo a “pregare sempre, senza stancarsi”(Lc 18, 1) esso ci consente di sperare che , anche oggi, una battaglia tanto difficile come quella della pace possa essere vinta. Lungi dall’essere una fuga dai problemi del mondo, il Rosario ci spinge così a guardarli con occhio responsabile e generoso, e ci ottiene la forza di tornare ad essi con la certezza dell’aiuto di Dio e con il proposito fermo di testimoniare, in ogni circostanza, “la carità che è vincolo di perfezione” (Col 3,14)

Uniamoci a Gesu’ nel Sacrificio Eucaristico per implorare dal Padre il dono della Pace.
Gesu’ è il mediatore, Gesu’ è la Pace, Gesu’ è il Salvatore. Diciamogli come i discepoli di Emmaus: Resta con noi Signore perché si fa sera, resta con le nostre famiglie, con i giovani, con gli ammalati, con i sofferenti, con i poveri.
Il futuro è nel cuore di Dio ma anche nelle nostre mani. La pace è un dono da conquistare e costruire giorno per giorno. Impegniamoci perciò a pregare e a fare opere di pace.







del 12/02/2014


Ricerca catechesi

Ricerca fra tutte le catechesi il termine:
Ricerca su tutti gli articoli per parola chiave

Cuore Immacolato di Maria
P. Mario Piatti icms,
del 19/06/2012

IMMACOLATA, FESTA DI LUCE
Don Giovanni Frigerio, Assistente
da www.unitalsi.info del 06/12/2011

Lo Scapolare del Carmelo
Padre Raffaele Amendolagine
del 11/07/2011

Cristo apparve per primo a Maria
Giovanni Paolo II
da Sito La Santa Sede del 21/05/1997

La perfetta santità di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1252-1254

La «Piena di grazia»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1191-1193

La nuova «Figlia di Sion»
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1120-1123

La figlia di Sion
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 1070-1073

Nobiltà morale della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 952-954

Donne impegnate nella salvezza del popolo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 851-854

La maternità viene da Dio
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 502-505

Annuncio della maternità messianica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 164-167

Maria nel Protovangelo
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XX/1 (1996) p. 115-117

Maria in prospettiva trinitaria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 46

Scopo e metodo dell'esposizione della dottrina mariana
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XIX/1 (1996) p. 9-12

Ruolo della donna alla luce di Maria
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1318-1321

Maria e il valore della donna
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1276-1279

Influsso di Maria nella vita della Chiesa
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/1 (1995) p. 1181-1184

Maria nella Sacra Scrittura e nella riflessione teologica
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 1040-1043

Il ruolo materno di Maria nei primi secoli
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 362-365.

LA PRESENZA DI MARIA NELLA STORIA DELLA CHIESA
Giovanni Paolo II
da Insegnamenti di Giovanni Paolo II, XVIII/2 (1995) p. 304-307.

MARIA, DONNA DI FEDE
MARIO SCUDU sdb
da www.donbosco-torino.it

MARIA NELLA MIA VOCAZIONE
M.Caterina Muggianu

PRENDETE IL ROSARIO E PREGATE
M.Caterina Muggianu

Maria, “Donna” dello Spirito
don Luciano Alimandi
da Agenzia Fides

Omaggio dei cuori a Maria.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 32 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

SECONDO DISCORSO DI NATALE (parziale)
San Leone Magno
del 29/12/2011


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

L'amicizia di Dio
Dal trattato «Contro le eresie» di sant'Ireneo, vescovo (Lib. IV, 13, 4-14, 1; Sc 100, 534-540)
da Liturgia delle ore del 25/02/2012


In tutto sono state trovate 1 catechesi.

In tutto sono state trovate 0 catechesi.

La Scuola della Pace II Anno – Novembre 2017
M. Caterina Muggianu
da - del 13/11/2017

Intercessione – espiazione –accoglienza per la Pace
Maria Caterina Muggianu
da - del 12/02/2014

AI PIEDI DI GESÙ PER COSTRUIRE LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

DESIDERO DARVI LA PACE
M.Caterina Muggianu
da - del 01/01/1900

CE LO DICONO I SANTI
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

COME REAGIRE A QUANTO CI FA PERDERE LA PACE
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900

LA PACE INTERIORE CAMMINO DI SANTITÀ
Padre Jacques Philippe
da - del 01/01/1900


In tutto sono state trovate 8 catechesi.

Nessun bambino si sveglia all’amore
Don Arturo Bellini
del 14/10/2013

Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli.
Padre Giulio Maria Scozzaro
del 21/08/2011

XXVIII DOMENICA TEMPO ORDINARIO -
www.catechistaduepuntozero.it
del 06/10/2010

Festa della SANTISSIMA TRINITÀ
don Vigilio Covi
del 25/05/2010

Ricordiamo la prima effusione dello Spirito Santo sulla Chiesa nascente.
padre Felice dell'Eremo di Sant'Alberto a Sestri Ponente.


In tutto sono state trovate 6 catechesi.

«Pregando apriamo una finestra verso il cielo»
Benedetto XVI - Udienza Generale30 novembre 2011
da L'Avvenire

Nulla è impossibile a Dio
don Tiziano Soldavini - Piccoli Apostoli Divina Misericordia Amore Eucaristico Con Maria
da Il Seme della Parola del 11/05/2011

La preghiera di intercessione:
Carlo Maria Martini

Il Padre nostro
don Nicola Ban
del 29/03/2009

Lettera sulla preghiera
Mons. BRUNO FORTE Vescovo


In tutto sono state trovate 9 catechesi.

COME IL PADRE VOSTRO CELESTE.
P. Giovannino Tolu


In tutto sono state trovate 2 catechesi.

L’EUCARISTIA spiegata ai bambini
M. Caterina Muggianu
del 17/03/2017

VIVERE L’EUCARESTIA
Pier Giuseppe Accornero
da Tratto dalla rivista “Maria Ausiliatrice” ottobre 2005 del 04/09/2011

EUCARESTIA ANNUNCIO DEL REGNO E MISSIONE
Don Rodolfo Reviglio
da Tratto da: “Maria Ausiliatrice” Torino 11/2005 del 04/09/2011

DIRETTORIO PER L’ADORAZIONE IN SPIRITO E VERITA’
San Pietro Giuliano Eymard
del 04/09/2011

CHE COS’E’ L’EUCARISTIA?
Dell’Arcivescovo Angelo Comastri
del 04/09/2011

FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME (Lc 22, 19)
P. Giovannino Tolu
del 30/03/2010


In tutto sono state trovate 11 catechesi.
_____________________________