Su Regina Mundi :
Home page
Chi Siamo, la Comunita' di Regina Mundi
magistero della Chiesa Concili Ecumenici Magistero della Chiesa | Concili Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
Nelle Mani di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualita' e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast




 

Rassegna Stampa sulla Societa'

Vai alla Home page della Rassegna Stampa



Nella nostra rassegna stampa sulla societa' vi proponiamo articoli di sociologia.


Archivio Generale Rassegna Stampa sulla Societa'

Gli auguri del Custode di Terra Santa padre Pierbattista Pizzaballa, ofm per il Natale 2015
p. Pierbattista Pizzaballa Custode di Terra Santa
del 24/12/2015



“Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse” (Is. 9,1).
Stiamo vivendo un tempo arduo, il cui susseguirsi di tragedie e di violenze ci ha colmato di paure.

Continua la lettura...

«In Medio Oriente è la fine del cristianesimo?».
Maria Teresa Pontara Pederiva
del 28/07/2015

I cristiani in Medio Oriente stanno «male» o «meno male», dichiarava nei giorni scorsi il Patriarca latino Fouad Twal di Gerusalemme, aggiungendo però che la condizione dei palestinesi in Cisgiordania sia senza dubbio ancora migliore rispetto alle sfide affrontate dai cristiani in Siria e in Iraq, soprattutto quelli costretti ad abbandonare le loro case di fronte all’avanzata dei militanti dello Stato Islamico.

«Assisteremo alla fine del cristianesimo in Medio Oriente?» si chiede allora il New York Times nel suo speciale nel Magazine di domenica 26 luglio dal titolo «L’ombra della morte».

A partire dalla storia di Diyaa e Rana, due coniugi di Qaraqosh, la più grande cittadina cristiana nella piana di Ninive in Iraq - 1.

Continua la lettura...

Fecondazione assistita. «I conti del Ministero non tornano. Sono scomparsi migliaia di embrioni»
Benedetta Frigerio
del 15/07/2015


«Non si sa che fine abbiano fatto migliaia di embrioni». È quanto ha notato in un comunicato stampa l’Associazione italiana ginecologi ostetrici cattolici (Aigoc), commentando la relazione annuale relativa al 2013 da poco pubblicata dal ministero della Salute sull’attuazione della Legge 40, che nel 2004 ha legalizzato la fecondazione artificiale, producendo una «strage di embrioni». A tempi.

Continua la lettura...

«MI CHIEDONO "PERCHÉ CREDERE?" E IO CHE SONO CREDENTE VERGOGNOSAMENTE NON SO COSA RISPONDERE»
Amici Domenicani
del 17/07/2015

Caro Matteo,
1. quella che ti poni è una domanda semplice, la cui risposta non è altrettanto semplice.
Ti è più facile credere che domandarti perché credi.

Continua la lettura...

Francesco: ascoltare grido degli esclusi, basta idolatria del denaro
Alessandro Gisotti
del 10/07/2015

Bisogna cambiare il sistema economico mondiale e sostituirlo con la globalizzazione della solidarietà. E’ uno dei passaggi chiave del lungo e appassionato discorso di Papa Francesco al secondo Incontro mondiale del Movimenti Popolari, ieri sera a Santa Cruz della Sierra, in Bolivia. Il Pontefice ha ribadito che bisogna ascoltare il grido degli esclusi, difendere la Madre Terra sempre più devastata, e ha assicurato la vicinanza sua personale e della Chiesa alle battaglie dei movimenti e delle forze sociali.

Continua la lettura...

L'ecologia integrale di papa Francesco in 10 punti

del 18/06/2015

Un ecologia mirata alla tutela dell'ambiente nella sua interezza. Un'ecologia "integrale" la definisce papa Francesco, spigandone le caratteristiche nell'Enciclica "Laudato Si". Eccone i 10 tratti salienti:

1) LA RETE DEGLI ESSERI VIVENTI
Come i diversi componenti del pianeta – fisici, chimici e biologici – sono relazionati tra loro, così spiega Papa Francesco, «anche le specie viventi formano una rete che non finiamo mai di riconoscere e comprendere.

Continua la lettura...

“Laudato sì”, il messaggio al mondo di Francesco
CHIARA SANTOMIERO
del 18/06/2015

Le fonti francescane raccontano che nel Cantico di Frate Sole il versetto sul perdono fu inserito successivamente alla prima stesura: poiché tra il vescovo di Assisi Guido e il podestà Oportulo era nato un violento dissidio, san Francesco mandò i frati a cantare la sua laude davanti ai due contendenti aggiungendo la nota su chi è capace di perdonare. I due, capita la lezione, sugellarono con un abbraccio la ritrovata pace cittadina. I destinatari dell’enciclica “green” di papa Francesco intitolata – con chiara ispirazione al capolavoro del poverello di Assisi - “Laudato si’”, sapranno cogliere allo stesso modo il messaggio e correre ai ripari per quanto riguarda la tutela dell’ambiente? E’ l’auspicio di Carlo Paolazzi, frate minore, autore di numerosi studi e pubblicazioni sulle Fonti francescane e, da ultimo, di “Il cantico di frate sole” (Edizioni Porziuncola), un testo di cui spiega ad Aleteia struttura e significati.

Continua la lettura...

Lasciate che i bambini vengano a me !
M. Caterina Muggianu
del 12/05/2015


Una volta Gesù rimproverò i suoi discepoli perché allontanavano i bambini che i genitori gli portavano, perché li benedicesse.
E’ bellissimo il racconto dell’evangelista Matteo :
«Allora gli furono portati dei bambini perché imponesse loro le mani e pregasse; ma i discepoli li rimproverarono. Gesù però disse: “Lasciateli, non impedite che i bambini vengano a me; a chi è come loro, infatti, appartiene il regno dei cieli”.

Continua la lettura...

Il sangue della pace
Stefania Falasca
del 22/04/2015

​«In questi giorni quanti Stefani ci sono nel mondo!». La rassegna dei nuovi martiri non ha fine per papa Francesco. Anche ieri, ricordando a Santa Marta la lapidazione di Stefano, ha nuovamente messo all’ordine del giorno le schiere di quanti oggi vengono uccisi, calunniati, perseguitati dai moderni sinedri.

Continua la lettura...

Ridare onore a matrimonio uomo-donna
Udienza generale Papa Francesco
del 22/04/2015

​Papa Francesco, nell’udienza generale in Piazza San Pietro, ha proseguito la catechesi sulla famiglia sul tema “maschio e femmina li creò”, tratto dalla Genesi. “Oggi – ha detto - vorrei completare la riflessione con il secondo racconto, che troviamo nel secondo capitolo. Qui leggiamo che il Signore, dopo aver creato il cielo e la terra, «plasmò l’uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l’uomo divenne un essere vivente» (2,7).

Continua la lettura...

«Educazione sessuale alle famiglie non alla scuola»

del 11/03/2015

Ventitre enti tra associazioni, fondazioni e comitati, tutte impegnate sui temi della famiglia e dell'educazione, hanno scritto una lettera aperta al presidente della Repubbica, al premier e al ministro dell’Istruzione, con la quale chiedono che l’educazione sessuale non sia delegata alla scuola, ma sia riservata alla famiglia, la quale, in base all’articolo 30 della Costituzione, è la titolare del diritto-dovere di mantenere, educare ed istruire i figli.

Quattro le motivazioni sostanziali: rispetto dell’intimità, rispetto del pudore, rispetto della privacy e rispetto della libertà di educazione della famiglia.

Qui di seguito il testo della lettera aperta.

Continua la lettura...

La famiglia è grembo per ciascuno di noi.
Mons. Artuiro Bellini
del 25/02/2015

La famiglia è grembo per ciascuno di noi. E’ "scuola" di ascolto e di contatto corporeo. Spazio protetto e sicuro, dove cominciamo a familiarizzare col mondo esterno, rassicurati dal battito del cuore della mamma.

Continua la lettura...

Identità sessuale, vita e famiglia: i compiti educativi della scuola
Diocesi Trieste
del 23/02/2015

DIOCESI DI TRIESTE - COMMISSIONE DIOCESANA “Vittorio Bachelet”
PER L’EDUCAZIONE CATTOLICA, LA SCUOLA E L’UNIVERSITÀ
IDENTITÀ SESSUALE, VITA E FAMIGLIA: -I COMPITI EDUCATIVI DELLA SCUOLA
Una situazione che preoccupa
1. Il mondo educativo in generale e quello della scuola in particolare sono investiti dalla cosiddetta ideologia del “gender”, secondo la quale l’identità sessuale non è un dato naturale, ma culturale e come tale esso deve poter essere scelto. Maschio e femmina sarebbero quindi degli stereotipi di genere da superarsi perché impediscono la libertà dell’individuo e, di conseguenza, l’educazione dovrebbe ugualmente istruire su tutti gli orientamenti sessuali fin dalla più tenera età scolare.

Continua la lettura...

Storia di un estremista di sinistra spagnolo conquistato dalla Chiesa e da Cristo

del 16/02/2015

ROMA, 12 Gennaio 2015 (Zenit.o rg) - “Una sera, mentre mi trovavo con il gruppo dei miei amici, c’era una ragazza che non conoscevo. Mi affascinò, e chiesi informazioni su di lei.

Continua la lettura...

La preghiera che ruolo ha nel vostro rapporto di coppia?

del 11/02/2015

Quando parliamo di spiritualità pensiamo a qualcosa di staccato dalla realtà e dunque anche dai nostri rapporti. Se fosse invece il fondamento di noi stessi e quindi parte decisiva della relazione con il/la nostro/a fidanzato/a? La preghiera che ruolo ha nel vostro rapporto di coppia?

Nel quarto appuntamento di queste "riflessioni sull'amore" in vista di San Valentino, don Vittorio Fortini ci propone alcuni spunti su questo tema.

La spiritualità nella coppia
La spiritualità è la ricchezza dell’uomo, un essere concreto e materiale, ma che nasconde la sua parte più importante nell’ambito interiore che è quello dello spirito.

Continua la lettura...

La benedizione del Santissimo che placò uno tsunami Grazie alla fede di un parroco e del suo popolo
padre Pedro del Rosario Corro
del 20/01/2015


Lo tsunami del 2010 che ha raggiunto la costa del Cile dopo un terremoto provocato dal movimento delle placche continentale e oceanica è un tipo di evento che si ripete da secoli in diversi luoghi del pianeta.

Vari decenni fa, nella piccola isola colombiana di Tumaco, quello che è accaduto con uno tsunami ha insegnato agli abitanti che Dio, presente nel Santissimo Sacramento, agisce quando i suoi sacerdoti e fedeli lo invocano con amore e fede.

Il fatto è avvenuto il 31 gennaio 1906.

Continua la lettura...

Papa Francesco: "Non si uccide in nome di Dio, ma non insultare la fede altrui"
Aleteia
del 20/01/2015


"Temo soprattutto per incolumità di gente che viene a incontrarmi": così ha risposto papa Francesco su possibili attentati contro la sua persona e il Vaticano sollecitato dalle domande dei giornalisti presenti sul volo da Sri Lanka alle Filippine. Rispetto al pericolo per la sua incolumità personale il papa ha risposto con un sorriso di affrontare questo pericolo con "una buona dose di incoscienza" (Radio vaticana 15 gennaio). Il "miglior modo" per rispondere alla violenza, ha sottolineato Bergoglio, "è la mitezza".

Continua la lettura...

Benedetto XVI e quella "Lectio" mai pronunciata

del 16/01/2015

Una cultura occidentale che, preoccupata della sua laicità e in nome di una “presunta purezza” della ragione, diventi sorda alle verità della fede cristiana rischia di inaridire, sosteneva
XVI nel discorso che avrebbe dovuto tenere il 17 gennaio 2008 all'inaugurazione dell'anno accademico presso l'Università La Sapienza di Roma e che – a causa delle proteste di un gruppetto di docenti e studenti – venne annullato il 15 di gennaio dello stesso anno.

Fa una certa impressione che proprio in questi giorni il dibattito pubblico, stimolato dai tragici eventi di Parigi, sia di nuovo – a distanza di 7 anni – concentrandosi sui temi della laicità e del ruolo pubblico del discorso religioso.

Nel discorso preparato per l'occasione, il Papa parlava del particolare legame tra fede cristiana e ricerca della verità, come parte integrante della natura e della missione dell'Università, sin dalla sua nascita in epoca medievale.

Continua la lettura...

Mons. Toso: su pace e diritti, leader mondiali ascoltino Francesco
intervista di Alessandro Gisotti
del 03/01/2015

Al via oggi alla Casa Frate Jacopa di Roma la tradizionale “Scuola di pace” di inizio anno. L’evento è stato aperto dalla relazione dall’arcivescovo Mario Toso, segretario del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace che si è soffermato sul messaggio di Francesco per la Giornata mondiale della pace di quest’anno incentrata sul tema “Non più schiavi, ma fratelli”. Alessandro Gisotti ha chiesto a mons.

Continua la lettura...

O R O S C O P O Le previsioni della Bibbia per il 2015
padre Antonio Feghali
del 31/12/2014

O R O S C O P O
Le previsioni della Bibbia per il 2015
di padre Antonio Feghali

All'inizio di ogni nuovo anno è sempre la stessa storia: in televisione, sui giornali, alla radio veniamo letteralmente travolti dalle previsioni di astrologi e indovini. Ma poiché la sola e vera profezia è racchiusa nella Bibbia, abbiamo deciso di offrirvi le previsioni della Sacra Scrittura per questo nuovo anno.

Se siete nati tra il 1 gennaio e il 31 dicembre allora siete sotto l’influenza della "grazia di Dio, apportatrice di salvezza per tutti gli uomini" (Tito 2, 11).

Continua la lettura...

IL PAPA AUTORIZZA LA PUBBLICAZIONE DELLA RELATIO SYNODI

del 20/10/2014

IL PAPA AUTORIZZA LA PUBBLICAZIONE DELLA RELATIO SYNODI

E il Papa ha autorizzato, stasera, la pubblicazione della Relatio Synodi, relazione conclusiva dei lavori episcopali. Lo ha reso noto il portavoce vaticano, padre Lombardi, in un briefing tenuto in Sala Stampa vaticana. Il documento è stato approvato in Aula con una votazione, numero per numero, dei 62 paragrafi, a maggioranza qualificata.

Continua la lettura...

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO PER LA CONCLUSIONE DELLA III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA DEL SINODO DEI VESCOVI
Papa Francesco
del 20/10/2014


Eminenze, Beatitudini, Eccellenze, fratelli e sorelle,

Con un cuore pieno di riconoscenza e di gratitudine vorrei ringraziare, assieme a voi, il Signore che ci ha accompagnato e ci ha guidato nei giorni passati, con la luce dello Spirito Santo!

Ringrazio di cuore il signor cardinale Lorenzo Baldisseri, Segretario Generale del Sinodo, S.E . Mons.

Continua la lettura...

Synod14 – Messaggio della III Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi, 18.10.2014
Bollettino Santa Sede
del 18/10/2014



Nel corso della 14ª Congregazione Generale di questa mattina, i Padri sinodali hanno approvato il Messaggio della III Assemblea generale straordinaria del Sinodo dei Vescovi, sul tema: Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione (5-19 ottobre 2014).

Ne pubblichiamo di seguito il testo in lingua italiana, mentre le traduzioni in lingua inglese, spagnola e francese sono disponibili online nel Bollettino della Sala Stampa ai rispettivi indirizzi linguistici:

Messaggio

Noi Padri Sinodali riuniti a Roma intorno a Papa Francesco nell’Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi, ci rivolgiamo a tutte le famiglie dei diversi continenti e in particolare a quelle che seguono Cristo Via, Verità e Vita. Manifestiamo la nostra ammirazione e gratitudine per la testimonianza quotidiana che offrite a noi e al mondo con la vostra fedeltà, la vostra fede, speranza, e amore.

Continua la lettura...

Papa Francesco alla Fao: fame nel mondo, no a speculazione in nome del dio profitto
Papaboys 3.0
del 17/10/2014

In occasione della Giornata Mondiale dell’alimentazione Papa Francesco ha inviato un messaggio al direttore generale della Fao, il prof. José Graziano da Silva. Di seguito il testo intergale del messaggio:
1.

Continua la lettura...

Non buttate i vostri bambini!

del 16/09/2014


La lettera di Benedetta: ‘Non buttate i vostri bambini!’ Un altro inno alla vita

Lei e’ la mia meravigliosa bambina, Maria Stella, e fra quattro giorni avrà cinque mesi. Ho amato questa figlia dal primo istante in cui ho visto e ascoltato battere il suo cuore in quella ecografia…e’ stato sconvolgente, lei era viva, era dentro di me, minuscola, quasi invisibile, ma il suo cuore batteva….e voleva me.

Continua la lettura...

Ricercando le origini, l’altra faccia dell’eterologa

del 11/09/2014

«C11». Questo il "nome" con cui Lauren Burns ha chiamato suo padre per anni. Oltre al codice identificativo con cui era stato catalogato il donatore che aveva fornito il seme, Lauren conosceva poco altro: occhi celesti, capelli marroni.

Continua la lettura...

Un decalogo per il papà

del 09/09/2014



1- Il primo dovere di un padre verso i suoi figli è amare la madre. La famiglia è un sistema che si regge sull’amore. Non quello presupposto, ma quello reale, effettivo.

Continua la lettura...

Lasciate che i bambini giochino con il fuoco
Cari Donaldson
del 09/09/2014


Un mio amico ha condiviso di recente un articolo su un argomento che avrebbe portato molti genitori a “stringere la borsetta” e ad attirare a sé i propri figli: un esame scientifico del “gioco rischioso” nei bambini e di come sia importante dal punto di vista dello sviluppo.

L'articolo definiva il “gioco pericoloso” come:

1. Esplorare altezze
2.

Continua la lettura...

La Dama Bianca di Messina

del 09/08/2014



Nel corso degli anni la città di Messina fu protetta più volte da una valorosa combattente: “La Dama Bianca”; altri non era che la Madonna in persona con un esercito di angeli. E’ stata vista più volte soprattutto dai nemici i quali scappavano a gambe levate.
I messinesi hanno sempre avuto una devozione particolare verso la Madonna.

Continua la lettura...

Addio Mossul
Majed Aziza - traduzione di Don Pierre Laurent Cabantous
del 08/08/2014

Espulsi lasciamo la nostra città Mossul, umiliati dai detentori del nuovo islam. La lasciamo per la prima volta nella storia. E, partendo, ringraziamo i nostri vicini, vicini che pensavamo ci avrebbero protetto come lo facevano un tempo e che si sarebbero ribellati contro la furia di questi criminali del XXI° secolo dicendo loro che noi siamo gli autentici figli di questa città e che ne siamo i fondatori.

Continua la lettura...

I DIECI CONSIGLI PER VIVERE MEGLIO

del 29/07/2014

BUONI CONSIGLI - Esiste la ricetta della felicità? Forse no, ma Papa Francesco prova a sintetizzare in un decalogo alcuni principi che di sicuro possono aiutare le persone a vivere meglio. Ecco i dieci punti elencati nella prima intervista a un giornale argentino, il supplemento “Viva” di Clarín, che è stato pubblicato in Argentina nelle scorse ore.

1) Vivi e lascia vivere
“A Roma c’è un detto e potremmo prender­lo come principio guida per spiegare tale formula.

Continua la lettura...

Il cardinale Dolan: «La Messa è noiosa? È un problema vostro, non della Messa». E spiega perché
Timothy Dolan Cardinale Arcivescovo di New York
del 25/07/2014

Quante volte voi genitori l’avete sentito dire dai vostri figli la domenica mattina? Quante volte i nostri insegnanti e i nostri catechisti l’hanno sentito mentre preparavano i bambini per la Messa? E, ammettiamolo, quante volte noi stessi ce lo siamo detti?

Cosa dire di fronte a una frase così infelice e quasi sacrilega? Beh, innanzitutto: “No, non è così!”. Uno può trovare la Messa noiosa, ma è un problema suo, non della Messa.

Ci sono nella vita diverse attività importanti che sono “noiose”: le visite dal dentista possono essere tali; le persone che hanno malattie ai reni mi dicono che una dialisi tre volte alla settimana non è un’esperienza entusiasmante; andare a votare non è il massimo del divertimento.

Continua la lettura...

Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II : Papi per la Pace
M. Caterina Muggianu
del 12/04/2014

Angelo Giuseppe Roncalli – Papa Giovanni XXIII ( 28 ottobre 1958 – 3 giugno 1963)

Erano le 16.4 5 del 28 ottobre 1958
Dopo un’ora il Cardinale Canali appariva alla finestra della loggia detta di Paolo V e annunciava “ Habemus Papam” Poi si affaccio’ Giovanni XXIII
Si era pensato di eleggere un Papa di transizione, un Papa anziano, ma Giovanni XXIII, non solo non fu un cosiddetto “Papa di transizione” ma il suo nome sarebbe stato scritto fra quelli dei “grandi” della Chiesa.
Subito si dimostrò un Papa innovativo sin nelle piccole cose della vita quotidiana.

Continua la lettura...

Giovanni Paolo II nei nostri ricordi
Maria Caterina Muggianu
del 02/04/2014

Anch'io ho un bel ricordo indimenticabile del Santo Padre Giovanni Paolo II . Ebbi l'occasione di stargli molto vicina durante la sua visita in Sardegna nel 1985. Allora ero scout e con il mio gruppo fummo chiamati a prestare servizio d'ordine per l'evento.

Continua la lettura...

Benedetto XVI: vi racconto la santità di Giovanni Paolo II, Papa e amico

del 07/03/2014


“Solo a partire dal suo rapporto con Dio” si può capire Karol Wojtyla. E’ uno dei passaggi dell’intervista a Benedetto XVI realizzata da Wlodzimierz Redzioch e contenuta nel libro “Accanto a Giovanni Paolo II” delle Edizioni Ares, pubblicato in occasione della canonizzazione di Papa Wojtyla il prossimo 27 aprile. Nella lunga intervista, la prima dopo la rinuncia al ministero petrino, il Papa emerito riflette sulla personalità e la spiritualità del suo Predecessore e racconta il suo rapporto straordinario con il Papa polacco quando era prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.

Continua la lettura...

Il ministro dell’Istruzione Carrozza: ‘La famiglia? Una stupidata’
Ornella Felici
del 10/02/2014

A che servono i genitori? Praticamente a nulla, madre o padre, genitore 24 o genitore 32, è tutto uguale. E la famiglia, ma sì la famiglia, un concetto vago, da vecchi bacucchi, superato dai tempi, nostalgico e magari anche un po’ “fascista”. Che la linea della sinistra fosse questa, lo si era capito da mesi (o meglio, da decenni), ma adesso c’è la corsa a chi la spara più grossa.

Continua la lettura...

Abusi su minori. Mons. Tomasi a Comitato Onu: testo già scritto, impostazioni ideologiche

del 06/02/2014

La Santa Sede ha accolto con rincrescimento e sorpresa le osservazioni conclusive del Comitato Onu per i diritti del fanciullo presentate questo mercoledì a Ginevra, che lanciano dure accuse al Vaticano sulla questione degli abusi su minori commessi da esponenti del clero. L'organismo delle Nazioni Unite afferma che la Santa Sede continuerebbe a violare la Convenzione sui diritti dell’infanzia. Il Comitato critica il Vaticano anche per le sue posizioni sull'omosessualità, la contraccezione e l'aborto.

Continua la lettura...

Scuola di Stato Lgbt. Ecco cosa insegnerà ai nostri figli il maestro unico della “teoria del gender”

del 03/02/2014

È ufficiale. Senza rumore, in punta di piedi, il governo italiano ha dato il via libera a un programma di istruzione degli studenti e di aggiornamento degli insegnanti secondo la visione che della sessualità e dell’affettività hanno le organizzazioni militanti sotto la bandiera gay. Si rischia di trasformare la scuola in una palestra di scontro, proselitismo e indottrinamento ideologico? Niente di tutto questo, sostengono gli “esperti” ingaggiati nell’operazione.

Continua la lettura...

Convegno sulla teoria gender e gli effetti sulla famiglia

del 31/01/2014



Roma, convegno sulla teoria gender e gli effetti sulla famiglia
Gli effetti dell’ideologia Gender sono sotto gli occhi di tutti. In Francia, come in Italia, aumentano gli episodi di intolleranza verso coloro i quali non si allineano alla nuova dittatura ideologica, che ha trovato terreno fertile nella politica più estrema. E’ emblematico l’episodio che è avvenuto ad un anziano di 84 anni nel paese d’oltralpe: Xavier Dor noto combattente pro-life trasalpino, era stato ritenuto colpevole per aver regalato a una donna incinta un paio di scarpette per dissuaderla dall’aborto.

Continua la lettura...

Ecumenismo - Aspettative della Settimana di preghiera per l’unità
Kurt Koch Cardinale presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristian
del 17/01/2014


Quest’anno, la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio) è sotto una stella ecumenica particolarmente buona. Il tema della Settimana è tratto dal primo capitolo della prima lettera ai Corinzi, in cui Paolo lancia un veemente appello all’unità e pone una domanda che interpella la nostra coscienza: «Cristo è stato forse diviso?» (1 Corinzi, 1, 13).

Di fronte a questa domanda, viene subito da pensare alla tragica situazione della cristianità divisa, poiché la frattura della Chiesa tuttora esistente va intesa come divisione di ciò che per sua natura è indivisibile, ovvero l’unità del Corpo di Cristo.

Continua la lettura...

La vera notizia di quel battesimo
Andrea Tornielli
del 15/01/2014

Città del Vaticano
Com'è noto, domenica scorsa, nella festa del Battesimo di Gesù, ha celebrato i battesimi di 32 bambini nella Cappella Sistina. Fra questi c'era Giulia, figlia di una coppia sposata solo civilmente.

Due delle reazioni alla notizia che si sono registrate appaiono incongrue: quella di chi sottolinea soltanto l'assoluta eccezionalità di un gesto di rottura e quella di chi invece minimizza affermando che si tratta della prassi normale.

Continua la lettura...

La forza della grazia
Gerhard Ludwig Müller
del 17/12/2013


Con il testo tutt’oggi fondamentale dell’esortazione apostolica Familiaris consortio, pubblicata da Giovanni Paolo II il 22 novembre 1981 dopo il Sinodo dei vescovi sulla famiglia cristiana nel mondo contemporaneo, è stato espressamente confermato l’insegnamento dogmatico della Chiesa sul matrimonio.

Dal punto di vista pastorale l’esortazione post-sinodale si è occupata anche della cura dei fedeli risposati con rito civile, ma che sono ancora vincolati da un matrimonio valido per la Chiesa. Il Papa ha dimostrato un’alta misura di premura e di attenzione.

Continua la lettura...

Ho imparato che una vita ....
Mons. Vincenzo Bertolone
del 10/11/2013



«Ho imparato che una vita non vale nulla e che nulla vale una vita».

Forse Lucia non li conosceva neppure gli scritti di André Malraux. O forse sì: chi può dirlo? Ma il messaggio che il poeta francese lanciava al mondo, chiuso nella bottiglia di versi senza tempo, lei lo aveva messo in pratica, testimoniandone la verità.

Continua la lettura...

Se manca l'amore di Dio la famiglia perde l'armonia»

del 30/11/2013

Se manca l'amore di Dio
la famiglia perde l'armonia»
Oltre centomila persone alla Messa in Piazza San Pietro presieduta dal Papa nella Giornata della Famiglia in occasione dell’Anno della Fede. Papa Francesco nell’omelia ha sottolineato che le Letture di questa 30.m a domenica del tempo ordinario “ci invitano a meditare su alcune caratteristiche fondamentali della famiglia cristiana”.

Continua la lettura...

Il papa emerito Benedetto XVI scrive a Odifreddi su Repubblica (e lo demolisce)
Benedetto XVI
del 24/09/2013


Il papa emerito Benedetto XVI scrive a Odifreddi su Repubblica (e lo demolisce)
Invia per Email Stampa
settembre 24, 2013 Benedetto XVI

Oggi Repubblica ha pubblicato una lettera di Joseph Ratzinger a Piergiorgio Odifreddi, matematico ateo e autore di “Caro Papa, ti scrivo”

La missiva, come spiega oggi Piergiorgio Odifreddi, gli è stata consegnata il 3 settembre ed è datata 30 agosto. Consta di 11 fitte pagine di protocollo. Sul quotidiano ne sono stati pubblicati alcuni stralci.

Continua la lettura...

La Chiesa di Siria, agnello sacrificale

del 05/09/2013

«La Chiesa di Siria è fragile, è diventata un muro del pianto», è l’allarme dell’Arcivescovo maronita di Damasco, mons. Samir Nassar, in una lettera al Pontificio Consiglio per la Famiglia. La situazione in Siria è sempre più drammatica.

Continua la lettura...

Benedetto XVI mi ha guarito da un tumore”
marco tosatti
del 03/09/2013


Un giovane americano – adesso ha diciannove anni, e sta frequentando il secondo anno di università - sarebbe stato guarito da un tumore al torace grazie a Benedetto XVI, che durante un'udienza a Roma, l'anno scorso, l'ha incontrato, ascoltato la sua storia e gli ha imposto la mano proprio sul torace, dove si annidava il linfoma. Questa è la convinzione di Peter Srisch e della sua famiglia, che l'hanno dichiarato alla televisione statunitense KUSA, di Denver.
Peter aveva 17 anni quando i medici gli diagnosticarono, dopo un esame ai raggi X, un tumore al torace.

Continua la lettura...

In ottobre la statua della Madonna lascerà il Portogallo per arrivare a Roma: il Papa vuole fare un atto di affidamento a Maria
Andrea Tornielli
del 22/08/2013


Il prossimo 13 ottobre, nel giorno dell'ultima apparizione della Madonna di Fatima, Papa Francesco vuole compiere un atto di affidamento a Maria. Un atto inserito nelle celebrazioni per l'Anno della Fede, che riprende quelli analoghi già compiuti dai suoi predecessori, a partire da Pio XII fino ad arrivare a Giovanni Paolo II, e che attesta la particolare devozione mariana del Pontefice argentino.

La statua originale della Madonna di Fatima, che porta incastonata sulla corona uno dei proiettili sparati contro Giovanni Paolo II nell'attentato del 13 maggio 1981, arriverà in piazza San Pietro il pomeriggio di sabato 12 ottobre, e Francesco sarà lì ad accoglierla.

Continua la lettura...

La più povera dei poveri non tocca i soldi dal 2001
Stefano Lorenzetto
del 23/06/2013

Si definisce la «povera allegra», ma Laura Galletti è assai più povera di come appare. La più povera d'Italia. Ha fatto voto di non chiedere mai niente a nessuno, tantomeno l'elemosina.

Continua la lettura...

La "tempesta" e la "Veglia"
Alessandro D’Avenia
del 29/06/2013

Il dolore è parte della vita, ma la vita è più grande. Se ne parla invece come un problema da eliminare, un "tumore" della vita. Ma nessuna evoluzione ce ne affrancherà: è parte della vita, anzi è ciò che all’interno della vita si incarica, come ogni limite e fragilità, di ricordarci che la vita non è nostra, non ce la siamo data, ci è affidata per essere custodita, incoraggiata, amata.

Continua la lettura...

"DIECI PIAZZE PER DIECI COMANDAMENTI"
Papa Francesco
del 08/06/2013

Buonasera a tutti!

Sono contento di unirmi a voi che partecipate, nelle principali Piazze d'Italia, a questa rilettura dei Dieci Comandamenti. Un progetto denominato “Quando l'Amore dà senso alla Tua vita.. .

Continua la lettura...

EMERGENZA EDUCATIVA
di Pietro Puggioni - Parroco
del 17/06/2013


“Ci vuole un villaggio intero per crescere un bambino”. Questo proverbio africano sembra proposto agli adulti dai bambini della Prima Comunione e dai ragazzi della Cresima. Al capezzale dei bambini di Fonni non mancano coloro che ne fanno la diagnosi, anzi sono troppi, decisamente più numerosi di quelli che danno tempo, intelli-genza e passione per la terapia.

Continua la lettura...

Messico, La sindaca di Monterrey, consegna la città a Gesù Cristo

del 11/06/2013

La sindaca di Monterrey in Messico, Margarita Arellanes Cervantes levando la mano al cielo ha pregato: “Chiedo umilmente a Dio di entrare in questa città e farne la sua dimora; Signore Gesù Cristo, benvenuto a Monterrey” - 11 giu. 2013 - Circondata da applausi, ovazioni e grida festanti, da parte dei partecipanti all'evento “Monterrey Ora”, Margarita Arellanes Cervantes, sindaca di Monterrey in Messico, ha consegnato simbolicamente le chiavi della città a Gesù Cristo chiedendo che il suo “ regno di benedizione e di pace sia stabiliti”.

L'evento era stato organizzato dall'Alleanza dei pastori di Monterrey .

Continua la lettura...

«Privacy degli italiani a rischio» Il garante: basta strapotere dei colossi del web

del 11/06/2013

Cinquecentosettantotto violazioni amministrative contestate, 56 violazioni segnalate all'autorità giudiziaria, sanzioni amministrative riscosse per circa 3 milioni 800 mila euro. Sono alcuni dei numeri dell'attività svolta nel 2012 dall'Autorità garante per la protezione dei dati personali, condensati nella Relazione annuale presentata oggi. Una parte consistente delle violazioni amministrative (20 in più dell'anno precedente) ha riguardato il mancato rispetto delle norme in materia di telemarketing, la conservazione eccessiva dei dati di traffico telefonico e telematico, la mancata adozione di misure di sicurezza, l'omessa o mancata notificazione al garante, l'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità.

Continua la lettura...

Turismo sessuale, italiani al primo posto: padri di famiglia a caccia di bambini
Marida Lombardo Pijola
del 07/06/2013


ROMA - Sono così piccole da non raggiungere in altezza l’anca dei predatori che se le vanno a comprare nei bordelli, e poi le stuprano, e prima trattano il prezzo parlando quasi sempre lingue occidentali, e 80.0 00 volte all’anno in media la lingua è l’italiano.
Sono così leggere che a prenderle in braccio pesano poco più di un bebè.

Continua la lettura...

Francesco e il santuario di Bonaria
Marina Corradi
del 27/05/2013

Alle sei e un quarto di sera il sacrestano accende le candele sotto all’altare della Madonna. Dalla città i fedeli arrivano alla spicciolata. Quando inizia il Rosario sono in tanti, fra i banchi, in una sera di maggio.

Continua la lettura...

"Prima di tutto l'uomo e la sua dignità, poi il mercato e le regole dell'economia"

del 26/05/2013


Povertà ed emarginazione

Povertà ed emarginazione
Il Papa ai rappresentanti della Fondazione Centesimus Annus - Pro Pontifice in occasione del Convegno : 'Ripensando la solidarietà per l'impiego: le sfide del XXI secolo". Nell'omelia di Santa Marta Francesco ricorda che la Chiesa ha sempre la porta aperta per tutti gli uomini

Il Papa ricorda l'insegnamento di Benedetto XVI sulla «crisi etica e antropologica» e le ricadute di questa sulla economia. Papa Francesco, ricevendo la fondazione Centesimus Annus, ha citato il predecessore, sia per l'enciclica Caritas in veritate, che per i suoi «memorabili discorsi».

Continua la lettura...

Papa Francesco e il giallo dell'esorcismo: ecco la sua lotta contro il Demonio in Piazza San Pietro
Antonino D'Anna
del 20/05/2013

Papa Francesco e il giallo dell'esorcismo: ecco la sua lotta contro il Demonio in Piazza San Pietro

Piazza San Pietro è gremita, Papa Francesco prende in braccio una bimba di colore: “Oh che bella!”, ripete due volte. La bacia, saluta: “Buona giornata!”, benedice un uomo con un bambino in braccio e un parente sulla sedia a rotelle, poi si avvicina ad una sedia a rotelle, l'uomo sulla sedia gli bacia devotamente la mano e lo guarda, ma il sacerdote alle sue spalle gli dice qualcosa aprendo la mano destra quasi a indicare il numero cinque. L'audio è scarso, ma si sente chiaramente l'ultima parola pronunciata dal prete: “Esorcismo”.

Continua la lettura...

IL CUORE DEL MIO PARROCO
Devis Bamhakl
del 13/04/2013

Carissimi.
Mi chiamo Devis e faccio parte della Compagnia di San Paolo con la quale, per grazia di Dio, diventerò Sacerdote. Ma non vi scrivo per parlarvi di me, bensì del Parroco del mio paese, Moena in Val di Fassa, Don Enrico Conci.

Continua la lettura...

La Primavera Araba entra in Europa dall'Italia

del 12/04/2013

Il sito su Internet LINKIESTA [i]del 10 aprile 2013 riporta un articolo postato in rete il 23 marzo ultimo scorso dal blogger che si firma Raja Elfani ed intitolato Con Grillo, la primavera araba entra in Europa dall’Italia.

Esultante, il blogger afferma che ancor prima delle elezioni “la rivoluzione sud mediterranea già premeva con le sue modalità globali di protesta sulle frontiere europee, offrendosi come cura anticrisi (…) Questo è l’effetto della primavera araba filtrata dalle questioni islamiste” [ii]

Che il Movimento 5 Stelle sia “l’interpretazione grillina di quella organizzazione” [iii] è stato confermato dallo stesso leader Beppe Grillo in una intervista riportata il 10 aprile dal quotidiano “Metro”: alla domanda dell’intervistatrice: “Possiamo dire che in Italia è in corso una rivoluzione come in Egitto, forse più grande di quella?” così risponde: “Assolutamente sì”[iv]

L’affermazione non è sfuggita alla stampa più autorevole: così ad esempio il”Corriere della Sera”, secondo cui il Grillo, nella suddetta intervista, ha spiegato “perché, anche in Italia, ci sarà una ‘primavera araba’” [v]

Che la cd. “primavera araba, filtrata dalle questioni islamiste” altro non sia che caos e destabilizzazione è un’osservazione che vede concordi la maggioranza degli analisti politici.

Continua la lettura...

"ritiro monastico" di Papa Benedetto, pellegrino
Don Luigi
del 05/03/2013

Elizabeth Scalia , oblata benedettina statunitense, ci offre la sua riflessione sulle problematiche della chiesa e sul "ritiro monastico" di Papa Benedetto, pellegrino.
Don Luigi

New York. “La chiesa ha, in un certo senso, subìto le pressioni intimidatorie del mondo laico, ma questo è vero da decenni”.

Continua la lettura...

ECCO IL SOCIALISMO (SUR)REALE CHE CI MINACCIA. LA CHIESA IN DIFESA DI PADRI, MADRI E FIGLI. E CON LEI TUTTO UN POPOLO
Antonio Socci
del 13/01/2013

Quella iniziata in Francia da Hollande è una sceneggiata che abbiamo già visto – ed è finita malissimo – con Zapatero in Spagna. E probabilmente sarà il futuro prossimo dell’Italia se vincerà la Sinistra. I leader socialisti si trovano incapaci di far fronte all’enormità dei problemi dell’epoca della globalizzazione e alla crisi economica finanziaria.

Continua la lettura...

I TRE PILASTRI DEL MESSAGGIO DEL PAPA PER LA 47a GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI (2013)
Benedetto XVI
del 24/01/2013

“Reti Sociali: porte di verità e di fede; nuovi spazi di evangelizzazione.”

12 Maggio 2013

Messaggio del Santo Padre

Cari fratelli e sorelle,

in prossimità della Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali del 2013, desidero proporvi alcune riflessioni su una realtà sempre più importante che riguarda il modo in cui le persone oggi comunicano tra di loro. Vorrei soffermarmi a considerare lo sviluppo delle reti sociali digitali che stanno contribuendo a far emergere una nuova «agorà», una piazza pubblica e aperta in cui le persone condividono idee, informazioni, opinioni, e dove, inoltre, possono prendere vita nuove relazioni e forme di comunità.

Continua la lettura...

«I medici volevano che abortissi, ma nell’ecografia mio figlio sorrideva»
Benedetta Frigerio
del 16/01/2013

«Tuo figlio non potrà mai camminare né parlare». E una fitta sconosciuta deve aver trapassato il cuore, la mente, l’anima di sua madre che lo stava aspettando da più di sei mesi. Katyia Rowe, 26 anni, ha raccontato così al quotidiano inglese Daily Mail: «Eravamo devastati per il fatto che ci avevano detto che nostro figlio aveva delle anomalie cerebrali così gravi che la sua vita sarebbe durata poco».

Continua la lettura...

«Noi sappiamo da dove veniamo»
Alessandra Guerra
del 14/01/2013

La manifestazione era cominciata già da giorni: alle bocche delle metropolitane parigine, gruppi di giovani si attivavano a volantinare per invitare le persone a venire alla manifestazione di domenica 13 gennaio 2013.
Oggi siamo al 13 gennaio. Un carro gigantesco con tanto di hi-fi, altoparlanti e megafoni che danno il ritmo del corteo.

Continua la lettura...

Come la Chiesa ha alfabetizzato l’Europa
Francesco Agnoli
del 06/12/2012

Si discute, in questi tempi, della scuole paritarie. Sembra che la scure dell’Imu debba calare anche su di loro, con effetti devastanti. L’argomentazione dei contrari è semplice: le scuole paritarie, che offrono un servizio pubblico, fanno risparmiare allo Stato sei miliardi di euro l’anno.

Continua la lettura...

Il cardinal Poupard: “Le nozze gay? Una ferita alla civiltà”
Giacomo Galeazzi
del 13/01/2013


"E' giusto manifestare contro le nozze omosessuali perché ad essere minacciata è l'alterità sui cui è fondata la società". Mentre a Parigi sfila un imponente corteo contro il progetto di legge voluto da Hollande, in Curia il cardinale francese Paul Poupard difende le ragioni della protesta anti-matrimonio omosex. A "Vatican Insider" il presidente emerito del Pontificio Consiglio della Cultura spiega le ragioni del no e assicura che "quanto sta accadendo in queste ore in Francia non è solo una rivendicazione cattolica".

Continua la lettura...

ECCO IL SOCIALISMO (SUR)REALE CHE CI MINACCIA.
Antonio Socci
del 13/01/2013

Quella iniziata in Francia da Hollande è una sceneggiata che abbiamo già visto – ed è finita malissimo – con Zapatero in Spagna.

I leader socialisti si trovano incapaci di far fronte all’enormità dei problemi dell’epoca della globalizzazione e alla crisi economica finanziaria.

Così anche Hollande, per dare la sensazione ai propri elettori di fare cose di sinistra, non sapendo che pesci prendere sulla crisi (che si fa sempre più minacciosa per la Francia), si è inventato una rivoluzione antropologica, il “matrimonio gay”, con tanto di diritto all’adozione di bimbi.

Continua la lettura...

Famiglie gay, la Cassazione riscrive la Costituzione
Giovanna Arcuri
del 12/01/2013

Ci risiamo. La musica è sempre la solita. Alcuni giudici per l’ennesima volta si sono messi a cambiar le leggi in barba al Parlamento e in barba al buon senso.

Continua la lettura...

Donne indiane sacrificate per dare figli a coppie gay
Diego Molinari
del 13/01/2013

Oggi imponente a manifestazione a Parigi delle associazioni familiari contro la decisione del governo francese di riconoscere i matrimoni fra persone dello stesso sesso. Ieri la sentenza choc della Cassazione in Italia che legittima le unioni gay. C'è una spinta ideologica che attraversa tutto l'Occidente che cerca di imporre la legittimazione dei matrimoni gay.

Continua la lettura...

Cyberbullismo e social network, Flora è l’ennesima vittima
Barbara Collevecchio
del 09/01/2013

Amanda Todds 15 anni, si è suicidata il 10 Ottobre. Prima di morire ha lasciato uno sconcertante video su Youtube in cui denuncia al mondo il suo caso e la sua solitudine. Dopo di lei c’è stato il caso del ragazzino suicida a Roma.

Continua la lettura...

Lo "spread del benessere sociale". L'espressione inedita del Papa
Salvatore Mazza
del 08/01/2013


Storditi, purtroppo, come siamo da parole che si ripetono senza avere dietro un pensiero, da slogan magari suggestivi ma vuoti di senso, capita che che un’idea – una vera idea – possa sfuggire. E che passi in sordina che il Papa ponga una volta di più la questione, centrale, dell’indispensabile riequilibrio della relazione tra uomo ed economia.
Benedetto XVI è tornato a farlo ieri nel suo annuale discorso al Corpo diplomatico accreditato presso la Sede apostolica.

Continua la lettura...

Nell’inferno di Rosarno gli uomini sono tornati schiavi
.
del 08/01/2013

Sbaglia chi dice che a Rosarno, tre anni dopo la rivolta dei migranti, le devastazioni, la controrivolta degli italiani, la caccia all’uomo e infine la deportazione dei neri, tutto è come prima. È peggio.

Gli africani sono di nuovo mille, come allora: arrivati in autunno, ripartiranno in primavera dopo aver raccolto agrumi a 25 euro al giorno, anche se adesso i padroni prediligono il cottimo che aumenta la produttività: un euro a cassetta per i mandarini e 0,50 per le arance, in ogni cassetta 18-20 chili di raccolto.

Continua la lettura...

Eutanasia neonatale. A Liverpool è praticata già da tempo
Elisabetta Longo
del 08/12/2012



La scoperta parte dalla denuncia di un’infermeria. Il protocollo di accompagnamento alla morte applicato anche a neonati con malformazioni. Si tratta dell’interruzione di alimentazione e idratazione.

Continua la lettura...

Meglio iniziare da piccoli: bambini con le bambole, bambine con il meccano.
Belinda Malaspina
del 28/11/2012


Meglio iniziare da piccoli: bambini con le bambole, bambine con il meccano.


I bambini giocano con le bambole e i pentolini, le bambine con il meccano. Uno dei più grossi supermercati francesi diffonde un inusuale catalogo giochi per Natale.

Continua la lettura...

Trentino, Festival della Famiglia: creare una "rete" per resistere ai morsi della crisi
Radio Vaticana
del 26/10/2012

“Il 2012 è stato l’anno più difficile per la famiglia: il morso delle ristrettezze si è sentito pesantemente. Diventa urgente allora l’intervento della politica, e noi stiamo lavorando proprio su questo, dalle iniziative per la conciliazione tra famiglia e lavoro, alla riduzione del costo dei prodotti dell’infanzia, alla revisione dell’ISEE.” Con queste affermazioni, Andrea Riccardi, ministro per la Cooperazione internazionale e l’integrazione, ha aperto ieri pomeriggio a Riva del Garda la prima giornata del Festival della Famiglia, sul tema “Se cresce la famiglia, cresce la società”.

Continua la lettura...

Sinodo. Mons. Eterovic: si evangelizza ripartendo da famiglie e parrocchie

del 28/10/2012


Sull'eredità che lascia il Sinodo appena concluso, Paolo Ondarza ha chiesto una riflessione a mons. Nikola Eterović, segretario generale dell’Assise:RealAudioMP3

R. - È troppo presto per fare un bilancio esaustivo.

Continua la lettura...

Il Papa in chiusura del Sinodo: il vento dello Spirito soffia nella Chiesa anche nelle avversità

del 28/10/2012


Intervento conclusivo del Papa, stamani, al Sinodo dei vescovi sulla nuova evangelizzazione. Benedetto XVI ha ringraziato tutti coloro che hanno lavorato allo svolgimento dell’Assemblea ed ha annunciato cambiamenti nella competenza, per i dicasteri vaticani, sui seminari e sulla catechesi. Il Sinodo ha proceduto poi alla votazione delle 58 proposizioni finali, documento conclusivo dei lavori di norma riservato al Pontefice.

Continua la lettura...

Comunicato della Segreteria di Stato

del 26/10/2012


2012-10-26 L’Osservatore Romano

«Dato che non sono stati proposti appelli contro la sentenza del 6 ottobre scorso nei confronti del Sig. Paolo Gabriele, essa è divenuta definitiva. Perciò, per mandato del Presidente del Tribunale, il Promotore di Giustizia ha disposto questa mattina la reclusione in esecuzione della sentenza.

Continua la lettura...

Tempo di missione
Nikola Eterović, Segretario generale del Sinodo dei vescovi
del 09/10/2012

«Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo ad ogni creatura». Il tempo della missione della Chiesa comincia con queste parole del Risorto, riportate nella parte conclusiva del Vangelo di Marco (16, 15). La Chiesa infatti esiste per evangelizzare, per annunciare sempre e dappertutto la “buona notizia” a tutti gli uomini.

Continua la lettura...

Per trasmettere la fede
L
del 09/10/2012

Con una meditazione pronunciata durante la preghiera dell’Ora terza Benedetto XVI ha aperto i lavori della tredicesima assemblea generale del Sinodo dei vescovi
Per trasmettere la fede
E prima della messa di domenica ha proclamato dottori della Chiesa san Giovanni d’Ávila e santa Ildegarda di Bingen

Confessio e caritas sono i pilastri dell’evangelizzazione. Dunque è su queste direttrici che deve essere incanalato anche il cammino della nuova evangelizzazione. Con queste sollecitazioni di Benedetto XVI — offerte nella riflessione pronunciata a braccio durante la recita dell’Ora Terza con i padri riuniti in Vaticano lunedì mattina, 8 ottobre — sono iniziati i lavori della XIII assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi, convocata per riflettere sul tema «La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede».

Continua la lettura...

Indulgenza Plenaria nell'Anno della Fede
Annum Fidei
del 05/10/2012


Città del Vaticano, 5 ottobre 2012 (VIS). Il Santo Padre Benedetto XVI concederà ai fedeli l'indulgenza plenaria nell'Anno della Fede che sarà valida dalla data di apertura (11 ottobre 2012 fino alla data di chiusura, il 24 novembre 2013), come si legge in un decreto reso pubblico oggi, a firma del Cardinale Manuel Monteiro de Castro, Penitenziere Maggiore e del Vescovo Krzysztof Nykiel, Reggente della Penitenziera Apostolica.

"Nel giorno del cinquantesimo anniversario dalla solenne apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II - si legge nel Decreto - il Sommo Pontefice Benedetto XVI ha stabilito l’inizio di un Anno particolarmente dedicato alla professione della vera fede e alla sua retta interpretazione, con la lettura, o meglio, la pia meditazione degli Atti del Concilio e degli Articoli del Catechismo della Chiesa Cattolica".

Continua la lettura...

A Torino si apre il Sinodo dei giovani
Domenico Agasso Jr.
del 05/10/2012

La diocesi di Torino lancia il «Sinodo dei Giovani 2012-2014». Venerdì, durante la serata di avvio («Start up») della pastorale giovanile 2012/2013, verrà ufficialmente presentato questo percorso biennale, che sarà poi aperto dall’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia il 18 novembre in Duomo.

Continua la lettura...

La famiglia, un dono, oggi, a volte incompreso
Antonio Riboldi – Vescovo
del 05/10/2012


Ogni uomo, nascendo, ha una sua vocazione, ossia una strada da percorrere, per realizzare pienamente se stesso, costruendo ogni giorno la sua santità. E questo sentiero, il più delle volte, è il Matrimonio e quindi la famiglia.

Conosciamo tutti come questo grande sacramento venga oggi bistrattato, come pure non ci si riesce a darsi una ragione del fatto di così tante separazioni, che avvengono spesso anche dopo un brevissimo lasso di tempo vissuto insieme.

Continua la lettura...

La nuova missione oltre le strutture
Giulio Albanese
del 05/10/2012

In questi anni ho avuto modo di viaggiare moltissimo, dall’Europa all’Africa, dalle Americhe all’Asia, incontrando missionari e missionarie di tutti i generi. Sebbene ogni realtà continentale abbia le proprie connotazioni sociali, politiche, economiche, culturali e religiose, una delle parole ricorrenti nel vocabolario dei ministri di Dio è stata «debolezza», nell’accezione paolina del termine. La missione è talmente impegnativa per cui si sperimenta una sorta d’inadeguatezza rispetto al carico di responsabilità che il ministero riserva.

Continua la lettura...

Chiesa, ultima difesa dell'umano

del 05/10/2012

“L’Italia reagisca alla tentazione dello scoraggiamento, diceva con accoratezza il Papa in visita ad Arezzo (Saluto al Regina Caeli, 13 maggio 2012). Noi, per quel che possiamo, siamo qui per questo. Vogliamo essere gli araldi del Vangelo, e dunque della speranza”.

Continua la lettura...

L'autentica cura del corpo che l'Assunta ci insegna
Mimmo Muolo
del 14/08/2012


Body building, body guard, body care. Si moltiplicano nel linguaggio comune le espressioni tratte dalla lingua inglese che fanno riferimento al corpo e alle cure di bellezza. E, come sempre, le parole rimandano ad atteggiamenti culturali soggiacenti.

Continua la lettura...

La donna e l'umanizzazione del mondo
San Josemaría Escrivà
del 07/08/2012

La donna è chiamata ad apportare alla famiglia, alla società civile, alla Chiesa, qualche cosa di caratteristico che le è proprio e che solo lei può dare: la sua delicata tenerezza, la sua instancabile generosità, il suo amore per la concretezza, il suo estro, la sua capacità d’intuizione, la sua pietà profonda e semplice, la sua tenacia.. . La femminilità non è autentica se non sa cogliere la bellezza di questo insostituibile apporto e non ne fa vita della propria vita.

Continua la lettura...

LA VERA PARTICELLA DI DIO
Antonio Socci
del 05/07/2012

In questi giorni è stata strombazzata in tutto il mondo la scoperta del famoso “bosone di Higgs”, la cosiddetta “particella di Dio”. Ma c’è anche un’altra “scoperta” – rimasta pressoché sconosciuta – a cui voglio accostarla: più che la “particella di Dio” essa mostra Dio stesso.

Si tratta di uno studio sulla Sindone di Giuseppe Baldacchini, uno scienziato italiano già dirigente al laboratorio dell’Enea di Frascati (vedi http://www.

Continua la lettura...

Rinvia le cure e muore per far nascere il suo bimbo
Davide Desario
del 18/06/2012

ROMA - Chiara Corbella aveva 28 anni. Era sposata con Enrico Petrillo. Entrambi romani, dell’Aurelio.

Continua la lettura...

I muri uccidono la pace
Fra Marco Malagola, ofm
del 06/06/2012

Lo scorso 9 novembre 2009 il mondo ha ricordato il ventesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino che per ben 28 anni ha spaccato la capitale tedesca. Il Muro divideva la città di Berlino Est, capitale del regime comunista della Repubblica Democratica Tedesca, e Berlino Ovest che faceva invece parte della Repubblica Federale Tedesca. La barriera che tagliava in due la città era stata costruita nel 1961 ed era severamente sorvegliata da torrette militari di osservazione.

Continua la lettura...

I due grandi amori di papa Wojtyła
fra Marco Malagola ofm
del 06/06/2012

«La grandezza è il segno che si addice a Wojtyła» affermava l'amico vaticanista e scrittore Domenico del Rio nel suo Wojtyla, il nuovo Mosè, mentre, con intuito profetico, nel Karol il Grande, pubblicato postumo, il giornalista sottolineava di Giovanni Paolo II «la passione di rivelare al mondo ciò che di più grandioso può esserci sulla terra: l'amore di Dio».

Possiamo dire che tutta la vita di papa Wojtyła sia stata un canto d’amore: per la Chiesa, per l'umanità intera, per la sua amata nazione polacca, ma anche per la creazione e l'universo. Dicendo «universo» penso a Teilhard de Chardin che Giovanni Paolo II cita in parecchi suoi scritti.

Continua la lettura...

Da Milano il Family Day 2012 rilancia un progetto per Nazaret
Carlo Giorgi
del 06/06/2012


Il plastico del futuro Centro di Nazaret per la famiglia esposto al Family Day di Milano.

(Milano) - Il settimo Incontro mondiale delle famiglie di Milano (Family Day 2012) lascia un'eredità importante alla Terra Santa. Infatti, gli organizzatori dell'evento hanno annunciato che presto si inizierà la costruzione del Centro internazionale per la famiglia a Nazaret, una struttura che darà compimento a un desiderio già manifestato da papa Giovanni Paolo II nel 1997 all'incontro mondiale delle famiglie di Rio de Janeiro, in Brasile.

Continua la lettura...

IL PAPA IN FESTA CON LE FAMIGLIE DEL MONDO
VII INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE
del 05/06/2012

IL PAPA IN FESTA CON LE FAMIGLIE DEL MONDO

1. CAT TIEN (bambina dal Vietnam): Ciao, Papa. Sono Cat Tien, vengo dal Vietnam.

Continua la lettura...

Incontro del Papa con i Cresimandi
Benedetto XVI - Discorso 2 giugno 2012
del 05/06/2012

Cari ragazzi e ragazze!

E’ una grande gioia per me potervi incontrare durante la mia visita alla vostra Città. In questo famoso stadio di calcio, oggi i protagonisti siete voi! Saluto il vostro Arcivescovo, il Cardinale Angelo Scola, e lo ringrazio per le parole che mi ha rivolto. Grazie anche a Don Samuele Marelli.

Continua la lettura...

La famiglia, una casa ben costruita
di Stefano Stimamiglio
del 05/06/2012

«L'uomo, apice del creato, viene creato nel sesto giorno, il numero dell'imperfezione, che significa il limite, la caducità e la mortalità. Il settimo giorno l'uomo esce dalla ferialità ed entra nella dimensione del canto, del riposo, del culto, della pienezza della festa. Solo così, cioè entrando e vivendo la festa, l'uomo diventa veramente uomo, segno visibile di pienezza.

Continua la lettura...

LA FORZA DEI FRATELLI: GETTARE LE NUOVE RETI
Giacomo D’Alessandro
del 27/04/2012

Parte IV
LA FORZA DEI FRATELLI: GETTARE LE NUOVE RETI


1. Rete confronto e scambio tra diocesi, parrocchie, chiese, religioni
Da circa dieci anni la nostra vita quotidiana ha visto insediarsi qualcosa che mai nella storia vi era stato. Internet.

Continua la lettura...

PLASMARE LA STRUTTURA NEL MONDO E NEL TEMPO
Giacomo D’Alessandro
del 27/04/2012

Parte III
PLASMARE LA STRUTTURA
NEL MONDO E NEL TEMPO

1. Come guardare al mondo e al tempo di oggi
L’atteggiamento più efficace che noi oggi possiamo assumere a livello di Assemblea è proprio quello di metterci continuamente nei panni di chi è “fuori” da noi. E’ necessario, dopo secoli, millenni di continua immersione nel modello dominante “cristiano-occidentale”, dopo esser nati, cresciuti ed educati in un clima “cristianeggiante” (più a livello culturale e dogmatico che spirituale).

Continua la lettura...

COSTRUIRE UN’ASSEMBLEA UNIVERSALE
Giacomo D’Alessandro
del 27/04/2012

Parte II
COSTRUIRE UN’ASSEMBLEA UNIVERSALE


1. Chiesa, certo. Ma che significa?
Ci troviamo qui a parlare, di Gesù, di Cristianesimo, di Cristiani, di Fede.

Continua la lettura...

PORTARE ALLA RIBALTA L’ESSENZIALE
Giacomo D’Alessandro
del 27/04/2012

Parte I
PORTARE ALLA RIBALTA L’ESSENZIALE


1. Partire dalla base: il Vangelo Vissuto
Ognuno di noi può sentire in sé quella propensione al mistero, all’affidarsi, al credere in qualcosa di ultraterreno. E’ un bisogno umano.

Continua la lettura...

Il "sì" di Dio nella mia vita
Benedetto XVI - Omelia 16 aprile 2012
del 17/04/2012

Signori Cardinali,
Cari Fratelli nell’Episcopato e nel Sacerdozio,
Cari Fratelli e Sorelle!

Nel giorno del mio compleanno e del mio Battesimo, il 16 aprile, la liturgia della Chiesa ha posto tre segnavia che mi indicano dove porta la strada e che mi aiutano a trovarla. In primo luogo, c’è la memoria di santa Bernadette Soubirous, la veggente di Lourdes; poi, c’è uno dei Santi più particolari della storia della Chiesa, Benedetto Giuseppe Labre; e poi, soprattutto, c’è il fatto che questo giorno è sempre immerso nel Mistero Pasquale, nel Mistero della Croce e della Risurrezione, e nell’anno della mia nascita è stato espresso in modo particolare: era il Sabato Santo, il giorno del silenzio di Dio, dell’apparente assenza, della morte di Dio, ma anche il giorno nel quale si annunciava la Risurrezione.

Bernadette Soubirous, la ragazza semplice del Sud, dei Pirenei – tutti la conosciamo e la amiamo.

Continua la lettura...

Perdonare per avere la pace

del 11/04/2012

Maria, da tempo ripete spesso queste parole, toccando la condizione fondamentale della pace. Se non si perdona la pace non è possibile.
1.

Continua la lettura...

La Storia Siamo Noi
P. Pier Luca
del 12/03/2012

Carissimi,

vi mando questa lettera del Cardinale Keith O’Brien, Arcivescovo di Edinburgo e presidente della Conferenza Episcopale Scozzese in merito alla proposta di legalizzazione del “matrimonio” omosessuale in Gran Bretagna. Ve la mando non tanto per il merito della questione quanto per la paurosa deriva di una società – e noi non siamo molto lontani – che in nome della modernità si crede onnipotente. Notate che né Dio, né la Chiesa, né la fede sono mai nominate.

Continua la lettura...

Movimento per recuperare la domenica come giorno di riposo

del 04/02/2012

Movimento per recuperare la domenica come giorno di riposo

I Vescovi lodano l'iniziativa di cinque membri dell'Europarlamento

BRUXELLES, giovedì, 26 febbraio 2009 (ZENIT.o rg).- Il Segretariato della Commissione delle Conferenze Episcopali dell'Unione Europea (COMECE), le Chiese protestanti e la Chiesa anglicana hanno lodato la decisione di cinque membri del Parlamento Europeo di sostenere l'iniziativa lanciata da numerosi episcopati per chiedere al Parlamento di pronunciarsi sulla dichiarazione scritta relativa alla “protezione della domenica come pilastro essenziale dell'eredità e del modello sociale europeo”.

Continua la lettura...

Il santo della gioia cristiana
GIOVANNI ZAVATTA
del 26/02/2012

Il santo del sorriso, il santo dei miracoli (per gli innumerevoli prodigi a lui attribuiti a partire dal 1892 e fino ai giorni nostri), ma soprattutto il santo dei giovani e in particolare degli studenti che, nella seconda settimana di marzo, giungono in migliaia all'omonimo santuario per la "festa dei cento giorni agli esami di maturità". San Gabriele dell'Addolorata - del quale il 27 febbraio si celebra il centocinquantesimo anniversario della morte - ebbe nella "gioia cristiana" la sua nota caratteristica, come sottolineò anche Giovanni Paolo II il 30 giugno 1985 visitando il santuario di Isola del Gran Sasso (Teramo), luogo dove san Gabriele morì nel 1862, a soli 24 anni d'età, stroncato dalla tubercolosi. Gabriele come modello da seguire per le nuove generazioni: ai rappresentanti dei movimenti ecclesiali giovanili venuti da Abruzzo e Molise, Papa Wojty?a chiese di "riscoprire le radici profonde della gioia, cioè della buona novella recata sulla terra dalla venuta di Gesù", e di diffonderla, con coerenza, dappertutto.

Continua la lettura...

Seiano
Rino Cammilleri
del 26/02/2012

«Se liberi costui non sei amico di Cesare!» (Gv 19,12). Udite queste parole, Pilato se la fece letteralmente nelle braghe e consegnò Gesù alla crocifissione. I capi dei giudei l'avevano fregato.

Continua la lettura...

11 FEBBRAIO, E' TUTTO VERO
Vittorio Messori
del 11/02/2012

Fu poco prima delle undici di quel giovedì di nebbia e di brina, quell’11 febbraio di 154 anni fa, ricorrenza liturgica di santa Genoveffa, protettrice di Parigi e della Francia intera: Bernadette (niente scuola perché niente soldi per pagare la tassa e per comprare l’abbecedario) in un canto della stanzaccia buia e maleodorante fila della stoppa. A un certo punto alza gli occhi ed esclama, rivolta alla mamma, Louise: «Mio Dio, non c’è più legna!».

Tutto comincia così.

Continua la lettura...

Tutti giù dal letto per la Santuzza
Sandro Barbagallo
del 05/02/2012

Dal 3 al 5 di febbraio di ogni anno la città di Catania si veste a festa per ricordare la sua "Santuzza", ovvero sant'Agata, patrona della città. Durante questi tre giorni la città è invasa da gente proveniente da ogni parte dell'isola e anche dall'estero.
Chi vi si trova per la prima volta resta colpito dal singolare abbigliamento dei devoti, che indossano un berretto nero e un "sacco" bianco, a simboleggiare una camicia da notte.

Continua la lettura...

L’eroico quotidiano
Anna Maria Canopi
del 04/01/2012

​In una società che si va sempre più secolarizzando, dedicare una giornata mondiale alla vita consacrata può apparire un anacronismo; ma proprio per questo si rivela tanto più necessario. Anzitutto per richiamare l’attenzione dei cristiani e degli stessi consacrati sul valore, il significato e il fine della loro esclusiva consacrazione a Dio. In concomitanza con il decennio che la Chiesa propone per educare alla vita buona del Vangelo, questa giornata assume un’importanza capitale.

Continua la lettura...

Carrón: una Speranza più forte della crisiImmagine pagina
Giorgio Paolucci
del 04/01/2012

È appena tornato dagli Stati Uniti, dove ha incontrato le comunità di Cl nate oltreoceano in questi anni, segno di un carisma che continua a fiorire e che ha messo radici in 80 Paesi. In questi giorni sta preparando la lezione introduttiva della Scuola di comunità del 2012, lo strumento di educazione alla fede inventato da don Giussani per verificare quanto la fede c’entra con la vita di tutti i giorni. Il lancio pubblico della Scuola di comunità è previsto per mercoledì, con una videoconferenza da Milano che verrà seguita da cinquantamila persone collegate da decine di città italiane.

Continua la lettura...

Antidoti al torpore in forma di poesie
SILVIA GUIDI
del 04/01/2012


"Strano mestiere cercare parole da cucire l'una all'altra, guardando il muro per ore, sdraiati su un divano"; così Wislawa Szymborska amava prendere in giro se stessa e disinnescare con l'ironia ogni possibile rischio di retorica nel corso di un'intervista, di una lettura poetica o di un discorso ufficiale (incombenza che accettava come un male necessario, soprattutto dopo il premio Nobel del 1996).
La poetessa polacca è morta mercoledì scorso nella sua casa di Cracovia; nata il 2 luglio 1923 a Bnin, nella regione di Poznan, Szymborska aveva studiato e si era laureata in lettere e sociologia presso l'università della città dove ha sempre vissuto, o meglio, dove è diventata "maestra di una disciplina indispensabile e spesso ignorata: l'arte di essere vivi" - come scrive Roberto Calasso sul "Corriere della Sera" del 2 febbraio 2012 - regalando al mondo, grazie alla freschezza del suo sguardo, preziosi antidoti al torpore scolpiti nel cesello levigato di una pagina di versi, capaci di scavalcare agevolmente anche gli inevitabili tradimenti delle traduzioni in altre lingue.
"La Szymborska - continua Calasso sul "Corriere" - penetrava tra lettori di ogni tipo, dai più esigenti a quelli che, in linea di massima, evitano la poesia.

Continua la lettura...

Da 12 a 72 le città europee in missione come i discepoli
GIANLUCA BICCINI
del 04/01/2012


Sarà Benedetto XVI ad aprire l'Anno della fede il prossimo 11 ottobre, cinquantesimo anniversario dell'inizio del concilio Vaticano II, con una celebrazione alla presenza dei padri sinodali impegnati nella XIII assemblea generale - in programma dal 7 al 28 ottobre - sul tema "La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana". Lo riferisce l'arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, in questa intervista al nostro giornale. Il presule anticipa anche che la "missione metropoli" sarà estesa da dodici a ben settantadue città europee.

Continua la lettura...

Ciò che più ci manca
Marina Corradi
del 25/01/2012

Ciò che più ci manca
di Marina Corradi

Un mese fa in un monastero benedettino, nel gran silenzio della clausura, avevamo chiesto alla ma­dre badessa cosa arriva, lì dentro, delle voci e delle paure di noi che stiamo fuori. Ho l’impressione, aveva risposto la monaca, che arrivi tutto, perfino ciò che non viene detto: «In questo silenzio si sente anche ciò che non è pronunciato».
Viene in mente questa risposta nel leggere Benedet­to XVI nel Messaggio per la Giornata delle comuni­cazioni sociali.

Continua la lettura...

UNA PAROLA DA NON DIRE
Adriano Pessina
del 21/01/2012




Nel 1971 esce in Italia, La terza età, traduzione di un testo di Simone de Beauvoir che, molto più realisticamente, si intitolava La vieillesse. Molto tempo è passato da quando la pensatrice francese denunciava una sorta di congiura del silenzio intorno al fenomeno della vecchiaia e ai suoi problemi specifici, non soltanto sanitari: oggi parliamo già di quarta età e continuiamo a preferire la nozione di anziano (letteralmente “nato prima”) a quella di vecchio. Ma ciò non significa che sia cresciuta la consapevolezza che la vecchiaia sia il tempo proprio di ogni uomo che vive a lungo e che è parte integrante della nostra condizione umana.

Continua la lettura...

LUCE DI SPERANZA NELL’ORIZZONTE OSCURO
Carlo Cardia
del 10/01/2012


Gesù è venuto al mondo nella notte, ma ha dato subito luce e gioia agli uomini, la sua presenza è fonte di speranza in ogni epoca, compresa la nostra, segnata da profondo malessere in campo economico e sociale. Tra realismo dell’analisi, fiducia nella parola di Dio, speranza nel futuro, si è sviluppato il discorso di Benedetto XVI al Corpo diplomatico.
La preoccupazione del Papa è la stessa di tutti noi che viviamo una fase storica di incertezza per il futuro, di preoccupazione per un mondo pieno di conflitti e ingiustizie, con l’aggiunta di una caduta dell’economia che non risparmia nessuno.

Continua la lettura...

Cronache di viaggio
Filippo
del 10/01/2012

Non ho visto molto Perù, perchè vivere a Lima, per di più in un quartiere "protetto" dalla realtà della città vera e dalle sue infinite e misere periferie, non si può dire che sia un'esperienza significativa.
In più il Perù si estende dalla foresta amazzonica all'oceano Pacifico passando per picchi che superano i seimila metri. Ci sono luoghi, persone, abitudini delle quali non siamo minimamente a conoscenza.

Continua la lettura...

CROCE E CAMICE PER MILLE SACERDOTI IN 800 STRUTTURE
Mimmo Muolo
del 08/01/2012

CROCE E CAMICE PER MILLE SACERDOTI IN 800 STRUTTURE
La loro opera è fondamentale per chi soffre, ma anche per il personale sanitario,
di frequente sotto pressione dal punto di vista umano
Di Mimmo Muolo

Sacerdoti con il camice bianco. O se si vuole sacerdoti di corsia. Dove le corsie sono naturalmente quelle degli ospedali.

Continua la lettura...

Ultime notizie da Fatima: ciò che la Madonna ha fatto (e fa) per noi…
Antonio Socci
del 03/01/2012

La profezia dei Maya, gli oroscopi.. . A milioni vanno dietro a queste favole, specialmente con l’ingresso nel 2012 e complice l’incertezza provocata dalla crisi.

Continua la lettura...

Lettera di un padre al figlio
(fonte non specificata)
del 05/01/2012

Se un giorno mi vedrai vecchio: se mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi.. . abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo.

Continua la lettura...

Dagli scritti di mons. Antonio Bello vescovo.
Mons Tonino Bello
del 05/01/2012

Dagli scritti di mons. Antonio Bello vescovo.

Lettera a Giuseppe, avanzo di galera.

Continua la lettura...

ACCANTO A OGNI VITA DEBOLE E MALATA

del 04/01/2012

L’invito ai sacerdoti «all’accoglienza generosa e amorevole di ogni vita umana, soprattutto di quella debole e malata» e l’accento posto sul valore dei «sacramenti di guarigione» quali la penitenza, la riconciliazione e l’unzione degli infermi: sono i contenuti principali del messaggio di Benedetto XVI in occasione della ventesima Giornata mondiale del malato, che si celebra l’11 febbraio prossimo.

«Alzati e va’; la tua fede ti ha salvato!» (Lc 17, 19)
Cari fratelli e sorelle!
In occasione della Giornata Mondiale del Malato, che celebreremo il prossimo 11 febbraio 2012, memoria della Beata Vergine di Lourdes, desidero rinnovare la mia spirituale vicinanza a tutti i malati che si trovano nei luoghi di cura o sono accuditi nelle famiglie, esprimendo a ciascuno la sollecitudine e l’affetto di tutta la Chiesa. Nell’accoglienza generosa e amorevole di ogni vita umana, soprattutto di quella debole e malata, il cristiano esprime un aspetto importante della propria testimonianza evangelica, sull’esempio di Cristo, che si è chinato sulle sofferenze materiali e spirituali dell’uomo per guarirle.

Continua la lettura...

Nel mondo globale l'«altro» non c'è più
Alessandro Zaccuri
del 01/12/2011

Nel mondo globale l'«altro» non c'è più
Alla fine “noi” siamo davvero gli “altri”. Basta con la condiscendenza verso i primitivi, basta con il paternalismo di chi pensa che, se si impegnassero, gli aborigeni di qualsiasi latitudine potrebbero raggiungere l’unico livello di civilizzazione universalmente riconosciuto come tale, e cioè quello che obbedisce agli standard dell’Occidente illuminista. Un conto era quando gli altri se ne stavano nei loro villaggi, in atolli sperduti o in avamposti inaccessibili.

Continua la lettura...

Il Papa e i segni nel cielo
Marco Tosatti
del 25/11/2011

Il Papa e i segni nel cielo
Il Vaticano è perplesso, e anche certamente imbarazzato; perché nei viaggio in Africa che si è appena concluso, secondo molti fedeli, non in contatto fra di loro, ci sarebbero stati in cielo fenomeni analoghi a quelli che si sono verificati nel corso delle apparizioni più famose del secolo scorso, come Fatima e le Tre Fontane. Una parente di un vescovo avrebbe scattato una documentazione fotografica o video dell'accaduto, che sarebbe stata consegnata al Segretario di Stato, il cardinale Tarcisio Bertone.

Il Vaticano è perplesso, e anche certamente imbarazzato; perché nei viaggio in Africa che si è appena concluso, secondo molti fedeli, non in contatto fra di loro, ci sarebbero stati in cielo fenomeni analoghi a quelli che si sono verificati nel corso delle apparizioni più famose del secolo scorso, come Fatima e le Tre Fontane.

Continua la lettura...

la suora "antidroga"
Roberto Beretta
del 24/11/2011

la suora "antidroga"

di Roberto Beretta

La conoscono tutti per nome: suor Elvira. Decisa, energica, intraprendente, ha fondato
la Comunità Cenacolo, con decine di centri sparsi nel mondo. La sua idea: per guarire i
drogati la prima medicina è il Rosario tre volte al giorno.

Continua la lettura...

PERSONE IN STATO VEGETATIVO LONTANI DAL MONDO, MA COSÌ PRESENTI
Da Bologna, Francesca Lozito
del 16/11/2011

La condizione. Le persone in stato vegetativo non hanno coscienza di sé e di ciò che li circonda, ma vivono senza
l’ausilio di macchine o respiratori. E come i bambini, hanno
bisogno di tutto.

Continua la lettura...

IN COMA DA TRENT’ANNI ORA È CITTADINA ONORARIA
Da Bologna, Francesca Golfarelli.
del 16/11/2011


Può una donna in stato vegetativo da 30 anni, forte solo della sua esistenza sofferta, diventare vanto e onore di una città tanto da meritare la cittadinanza onoraria?
Sì, se in quella sofferenza c’è anche speranza. Una speranza che nasce dall’attaccamento alla vita, quotidianamente sorretta dall’amore di un padre che da tre decenni spende tutto se stesso per la sua «bambina».
Sì, c’è vanto e onore nella storia di una donna che diventa esempio per tante altre condizioni di gravissime disabilità.

Continua la lettura...

«MARIO MONTI: STUDENTE SOPRA LA MEDIA, MA NON IN GINNASTICA» L’ALBUM DEI RICORDI DEL SENATORE A SCUOLA DAI GESUITI

del 15/11/2011



La storia. A 50 anni dalla maturità, l’insegnante di religione e alcuni compagni di classe raccontano il professore trai banchi dell’istituto Leone XIII: «Meglio nelle materie umanistiche». Tra le lezioni di vita, quella di aiutare le famiglie povere di Milano

Da Milano, FILIPPO RIZZI
Più bravo nelle materie umanistiche che in quelle scientifiche ma comunque, al di sopra della media, con una sola pecca: essere poco portato e incline all’attività sportiva durante le lezioni di ginnastica.

Continua la lettura...

Il beato Giovanni Paolo II, patrono di un'Europa finalmente unita?
Anita S. Bourdin
del 18/10/2011

CITTA' DEL VATICANO, mercoledì, 13 luglio 2011 (ZENIT.o rg).- L'ambasciatrice della Polonia presso la Santa Sede, Hanna Suchocka, ha espresso il desiderio che il beato Giovanni Paolo II diventi il patrono di un'Europa finalmente unita.

Continua la lettura...

Giovanni Paolo II fonte d'ispirazione e di esempio per gli uomini d'affari
George Weigel
del 18/10/2011

6 ottobre 2001 (ZENIT.o rg).- Gli imprenditori alle prime armi spesso emulano quelli più famosi come Bill Gates, Steve Jobs, o “l’Oracolo di Omaha” Warren Buffett, nella ricerca del loro successo commerciale.

Continua la lettura...

Diario di una missione
Padre James CMOP
del 11/10/2011

Negli ultimi giorni sono successe molte cose, infatti, ho tanto da raccontare.
Sono partito da Nelson con una famiglia veneziana per andare a Dunedin passando per Christchurch, dove c’è stato il terremoto. Il viaggio è stato bello perché i panorami neozelandesi sono incantevoli, ci siamo fermati più volte per scattare le foto.

Continua la lettura...

EGITTO "Una crisi che nasce da lontano"

del 11/10/2011

AFRICA/EGITTO - "Una crisi che nasce da lontano": riflessioni di un missionario dal Cairo
Il Cairo (Agenzia Fides) - "Negli anni di Mubarak si è approfondito il divario e l'odio tra le varie fazioni" dice all'Agenzia Fides p.L uciano Verdoscia, missionario comboniano che da molti anni vive ed opera al Cairo, in cui si vive una calma tesa dopo la violenta repressione della manifestazione dei copti, che ha provocato decine di morti e centinaia di feriti. I copti protestavano contro la demolizione, a fine settembre, di una chiesa nella provincia di Aswan, nell'Alto Egitto (vedi Fides 10/10/2011).

Continua la lettura...

Dio è presente in ogni cosa bella

del 26/09/2011

Durante la sessione di allenamenti della nazionale sul campo del Saxton Cricket Oval di Nelson, mi accorgo, distogliendo per un attimo l'occhio dal mirino della macchina fotografica che a bordo campo, alle mie spalle, l'inviato della Gazzatta dello Sport sta scambiando lanci con un signore in gonna lunga color celeste chiarissimo e sono più le volte che l'inviato perde la palla che non il signore in abito chiaro. Metto a fuoco … ma è… un frate?? Si Si, è proprio un frate! Con tanto di rosario che gli dondola dalla cintola e sandali calzati a piede nudo!
James è il suo nome "d'arte". Il papà, irlandese cattolico, emigrato in Nuova Zelanda lo battezzò Gregory.

Continua la lettura...

Madre Elena Aiello - Beata
Beniamino Donnici – Medico Psichiatra
del 16/09/2011

Attacco al Papa e alla Chiesa? Il segno dei tempi
di Redazione Il Vaticanese

Madre Elena Aiello - Beata

Il Vaticanese pone oggi in Primo Piano con convinzione una lettera scritta da Beniamino Donnici medico Psichiatra già Europarlamentare, Colonnello Medico. Con convinzione, perché l’On. Beniamino Donnici è stato l’unico politico della scena nazionale ad avere rinunciato ad una poltrona d’oro per anteporre alla politica, al danaro certo e ai privilegi che essa porta con se, la riflessione su “quale” politica si dovesse adottare per compiere i passi giusti verso il futuro non solo suo, privato, personale, ma dell’intera società.

Continua la lettura...

APPELLO DI PACE - BOUND TO LIVE TOGETHER

del 14/09/2011

Comunità di Sant’Egidio Arcidiocesi di Monaco e Frisinga
BOUND TO LIVE TOGETHER
APPELLO DI PACE
Monaco 2011
APPELLO DI PACE

Uomini e donne di religione diversa ci siamo riuniti a Monaco di Baviera su invito dell’Arcidiocesi di München e Freising e della Comunità di Sant’Egidio, che da 25 anni porta avanti con tenacia lo “Spirito di Assisi”. Siamo grati a chi ha tenuto viva questa speranza in anni difficili, quando i ponti crollavano. Dopo dieci anni segnati dalla cultura della violenza, dal folle terrorismo, in un mondo che sembra dominato da un capitalismo senza regole, ci siamo fermati semplicemente per pregare, ascoltare e scrutare il futuro.

Continua la lettura...

“Bound to live together”/ “Convivere – il nostro destino”
Benedetto XVI
del 12/09/2011


Al mio venerabile fratello
Reinhard Cardinale Marx
Arcivescovo di Monaco e Frisinga

Tra poche settimane cadrà l’anniversario dei venticinque anni dall’invito rivolto dal beato Giovanni Paolo II ai rappresentanti delle diverse religioni del mondo a convergere ad Assisi per un incontro internazionale di preghiera per la pace. In seguito a questo memorabile evento, anno dopo anno la Comunità di Sant’Egidio realizza un incontro per la pace, per scendere più in profondità nello spirito di pace e di riconciliazione e perché Dio nella preghiera ci trasformi in uomini di pace. Sono lieto che l’incontro di quest’anno abbia luogo a Monaco, la città di cui sono stato vescovo, alla vigilia del mio viaggio in Germania e in preparazione alla cerimonia per la memoria del venticinquesimo anniversario della preghiera mondiale per la pace di Assisi, che avrà luogo nel prossimo mese di ottobre.

Continua la lettura...

Benedetto XVI istituisce un nuovo dicastero per l'evangelizzazione dell'Occidente
Rai News
del 04/09/2011

Roma, 28-06-2010

Benedetto XVI istituisce un nuovo dicastero vaticano, nella forma del "Pontificio Consiglio", con il compito di "promuovere una rinnovata evangelizzazione" nei Paesi dell'Occidente "che stanno vivendo una progressiva secolarizzazione della societa' e una sorta di 'eclissi del senso di Dio"'.


Il Papa ne ha dato l'annuncio durante la celebrazione, nella basilica romana di San Paolo fuori le Mura, dei primi vespri della solennita' dei santi Pietro e Paolo. "Anche l'uomo del terzo millennio - ha detto il Papa nella sua omelia, incentrata sulla 'vocazione missionaria della Chiesa' - desidera una vita autentica e piena, ha bisogno di verita', di liberta' profonda, di amore gratuito.

Continua la lettura...

Cose che nessuno sa (sui nostri figli e… su noi).
Antonio Socci
del 22/08/2011

“La giovinezza è la scoperta del corpo e dello spirito… è lo stupore e il desiderio del proprio corpo e lo stupore e il desiderio della propria anima che arde di domande su di sé, sulla vita, la morte, l’amore e Dio. Ma è l’anima, lo spirito, che esplode verso l’infinito desiderio. Il corpo cerca solo, arrancando di stargli dietro”.

Continua la lettura...

Il pallone...quell'idolo
Padre Giulio Maria Scozzaro
del 21/08/2011

Gesù si trova a Cesarea di Filippo, lì vuole conoscere il parere della gente sulla sua Persona. La considerazione è certamente altissima, ma la confusione è pure elevata. Lo considerano un grande Profeta, tipo Giovanni il Battista, Elia, Geremia e niente di più.

Continua la lettura...

GIOVANNI PAOLO II, VISTO DA VICINO
Mons. Giulio Viviani
del 09/08/2011

Sono veramente lieto questa sera di poter offrire a tutti voi qui presenti una mia personale testimonianza sulla figura del grande Beato Giovanni Paolo II. Tra i tanti ricordi dei dodici anni passati accanto a lui, nel mio servizio di cerimoniere pontificio, ho scelto alcuni aspetti caratteristici di Karol Wojtyła, che mi piace evidenziare. Molte altre cose appartengono a quell’interiorità, a quella personale esperienza, che non è sempre immediatamente comunicabile agli altri.

Continua la lettura...

La cosiddetta Pace Sociale
Maria Caterina Muggianu
del 12/08/2011

Quando si parla di pace sociale si intende quella pace che deriva da una civile convenzione a mantenere la sicurezza di una nazione, l’ordine pubblico, rispettando le regole, le leggi, gli usi che regolamentano il vivere comune e la disponibilità e il dovere di evitare ogni tipo di azione violenta o delittuosa, singola o organizzata che mini questa pace.

È strana la nostra epoca. La cultura della pace è sempre più diffusa e ritenuta politicamente corretta.

Continua la lettura...

Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.
Padre Giulio Maria Scozzaro
del 11/08/2011


Il perdono illimitato è una caratteristica cristiana, non si trova in altri contesti religiosi l’amore riconciliatorio. Neanche la cristiana e democratica America è stata capace di rispondere con il perdono e la pazienza per fermare i terroristi/mandanti che la colpirono l’11 settembre 2001.

La rivalsa americana con la famigerata guerra preventiva ha causato tutti i disastri mondiali dal 2003 in poi.

Continua la lettura...

Giovani e tempo libero: una GMG di fronte alle sette e alla magia
Vicente Jara*
del 27/07/2011


MADRID, mercoledì, 27 luglio 2011 (ZENIT.o rg).- Se parliamo di gioventù e di sette, pensiero magico, New Age, ecc.

Continua la lettura...

Nata Femmina
Merid Elvira Dones
del 18/06/2011

"Egregio Signor Presidente del Consiglio, le scrivo su un giornale che lei non legge, eppure qualche parola gliela devo, perché venerdì il suo disinvolto senso dello humor
ha toccato persone a me molto care: "le belle ragazze albanesi".
Mentre il premier del mio paese d'origine, Sali Berisha, confermava l'impegno del suo esecutivo nella lotta agli scafisti, lei ha puntualizzato che "per chi porta belle ragazze possiamo fare un'eccezione."
Io quelle "belle ragazze" le ho incontrate, ne ho incontrate a decine, di notte e di giorno, di nascosto dai loro magnaccia, le ho seguite da Garbagnate Milanese fino in Sicilia.

Continua la lettura...

AFRICA/LIBIA - “La guerra non può risolvere una crisi sociale, ma solo aggravarla
Agenzia Fides
del 20/04/2011

AFRICA/LIBIA - “La guerra non può risolvere una crisi sociale, ma solo aggravarla” dice Mons. Martinelli
Tripoli (Agenzia Fides) - “Questa mattina facciamo la Consacrazione degli Oli, invece di farla domattina, quando invece celebreremo la Messa in Coena Domini. La nostra comunità sacerdotale è quindi riunita per l’inizio delle celebrazione Pasquali.

Continua la lettura...

DELUDENTE, GROTTESCO ED OFFENSIVO IL FILM DI MORETTI.
Daniele Venturi - Presidente Associazione Nazionale Papaboys
del 18/04/2011

Non potevamo aspettarci opere d’arte da Nanni Moretti, e questo è chiaro. Ma doversi trovare a vedere un filmetto di seconda categoria che sa di cine-uovo (per i cine-panettoni c’è il periodo natalizio) proprio non ce lo aspettavamo. Non c’è niente in questo film, zero via zero, un niente nascosto dietro ad un tentativo di fare ‘cassetta’ sfruttando le imminenti festività della Santa Pasqua ed a scapito dell’intelligenza e della sensibilità.

Continua la lettura...

Il nodo da sciogliere della storia italiana
Massimo Viglione
del 06/04/2011

Il mito risorgimentale poggia su molteplici travisamenti storici, ideali e religiosi (ideologia risorgimentale), il cui risultato è questo indiscutibile “dogma nazionale”: in Italia, per essere patrioti, per dimostrare di amare l’Italia, occorre amare il Risorgimento, in quanto è con esso che è nata la nostra patria. Si è sempre voluto a tutti i costi (e oggi con rinnovato spirito) far penetrare nelle menti degli italiani che l’unica via al patriottismo sia la celebrazione risorgimentale, la venerazione dei quattro “padri della patria”. È la più grande vittoria della vulgata risorgimentale, l’inganno per eccellenza: il far credere che chi narra ciò che è stato occultato (le insorgenze, il settarismo utopista, la guerra alla Chiesa Cattolica, i brogli elettorali dei plebisciti, le stragi di “briganti”, il piemontesismo, il fiscalismo, l’emigrazione, ecc.

Continua la lettura...

Card.RUINI a Rete Italia: «Politici, seguite il realismo cristiano e non dimenticate chi siete»

del 01/04/2011

Il cardinale Camillo Ruini, intervenuto al convegno di Rete Italia, ha parlato del ruolo dei cristiani in politica approfondendo una frase di Benedetto XVI, che afferma: «Bisogna rinvigorire un’autentica sapienza politica, senza mai dimenticare che il contributo dei cristiani è decisivo solo se l’intelligenza della fede diventa intelligenza della realtà»

Pubblichiamo il testo integrale del discorso che il cardinale Camillo Ruini ha tenuto alla “Duegiorni” di Rete Italia, dal titolo “Viva la politica”.

1. Il discorso di Benedetto XVI al Pontificio Consiglio per i Laici del 21 maggio 2010, dal quale è ricavato il tema di questa “Duegiorni”, è molto importante per comprendere correttamente il significato e le condizioni dell’appello a una nuova generazione di cattolici impegnati in politica, fatto ripetutamente dallo stesso Benedetto XVI e dalla CEI.

Continua la lettura...

Ricordo di Giovanni Paolo II a sei anni dalla morte
KONRAD KRAJEWSKI
del 02/02/2011

di KONRAD KRAJEWSKI

Stavamo in ginocchio attorno al letto di Giovanni Paolo II. Il Papa giaceva in penombra. La luce discreta della lampada illuminava la parete, ma lui era ben visibile.

Continua la lettura...

Quaresima, tempo speciale
Madre Elvira
del 08/03/2011

La Quaresima è il tempo speciale che ci conduce al cuore della Fede Cristiana, al momento della nostra salvezza: il Triduo Pasquale della morte e Risurrezione di Gesù. La Quaresima è anche l’immersione in quel dolore universale che ha vissuto Gesù, un dolore che Lui ha accolto amando e ha così reso strumento di salvezza per tutta l’umanità. È come se il dolore che anche voi avete vissuto, la vostra tristezza, la vostra angoscia… tutto si sia accumulato sulla vita di Gesù.

Continua la lettura...

Il testamento spirituale di Shahbaz Bhatti,
Shahbaz Bhatti
del 07/03/2011

"Voglio vivere per Cristo e per Lui voglio morire"
Sabato 05 Marzo 2011 22:03
Il testamento spirituale di Shahbaz Bhatti, il ministro pachistano per le Minoranze religiose
ucciso il 2 marzo da un commando di fondamentalisti islamici perché cercava di modificare la
Legge sulla blasfemia. Una splendida testimonianza di fede cristiana che interroga le nostre
coscienze.
"Il mio nome è Shahbaz Bhatti.

Continua la lettura...

La chiesa cattolica in Libia
Padre Piero Gheddo
del 25/02/2011

Partecipando, pochi giorni, alla vita della Chiesa e incontrando parecchi cattolici, due fatti mi hanno subito colpito: l’unità ecumenica di tutti i cristiani e il ritorno alla fede di non pochi occidentali. Ho capito meglio il valore di una minoranza cristiana in un mondo totalmente islamico. Un ingegnere e sua moglie, incontrati a una festa italiana, mi confidavano: «In Italia a Messa andavamo qualche volta; qui invece, immersi in una società islamica, ci andiamo sempre: abbiamo ritrovato il senso di appartenere ad una comunità di fede che ti sostiene e la gioia dei canti e delle devozioni di un tempo, che avvicinano a Dio».

Continua la lettura...

I vescovi del Messico in campo contro la violenza

del 16/02/2011

BOGOTÁ, 15. "Unire il lavoro pastorale per la non violenza e la costruzione della pace": questo è l'obiettivo della delegazione di vescovi messicani in visita in Colombia per conoscere le azioni che la Chiesa cattolica colombiana ha intenzione di intraprendere a favore della pace, contro la violenza del crimine organizzato e la guerriglia.
La visita è stata promossa dalla Commissione episcopale per la pastorale sociale del Messico (Ceps).

Continua la lettura...

Quando la Madonna indossò il Tricolore…
Antonio Socci
del 13/02/2011

Gli italiani sono “gli azzurri”. Nessuno sa che con i 150 anni dell’Italia unita, si festeggiano anche i 100 anni dell’ “azzurro” come colore nazionale. Viene dall’iconografia mariana e la dinastia sabauda ne fece un suo simbolo.

Continua la lettura...

12 febbraio 2011. Io non ci andrò, e rifletto. Domande che pesano
Marina Corradi
del 12/02/2011

Alle donne che scenderanno in piazza domani, in una sorta di sollevazione contro l’immagine di donna che esce da un mese di cronache di feste e confessioni di escort, vorrei porre qualche domanda. Il “manifesto” della iniziativa parla di «baratro culturale», di «Italia ridotta a un bordello» – ci scusino i lettori, ma questo è lo “spirito del tempo”. Qualcuno, qualcuna si è accorta ora delle code davanti agli studi dove si scelgono le future vallette, o del diffuso sogno di entrare nella “scuderia” di Lele Mora, sogno per cui alcune sono disposte a tutto.

Continua la lettura...

LA SATIRA TV CHE FERISCE
don Maurizio Patriciello
del 23/01/2011


Sono un prete. Un prete della Chiesa cattolica. Uno dei tanti preti italiani.

Continua la lettura...

DISCORSO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI AI DIRIGENTI E AGENTI DELLA QUESTURA DI ROMA
Benedetto XVI
del 21/01/2011

Illustre Signor Questore,
illustri Dirigenti e Funzionari,
cari Agenti e Personale civile della Polizia di Stato!

Sono veramente lieto di questo incontro con voi e vi do il benvenuto nella Casa di Pietro, questa volta non per servizio, ma per vederci, parlarci e salutarci in modo più familiare! Saluto in particolare il Signor Questore, ringraziandolo per le sue cortesi parole, come pure gli altri Dirigenti e il Cappellano. Un saluto cordiale ai vostri familiari, specialmente ai bambini!

Desidero anzitutto ringraziarvi per tutto il lavoro che svolgete a favore della città di Roma, di cui sono il Vescovo, perché la sua vita si svolga nell’ordine e nella sicurezza. Esprimo la mia riconoscenza anche per quell’impegno in più che spesso la mia attività richiede da voi! L’epoca in cui viviamo è percorsa da profondi cambiamenti.

Continua la lettura...

Se potessi avere mille euro al mese
Stefano Salomoni
del 07/01/2011

«Dedico questo messaggio soprattutto ai più giovani tra noi, che vedono avvicinarsi il tempo delle scelte e cercano un’occupazione, cercano una strada. Dedico loro questo messaggio, perché i problemi che essi sentono e si pongono per il futuro sono gli stessi che si pongono per il futuro dell’Italia».
Così il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha aperto il tradizionale messaggio, a reti unificate, di fine anno.

Continua la lettura...

IL DRAMMA INFINITO
Paolo Lambruschi
del 01/01/2011

La voce dall’inferno del Sinai arriva flebile, ma chiara. Don Mosè Zerai, il sacerdote eritreo che dal 23 novembre scorso ha denunciato il sequestro di un gruppo di 80 eritrei provenienti dalla Libia e diretto in Israele, ha appena chiamato gli ostaggi cui i rapitori, i beduini Rashaida, hanno lasciato il cellulare per sollecitare il pagamento del riscatto di ottomila dollari. L’orrore e la crudeltà si mescolano a due buone notizie.

Continua la lettura...

Il sangue dei fedeli
g. m. v.
del 04/01/2011

La strage di Alessandria - che nella metropoli egiziana ha colpito i fedeli copti ortodossi all'uscita da una celebrazione liturgica - ha trovato spazio nei media in tutto il mondo, al termine di un anno punteggiato da violenze e attentati contro i cristiani. E ancora una volta si è levata la voce di Benedetto XVI che ha condannato "questo vile gesto di morte, come quello di mettere bombe ora anche vicino alle case dei cristiani in Iraq per costringerli ad andarsene". Con la denuncia senza mezzi termini di una "strategia di violenze che ha di mira i cristiani, e ha conseguenze su tutta la popolazione".

Continua la lettura...

Ottobre 2011, ad Assisi le fedi di tutto il mondo
Salvatore Mazza
del 02/01/2011

Ritorna Assisi. Ritorna la preghiera della Pace. Venticinque anni dopo la prima, convocata da Papa Wojtyla.

Continua la lettura...

Responsabilità e cura per i malati cronici
Carla Collicelli
del 01/12/2010

Lo spazio dato da un programma televisivo molto seguito a testimonianze, legate a recenti episodi di "eutanasia", ha riacceso un’attenzione per il tema che per qualche tempo era stata sopita, e ha sollevato reazioni critiche più che giustificate. La discussione, anche su questo giornale, ha toccato soprattutto la questione della dignità di chi soffre e di chi assiste e quella della comunicazione e della sua obiettività. Vi sono almeno altri due importanti aspetti che non vanno tralasciati, e che riguardano il contesto sociale più generale nel quale l’aspetto comunicativo si inquadra: quello delle regole sulla vita e la morte in una società moderna e quello della priorità dei servizi e delle cure.

Continua la lettura...

La democrazia si invera solo nell’oggettività del bene perseguito
Giacomo Samek Lodovici
del 04/11/2010

La democrazia si invera solo nell’oggettività del bene perseguito
Nel suo discorso di giovedì scorso ad alcuni vescovi brasiliani, il Papa ha toccato il tema del rapporto tra democrazia, aborto ed eutanasia: «Quando i progetti politici contemplano […] la decriminalizzazione dell’aborto o dell’eutanasia, l’ideale democratico – che è solo veramente tale quando riconosce e tutela la dignità di ogni persona umana – è tradito nei suoi fondamenti». Il Papa ha cioè criticato la riduzione della democrazia a mero meccanismo di regolazione degli interessi che delibera solo secondo il rispetto di alcune procedure, specialmente quella del rispetto della volontà della maggioranza.

Così, senza farvi riferimento esplicito, Benedetto XVI ha richiamato la necessità di ancorare la legge civile alla legge naturale (ovviamente pensata in modo corretto e non in certe sue indifendibili teorizzazioni), cioè quell’insieme di principi etici immutabili che non dipendono da alcuna dottrina religiosa (anche se vi possono trovare sintonia), perché sono accessibili con la ragione.

Continua la lettura...

«Vita, serve una svolta culturale»

del 04/11/2010

Educare alla pienezza della vita è il titolo del messaggio del Consiglio episcopale permanente per la 33ª Giornata nazionale per la vita, che si celebrerà il 6 febbraio 2011. «L’educazione è la sfida e il compito urgente a cui tutti siamo chiamati, ciascuno secondo il ruolo proprio e la specifica vocazione», scrivono i vescovi nel messaggio che è stato diffuso il 4 novembre. Di qui l’auspicio e l’impegno «per educare alla pienezza della vita, sostenendo e facendo crescere, a partire dalle nuove generazioni, una cultura della vita che la accolga e la custodisca dal concepimento al suo termine naturale e che la favorisca sempre, anche quando è debole e bisognosa di aiuto».

Continua la lettura...

«L'annuncio di Cristo

del 04/11/2010

primo fattore di sviluppo»
«Non solo le singole persone, ma i popoli e la grande famiglia umana attendono - a fronte di ingiustizie e forti diseguaglianze - parole di speranza, pienezza di vita, l'indicazione di Colui che può salvare l'umanità dai suoi mali radicali»: lo scrive il Papa in un messaggio, diffuso oggi dalla Sala stampa vaticana, in occasione dell’assemblea plenaria del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, e rivolto al suo presidente, il cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson. In apertura del testo, Benedetto XVI ribadisce uno dei concetti centrali dell'enciclica Caritas in veritate, cioé che «l’annuncio di Gesù Cristo è il primo e principale fattore di sviluppo. Grazie ad esso, infatti, si può camminare sulla strada della crescita umana integrale».

Continua la lettura...

Come Pio XII salvò gli ebrei di Romania
di Raffaele Alessandrini
del 04/11/2010

Attraverso l'opera del nunzio Andrea Cassulo
Il 7 aprile 1944 Alexandru Safran gran rabbino di Romania scriveva una lettera ad Andrea Cassulo nunzio apostolico nel Paese danubiano dal 1936 al 1947, esprimendogli la sua "gratitudine rispettosa" per quanto era stato fatto da Papa Pio XII, e per il suo personale impegno di incaricato diplomatico "in favore degli ebrei di Romania e di Transnistria" durante la persecuzione nazista.
Una frase alludeva esplicitamente all'azione esercitata dal nunzio apostolico nell'autunno del 1942: "Nelle ore più difficili che noi, ebrei di Romania abbiamo passato - diceva Safran - l'appoggio generoso della Santa Sede tramite la vostra alta personalità è stato decisivo e salutare".
Il concetto sarebbe stato ribadito con forza da Safran in un'intervista rilasciata al giornale "Mântuirea" il 27 settembre 1944: "I passi di sua Eccellenza sono stati decisivi nei frangenti più pericolosi della nostra vita.

Continua la lettura...

Baghdad, assalto alle chiese
Fulvio Scaglione Alberto Bobbio
del 31/10/2010

Decine di morti tra i fedeli dopo il blitz delle forze irachene. Due sacerdoti uccisi. La condanna e l'appello del Papa.

Continua la lettura...

Pane, amore e armonia
Alberto Chiara
del 30/10/2010

Vivono momenti difficili, come tutte le coppie, ma riescono a superarli. Con dialogo, cura dei sentimenti e preghiera. Gli sposi di "Incontro Matrimoniale" si ritrovano a Torino.

Continua la lettura...

Dilma, l'America latina delle donne
Giulia Cerqueti
del 02/11/2010

Con l'ex guerrigliera Rousseff che prende il posto di Lula anche il Brasile, per la prima volta nella sua storia, ha scelto una presidenza al femminile.
02/11/2010
Il presidente uscente del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva e la nuova eletta Dilma Rousseff festeggiano al palazzo dell'Alvorada, a Brasilia.
Il presidente uscente del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva e la nuova eletta Dilma Rousseff festeggiano al palazzo dell'Alvorada, a Brasilia.

Continua la lettura...

Quegli ebrei salvi grazie a Pio XII
Giorgio Vecchiato
del 04/11/2010

Il preconcetto di colpevole passività di fronte ai nazisti resiste ancora. Ma molti ebrei romani si sono potuti salvare, e oggi possono testimoniare, proprio grazie a papa Pacelli.
03/11/2010
L’attore americano James Cromwell, 70 anni, nei panni di Pio XII nella fiction "Sotto il cielo di Roma".

Continua la lettura...

A sorpresa l'Europa scopre mamma e persino papà
Francesco Riccardi
del 23/10/2010

Alla fine non passerà. Non così almeno. Lo pensiamo per realismo, vista l’opposizione di Paesi come la Gran Bretagna, la Francia e perfino la Germania, che lamentano il rischio di caricare di un costo eccessivo il sistema produttivo.

Continua la lettura...

Col sorriso e con la Croce
Salvatore Mazza
del 23/10/2010

Il sorriso sembrava non lasciarlo mai. Anche quando – e non lo faceva spesso, né volentieri – raccontava della prigione, dei soprusi subiti, delle umiliazioni. E si stupiva del tuo stupore, quasi che la sua vita, le sue vicende, il suo dolore davvero non fossero niente di speciale, non avessero niente di straordinario.

Continua la lettura...

La loro vocazione risveglia la nostra
Luigi Geninazzi
del 24/10/2010

Se c’è una spiegazione (non l’unica ma neppure l’ultima) che sta alla base dei continui fallimenti della diplomazia occidentale in Medio Oriente, questa è indubbiamente la pretesa di risolvere l’intricata questione in un’ottica esclusivamente politica. C’è il rischio che anche un evento straordinario come il Sinodo dei vescovi, che si conclude oggi in Vaticano, finisca con l’essere fagocitato dalla stessa logica, sbrigativamente ridotto a interpretazioni di parte, tanto malevole quanto interessate. Ben diverso il giudizio dei protagonisti dell’assemblea sinodale, definita «una novella Pentecoste» delle Chiese mediorientali, i cui pastori si sono riuniti per riflettere e condividere i problemi, le angosce, le attese e le speranze dei loro fedeli.

Continua la lettura...

Gaudí, Nella Sagrada Familia catechesi in pietra

del 24/10/2010

Nel 1977 Etsuro Sotoo era un giovane insegnante d’arte a Kyoto che sentiva il richiamo dell’arte stessa più che della sua didattica. «Il richiamo della pietra», dice lui. Piantò tutto e venne in Europa a far lo scultore.

Continua la lettura...

Il messaggio del Sinodo

del 24/10/2010

Pubblichiamo il testo italiano del messaggio del Sinodo dei vescovi per il Medio Oriente, approvato durante la tredicesima congregazione generale di venerdì pomeriggio, 22 ottobre.
"La moltitudine di coloro che erano diventati credenti aveva un cuor solo e un'anima sola" (At 4, 32)
Ai nostri fratelli presbiteri, diaconi, religiosi, religiose, alle persone consacrate e a tutti i nostri amatissimi fedeli laici e a ogni persona di buona volontà.
Introduzione
1.

Continua la lettura...

La polifonia dell'unica fede

del 24/10/2010

La polifonia dell'unica fede. È ricorso a una metafora musicale Benedetto XVI per descrivere le due settimane di lavori sinodali vissuti con i vescovi del Medio Oriente durante l'ormai tradizionale pranzo al termine dei lavori sinodali, svoltosi sabato 23 ottobre, nell'atrio dell'Aula Paolo vi. Domani, domenica 24, con la messa conclusiva presieduta dal Papa nella basilica Vaticana, si chiuderà quest'assemblea speciale dedicata a quella terra benedetta da Dio - ha detto il Pontefice - che è culla del cristianesimo, una fede non rinchiusa in se stessa, ma aperta al dialogo ecumenico e a quello con i fratelli musulmani ed ebrei.

Continua la lettura...

Italia: rapporto sui mestieri che nessuno vuole fare
(R.B.)
del 24/10/2010

Pasticcieri, sarti, falegnami, ma anche infermieri, muratori e tecnici informatici italiani, addio. Secondo una ricerca condotta dalla Confartigianato sul rapporto 2010 Excelsior-Unioncamere, infatti, i giovani del Belpaese, nonostante la crisi economica e il problema della disoccupazione che affliggono la società, rifiutano di impegnarsi in quelli che, secondo i dati, sono i mestieri più richiesti. Rispetto alle 55mila nuove assunzioni previste per il 2010, sembra che 147mila saranno i posti che le aziende faranno fatica a coprire, proprio a causa delle scelte professionali dei giovani.

Continua la lettura...

Sinodo: il Messaggio finale non elude le questioni politiche
di Manuela Borraccino
del 23/10/2010

(Città del Vaticano) - Il Sinodo dei vescovi per il Medio Oriente si chiude con un forte appello all'Onu perché si giunga a porre fine all'occupazione dei Territori palestinesi e a lavorare concretamente per la soluzione dei due Stati. Nel Messaggio finale presentato stamane in Vaticano e nelle Proposizioni consegnate al Papa in vista dell'Esortazione apostolica post-sinodale, i vescovi chiedono anche la fine delle violenze in Iraq, il rispetto della sovranità del Libano, la presa di coscienza da parte dei connazionali musulmani che i cristiani sono «parte integrante» delle società del Medio Oriente e reclamano piena cittadinanza.
Per la fine del conflitto israelo-palestinese i presuli chiedono l'applicazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (che prevedevano il ritiro dalle terre invase nel 1967).

Continua la lettura...

Il dottor Gesù Miracoli & medicine
Roberto Beretta
del 21/10/2010

Gesù era un buon medico? Dei corpi, dico: non solo delle anime. Certo, di gente ne ha guarita tanta; però quelli erano miracoli.. .

Continua la lettura...

Le «cimici» di Wojtyla
Luigi Geninazzi
del 22/10/2010

Non si riesce più a tenere il conto dei libri su Giovanni Paolo II ma l’ultimo, uscito in Polonia pochi mesi fa, è davvero qualcosa d’insolito. È il ritratto di Karol Wojtyla, visto, descritto e analizzato dai suoi «nemici», gli uomini del regime comunista incaricati di sorvegliarlo, pedinarlo e controllarlo passo dopo passo. Si tratta dei documenti conservati negli archivi del SB, i servizi segreti polacchi, redatti dagli informatori dal 1946 al 1978, vale a dire dal primo giorno di sacerdozio fino all’ascesa al pontificato.

Continua la lettura...

salvaguardare la fede dei migranti

del 22/10/2010

«Ripensare e rivedere gli strumenti anche giuridici per garantire la cura delle anime dei fedeli della diaspora. Il territorio non è più, oggi, a fronte della sfida crescente delle migrazioni, un concetto geografico, ma antropologico. Il territorio di tutte le Chiese sui iuris è costituito dalle persone dei fedeli laddove per varie necessità, hanno deciso di vivere».

Continua la lettura...

Cisgiordania, quelle case che ostacolano la pace

del 23/10/2010

Tel Aviv, 22. Continuano a scendere ombre sui negoziati israelo-palestinesi ripresi lo scorso 2 settembre a Washington. Le ruspe sono tornate in azione negli insediamenti ebraici in Cisgiordania.

Continua la lettura...

Giovani della pace
Alberto Chiara
del 18/10/2010

Sara e Francesco, due scout diciannovenni, vengono da Campo San Pietro, in provincia di Padova. Emanuele, 27 anni, arriva da Roma. La quindicenne Ilaria, invece, "gioca" in casa: è, infatti, di Torino.

Continua la lettura...

Vincere lo stress
Emilia Patruno
del 01/10/2010

Diciamo "stress", logorio e spesso pensiamo al lavoro. Lavoro che per fortuna c'è (quando c'è), ma che spesso, per i ritmi frenetici, gli spostamenti veloci e la competizione spietata diventa tesione, nervosismo. Stress, appunto.

Continua la lettura...

"Noi, la Chiesa e i migranti"
Mons Marco Roncalli
del 18/10/2010


Sta per uscire in libreria "Chiesa e Migranti-La mia battaglia per una sola famiglia umana", Editrice La Scuola, libro-intervista a monsignor Agostino Marchetto, a cura di Marco Roncalli. Per quasi dieci anni nel dicastero della Santa Sede per la pastorale dei migranti, l’arcivescovo Marchetto presenta in queste pagine la sua visione del fenomeno migratorio nella fedeltà al Vangelo e ai diritti dell'uomo. Fra regolari, irregolari, rifugiati, richiedenti asilo, rom , vittime del traffico e del contrabbando di esseri umani, il colloquio con Marco Roncalli passa in rassegna questioni cruciali che dettano l’agenda politica per l’Europa e creano il consenso elettorale: le frontiere, la sicurezza, il lavoro, la casa, la salute, i ricongiungimenti familiari, la scuola, la cittadinanza, il dialogo interreligioso e le relazioni con l’islam, i respingimenti.

Continua la lettura...

«Grande progetto educativo per fare rinascere il Sud»

del 20/10/2010


“Le denunzie della Chiesa sulla mafia, la ‘ndrangheta, la camorra, sono da diversi anni molto nette”, a cominciare dalla famosa frase pronunciata da Giovanni Paolo II ad Agrigento, il 9 maggio 1993, fino alle recentissime parole di Benedetto XVI, che a Palermo ha definito la mafia “una strada di morte” e ne ha “solennemente dichiarato l’incompatibilità col Vangelo e la vita cristiana”. Ma le denuncie “non bastano”, perché “per sconfiggere la mafia c’è bisogno di un preciso intervento educativo”: “è su questo terreno che si gioca il ruolo decisivo della Chiesa nel Sud”. Lo ha detto Giuseppe Savagnone, direttore del Centro diocesano per la pastorale della cultura di Palermo, nella sua relazione alla Settimana Sociale, incentrata sul documento “Chiesa italiana e Mezzogiorno”.

Continua la lettura...

Londra minaccia il veto

del 21/10/2010

Londra, 20. Il braccio di ferro sulla riforma del Patto di stabilità europeo non è finito. Mentre Pechino alza di 25 punti base il costo del denaro per la prima volta dopo tre anni, la Gran Bretagna si oppone all'intesa franco-tedesca che ha permesso il via libera del piano all'Ecofin.

Continua la lettura...

Il modello Giordania

del 16/10/2010

Non un'utopia, ma una concreta possibilità. La pacifica convivenza tra cristiani e musulmani in Medio Oriente è da tempo una realtà in Giordania, proprio ai confini di una delle aree più conflittuali del pianeta. Tanto che ormai si parla di "modello Giordania", per indicare un esempio di dialogo e di convivenza tra religioni.

Continua la lettura...

Il Padre rimosso
Claudio Risé
del 16/10/2010

"Mi aveva fatto venire i nervi", si è giustificato l'uomo che ha ridotto in coma un tassista a Milano. "Mi ha insultato, e ho sbroccato", ha spiegato il giovane che con un pugno ha ucciso un'infermiera a Roma. Per capire cosa stia accadendo si comincia a parlare di pulsioni (come ha fatto il sociologo Giuseppe De Rita sul "Corriere della Sera" del 13 ottobre).

Continua la lettura...

Serve una rivoluzione culturale: tornare a educare alla vita
Carla Collicelli
del 14/10/2010

Di bambini e di adole-scenti si parla prevalen-temente in occasione di fatti di cronaca nera, come sta accadendo per il terribile caso di Sara, al centro delle cronache, anche televisive, negli ultimi giorni. Come se una società, che sta rapidamente invecchiando e che si occupa molto di anziani, trovasse normale derubricare dal proprio campo di attenzione l’età minorile nella sua normalità – relegandola in una sorta di invisibilità sociale – e si risvegliasse solo di fronte a eventi gravissimi. In particolare, non si considerano con la dovuta attenzione l’importanza della relazione educativa tra adulti e bambini, e i rischi del suo venir meno.

Continua la lettura...

Ogni volto è volto sacro
Alessandro D’Avenia
del 14/10/2010

Il poeta Rilke s’imbatte in una elemosinante. L’amico che lo accompagna le dà uno spicciolo. Rilke tira dritto, ma giunto presso un fioraio compra una rosa e di ritorno solleva la donna e gliela regala.

Continua la lettura...

Una mappa per il bene comune
Matteo Liut
del 14/10/2010

Declinare oggi, in Italia, il concetto di bene comune. In questo obiettivo è contenuto il cuore del lavoro che animerà la 46ª Settimana sociale dei cattolici italiani di Reggio Calabria. A dare le coordinate per questa «opera di discernimento» è il Documento preparatorio redatto dal Comitato scientifico e organizzatore, costruito secondo un itinerario che indica mete, metodo, soggetti coinvolti e che ruota attorno ad alcune parole chiave.

Continua la lettura...

«Laggiù ho lottato col diavolo mi ha afferrato la mano di Dio»
Michela Coricelli
del 14/10/2010

«Sono stato con Dio e con il diavolo. Hanno litigato per avermi. Dio ha vinto, io ho preso la sua mano, la migliore.

Continua la lettura...

Il Papa: 4 falsi dei e l'unico Dio
Salvatore Mazza
del 13/10/2010

I «capitali anonimi» che «schiavizzano» gli uomini ad un modo di vivere immorale. La ferocia della violenza terroristica perpetrata in nome di Dio. E poi la forza annientatrice della droga, e la mentalità dominante che tende a screditare valori come il matrimonio o la castità.

Continua la lettura...

Ici-Chiesa, la Ue riapre l’inchiesta già chiusa
Umberto Folena
del 14/10/2010

La Commissione europea di Bruxelles riapre un caso già archiviato: le esenzioni dal pagamento dell’Ici riconosciute alla Chiesa, come ad altri enti non commerciali, sono contrarie alle regole Ue di libera concorrenza? Lo fa perché "costretta", ossia per non doversi sottoporre al giudizio del Tribunale del Lussemburgo, presso il quale era stato fatto ricorso. Per questo chiede al governo italiano di fornire «prove sufficienti» del contrario. In questi termini la Commissione ha annunciato ieri l’apertura di una «indagine approfondita» – che si concluderà con la chiusura formale e definitiva della vicenda, o con una procedura d’infrazione per aiuti di Stato illegittimi – dando al governo due mesi per fornire spiegazioni.

Continua la lettura...

Dove osano i manager

del 14/10/2010

New York, 13. Non è passato neanche un anno da quando il presidente Obama lanciava aspre invettive contro i manager troppo avidi che prendevano lauti stipendi infischiandosene della crisi. Oggi, però, i bilanci delle grandi aziende suonano un'altra musica: 144 miliardi di dollari tra stipendi, premi, bonus, stock options e benefit.

Continua la lettura...

Via dal patibolo passo dopo passo
Franco Frattini, ministro degli Affari Esteri
del 10/10/2010

Ogni individuo ha diritto alla vita»: così stabilisce l’art.3 , uno dei più celebri della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948. Il termine «individuo» non consente eccezioni, comprende tutti gli esseri umani – donne, uomini, bambini – in tutti i Paesi del mondo.

Continua la lettura...

Il percorso a ostacoli degli studenti Down
Enrico Negrotti
del 10/10/2010

Accogliere uno studente con sindrome di Down (SD) nella scuola non va considerato solo un dovere dettato dalle leggi, ma una sfida per migliorare la società a partire dall’istituzione destinata a formare le nuove generazioni. Tuttavia i problemi dell’integrazione scolastica non mancano, come vuole ricordare la Giornata nazionale delle persone con SD che si celebra oggi.

Organizzata dal Coordinamento nazionale (CoorDown onlus) – che riunisce i rappresentanti di 80 associazioni – la Giornata vuole aiutare a sfatare tanti pregiudizi che ancora resistono sulle persone con SD e che talora impediscono una loro piena integrazione nella vita sociale.

Continua la lettura...

Obiezione di coscienza? Indiscutibile. A parole
Lorenzo Schoepflin
del 10/10/2010

La misura della sconfitta di chi, all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, avrebbe voluto limitare il diritto all’obiezione di coscienza in ambito medico, potrebbe essere efficacemente riassunta nel cambiamento di un titolo. Quello assegnato dalla relatrice Christine McCafferty al documento sul quale si basava la discussione era: "L’accesso delle donne alle cure mediche legali: il problema del ricorso non regolamentato all’obiezione di coscienza". Il documento che il 7 ottobre è stato adottato in sede parlamentare dopo la discussione e il voto in aula è stato invece intitolato: "Il diritto all’obiezione di coscienza nelle cure mediche legali".

Continua la lettura...

No alla discriminazione contro i cristiani e i membri di altre religioni

del 12/10/2010

Si sono tenute a Varsavia, dal 30 settembre all'8 ottobre, le sessioni sulla Dimensione Umana della Conferenza di Riesame/2010 dell'Osce (Conferenza per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), in preparazione del Vertice alla fine dell'anno. Il Reverendo Florian Kolfhaus, Delegato della Santa Sede, ha pronunciato, il 6 ottobre, l'intervento che pubblichiamo in una nostra traduzione italiana.


Presidente,
la Delegazione della Santa Sede apprezza questa opportunità di ripetere l'esortazione della Dichiarazione di Astana "ad affrontare la negazione dei diritti, l'esclusione e l'emarginazione dei cristiani e dei membri di altre religioni nelle nostre società" (cfr.

Continua la lettura...

«Vi racconto la nuova scuola»
Carlo Napoli
del 01/09/2010

Vi è mai capitato di vedere qualche foto di Mariastella Gelmini prima della nomina a ministro? Sembra un’altra: capelli mossi, abiti scuri, due occhialoni démodé che le coprono il volto. Nulla a che vedere con la grintosa signora di oggi, che ha fatto dei suoi occhiali colorati e sfiziosi quasi un marchio di fabbrica che le dà un’aria professorale e pensosa in linea con il ruolo che ricopre. Con le sue riforme ha diviso il mondo scolastico in due partiti: c’è chi la detesta e chi l’ama.

Continua la lettura...

Gratis, per cambiare il mondo
padre Ugo Sartorio
del 01/09/2010

«Gratis» è una parola che ascoltiamo, leggiamo e clicchiamo volentieri. Fino a un certo punto però. «Non costa nulla, lo provi signore», «Qui si entra gratis», possono essere inviti che insospettiscono, nel senso che è legittimo dubitare del fatto che si tratti di un’esca.

Continua la lettura...

La rivoluzione dell’acqua
Giulia Cananzi
del 01/09/2010

Un milione e quattrocentomila le firme raccolte in tre mesi dal Forum italiano dei movimenti dell’acqua. Obiettivo? Indire tre referendum abrogativi delle norme che hanno consentito la privatizzazione della gestione dell’acqua in Italia, tra cui il decreto Ronchi, approvato il 19 novembre 2009 e considerato l’ultima trappa di tale privatizzazione. La montagna di firme – consegnata il 19 luglio scorso in Cassazione – testimonia l’interesse e la preoccupazione della società civile di fronte al rischio di perdere il controllo su una risorsa, ritenuta fondamentale per la vita e strategica per il territorio, a favore di interessi privati poco controllabili e, secondo una sensibilità diffusa, alieni dalle logiche del bene comune.

Continua la lettura...

Pubblicità, come difendersi 1 parte
Vanni Codeluppi
del 01/09/2010

Possiamo anche non volerlo, opporre resistenza, minimizzare, ma la realtà non cambia: siamo tutti immersi in un fiume in piena di pubblicità, che esercita una grande influenza sulla nostra cultura sociale. L’invasione, peraltro, è in costante crescita: sbaglieremmo se pensassimo di essere già stati colonizzati a sufficienza. Per capire i reali ordini di grandezza, basti pensare che uno statunitense, in media, passa tre anni della sua vita a guardare spot televisivi.

Continua la lettura...

Pubblicità, come difendersi 2 parte
Vanni Codeluppi
del 01/09/2010

Come proteggersi

Oggi raramente si tenta di educare le persone a smontare gli annunci pubblicitari per individuare i significati che essi esprimono. Eppure, poter svolgere questa attività è fondamentale per tutti, se si vuole essere attivi protagonisti della società in cui si vive.

Chi voglia porsi in un atteggiamento di lettura consapevole dei messaggi pubblicitari deve provare a scomporli nei principali elementi di cui sono costituiti, per arrivare all’individuazione dei più importanti significati da essi prodotti.

Continua la lettura...

Il Vangelo della Vita

del 01/09/2010

«Ho 56 anni, e sono quello che si può definire un cattolico praticante. Qualche mese fa mi sono trovato davanti a un caso di coscienza che mi ha portato a interrogarmi sul mio modo di vivere il cristianesimo. Una mia parente, alla prima gravidanza, dagli accertamenti ai quali si sottoponeva regolarmente, nonché dall’amniocentesi effettuata su consiglio del ginecologo, ha appreso che il figlio che aveva in grembo era portatore di una gravissima malattia (cromosoma 18) che lo condannava a morte certa, pur se lei avesse portato a termine la gravidanza.

Continua la lettura...

Medio Oriente: la pace ha bisogno dei cristiani
Giorgio Bernardelli
del 03/10/2010

SAMIR KHALIL SAMIR
È uno degli osservatori più attenti rispetto a ciò che si muove (nel bene ma anche nel male) nelle società del Medio Oriente. Non ha mai esitato a descrivere i pericoli del fondamentalismo islamico. Ma il gesuita islamologo padre Samir Khalil Samir, libanese, è soprattutto un cristiano arabo che sente chiara quella vocazione «alla comunione e alla testimonianza» che il Sinodo che si aprirà domenica prossima a Roma richiama fin dal suo tema-guida.

Continua la lettura...

Sos nuove schiave. Ora l'inferno è in casa
Viviana Daloiso
del 03/10/2010

Invisibili. Così le vogliono: chi le sfrutta, chi le ospita, chi ne abusa. Nascoste dagli occhi di possibili controlli, da chi sulla strada osserva, riporta, denuncia.

Continua la lettura...

La mafia è una strada di morte incompatibile con il Vangelo
Benedetto XVI
del 04/10/2010

Cari giovani e care famiglie
della Sicilia!
Vi saluto con tanto affetto e tanta gioia! Grazie per la vostra gioia e la vostra fede! Questo incontro con voi è l'ultimo della mia visita di oggi a Palermo, ma in un certo senso è quello centrale; in effetti, è l'occasione che ha dato il motivo per invitarmi: il vostro incontro regionale di giovani e famiglie. Allora oggi devo iniziare da qui, da questo avvenimento; e lo faccio prima di tutto ringraziando Mons. Mario Russotto, Vescovo di Caltanissetta, che è delegato per la pastorale giovanile e familiare a livello regionale, e poi i due giovani Giorgia e David.

Continua la lettura...

Siamo uomini liberi non «massa digitale»
DAVIDE RONDONI
del 30/09/2010

I l viso e lo schermo. L’uno si fissa nell’altro. Ogni uomo può usare lo schermo come maschera o come riflesso.

Continua la lettura...

Quando si animalizza il «nemico» prescelto
Ferdinando Camon
del 30/09/2010

Nell’insulto di Bossi contro Roma: «Sono porci questi romani», negli slogan del Canton Ticino contro i frontalieri italiani e gli immigrati rumeni («Sono topi»), negli insulti di tutte le guerre («Giapponesi musi gialli», «Vietcong scimmie»), nei manifesti autocelebrativi del movimento xenofobo svizzero (una pecora bianca scalcia una pecora nera), e in tutti i discorsi razzisti, da Hitler («Gli ebrei proliferano come una razza di vermi») ad Ahmadinejad, per distruggere il nemico si usa prima una tattica: lo si animalizza. In modo che tu non distruggi un uomo, tuo simile, ma un animale, inferiore a te fin dalla creazione. Con questa distruzione, eserciti un diritto naturale.

Continua la lettura...

Piccoli poveri a Washington

del 01/10/2010

A Washington, tre bambini su dieci vivono sotto la soglia della povertà e i più colpiti sono quelli afroamericani. Il quotidiano "Washington Post" ha riportato ieri i dati delle statistiche demografiche nazionali, che registrano un aumento ancora più drammatico del numero di minori afroamericani in condizioni di estrema povertà nei quartieri più degradati della capitale degli Stati Uniti, uno degli effetti più vistosi della grave crisi economica.
Nel 2009 la povertà tra i bambini afroamericani era segnalata attorno al 43 per cento, contro il 36 per cento nel 2008 e il 31 per cento del 2007.

Continua la lettura...

Bagnasco: il bene comune, bussola per il Paese
Mimmo Muolo
del 28/09/2010

Pur «angustiati» per l’Italia, «nazione generosa e impegnata» che però «non riesce ad amarsi compiutamente», i vescovi lanciano un messaggio di speranza al Paese. «Cambiare si può». Ma «bisogna far presto», riscoprendo «la bellezza del bene comune» ed attuando le riforme (compresa quella del federalismo) con occhio attento alla solidarietà, all’unità nazionale e ai «valori costitutivi della civiltà: vita, famiglia, libertà religiosa e libertà educativa».

Continua la lettura...

Usa: quale dignità davanti al boia?
Laura Badaracchi
del 28/09/2010

Condannato a morte sulla sedia elettrica. Un verdetto perentorio, che non lascia spiragli alla speranza, anche se l’imputato si è proclamato innocente. Ma due donne non si arrendono al dolore: una è la madre del ventunenne di colore che sta per finire tragicamente i suoi giorni, ed è comprensibile che sia così; l’altra è la zia di Grant Wiggins, un insegnante a sua volta afro-americano, che insegna ai bambini neri della piantagione, in una chiesa adibita a scuola nella Louisiana, sognando di abbandonare il paese e le sue radici.

Continua la lettura...

Obama e la rete senza buchi

del 29/09/2010

Per cotrastare meglio la lotta contro il terrorismo internazionale, gli Stati Uniti puntano a intensificare i controlli sulla rete, grazie a una nuova legge che l'Amministrazione del presidente Obama intende presentare al Congresso l'anno prossimo. Lo ha scritto ieri con ampio rilievo il "New York Times", secondo cui la nuova normativa punterà in particolare a definire una serie di regole meno stringenti per autorizzare le intercettazioni giudiziarie.
Attualmente la rete è un colabrodo incontrollabile grazie alla quale terroristi e criminali possono comunicare tra di loro senza essere intercettati.

Continua la lettura...

Crisi, l'alba del giorno dopo

del 29/09/2010

La vera crescita sta altrove. Non negli otto Paesi più industrializzati, quelli che da soli erodono quasi l'ottanta per cento della ricchezza mondiale, simbolo di un modello economico che la grande crisi ha inesorabilmente licenziato dalla storia. L'alba di una nuova età dell'economia mondiale è già iniziata.

Continua la lettura...

Il «testamento» di Padovese: dall’odio nasca il perdono
Mimmo Muolo
del 22/09/2010

Una lettera scritta due mesi prima di morire. E che alla luce di quanto poi è successo sembra quasi un testamento spirituale. «La fecondità del perdono di fronte alla sterile alternativa dell’odio e della vendetta».

Continua la lettura...

Immigrati a scuola, rallenta la grande corsa
Diego Motta
del 23/09/2010

Non è più la rivoluzione "colorata" di qualche anno fa, con classi che cambiavano volto da un anno con l’altro grazie all’arrivo di bambini provenienti da mezzo mondo. Ora l’immigrazione arriva sui banchi di scuola a ritmi sempre più graduali, addirittura rallentati rispetto al recente passato, e richiede una politica non più dettata dalla logica dell’emergenza, ma da un piano di integrazione effettiva.

Secondo dati riservati del ministero dell’Istruzione, nel 2010 il numero complessivo degli studenti stranieri in Italia si è attestato a quota 675mila, circa 45mila unità in più rispetto a un anno prima.

Continua la lettura...

Per un mondo senza armi atomiche
Ettore Ballestrero
del 23/09/2010

Presidente,
ho l'onore di trasmettere a lei, al Direttore generale dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea), dr. Yukiya Amano, e a tutti i partecipanti a questa cinquantaquattresima Conferenza Generale dell'Aiea i migliori auspici e i saluti cordiali di Sua Santità Papa Benedetto XVI, che incoraggia "gli sforzi della comunità internazionale volti a ottenere un progressivo disarmo e un mondo privo di armi nucleari, la cui sola presenza minaccia la vita del pianeta e il processo di sviluppo integrale dell'umanità presente e di quella futura" (Messaggio in occasione della celebrazione della Giornata mondiale della pace 2010, n. 11).

Continua la lettura...

Lotta alla miseria e non guerra ai poveri

del 23/09/2010

Dopo l'annuncio fatto dal segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon di uno stanziamento di quaranta miliardi di dollari per migliorare le condizioni sanitarie delle donne e dei bambini nel mondo si avvia a conclusione, oggi, il vertice sugli obiettivi del millennio convocato a New York nell'ambito della sessione inaugurale della 65ª Assemblea generale delle Nazioni Unite. Ban Ki-moon ha detto che la cifra è stata raccolta attraverso le donazioni di Governi, singoli filantropi e associazioni e ha mostrato soddisfazione: "Sappiamo cosa serve per salvare le vite di donne e bambini - ha sottolineato - e sappiamo come le loro condizioni siano difficili, rispetto agli standard degli obiettivi del millennio. Oggi siamo testimoni del genere di leadership di cui abbiamo bisogno".

Continua la lettura...

Investitori in fuga dagli Stati Uniti

del 23/09/2010

Gli Stati Uniti non sono più il luogo preferito in cui investire e nel terzo trimestre del 2010 scivolano alle spalle di Brasile, Cina e India, mercati in via di sviluppo.
È quanto emerge da un sondaggio condotto dall'agenzia Bloomberg, che rileva come il Paese a stelle e strisce mantenga, comunque, la leadership di piazza privilegiata per gli investimenti fra i Paesi industrializzati.
Il sondaggio - condotto fra 1.

Continua la lettura...

Un evento storico
Benedetto XVI
del 23/09/2010

Cari fratelli e sorelle!
Oggi vorrei soffermarmi a parlare del viaggio apostolico nel Regno Unito, che Dio mi ha concesso di compiere nei giorni scorsi. È stata una visita ufficiale e, in pari tempo, un pellegrinaggio nel cuore della storia e dell'oggi di un popolo ricco di cultura e di fede, qual è quello britannico. Si è trattato di un evento storico, che ha segnato una nuova importante fase nella lunga e complessa vicenda delle relazioni tra quelle popolazioni e la Santa Sede.

Continua la lettura...

Quei milletrecento bimbi abbandonati in ospedale
Pino Ciociola
del 18/09/2010

I più piccoli fra i reietti. Quelli che nessuno vuole. Sono gli oltre milletrecento bambini e ragazzi disabili che vivono nelle strutture socioassistenziali (un po’ più dell’otto per cento dei minori fuori famiglia).

Continua la lettura...

Snack&caffè, l’invasione delle macchinette
Giuseppe Matarazzo
del 16/09/2010

Il rito della pausa caffè. Ma anche lo snack per tamponare un buco di fame. E poi la salvezza per un acquisto non fatto in tempo.

Continua la lettura...

La Chiesa non cerca potere ma serve Gesù con la forza dell'amore

del 18/09/2010

Pubblichiamo la trascrizione integrale della conferenza stampa tenuta dal Papa giovedì mattina, 16 settembre, a bordo dell'aereo in volo verso Edimburgo. Le domande gli sono state rivolte, a nome dei 70 giornalisti presenti, dal gesuita Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa della Santa Sede.

Durante la preparazione di questo viaggio vi sono state discussioni e posizioni contrarie.

Continua la lettura...

La religione garanzia di libertà e rispetto
Benedetto XVI
del 18/09/2010

Cari fratelli e sorelle in Cristo,
"È vicino a voi il regno di Dio" (Lc 10, 9). Con queste parole del Vangelo che abbiamo appena ascoltato, saluto tutti voi con grande affetto nel Signore. Davvero il Regno di Dio è già in mezzo a noi! In questa celebrazione Eucaristica, nella quale la Chiesa che è in Scozia si raduna attorno all'altare, in unione con il Successore di Pietro, riaffermiamo la nostra fede nella parola di Cristo e la nostra speranza - una speranza che mai delude - nelle sue promesse! Saluto cordialmente il Card.

Continua la lettura...

Una laicità positiva per "smontare" il burqa
Giorgio Paolucci
del 16/09/2010

Dall’anno prossimo in Francia diventerà reato indossare il burqa nei luoghi pubblici. È la prima legge in Europa, ma il Belgio prepara un provvedimento analogo e in altri Paesi del continente, tra cui l’Italia, crescono le voci a favore di misure analoghe. C’è chi plaude al rigore transalpino, chi evoca guerre di religione e chi lamenta la discriminazione di una minoranza invocando libertà di espressione.

Continua la lettura...

Perché tutti possano sentire
Salvatore Mazza
del 16/09/2010

Ogni viaggio del Papa è una storia a sé. Nel senso che ogni pretesa "graduatoria" – in complessità, problematicità, difficoltà – finisce sempre col perdere di significato di fronte all’unicità di ciascun appuntamento. Altrettanto certamente, tuttavia, quello che Benedetto XVI inizia oggi nel Regno Unito condensa, come pochi altri, una serie di motivi di interesse tale da meritargli un’attenzione del tutto particolare.

Continua la lettura...

Vichinghi e anglosassoni alla guerra dello sgombro
Andrea Varacalli
del 11/09/2010

«Hey, hey/ Vicky hey/ temerario / non incontrerai mai chi ti potrà fermare!». Era il 1977 e così recitava la canzone dell’indimenticabile cartone animato «Vicky il vichingo». Ma cosa mangiava l’inarrestabile Vicky? Merluzzo, dicono in Scozia, non lo sgombro.

Continua la lettura...

Un'agenzia di stampa cattolica per il continente africano

del 11/09/2010

La Chiesa cattolica africana si doterà di un'unica, grande, agenzia di stampa per tutto il continente. È quanto deciso all'incontro svoltosi nei giorni scorsi a Nairobi (Kenya), organizzato dal Simposio delle Conferenze episcopali di Africa e Madagascar (Secam) in collaborazione con il Consiglio dei media cattolici (Cameco).
"Abbiamo stabilito un anno di tempo - ha dichiarato all'agenzia Fides, Benedict Assorow, direttore delle comunicazioni del Secam e membro del Central working group, incaricato di progettare e realizzare la nuova agenzia - per delineare il piano finale per l'avvio della nuova agenzia".

Continua la lettura...

I presuli degli Stati Uniti e la libertà religiosa

del 11/09/2010

"Tutti gli atti d'intolleranza verso una comunità religiosa non dovrebbero trovare spazio nel nostro mondo, per non parlare della nostra nazione che è fondata sul principio della libertà religiosa". Con queste parole la Conferenza episcopale degli Stati Uniti interviene a proposito dell'annunciata iniziativa del pastore evangelico Terry Jones di voler bruciare copie del Corano in occasione dell'anniversario dell'11 settembre. Jones, giovedì, dopo la ferma condanna ricevuta da molti esponenti religiosi e dal presidente Barack Obama, aveva annunciato il ritiro della sua iniziativa.

Continua la lettura...

Bruciare il Corano è un gesto di grave oltraggio

del 09/09/2010

"Viva preoccupazione" per "la notizia della proposta di un "Koran Burning Day" per l'11 settembre, anniversario dei tragici attacchi terroristici che nel 2001 causarono numerose vittime innocenti e ingenti danni materiali" è stata espressa dal Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso in un comunicato diffuso oggi. Il riferimento è all'iniziativa presa dal gruppo evangelico "Dove World Outreach Center", che intende promuovere il gesto dimostrativo in diverse piazze in tutto del mondo, in ricordo dei tragici attentati di New York.
Si legge nel comunicato diffuso dal dicastero vaticano: "A quei deprecabili atti di violenza", "non si può porre rimedio contrapponendo un gesto di grave oltraggio al libro considerato sacro da una comunità religiosa.

Continua la lettura...

L'economia europea nelle mani di pochi non eletti
Luca M. Possati
del 09/09/2010

Mentre le sirene del debito continuano a suonare - Portogallo, Spagna e Irlanda restano nell'occhio del ciclone - l'Unione europea (Ue) s'interroga sui modi per rispondere alla crisi. Il vero problema, come sottolineano tanti esperti, non è la riforma finanziaria o la tassa alle banche - le questioni affrontate nella recente riunione dell'Ecofin, cioè dei ministri delle Finanze Ue - ma il potere e il ruolo delle istituzioni comunitarie. Finora i Ventisette sono andati sempre in un'unica direzione: il rafforzamento dei poteri centrali dell'Ue a discapito dei Governi nazionali.

Continua la lettura...

Gli spettatori pitturati
Angelo Marchi
del 08/09/2010

Spettatori finti in un calcio sempre più finto? ll dato numerico è certo: allo stadio Nereo Rocco di Trieste gli spettatori “virtuali” domenica pomeriggio hanno superato i 3.8 10 paganti “reali” che hanno assistito a Triestina-Pescara. Nella gradinata “Colaussi”, opposta alla tribuna stampa e perfettamente visibile alle telecamere, sono state infatti collocate dei teloni giganti raffiguranti i tifosi di casa, immortalati in occasione di situazioni di massimo afflusso all’interno della struttura triestina.

Continua la lettura...

I cattolici e l'urgenza di mediazioni alte
Francesco D'Agostino
del 07/09/2010

Per «ridare peso al popolo cattolico», sostiene Giuseppe De Rita, è necessario in primo luogo acquisire un’esatta percezione della sua consistenza. Si tratta di una consistenza notevole, ci spiega (nell’editoriale apparso sul "Corriere della Sera" del 31 agosto) il noto sociologo, sia in termini quantitativi che soprattutto qualitativi, socio-antropologici: i cattolici sono l’unica forza che nella società odierna si stia realmente manifestando come "post-moderna", capace cioè di produrre relazioni interpersonali, di fare integrazione e coesione sociale, di generare atteggiamenti di cittadinanza attiva, senza farsi travolgere dalle svariate forme di banale edonismo oggi dominanti. Però, continua De Rita, è un dato di fatto che questa rilevante consistenza non riesce a esprimersi, se non in modo frammentario e tutto sommato irrilevante, nella dialettica socio-politica.

Continua la lettura...

Placido fa di Vallanzasca un «mito»

del 07/09/2010

«In Parlamento ci sono persone che hanno fatto peggio del bandito Vallanzasca». Michele Placido per difendere il suo film Vallanzasca - Gli angeli del male (presentato fuori concorso, accolto piuttosto freddamente dalla stampa e preceduto da una valanga di polemiche destinate a non cessare) sceglie la via dello scontro. «Prima di fare questo film mi sono posto il problema perché sono stato prima in un collegio di preti e poi ho fatto il poliziotto» mette la mani avanti.

Continua la lettura...

Altra condanna per Sakineh: frustata 99 volte
LAURA SILVIA BATTAGLIA
del 05/09/2010

Novantanove frustate. Que­sto è il carico sul corpo di Sakineh Mohammadi Ash­tiani. L’ennesimo dopo le torture.

Continua la lettura...

Stili preconfezionati per un’età multilingue
NICOLETTA MARASCHIO
del 05/09/2010

Idue volti dell’italiano. Quello «fragile», legato a una «coscienza linguistica debole», al «livellamento verso un uso informale», a un «andamento stereotipato, in parte condizionato dai mezzi di comunicazione di massa che rischiano di togliere il gusto dell’invenzione e della libertà linguistica». E quello «vitale» che fa del nostro idioma «la quarta o la quinta lingua più studiata nel mondo» in cui «la capacità di rinnovamento» si innesta in un albero secolare le cui radici affondano nel fiorentino del Trecento.

Continua la lettura...

Gioventù d’Albania il sogno infranto del mito Occidente
GIOVANNI RUGGIERO
del 05/09/2010

Non ci sono soltanto i ragazzi di Ti­rana, quelli che vestono alla mo­da, che hanno visto l’Occidente e lo stanno imitando, e che la sera rendono allegro e vivace quel block protetto una volta da cavalli di frisia a cui nessun alba­nese poteva avvicinarsi. Non ci sono sol­tanto le ragazze di Tirana che osano con i vestiti come si vedono solo in televisio­ne e che il chador, che qualcuno sta proponendo, non metterebbero mai. Ci so­no anche i ragazzi di quelle città dove l’Occidente non si è ancora mostrato co­sì rutilante e smargiasso.

Continua la lettura...

Effetto crisi, crescono gli autonomi in nero
Pietro Saccò
del 05/09/2010


Per Confartigianato sono «micidiali concorrenti sleali». I 639.9 00 lavorato­ri autonomi irregolari, che operano in Italia senza pagare le tasse, senza versare i contributi, senza nemmeno registrarsi come imprenditori stanno rendendo ancora più difficile l’uscita dalla crisi per le imprese ar­tigiane regolari.

Continua la lettura...

Infliggere sofferenze per sentirsi «forti»
FERDINANDO CAMON
del 05/09/2010

È accaduto nel Padovano: un pensionato di 60 anni, guidando l’auto, ha investito un cane, non si è fermato, l’animale ha guaìto per ore, poi è morto. Qualcuno ha preso la targa, e ha fatto denuncia. Conclusione: multa di 389 euro al pensionato.

Continua la lettura...

Santuari, i polmoni della fede
Gianfranco Ravasi
del 05/09/2010

Secondo i calcoli dell’americana Mary Lee Nolan, nella sola Europa occidentale sarebbero 6000 le chiese che entrano nella categoria di "santuario", cioè di quel luogo sacro verso il quale converge, quasi a raggiera, un itinerario di fede per celebrare una memoria e una presenza sacra cristiana. Proprio questo movimento centripeto, dall’esterno verso il centro, costituisce l’evento "pellegrinaggio". A noi ora interessa evocare il profilo del pellegrinaggio al santuario come itinerario verso quel centro ove si ha l’incontro con Dio, con Cristo, con la storia della salvezza, con Maria, coi martiri, coi santi.

Continua la lettura...

Rispetto per i giovani e per ciò che il Papa dice
Marco Tarquinio
del 05/09/2010

Per fare cronaca non basta saper scrivere, bisognerebbe saper leggere. Leggere quel che davvero è scritto, non ciò che ci piacerebbe fosse scritto. Magari per 'fare titolo'.

Continua la lettura...

Don Camillo e Peppone? Son nati nel Beaujolais

del 05/09/2010

Peppone e don Camillo hanno dei "nonni" francesi. Si chiamano Bartolomeo Piéchut e don Agostino Ponosse, e sono, nella finzione letteraria, il sindaco progressista e il parroco di un piccolo paese nelle campagne del Rhône-Alpes. Essendo nati dalla fantasia dello scrittore Gabriel Chevallier prima dei due famosi personaggi del Mondo Piccolo, potrebbero essere (chissà?) gli ispiratori di Giovannino Guareschi.

Continua la lettura...

Prostituzione “nascosta” Così il dramma parla cinese
Laura Badaracchi
del 05/09/2010

Dalla strada all’indoor. Coi prezzi che scendono, scendono: una spirale economica che azzera il valore delle vita e della dignità, ma che ben corrisponde alle logiche di mercato in tempi di crisi. La prostituzione sta cambiando volto: anzi, ne sta prendendo uno più subdolo, nascondendosi nelle case private e nei centri di massaggi, più spesso utilizzando le maglie gelatinose della Rete per contattare e "adescare" i clienti.

Continua la lettura...

Violenza sulle donne, orrore interminabile
Luca Mazza
del 02/09/2010

Banali litigi che spesso sfociano in aggressioni, raptus di violenza che non si fermano davanti a nulla. Avvengono anche alla presenza in casa di figli piccoli. Uomini accecati da rabbia, che sfogano le loro frustrazioni ai danni di mogli e ragazze.

Continua la lettura...

Il denaro non si mangia
Pierluigi Natalia
del 01/09/2010

"Solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato, quando l'ultimo albero sarà abbattuto, quando l'ultimo animale sarà ucciso, solo allora capirete che il denaro non si mangia". Sono parole contenute in una profezia dei nativi americani Creek rivolta agli uomini bianchi. Le cita in una nota al capitolo introduttivo del volume I diritti dei popoli indigeni (Roma, Aracne, 2009, collana "Globalizzazione e diritto"-1, pagine 338, euro 21) il curatore Fabio Marcelli.

Continua la lettura...

Poco cibo e sempre più caro

del 01/09/2010

Mentre nel mondo diminuisce la produzione globale di grano, i prezzi degli alimenti continuano a salire, con conseguenze pesanti soprattutto per le popolazioni più povere del sud del mondo. Allarme in merito viene dalla Fao, l'agenzia dell'Onu per l'alimentazione e l'agricoltura, che ieri ha diffuso nuovi dati mondiali sia sulla produzione cerealicola sia sui prezzi alimentari. Questi ultimi sono cresciuti ad agosto per il terzo mese consecutivo, raggiungendo i livelli massimi da due anni.

Continua la lettura...

Quoziente familiare? «Si può fare subito»
Angelo Picariello
del 29/08/2010

Le politiche per la famiglia sono la vera priorità. E il quoziente familiare si può, anzi si deve, fare subito. Associazioni e politica sono d’accordo, e la spinta arriva dagli enti locali che già ci stanno provando.

Continua la lettura...

Pakistan: «Sono cristiani i tre volontari assassinati»
Lucia Capuzzi
del 30/08/2010

Tornavano alla loro base dopo un’estenuante giornata di la­voro. Dall’alba, avevano di­stribuito cibo, medicinali, coperte nella zona di Mingora. Tutto quel che avevano per aiutare gli sfollati della valle di Swat, nel Pakistan Nord Oc­cidentale, colpiti dalle peggiori allu­vioni degli ultimi 80 anni.

Continua la lettura...

Quei due solidi pilastri della scienza dal volto umano
Roberto Colombo
del 30/08/2010

Il 29 agosto di dieci anni fa, alle 11.3 0, Giovanni Paolo II giungeva da Castel Gandolfo al Palazzo dei Congressi dell’Eur dove era in corso il 18° Congresso internazionale della Società dei Trapianti. Dinnanzi a oltre 4.

Continua la lettura...

Italia maglia nera nella spesa per la famiglia
Francesco Riccardi
del 30/08/2010

Non è certo una sorpresa, ma in­quieta ancor di più. L’Italia è tra i Paesi che investono meno risorse per la tutela della maternità e per la famiglia. Appena l’1,4 per cento del prodotto interno lordo nel 2009, cer­tifica il ministero dell’Economia nel­la sua relazione sulla situazione eco­nomica del Paese.

Continua la lettura...

Giovani, storia e arte Ricetta anti-camorra
Valeria Chianese
del 29/08/2010

Scorre la vita nel Rione Sanità, negli slarghi arteriosi, nei capillari di vicoli. Pulsa il cuore di Napoli. Battiti incerti, tachicardiaci, extrasistolici, con lo stupore del primo respiro dopo un sonno apneico.

Continua la lettura...

Carceri, emergenza europea
Ilaria Sesana
del 30/08/2010

«Le carceri italiane sono fuori dalla costituzione». Che ad affermarlo sia il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, fa ben capire la gravità della situazione in cui si trovano i penitenziari italiani. Il sovraffollamento resta il dato più impressionante: 68mila persone stipate in spazi pensati per contenerne poco più di 47mila (la cosiddetta capienza regolamentare).

Continua la lettura...

Megalopoli a quota 500. E poi?
Joan Nogué
del 29/08/2010

Nel 1900 solo il 10% della popolazione mondiale viveva nelle città; oggi siamo già oltre il 50% (e addirittura oltre l’80% in Europa, America e Australia). All’inizio del Novecento, solo una decina di città in tutto il mondo superava il milione di abitanti e quasi tutte appartenevano a paesi con economie capitaliste; oggi sono quasi 500. Il mondo è diventato «urbano» nel corso del XX secolo e continuerà sicuramente a esserlo nel XXI.

Continua la lettura...

Carceri, un male diffuso non attenua la tragedia
Giuseppe Anzani
del 29/08/2010

L’estate declina, e il problema delle carceri è rimasto com’era, e resterà com’è. Quella subitanea attenzione d’un momento, quel pensiero ai "poveracci" arrostiti nelle celle mentre noi si pensa al ristoro delle vacanze, quel picco effimero di buonismo che celebra la sua virtuosa inutilità cede ora il passo alla routine del silenzio. Non è accaduto niente frattanto, niente di diverso, i soliti ammassi di corpi in ordinario e normalizzato tormento, i soliti suicidi, le solite disperazioni.

Continua la lettura...

I santi come Agostino compagni di viaggio del cristiano
Benedetto XVI
del 26/08/2010

Cari fratelli e sorelle,
nella vita di ciascuno di noi ci sono persone molto care, che sentiamo particolarmente vicine, alcune sono già nelle braccia di Dio, altre condividono ancora con noi il cammino della vita: sono i nostri genitori, i parenti, gli educatori; sono persone a cui abbiamo fatto del bene o da cui abbiamo ricevuto del bene; sono persone su cui sappiamo di poter contare. È importante, però, avere anche dei "compagni di viaggio" nel cammino della nostra vita cristiana: penso al Direttore spirituale, al Confessore, a persone con cui si può condividere la propria esperienza di fede, ma penso anche alla Vergine Maria e ai Santi. Ognuno dovrebbe avere qualche Santo che gli sia familiare, per sentirlo vicino con la preghiera e l'intercessione, ma anche per imitarlo.

Continua la lettura...

Crolla il mercato immobiliare negli Stati Uniti

del 25/08/2010

Non si allenta la morsa della crisi sull'economia americana. Questa volta le cattive notizie arrivano direttamente dal cuore della crisi, il settore dal quale tutto è partito, quello immobiliare. A luglio la compravendita di case già esistenti è crollata ai minimi da undici anni.

Continua la lettura...

Un plebiscito di tutti i giorni
Francesco Paolo Casavola
del 25/08/2010

Leggo dai Taccuini di lavoro di Benedetto Croce: "2 giugno (del 1946). Recatomi di buon'ora a votare. Che cosa verrà fuori da queste votazioni? Per distrarmi ho scritto l'articoletto sull'Alfieri satirico"; "6 giugno.

Continua la lettura...

Lo splendore del vero
Adriano Dell'Asta
del 22/08/2010

La storia di Tommaso Sgovio si apre come molte altre: agli inizi del Novecento una famiglia italiana di origini pugliesi viene costretta dalla povertà a cercare fortuna negli Stati Uniti; la situazione pesante in cui si trova il capofamiglia, un semplice operaio, immigrato in un Paese che conosce una profonda crisi economica, porta ben presto quest'ultimo alla militanza politica con la sinistra comunista; l'esito di questo impegno e lo scontro con le autorità americane e la conseguente espulsione dagli Stati Uniti. Siamo all'inizio degli anni Trenta. A quel punto il padre di Tommaso decide di non tornare nell'Italia fascista e di tentare invece la carta che allora affascinava moltissimi attivisti del movimento comunista internazionale: l'Unione Sovietica.

Continua la lettura...

Pietro e Maddalena
Lucetta Scaraffia
del 22/08/2010

Se sono state le studiose le prime a guardare con attenzione al ruolo delle donne nei testi sacri del cristianesimo, oggi questo filone di studi - per fortuna - è entrato anche nell'interesse degli studiosi, talvolta con risultati sorprendenti. Un esempio felice di questa nuova positiva realtà è un piccolo libro del teologo e biblista Damiano Marzotto (Pietro e Maddalena. Il vangelo corre a due voci, Milano, Ancora, 2010), dedicato alla collaborazione fra donne e uomini nel Nuovo Testamento.

Continua la lettura...

Dietro l'etichetta
Elena Guerra
del 01/08/2010

Bambini di cinque anni che smistano, tagliano e assemblano pellami per 12 o 16 ore ore al giorno per una paga di mezzo dollaro. Ragazzine stipate a cucire borse, abiti e maglie in tuguri senz’aria, dove sono costrette anche a mangiare e dormire, in modo da garantire turni di lavoro lunghi quanto l’intera giornata. Donne e uomini incollati notte e giorno alle macchine da cucire per stipendi inferiori a un paio di scarpe.

Continua la lettura...

Avvelenatori a piede libero
Antonio Lubrano
del 02/08/2010

Gli allarmi nel settore alimentare si moltiplicano: prima le mozzarelle blu, poi la ricotta rossa e ora il tonno e le alici drogate! Nel giro di due mesi, giugno e luglio, abbiamo rischiato di essere avvelenati in massa. Il caso più clamoroso e anche il più carico di pericoli per la salute del consumatore, è quello del pesce vecchio ringiovanito con un additivo, il cafodos, proibito in Italia, che non viene rilevato dalle analisi chimiche perché al contatto col ghiaccio si perde, scompare.

Sotto accusa alcuni stabilimenti di trasformazione in Puglia (Bisceglie, Gravina, Altamura) e a Ferrara.

Continua la lettura...

1980, l'eroica estate del popolo di Danzica
Luigi Geninazzi
del 19/08/2010

E’ un anniversario glorioso che stavolta però s’accompagna a sentimenti di grande tristezza. In Polonia trent’anni fa nasceva Solidarnosc, il primo sindacato libero in un Paese del blocco sovietico, la prima breccia nel muro del comunismo che iniziò a sgretolarsi sul litorale baltico prima di crollare definitivamente a Berlino.
Tutto cominciò con gli scioperi nei cantieri navali di Danzica, un’epopea ormai entrata nella storia a cominciare da Lech Walesa, l’operaio più famoso del mondo.

Continua la lettura...

Il consumo che premia le aziende sostenibili
Andrea Di Turi
del 19/08/2010

La chiave di tutto è la consapevolezza. Quando i consumatori diventano consapevoli di quanto le loro scelte di acquisto possano contribuire a orientare i destini dell’economia globale, per le imprese possono esser dolori. Specie se la strada scelta dai consumatori è quella del boicottaggio, che colpisce in modo mirato, organizzato, singole aziende o marchi responsabili di comportamenti ritenuti non condivisibili o addirittura poco etici.

Continua la lettura...

Guerra terribile e disumana Ma prima ancora contro natura
Ferdinando Camon
del 19/08/2010

È passata soprattutto su internet, poco ripresa dai giornali, una notizia che non sembra riguardare gli uomini, e invece li riguarda in pieno: una cagna-soldato, Gina, esperta nel fiutare esplosivi, è tornata dall’Iraq con la compagnia di veterani di cui fa parte, mostra gli stessi sintomi di loro, e vien curata come loro: distrazioni, sport, psicoterapia. Se le fanno psicoterapia, ammettono che ha una psiche. Che ha sindromi di tipo "umano".

Continua la lettura...

In Tv il medico non sbaglia mai
Carlo Bellieni
del 19/08/2010

Tv buona dottoressa? è il titolo di un saggio-inchiesta sul rapporto tra televisione italiana e medicina, da poco edito (Roma, Rai-Eri, 2010, pagine 292, euro 18). È una lettura interessante perché mostra in maniera ben documentata l'evoluzione di questo rapporto dai suoi albori sino ad oggi, attraverso l'esame attento delle fiction, telefilm, pubblicità e quant'altro sulle reti pubbliche e su quelle private. Le autrici, Roberta Gisotti e Mariavittoria Savini, mostrano il salto da quella che chiamano "paleo televisione" alla televisione moderna, la "neotelevisione".

Continua la lettura...

La chimera della mano invisibile
Marco Tibaldi
del 19/08/2010

Una delle principali acquisizioni dell'ultima enciclica di Benedetto XVI è che per affrontare i temi della vita sociale ed economica è essenziale porsi nell'orizzonte della verità. Ciò che, a prima vista, potrebbe sembrare una deriva metafisica per allontanarsi dalla realtà è invece una preziosa indicazione per trovare il bandolo di una matassa molto intricata. Appartiene al collocarsi nella verità la lucida analisi delle motivazioni profonde che hanno generato l'attuale situazione di crisi economica mondiale, epifenomeno macroscopico di una crisi sotterranea che attiene ai modelli che informano l'attuale vita sociale.

Continua la lettura...

Aumentano negli Stati Uniti le richieste di bancarotta

del 19/08/2010

Volano ai massimi degli ultimi cinque anni le richieste di bancarotta negli Stati Uniti. A due anni dal fallimento della banca d'affari Lehman Brothers, che segnò l'inizio simbolico della crisi, la tempesta non è ancora passata. In base ai dati diffusi dalle autorità americane, fra aprile e giugno le richieste sono risultate pari a 422.

Continua la lettura...

Teheran rilancia ancora: nuovo sito per l’uranio
Paolo M. Alfieri
del 17/08/2010

Incurante delle nuove sanzio­ni varate a giugno dal Consi­glio di sicurezza dell’Onu, l’I­ran proseguirà nell’ampliamento delle sue capacità di arricchi­mento dell’uranio. Vanno in que­sta direzione le ultime dichiara­zioni di Akbar Salehi, capo del­l’Organizzazione atomica irania­na, giunte ieri in vista della ripre­sa dei colloqui con l’Agenzia in­ternazionale per l’energia atomi­ca (Aiea) riguardo all’accordo sul­lo scambio di combustibile.

Il successo di questi colloqui po­trebbe aprire la strada a negozia­ti più ampi con l’Iran, ma funzio­nari occidentali hanno sollevato dubbi ora che l’Iran ha iniziato il 20% di arricchimento ed ha au­mentato le sue scorte di uranio impoverito.

Continua la lettura...

Ferragosto ai piedi di Maria: presenze raddoppiate
Giacomo gambassi
del 17/08/2010

Un popolo che non fa notizia. «Perché i fatti dello spirito non sal­gono alla ribalta della cro­naca », spiega il rettore del santuario di Caravaggio, don Gino Assensi. Eppure «qui si fa la storia, quella che si tes­se nel silenzio e che costi­tuisce la vera ossatura del­l’umanità », aggiunge il ret­tore del santuario di Loreto, padre Marzio Calletti.

Continua la lettura...

Lo Stato non paga Le imprese rischiano il crac
Giuseppe Matarazzo
del 17/08/2010

Ammontano a 70 miliardi i crediti che le imprese vantano complessivamente nei confronti della pubblica amministrazione. Con un tempo medio di pagamento che in Italia è di 128 giorni (con punte di 600-700 giorni nella sanità meridionale). Tre volte quello della Germania (40 giorni), e molto più lungo che in Gran Bretagna (49 giorni) e in Francia (70).

Continua la lettura...

Quel mondo in cammino che troppi non vedono
Giorgio Paolucci
del 17/08/2010

Ci voleva l’allarme bomba al santuario di Lourdes, rivelatosi poi inconsistente, perché il circo mediatico si accorgesse di un fenomeno che ordinariamente non assume dignità di notizia. Il "fenomeno" in questione sono i fiumi di pellegrini che in occasione della festa dell’Assunta affollano i santuari mariani. Trentamila solo nella località francese, migliaia nei luoghi-simbolo del nostro Paese.

Continua la lettura...

Spagna, convivenza e allarme La doppia faccia dell'islam
Michela Coricelli
del 15/08/2010

Di fronte alla macelleria “Youssef” – solo carne halal e dolci arabi – i ragazzi bevono birra ai tavolinetti della taverna “La Mancha”. Una signora di mezza età sorseggia un thè al bar Beirut, a pochi metri dai polli arrosto di Anacapri. Ad ogni angolo, un bugigattolo promette chiamate telefoniche, collegamenti Internet e invio di denaro in Marocco a prezzi moderati.

Continua la lettura...

Terapia familiare? Andiamoci piano

del 13/08/2010

Terapia familiare. Si potrebbe parlare di una 'moda', un nuovo corso nelle relazioni genitori-figli e in quelle di coppia, per cui sempre più spesso – anche in Italia – si prende la decisione di rivolgersi ad esperti in cerca di aiu­to. Come se le famiglie, da sole, non potessero farcela.

Continua la lettura...

Onore e orrore
Stefano Vecchia
del 13/08/2010

Essere giovani e innamorati, oggi in India può risultare fatale. Rigidi codici di condotta ancora applicati in molte parti del paese impediscono, in particolare alle donne, di scegliersi un compagno fuori dalla casta o all’interno della comunità di appartenenza per nascita. Le punizioni sono terribili, sovente letali, per un totale di almeno un migliaio l’anno.

Continua la lettura...

La presenza del male, la radice del bene
Carlo Cardia
del 13/08/2010

Forse perché le giornate scorrono serene, in questo periodo di vacanze, la presenza del male grida più forte, e appare più assurda che mai, venga da lontano o si manifesti tra noi. In Afghanistan otto persone di fede cristiana, che prestavano il loro aiuto in una terra violentata mille volte dalla guerra e dal fondamentalismo, sono stati trucidati. Unica loro colpa: avere con sé la Bibbia.

Continua la lettura...

Ries: «A Bruxelles poteri occulti contro la Chiesa»
Lorenzo Fazzini
del 30/06/2010

Un «colpo di forza» tipico di una «dittatura» che ha usato «metodi violenti» inaccettabili. È ancora sotto shock Julien Ries, direttore del Centro di storia delle religioni dell’Università Cattolica di Lovanio. Considerato uno dei più grandi antropologi al mondo – era ammirato da Claude Lévi-Strauss – è rimasto interdetto dallo stile con cui è stata condotta la perquisizione della polizia nella sede della Conferenza episcopale belga e nella Cattedrale di Malines.

Continua la lettura...

Belgio, raid polizia in chiesa per la procura fu «irregolare»

del 13/08/2010

Dopo tanto clamore, l'inchiesta che era giunta addirittura a "sequestrare" i vescovi belgi nel corso delle indagini sui casi di pedofilia, sembra avviata a concludersi con un nulla di fatto. Le perquisizioni condotte lo scorso giugno nell'ambito dell'inchiesta sui preti pedofili in Belgio sono state giudicate "irregolari" dalla procura generale di Bruxelles, che aveva aperto un'inchiesta dopo la denuncia dell'avvocato dell'ex primate della Chiesa belga, il cardinale Godfried Danneels. Lo ha dichiarato ai media l'avvocato del cardinale, Fernand Keuleneer.

Continua la lettura...

Due mondi a confronto sulla parola «Io»
Kagefumi Ueno
del 13/08/2010

Almeno tre elementi distinguono, dal punto di vista filosofico, il cristianesimo dalla religiosità nipponica e tre le parole-chiave: "ego", "natura" e "assolutizzazione". È ben netta la distinzione tra il concetto di ego buddhista-shintoista e quello monoteista occidentale. Anche il modo di concepire la natura in oriente è sostanzialmente diverso da quello occidentale: per i giapponesi la natura è divina e da riverire, sentimento non condiviso dagli occidentali.

Continua la lettura...

Consumi in calo al Sud, meno al Nord

del 10/08/2010

In continua riduzione i consumi nel Mezzogiorno, ma il biennio di crisi si fa sentire anche al Nord. A livello generale, l'attuale fase di ripresa continua ad essere caratterizzata da una «significativa debolezza della domanda delle famiglie», con una particolare accentuazione nelle regioni del Meridione, e le previsioni dei consumi per il 2010 sull'intero territorio sono pari a +0,4%, mentre per il 2011 è previsto un leggero miglioramento (+1%).

È quanto emerge dal Rapporto dell'Ufficio Studi di Confcommercio-Imprese per l'Italia Aggiornamento delle analisi e delle previsioni dei consumi delle famiglie nelle regioni italiane.

Continua la lettura...

Situazione critica a Mosca avvolta dal fumo

del 09/08/2010

La mortalità a Mosca è raddoppiata negli ultimi giorni per l'ondata di caldo e fumo provocata dagli incendi. Il timore, che circolava da giorni, è stato confermato dal capo del dipartimento Sanità dell'amministrazione, Andrei Seltsovski. "Negli ultimi giorni la mortalità a Mosca è aumentata del doppio", ha detto Seltsovski.

Continua la lettura...

Caldo e celle sovraffollate, impennata di suicidi
Ilaria Sesana
del 08/08/2010

«Aiutateci siamo alla pazzia per il caldo». L’appel­lo, disperato, era stato lanciato qualche giorno fa dai detenuti del Coroneo, il carcere di Trie­ste. «Siamo in soprannumero (233 detenuti per 155 posti, n­dr ),

non si respira».

Continua la lettura...

Ridiamo la speranza a Enzo: vaga in strada e 5 figli l’aspettano
Maurizio Patricello
del 07/08/2010

Spigliato, mingherlino, aveva da sempre svolto il mestiere di ambulante abusivo. Girava la Campania e il Basso Lazio con due grosse borse stracolme di calzini e altri indumenti intimi, reclutando i clienti tra le fasce meno abbienti della popolazione. Giunto in un paese, sperava innanzitutto di non imbattersi in vigili urbani troppo zelanti e scrupolosi, che lo avrebbero multato e gli avrebbero ordinato di sgombrare.

Continua la lettura...

Alla «battaglia del grano» nessun vincitore
Fulvio Scaglione
del 07/08/2010

Siamo nel 2008 o nel 2010? Allora la siccità e gli incendi in Australia, quarto esportatore mondiale di grano, contribuirono a innescare la corsa al rialzo dei prezzi dei generi alimentari. Oggi, la siccità e gli incendi che devastano la Russia occidentale, secondo esportatore mondiale di grano, ed hanno imposto al Cremlino il blocco delle esportazioni di cereali dal 15 agosto al 31 dicembre, riportano in vita lo spettro delle rivolte per il pane che in molti Paesi poveri o in via di sviluppo punteggiarono di morti i lunghi mesi della crisi. Le autorità internazionali, per prima la Fao (Food and Agriculture Organization), escludono il ripetersi dell’emergenza-cibo, grazie all’abbondanza delle riserve.

Continua la lettura...

Grano alle stelle, un nuovo incubo fame
Alessandro Bonini
del 07/08/2010

L'impennata dei prezzi del grano, dai primi di giugno quasi raddoppiati, fa temere una nuova crisi alimentare. A rischio sono soprattutto i Paesi emergenti, dove il fenomeno dell’inflazione è sempre in agguato e una fiammata dei prezzi può incendiare equilibri sociali già precari. Non sarebbe una crisi paragonabile a quella vissuta nei primi mesi del 2008, quando dal Centramerica all’Egitto scoppiarono tumulti con decine di vittime per contendersi una tortilla o un sacco di farina.

Continua la lettura...

Dove eri Dio? Ma nella tempesta Tu ci parli
Alessandro D'Avenia
del 07/08/2010

Dov’eri ieri mattina, Dio? Non a Milano, in viale Abruzzi, dove le mani di Oleg, ragazzo di 25 anni, hanno spappolato la vita di Emilu, donna di 41 anni con l’unica colpa passare da lì. Te l’ho chiesto spesso in questi giorni, Dio. Dove eri quando l’impiegato in odore di licenziamento ha sparato ai suoi colleghi? E dove, quando il ragazzo laureato ha sparato alla fidanzata sedicenne che lo aveva lasciato? Tutte le volte che ti faccio questa domanda, Dio, mi ricordo il consiglio di un amico: «Chiediti piuttosto: dov’era l’uomo?».

Continua la lettura...

Donne e bambini i più vulnerabili nella mobilità umana
Gianluca Biccini
del 08/08/2010

A confronto quotidiano con "una realtà vasta e complessa" - quella della mobilità umana - "che tocca quasi un miliardo di persone". Così interpreta il compito affidatogli da Benedetto XVI lo scalabriniano Gabriele Ferdinando Bentoglio, nominato il 6 maggio scorso sotto-segretario del Pontificio Consiglio per la Pastorale dei Migranti e degli Itineranti. Insegnante allo Scalabrini International Migration Institute, di cui è divenuto anche preside, è stato inoltre professore invitato della Pontificia Università Urbaniana, vice-rettore dell'Istituto Teologico Scalabriniano, consigliere, procuratore e segretario generale della sua congregazione.

Continua la lettura...

Il giorno nero dei dalit in India

del 08/08/2010

Sarà un Black Day, il Giorno Nero, quello che milioni di dalit (fuori casta) cristiani e musulmani celebreranno il 10 agosto in India, per sottolineare il perdurante stato di discriminazione in cui sono costretti a vivere. Il 10 agosto, infatti, sarà ricordata la promulgazione della Constitution (Scheduled Castes) Order del 1950 che preclude ai dalit non indù il godimento di una serie di diritti sociali, tra cui, in particolare, l'accesso lavorativo nelle amministrazioni pubbliche. Originariamente la normativa contemplava soltanto i dalit indù tra i beneficiari del provvedimento, ma in seguito venne estesa anche a sikh e buddisti.

Continua la lettura...

Benvenuto ebook ma lunga vita al libro
Giulia Galeotti
del 08/08/2010

Washington. Ultimo piano del James Madison Building. Un lungo corridoio conduce all'anticamera della Room 608.

Continua la lettura...

Le tre partite di Obama
Luca M. Possati
del 05/08/2010

Con un deficit pubblico in costante ascesa, il dollaro che perde terreno, l'economia che stenta a ripartire e le tensioni interne al fronte democratico, Barack Obama affronta uno dei momenti più complessi del suo mandato. Il pacchetto di stimoli economici da 787 miliardi di dollari potrebbe non bastare a risanare le ferite dell'America. Politicamente la situazione al Congresso resta bloccata: anche se manterranno il controllo della Camera dei Rappresentanti alle elezioni di mid-term, previste per novembre, i democratici non avranno i voti per varare nuovi incentivi.

Continua la lettura...

Il disarmo atomico è possibile

del 05/08/2010

Un mondo senza armi nucleari "non è un sogno impossibile": lo ha detto ieri a Tokyo il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, in visita in Giappone per partecipare alle imminenti celebrazioni per il 65° anniversario dallo scoppio delle bombe di Hiroshima e Nagasaki. Parlando agli studenti della prestigiosa università Waseda di Tokyo, Ban Ki-moon ha rivolto un messaggio ai giovani del Sol Levante affinché siano in prima fila nel movimento internazionale per la promozione del disarmo atomico.
"Alcuni sostengono che l'eliminazione degli armamenti nucleari sia solo un sogno, o un progetto troppo ambizioso - ha dichiarato il segretario generale dell'Onu -.

Continua la lettura...

Banca del Meridione Ma era una truffa
Valeria Chianese
del 04/08/2010

Doveva segnare il riscatto del Sud privato del suo presti­gioso istituto di credito, in­vece la “Banca popolare del Meri­dione” si sta rivelando sempre più somigliante, anche se con modi più raffinati e scopi più ambiziosi, al “pacco” del falso bancomat di qual­che decennio fa, entrato ormai nel­la storia delle truffe: una scatola di cartone vivacemente dipinta messa da qualcuno - lo scaltro ideatore non è stato mai individuato - accanto al­l’ingresso principale, chiuso, della sede del Banco di Napoli e che nel­le poche ore in cui funzionò raccol­se diversi milioni di lire depositati da ignari e fiduciosi clienti. Per la, presunta, Banca popolare del Meri­dione le cose sono state organizza­te grandiosamente, ma la sostanza resta la stessa: 842 sottoscrittori che hanno versato in totale oltre dieci milioni di euro, di cui però non re­stano tracce.

Il progetto di una banca che in au­tonomia riprendesse i fili del tessu­to economico del Mezzogiorno è na­to nel 2005 dalla fertile fantasia del sedicente manager e adesso intro­vabile Raffaele Cacciapuoti, 44 anni, tre lauree, master internazionali ed una precoce vocazione finanziaria se a 17 anni fu indicato come miglior venditore di fondi comuni, forse nel­le simulazioni che gli studenti del tecnico commerciale eseguono a scuola.

Continua la lettura...

Sovraffollamento, così la vita in cella diventa inferno
Ilaria Sesana
del 04/08/2010

Uno dei tanti paradossi delle carceri italiane. Uno 'sfolla­mento' di una trentina di detenuti dal carcere di Opera (Mi­lano) a quello di Favignana ( Trapa­ni) quando, a queste persone, man­cava solo una settimana al termine della pena. «Una traduzione, cioè u­no spostamento, costa dai 3 ai 4mi­la euro a detenuto», denuncia Sal­vo Fleres, garante dei detenuti del­la Sicilia.

Continua la lettura...

Carceri, bilancio in rosso E briciole per «rieducare»
ILARIA SESANA
del 04/08/2010

La pena «deve tendere alla rieducazione del condannato». È quanto prevede il terzo comma dell’articolo 27 della Costituzio­ne. In concreto, significa che ai detenuti devo­no essere offerte una serie di possibilità (attra­verso lo studio, la formazione e l’avviamento al lavoro, ad esempio) per arrivare al «fine pena» con la concreta possibilità di non tornare più in carcere.

Continua la lettura...

Una lobby per il cinema bello e buono
Gaetano Vallini
del 02/08/2010

L'unità della famiglia, il rapporto che lega padre e figlio, l'accoglienza del diverso, ma soprattutto il perdono e la riconciliazione: sono queste, tra le diverse presentate dai film in concorso, le tematiche premiate sabato al Fiuggi Family Festival, a chiusura della terza edizione. La scelta non è stata semplice, tanto che la giuria, presieduta da Luca Bernabei, direttore delle attività produttive della Lux Vide, ha deciso di assegnare un ex aequo e una menzione speciale. Vincitori, come migliori film, sono From Time To Time, fantasy del regista Julian Farrow, e Vicky il vichingo di Michael Herbig.

Continua la lettura...

Il Grande Fratello e l'identità perduta
Luca M. Possati
del 02/08/2010

"I miei veri genitori sono quelli adottivi, ma non basta". Tiziana, 27 anni, segni particolari: è iscritta a Facebook, al gruppo "Figli adottati". Sta cercando la madre mai conosciuta.

Continua la lettura...

Nulla dura per sempre
Benedetto XVI
del 02/08/2010

Cari fratelli e sorelle,
in questi giorni ricorre la memoria liturgica di alcuni Santi. Ieri abbiamo ricordato sant'Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù. Vissuto nel XVI secolo, si convertì leggendo la vita di Gesù e di Santi durante una lunga degenza causata da una ferita subita in battaglia.

Continua la lettura...

Il monastero della tortura
Marta Dall’Asta
del 29/07/2010

Un’aberrante logica ha fatto sì che dopo la rivoluzione russa molti edifici sacri, soprattutto monasteri, siano tornati utili agli scopi della repressione con le loro mura, le celle, i sotterranei…
Il prototipo di questa mostruosa metamorfosi è il tante volte ricordato monastero delle isole Solovki, diventato il lager scuola di tutto il futuro Arcipelago. Ma non è il solo esempio, ce ne sono anche di più terribili per le violenze che vi si perpetravano, come il monastero di Santa Caterina, presso Mosca, trasformato nel 1938 in un carcere specializzato in torture, la famigerata e misteriosa «dacia delle torture», o prigione di Suchanovka. Misteriosa perché sembrava che non esistessero testimoni sopravvissuti, la si conosceva solo attraverso voci incontrollate e leggende; la voce popolare collegava insistentemente la prigione al nome di Berija.

Continua la lettura...

Iraq-Kuwait, «vent’anni dopo» resta al-Qaeda
Camille Eid
del 01/08/2010

Deve essere stata propria una brutta sorpresa per i kuwaitia­ni svegliarsi quella mattina e trovare l’esercito iracheno pattugliare le vie della loro capitale. Sorpresa lo fu anche per il resto del mondo, messo da­vanti al fatto compiuto, nonostante i se­gni premonitori che si erano moltipli­cati prima di quel fatidico 2 agosto di vent’anni anni fa. Una svolta per il Me­dio Oriente da allora sempre più fran­tumato in fazioni sempre più feroce­mente contrapposte: fu per le riper­cussioni a catena innescate dal conflit­to che un allora giovane emiro, Osama Benladen, si decise a “perfezionare” al-Qae­da.

Continua la lettura...

Un fronte «invisibile» e le file al supermercato
Fulvio Scaglione
del 01/08/2010

Dalla radio e lo zucchero ai satelliti e Internet. Potrem­mo usare questi termini, con sintesi estrema, per descrivere in un lampo i vent’anni ormai tra­scorsi (in un lampo anch’essi) tra la prima Guerra del Golfo e i giorni dell’Iraq liberato da Saddam ma non dal terrorismo, con le truppe Usa che aspettano solo il momen­to del “tutti a casa”. Forse oggi po­chi se lo ricordano, ma trascorrem­mo la vigilia del primo attacco al Rais inchiodati alla radiolina, più o meno come avevano fatto i nostri genitori prima di noi.

Continua la lettura...

La Seconda Repubblica ha mutato i riti delle dimissioni
Marco Olivetti
del 01/08/2010

La riartico­lazione interna della maggio­ranza, con l’uscita dal Pdl dei deputati e senatori 'finiani' e la formazione, alla Camera, di un nuovo gruppo, ha posto il problema della continuità della coalizione di governo che sostiene da 26 mesi il IV governo Berlusconi. Di fronte a una modificazione politica sostanziale degli equilibri interni alla maggioranza, sono stati posti alcuni quesiti. Vi è un obbligo del presidente del Consiglio di aprire una crisi di governo o, quantomeno, di presentarsi alle Camere per rendere conto della situazione politica? Ed esiste un obbligo del presidente della Camera di dimettersi, essendo stato indicato da una maggioranza rispetto alla quale ha modificato in profondità la sua collocazione? Le questioni ora menzionate ricevono una risposta lineare sul piano dello stretto diritto costituzionale, mentre emergono indicazioni più problematiche se si tiene conto di quelle prassi politiche che sono la 'carne' che riveste le 'nude ossa' delle regole giuridiche.

Continua la lettura...

Kuwait ’90, primavera mai diventata estate
Riccardo Redaelli
del 01/08/2010

L’emirato del Kuwait, da qualcosa di esotico che, per la maggior parte delle persone, stava lì, in qualche parte nel Medio Oriente, divenne un luogo simbolo di una ritrovata concordia internazionale. Le Nazioni Unite, il pachiderma bloccato per decenni dai veti incrociati dalle due superpotenze, apparvero – per un breve periodo – lo strumento di gestione dei conflitti sognato nel lontano 1945: le risoluzioni di condanna dell’occupazione irachena e l’ultimatum del Consiglio di Sicurezza del 29 novembre 1990 furono infatti l’architrave per costruire attorno a Washington una coalizione di 37 Paesi e per legittimare l’attacco all’Iraq, con la famosa operazione militare Tempesta del Deserto. Questo senso di svolta epocale venne favorito anche dall’ascesa – proprio con la crisi kuwaitiana – della tivù globale, con gli ormai mitici reportage della Cnn e con una copertura senza precedenti delle trattative e poi del conflitto.

Continua la lettura...

Intercettazioni, non siamo soli
Paola Rinaldi
del 29/07/2010

Non solo vip. La mania di spiare i volti noti del jet set italiano e internazionale sembra non bastare più. Mentre si continua a digitare e versare inchiostro sul tema delle intercettazioni, giorno dopo giorno sta prendendo piede una dimensione diversa del fenomeno, più intima, casalinga, che ci tocca da vicino.

Continua la lettura...

Il dialogo e la convivenza contro il fanatismo religioso

del 30/07/2010

Condanna di ogni forma di fondamentalismo religioso e dell'uso strumentale della fede; apprezzamento per tutti gli sforzi tesi all'affermazione del dialogo e della pacifica convivenza. Incontrando, ieri, una delegazione dell'associazione studentesca Rondine-Cittadella della Pace - giunta a Istanbul a conclusione del "viaggio di amicizia" nel Caucaso del sud e in Turchia - il Patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo, ha sottolineato come occorra "eliminare il fanatismo religioso, che purtroppo esiste ancora oggi, così come bisogna eliminare le guerre nel nome delle religioni". Per questo ha incoraggiato l'esperienza di convivenza e di dialogo che Rondine vive ogni giorno grazie allo Studentato internazionale, accogliendo giovani provenienti da diverse aree di conflitto.

Continua la lettura...

Passa per Berlino il treno della ripresa

del 30/07/2010

Scatta in avanti l'industria tedesca e rinasce la fiducia nell'euro. Sono questi due dati essenziali che stanno caratterizzando l'attuale scenario economico continentale: la crescita delle esportazioni tedesche verso i Paesi emergenti ha avuto un effetto molto positivo sul mercato del lavoro e ridato slancio agli investimenti. I risultati di molte società confermano il rafforzamento tanto atteso.

Continua la lettura...

Il monito papale e la pornografia 1 parte
don Marcello Stanzione
del 09/07/2010

Il Santo Padre Benedetto XVI, tempo fa, ricevendo in udienza i partecipanti al Congresso promosso dall’Università Lateranense in occasione del 40° anniversario dell’Enciclica Humanae Vitae, di Paolo VI, ha affermato: “Se l’esercizio della sessualità si trasforma in una droga che vuole assoggettare il partner ai propri desideri e interessi” allora ad essere minacciata è “la dignità della persona umana”. Sempre più i crimini a sfondo sessuale nella nostra società occidentale sono in vertiginoso aumento. Stranamente non si afferma però che la causa principale di tale situazione è il grande boom della pornografia.

Continua la lettura...

Il ruolo della donna islamica in Occidente
Marco Patruno
del 02/06/2010

Sara Hejazi antropologa italo-iraniana dell’Università degli Studi di Torino è autrice del libro L'Iran svelato. Antropologia dell'intreccio tra identità e velo, pubblicato dalla casa editrice Aracne. Sara Hejazi ha dedicato una parte delle sue ricerche sul ruolo del velo nella Repubblica Islamica d’Iran.

Continua la lettura...

Pacchetto sicurezza, un anno dopo
Stefano Femminis
del 02/08/2010

Se questa, politicamente parlando, è l'estate delle intercettazioni, il tormentone del 2009 è stato indubbiamente il cosiddetto «pacchetto sicurezza». Una legge fortemente voluta dalla maggioranza, Lega nord in testa, e altrettanto fortemente osteggiata dall'opposizione. Un provvedimento articolato, che riunisce sotto il capitolo «sicurezza» questioni molto diverse: dall'immigrazione alla criminalità organizzata, dalle ronde ai clochard, dal decoro urbano ai buttafuori delle discoteche.

Continua la lettura...

Rimozione forzata
Stefano Femminis
del 02/08/2010

In un comunicato stampa dello scorso giugno, l'Associazione San Marcellino di Genova, legata ai gesuiti e impegnata nell'aiuto dei senza fissa dimora, condannava la proposta di installare nei parchi della città ligure panchine anti-clochard (costruite cioè in modo da evitare bivacchi). Si leggeva, tra l'altro: «Alla fine dell'Ottocento, (.. .

Continua la lettura...

Imprenditori di se stessi
Alberto Friso
del 19/07/2010

È un’Italia da record, di cui andare orgogliosi. Stiamo parlando dell’imprenditoria nostrana che, stando alle cifre, è a livello mondiale la più diffusa sul territorio in rapporto alla popolazione. Il nostro Pae­se dispone infatti di un parco imprese pari a 4 milioni 400 mila unità, secondo quanto riporta l’ultima rileva­zione dell’Istat.

Continua la lettura...

Il Cattolicesimo è la Verità assoluta
Paolo Risso
del 21/07/2010

E ora anche noi ci mettiamo alla scuola di questo grande maestro e proviamo a seguire questo luminoso itinerario che lui ha seguito e tracciato anche per noi.
Dall’essere a Dio
Il primo impegno di padre Garrigou-Lagrange – si veda l’opera Il senso comune e la filosofia dell’essere (1909) – scardina e confuta l’agnosticismo per cui non si potrebbe conoscere più nulla di vero e di certo, e riafferma il valore oggettivo e trascendente dei principi razionali, attraverso cui l’uomo conosce la prima verità accessibile riguardo al reale. Ecco la prima lezione di san Tommaso, o meglio della “filosofia dell’essere”: senza la certezza che con la nostra ragione raggiungiamo, anche se in modo limitato, la realtà, non potremo mai dire nulla di sicuro su Dio, neppure sul Dio che Gesù Cristo ci ha rivelato.

Continua la lettura...

Io! Gli altri... non esistono proprio
Sabino Frigato
del 10/07/2010

Vuoi sapere, non se sei, visto che lo sei – lo siamo! – ma quanto sei superbo? Sottoponiti a questo minitest.

o Vuoi sempre aver ragione?

o Ti piace metterti in vetrina?

o Tagli i ponti quando ti criticano?

o Le figuracce ti distruggono?

o Ti racconti sempre come un protagonista “vincente”?

o Su tutto dici la tua criticando tutto e tutti?

o Del parere altrui te ne freghi?.. .

Continua la lettura...

Il mattatoio televisivo
Gionata Di Cicco
del 10/07/2010

La terra è viva, si muove respira, emette ceneri grigie mostrando scenari talvolta catastrofici per la vita di noi piccoli grandi uomini. Vista dall’alto della sua possanza l’enorme colonna di fumo sull’Islanda ha messo a nudo l’impotenza umana di fronte alle forze naturali. Noi uomini siamo scintille sotto i cieli, c’è chi arde per un momento prima del viale del tramonto, e tanti i cui nomi non sono scolpiti neanche su una lapide.

Continua la lettura...

La Chiesa contro la corruzione: educare le coscienze alla legalità

del 06/07/2010

«Condivido profondamente l’appello contro la corruzione lanciato al termine del ciclo di incontri dedicati alle "5C", cioè Corruzione, Competitività, Civiltà, Costituzione, Carità». Monsignor Adriano Vincenzi, vice assistente nazionale dell’Ucid (Unione cristiana imprenditori e dipendenti), non ha dubbi sulla necessità di un impegno forte della Chiesa in favore della legalità a tutti i livelli. Partecipando all’iniziativa organizzata dall’Ambriosianeum e dalla Fondazione Corriere della Sera su un progetto dell’economista Marco Vitale e del giornalista e presidente dell’Istituto, Marco Garzonio, monsignor Vincenzi ha messo l’accento sul fatto che «la Chiesa ha sempre parlato molto chiaramente sul tema della corruzione».

Continua la lettura...

Dai vampiri di Twilight al mito dell'eterna giovinezza
Gaetano Vallini
del 23/07/2010

Mentre la medicina è impegnata a rendere sempre meno evidenti e più sopportabili gli effetti dell'invecchiamento, l'immaginario scientifico va ben oltre il possibile, suscitando attesa ma anche preparando il mercato a invenzioni che, scavalcando ogni limite anche etico, inseguono la prospettiva di un futuro libero dalla sindrome di Titone. Di lui, figlio di Laomedonte, s'invaghì Eos, dea dell'Aurora, decisa a sposarlo a ogni costo. La sua insistenza ottenne da Zeus per l'amato il dono dell'immortalità, ma l'innamorata non si preoccupò di chiedere anche quello dell'eterna giovinezza.

Continua la lettura...

Fiducia tradita
Vicente Cárcel Ortí
del 23/07/2010

La prima decisione che la Santa Sede prese dopo il riconoscimento diplomatico della Seconda Repubblica spagnola (23 aprile 1931) fu di chiedere ai vescovi di raccomandare ai sacerdoti, ai religiosi e ai fedeli rispetto e obbedienza verso i poteri costituiti per il mantenimento dell'ordine e per il bene comune.
Prima che tale decisione fosse comunicata ai prelati per la via ordinaria della Nunziatura Apostolica, il vescovo di Barcellona, Manuel Irurita, l'anticipò pubblicando il 16 aprile una circolare in castigliano e in catalano, dove dava disposizioni al clero della sua diocesi affinché si tenesse lontano dalle dispute politiche, senza negare il rispetto per le autorità civili, fra le quali una, che si dichiarava cattolica, gli aveva reso visita per tranquillizzarlo, dicendogli che il nuovo "Stato catalano", anche se aveva un carattere laico, avrebbe rispettato la religione.
Il vescovo credette opportuno ricambiare la visita.

Continua la lettura...

Un'alleanza contro il secolarismo
Grégor Puppinck
del 21/07/2010

Il caso Lautsi ha suscitato scalpore in Europa dopo la condanna dell'Italia da parte della Corte europea dei diritti dell'uomo per la presenza dei crocifissi nelle scuole pubbliche, presenza che violerebbe i diritti dell'uomo. Per dare una base legale alla sua decisione, la Corte ha creato un obbligo nuovo, per il quale lo Stato sarebbe "tenuto alla neutralità confessionale nel campo dell'educazione pubblica". La Corte ha aggiunto di non vedere "come l'esposizione, nelle classi delle scuole pubbliche, di un simbolo che è ragionevole associare al cattolicesimo (religione maggioritaria in Italia) potrebbe servire il pluralismo educativo, che è essenziale per preservare una "società democratica" così come la concepisce la Convenzione".

Continua la lettura...

Scienza disinvolta
Giulia Galeotti
del 21/07/2010

Ogni Paese ha i suoi miti eziologici ed episodi storici fondativi. Se nella maggior parte delle occasioni si tratta di vicende edificanti, altre volte, invece, lo scopo di ricordarli è quello di veicolare moniti di particolare importanza e, purtroppo, tuttora attuali. Rientra in questo secondo caso il tristemente celebre Tuskegee Syphilis Study, divenuto la metafora americana della degenerazione cui può condurre l'intreccio tra razzismo, ricerca medica senza scrupoli, e disumanità.

Continua la lettura...

Emirati. La Chiesa «precaria»
Chiara Zappa
del 18/07/2010

Su via al-Karamah il traffico è intenso. I taxi si fermano per fare scendere donne avvolte in sari indiani e famiglie di filippini, mentre gruppi di giovani africani si uniscono al flusso inarrestabile di centinaia di persone dirette verso la cattedrale di San Giuseppe. Il cortile della parrocchia è invaso da migliaia di bimbi appena usciti dal catechismo settimanale.

Continua la lettura...

Pakistan, uccisi due cristiani accusati di blasfemia

del 19/07/2010

Rashid Emmanuel e Sajid Masih Emmanuel, due fratelli cristiani a processo con l’accusa di blasfemia, sono stati uccisi oggi a colpi di arma da fuoco all’uscita del tribunale. Un commando di sconosciuti ha colpito all’esterno del tribunale di Faisalabad, nel Punjab. I due uomini, ammanettati, dovevano rientrare in carcere al termine dell’udienza.

Continua la lettura...

Settimanali diocesani, la scure delle tariffe
Paolo Viana
del 18/07/2010

La stretta postale sta soffocando la piccola editoria. I settimanali diocesani sono costretti a tagliare dove possono. Qualcuno vede profilarsi all’orizzonte lo spettro della chiusura.

Continua la lettura...

Delitto mediatico
Francesco Ognibene
del 18/07/2010

C’ è un modo semplice e devastante per mettere il bavaglio – vero e letale – alla stampa libera in Italia. È un sistema che non sta su­scitando dibattiti nelle aule parlamentari e nelle piazze, né può essere contrastato a colpi di post–it. Arriva dritto alle radici e zac, taglia l’albe­ro fino a renderlo instabile, pericolante e a farlo cadere.

Continua la lettura...

Ecco perché il Belgio massone fa la guerra alla Chiesa
Gianfranco Amato
del 02/07/2010

24 giugno 2010, una data destinata a lasciare il segno nei travagliati rapporti tra la Santa Sede ed il Regno del Belgio. Quel giorno, mentre è in corso una riunione della locale Conferenza Episcopale, una trentina di poliziotti fanno irruzione nell’Arcivescovado di Malines-Bruxelles in pieno stile sovietico. I Vescovi presenti vengono trattenuti per nove ore
in stato di fermo, previa perquisizione e sequestro dei rispettivi telefoni cellulari.

Continua la lettura...

Santificarsi col lavoro 2 parte
Javier Echevarría
del 10/07/2010

I monaci, nei loro conventi, si dedicano tutto il giorno a mille faccende: puliscono la casa e svolgono attività con cui si guadagnano da vivere. Spesso mi scrivono religiosi e religiose di vita contemplativa, con apprezzamento e affetto per l’Opera, dicendo che pregano molto per noi. Comprendono ciò che molta gente non comprende: la nostra vita secolare di contemplativi in mezzo al mondo, in mezzo alle attività temporali.

Continua la lettura...

Obama preferisce i “tecnici” ai “filosofi”

del 03/07/2010

Il periodico “Le Scienze”, edizione italiana del “Scientific American”, annuncia nel numero di giugno l’“epurazione” attuata dall’inquilino della Casa Bianca nella nuova Commissione Presidenziale di bioetica, in cui ha rimpiazzato molti eticisti e religiosi con scienziati ed “esperti” di politiche della ricerca. Questa, ora, la composizione: 6 scienziati, 2 giuristi, 2 filosofi, 1 frate francescano, 3 membri di agenzie governative, 1 rappresentante di un’associazione di pazienti e – per la prima volta – 1 rappresentante dei nativi americani. Evidente la disparità di forze in campo, per assicurare quanto meno una equilibrio tra concezioni e sensibilità.

Continua la lettura...

L'Iran vicino all'atomica

del 14/07/2010

L'Iran è vicino a possedere i mezzi necessari per creare armi atomiche.
Lo ha affermato ieri il presidente russo, Dmitri Medvedev, con una dichiarazione che conferma l'inasprimento della posizione di Mosca, fino a qualche mese fa considerata buona alleata di Teheran. Nel frattempo, il ministro degli Esteri iraniano, Manuchehr Mottaki, è giunto ieri sera a Madrid, dove oggi avrà colloqui con le autorità spagnole anche sul controverso programma nucleare, secondo quanto annunciato dall'agenzia Irna.

Continua la lettura...

Valori religiosi e integrazione degli africani in Italia

del 17/07/2010

L'attenzione alle religioni va considerata un tassello, doveroso e lungimirante, della politica di integrazione. Si tratta di un aspetto che deve trovare maggiore rilevanza nelle analisi socio-economiche e politiche, in particolare quando si parla di cultura africana, anelito insopprimibile di religiosità che, nell'incontro con il cristianesimo, ha trovato uno dei suoi sbocchi naturali, condividendone valori e ideali. È una delle riflessioni emerse ieri a Roma alla presentazione del volume Africa-Italia.

Continua la lettura...

Se la dignità è anoressica
Paolo Becchi
del 17/07/2010

Silete theologi in munere alieno!: questa celebre affermazione del giurista Alberico Gentili (1612) segna, nella sua icasticità, le linee fondamentali di quell'ultima grande narrazione, il dominio della ragione, che ha segnato quel processo di razionalizzazione e di disincanto proprio dell'Occidente moderno di cui parlava Max Weber.
Di fronte al persistente rilievo sociale delle religioni e ai conflitti che sollevano tutta una serie di scottanti questioni bioetiche, ai rischi - bene individuati negli ultimi scritti di Habermas - di un "deragliamento" della modernizzazione, siamo costretti, oggi, a rivedere il senso di quella razionalità e il significato di un principio, quello della dignità umana, messo oggi a dura prova soprattutto dalle nuove potenzialità bio-tecnologiche applicate all'uomo.
Dal punto di vista della tradizione giudaico-cristiana, la dignità è fondata sull'idea biblica che l'uomo sia stato creato "a immagine e somiglianza di Dio" (Genesi, 1, 26-27): qualcosa d'inscalfibile, d'indisponibile risiede nell'uomo, perché l'uomo è l'unica traccia del divino nel mondo, e di un divino che, con il Cristo, si incarnerà, si farà a sua volta uomo.

Continua la lettura...

Comunicatore della verità

del 15/07/2010

Un "vero professionista dell'informazione religiosa", alla quale "si è preparato con scrupolo"; autore di "servizi che rimarranno storici" e promotore della memorabile lettura integrale della Bibbia, che nell'ottobre 2008 ha coinvolto 1.4 52 persone - a cominciare da Benedetto XVI e dal suo segretario di Stato - alternatesi a leggere le pagine della Sacra Scrittura per un totale di 139 ore di ripresa televisiva senza interruzione. È il ritratto del più noto vaticanista della Rai, Giuseppe De Carli, tracciato dall'arcivescovo Rino Fisichella durante la celebrazione delle esequie, svoltasi stamane, giovedì 15 luglio, nella chiesa romana della Traspontina.

Continua la lettura...

Arrestate l'uomo bianco
Rodolfo Casadei
del 06/07/2010

Dove non sono arrivati i bersaglieri della breccia di Porta Pia ci arriveranno avvocati e giudici a stelle e strisce; a mettere fine al potere temporale della Chiesa non saranno i cosacchi che abbeverano i loro cavalli alle fontane di Piazza San Pietro, ma gli ufficiali giudiziari che sventolano ingiunzioni di pagamento sotto le finestre del Papa. A rendere non del tutto remoto questo fosco scenario è la decisione con cui settimana scorsa la Corte suprema americana ha deciso di non prendere in esame un ricorso della Santa Sede, chiamata in causa in un processo per abusi sessuali a Portland nell’Oregon. L’appello chiedeva che fosse riconosciuta l’immunità giudiziaria della Santa Sede di fronte alle Corti Usa in quanto stato sovrano, in base a un principio di diritto internazionale recepito anche dalla legge americana.

Continua la lettura...

Il nostro enorme bisogno del bello
Marina Corradi
del 23/02/2019

Ho conosciuto una donna che fa la missionaria con i bambini di una terra sperduta dell’Est. Mi ha raccontato di figli abbandonati e madri sole, in un paese che ha perso quasi ogni memoria cristiana. La ascoltavo e cercavo di immaginare le sue giornate in quel posto lontano, dove l’inverno dura sei mesi e gli uomini vengono educati semplicemente a sopravvivere.

Continua la lettura...

Luca era gay
Emanuele Boffi
del 20/01/2009

A tredici anni Luca si innamorò del suo compagno di banco. L’estate scorsa Luca si è sposato con Teresa, una bella ragazza, che quando dice qualcosa di importante ha il vezzo femminile di guardare all’insù. Luca è “quel” Luca, quello della canzone di Povia, quello del brano che il cantante dei bambini che fanno ooh porterà al prossimo festival di Sanremo.

Continua la lettura...

L'orchestra dei neuroni
Massimo Piccirilli
del 12/07/2010

La musica accompagna l'essere umano in ogni momento della sua vita, fin dal grembo materno. Apparentemente nessuna società umana, presente o del passato documentato, è stata mai priva di musica. I più antichi manufatti sono strumenti musicali, come i flauti di osso.

Continua la lettura...

Impariamo da chi pensa a giocare e non solo a correre
Sandro Mazzola
del 12/07/2010

Casillas in porta, Maicon, Puyol, Juan e Lahm per la linea difensiva, Xavi, Schweinsteiger e Iniesta a centrocampo, Sneijder dietro le punte Müller e Villa. Come allenatore sceglierei quello del Paraguay, Gerardo Martino. Questa è la formazione ideale che, a mio parere, emerge dal Mondiale appena concluso.

Continua la lettura...

Rifiuti al Sud, un’altra estate a rischio
Alessandra Turrisi
del 11/07/2010

Il giorno in cui il governo nazio­nale ufficializza l’emergenza ri­fiuti in Sicilia, alcuni cittadini si svegliano ancora una volta con l’o­dore acre della spazzatura bruciata nelle narici. Sta tutta in quei cumu­li neri di immondizia carbonizzata, fusa con quel che resta dei casso­netti un tempo stracolmi, al centro di Palermo e in periferia, l’immagi­ne- sintesi di una situazione ormai al limite che capoluoghi e paesini si­ciliani vivono a singhiozzo da un paio d’anni.

In Sicilia si è giun­ti a un punto di non ritorno, deter­minato dal falli­mento del sistema dei 27 Ato (Ambiti territoriali ottima­li), che dal 2002 curano la gestione integrata dei rifiu­ti nell’Isola e che hanno accumula­to debiti pari a un miliardo di euro, e dalla saturazione delle discariche che poche settimane fa ha fatto ipo­tizzare alla commissione parlamen­tare di inchiesta un’emergenza am­bientale entro i prossimi 5-6 mesi.

Continua la lettura...

Le donne antidoto contro la pedofilia? “Lolita” smentisce
Lucetta Scaraffia
del 11/07/2010

Sulla prima pagina de “L’Osservatore Romano” di oggi, datato 11 marzo 2010, Lucetta Scaraffia spezza una lancia a favore di una maggior partecipazione delle donne alla vita della Chiesa, in particolare “nelle sfere decisionali e negli ambiti di elaborazione culturale”.

Per mostrare i benefici di una rafforzata presenza femminile accanto ai sacerdoti, chiama in causa la piaga degli abusi sessuali sui minori:

“Nelle dolorose e vergognose situazioni in cui vengono alla luce molestie e abusi sessuali da parte di ecclesiastici su giovani a loro affidati, possiamo ipotizzare che una maggiore presenza femminile non subordinata avrebbe potuto squarciare il velo di omertà maschile che spesso in passato ha coperto con il silenzio la denuncia dei misfatti. Le donne infatti, sia religiose che laiche, sarebbero per natura più portate alla difesa dei giovani in caso di abusi sessuali, evitando alla Chiesa il grave danno che questi colpevoli atteggiamenti le hanno procurato”.

Continua la lettura...

Quali regole per la finanza
Giuseppe Fiorentino
del 09/07/2010

Da codici culturali, politici ed economici ampiamente condivisi a un policentrismo in cui tutto rischia di divenire relativo. A partire proprio da quelle certezze che per decenni hanno rassicurato l'Occidente: la democrazia come unico modello politico-culturale o il dollaro come valuta di riferimento. La crisi ha avuto l'effetto di scardinare questi parametri, spostando l'asse politico e finanziario del mondo verso oriente e verso sud.

Continua la lettura...

Una mossa contro il disegno di Dio

del 09/07/2010

"Se il disegno di legge, che prevede per le persone dello stesso sesso la possibilità di unirsi civilmente e di adottare anche bambini, dovesse essere approvato potrà danneggiare seriamente la famiglia" Lo ha scritto in una lettera indirizzata alle suore carmelitane del Paese, il cardinale Jorge Mario Bergoglio, arcivescovo di Buenos Aires e primate d'Argentina.
"Scrivo queste poche righe - si legge nella missiva del porporato - a ciascuna di voi che siete nei quattro monasteri di Buenos Aires. Il popolo argentino dovrà affrontare nelle prossime settimane una situazione il cui esito può seriamente ferire la famiglia.

Continua la lettura...

Guerra di cifre sugli stress test per le banche

del 10/07/2010

Il 23 luglio si conosceranno i risultati degli stress test, condizioni simulate di difficoltà per novantuno banche. Si tratta di una prova importante per saggiare le capacità di ripresa di istituti finanziari mentre si cerca di uscire, in modo convincente, dalla crisi economica. E l'attesa non è inerte.

Continua la lettura...

Madre Teresa continua a stupire il mondo
Bridget Gabrielle Hylak
del 25/06/2010

"Lascerò la mia casa e la terra che amo per l'umido Bengala, per una riva distante. In cambio, Ti chiedo solo, o Padre dolce come nessun altro: concedimi di salvare almeno un'anima, un'anima che già conosci". Così, madre Teresa, prima di partire per l'India, il 1° dicembre 1928.

Continua la lettura...

Buttiamo la Playstation e torniamo all'oratorio
Sandro Mazzola
del 25/06/2010

Quando hai vinto un mondiale e torni, per così dire, sul luogo del trionfo, non si sa perché, ma la storia dice che solo in casi rarissimi riesci a vincere di nuovo. E così è stato.
L'Italia, poi, aveva anche altre difficoltà.

Continua la lettura...

A Toronto le diverse facce del g20
Luca M. Possati
del 25/06/2010

Rischia di essere un g20 diviso e sterile quello che si apre venerdì 25 a Toronto. Con un'Amministrazione americana impantanata nei fanghi petroliferi della Louisiana, dove Barack Obama sta giocando un duro braccio di ferro con la Bp, e un'Europa stretta nella morsa del debito pubblico, l'appuntamento canadese potrebbe diventare una passerella senza significato, tesa soltanto a nascondere tensioni ben più profonde.
Ognuno alla fine farà i propri interessi, e questo è normale.

Continua la lettura...

La marea nera più grave di quanto finora ammesso

del 21/06/2010

Un parlamentare statunitense, il democratico Ed Markey, ha divulgato ieri un documento interno della Bp, la compagnia petrolifera responsabile del disastro ambientale nel Golfo del Messico, nel quale si stima una fuoriuscita in mare di centomila barili di greggio al giorno. Finora la Bp aveva parlato di quantità molto più basse e anche le stime degli esperti governativi non si erano mai spinte oltre i sessantamila barili al giorno. La Bp, accusata da Markey di aver ingannato l'opinione pubblica e il Governo, non ha smentito l'esistenza del documento, ma ha negato di aver sottovalutato la catastrofe.

Continua la lettura...

I numeri dell’auditel non dicono tutto: attenti a chi giudica e non guarderà
Gigio Rancilio
del 18/06/2010

I più estremisti sognano, con una punta di ironia, «una televisione tridimensionale che ci permetta di prendere a schiaffi certi conduttori». I più pacati usano la fantasia per suggerire modi alternativi «per impiegare al meglio il tempo da sabato 26 giugno alle ore 7.0 0 a domenica 27 alle ore 23.

Continua la lettura...

Il crocifisso nelle scuole

del 18/06/2010

Il ricorso presentato dal Governo italiano contro la sentenza della Corte di Strasburgo del 3 novembre 2009 critica la decisione della Corte, la quale ha affermato che la presenza del Crocifisso nelle aule scolastiche contrasta con la necessaria neutralità che uno Stato dovrebbe avere nell'esercizio delle proprie funzioni pubbliche. Anzi, ha ritenuto che questo simbolo possa essere una fonte di turbamento emotivo per gli alunni che credono in un'altra religione o che non credono affatto. Insomma, per i giudici di Strasburgo l'esposizione del Crocifisso contrasterebbe con le necessarie garanzie di pluralismo educativo di una società democratica.

Continua la lettura...

La libertà religiosa nello Stato laico
Dominique Mamberti
del 18/06/2010

Il cortese invito ad aprire i lavori di questa Settimana sociale mi offre la gradita occasione di incontrarmi con voi, autorità della Repubblica di Cuba, ambasciatori accreditati all'Avana, autorità della Chiesa cattolica in Cuba e fedeli laici che partecipano ai lavori. A tutti e a ciascuno vada il mio cordiale saluto. Penso poi specialmente a voi fedeli laici qui presenti, che rappresentate le diverse e più qualificate componenti della Chiesa sull'isola.

Continua la lettura...

L'Europa vuole tassare le banche

del 18/06/2010

I leader della Ue dicono sì a una tassa sulle banche. Spetterà alla Commissione Ue il compito di approfondire i dettagli entro ottobre. La proposta sarà portata al tavolo del g20 della prossima settimana, insieme a quella di sondare la possibilità di una tassa globale sulle transazioni finanziarie.

Continua la lettura...

L'illusione della ripresa per tutti

del 18/06/2010

"Con una ripresa moderata si stanno riaprendo squilibri globali nelle principali aree del mondo, perciò servono soluzioni macroeconomiche, politiche fiscali in grado di ridurre il debito pubblico e d'incentivare la crescita". Questa la diagnosi di Pier Carlo Padoan, il segretario generale aggiunto e capo economista dell'Ocse (organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), che in una dichiarazione a "L'Osservatore Romano" fa il punto sull'attuale situazione economica e sui problemi legati alla ripresa.
"La crisi ha varie dimensioni: una fiscale, una riguardante il debito pubblico e la crescita e una istituzionale", spiega Padoan.

Continua la lettura...

L’«ONDA NERA» TRASCINA L’AMERICA VERSO IL FUTURO
Antonio Giorgi
del 16/06/2010

D opo quattro visite sui luoghi del disa­stro nel Golfo del Messico e dopo l’im­provvido paragone tra la marea nera e lo choc dell’11 settembre che ne ha ulterior­mente compromesso il livello dei consen­si nei sondaggi, Barack Obama tutto pote­va fare meno che perdere l’occasione di in­dicare agli Stati Uniti (soprattutto) e al mon­do una strategia per il superamento della grande emergenza. Nella diretta televisiva alla nazione di ieri notte il presidente Usa ha così calato sul tavolo le carte che do­vrebbero, nei suoi auspici, consentirgli di riguadagnare la fiducia degli americani, di tenere testa alle accuse più o meno velate dei grandi media, dal New York Times all’E­conomist passando per le principali reti te­levisive, e di porre le basi per una svolta in materia di politica energetica.

Gli Usa, se nessuno metterà i bastoni tra le ruote all’Amministrazione in carica, non dovranno più essere l’insaziabile idrovora che aspira petrolio dai pozzi di terraferma, da quelli marini e dagli strati di sabbia ric­chi di bitume.

Continua la lettura...

Obama chiede energia nuova

del 16/06/2010

Nel suo primo discorso dall'Ufficio Ovale, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha chiesto ieri sera al Paese di imbarcarsi in una missione nazionale per l'energia pulita. Obama ha aperto il suo intervento, durato 18 minuti, ricordando quanto accaduto lo scorso 20 aprile nel Golfo del Messico, con l'esplosione della piattaforma della compagnia britannica British Petroleum (Bp), che ha provocato il peggiore disastro ambientale della storia degli Stati Uniti.
Da quando è presidente, circa un anno e mezzo, si tratta della prima volta in assoluto che Barack Obama parla dall'Ufficio Ovale.

Continua la lettura...

Solo vittime innocenti in quell'orribile domenica di sangue

del 16/06/2010

"Ingiustificato e ingiustificabile": così il primo ministro britannico David Cameron ha definito ieri in Parlamento quanto accaduto durante la strage della Bloody Sunday (la "domenica insanguinata") consumata il 20 gennaio del 1972, quando una squadra di paracadutisti sparò su una manifestazione filorepubblicana nordirlandese a Londonderry. Tredici persone furono uccise sul posto e un'altra morì quattro mesi dopo per le ferite riportate. Il premier ha commentato in Parlamento le conclusioni del rapporto Saville, ordinato nel 1998 dall'allora capo del Governo Tony Blair e portato a termine solo ieri, 12 anni dopo e al costo di 195 milioni di sterline, quasi 235 milioni di euro.

Continua la lettura...

La Fifa ha fifa di chi crede in Dio
Umberto Folena
del 14/06/2010

S otto la casacca, niente.

Stateci attenti, ragazzi, perché le conseguenze potrebbero essere gravi. Sotto la casacca, al massimo la maglietta della salute, in Sudafrica fa freschino.

Continua la lettura...

«Così in Colombia le multinazionali pagavano le Auc»
Nello Scavo
del 12/06/2010

José Luis era un contadino. La multinazionale si aspettava che lui raccogliesse banane, prendesse la paga e non piantasse grane con noiose rivendicazioni. José Luis, invece, si mise alla testa del sindacato.

Continua la lettura...

Quando in Spagna c'erano troppi conventi
Vicente Cárcel Ortí
del 14/06/2010

Per capire i tragici avvenimenti della Spagna dopo lo scoppio della guerra civile (18 luglio 1936) è necessario conoscere la travagliata storia della Seconda Repubblica, riconosciuta dalla Santa Sede dopo la sua autoproclamazione (14 aprile 1931) - nonostante i dubbi sulla legittimità politica del governo provvisorio - al fine di rispettare l'ordine pubblico e garantire i diritti della Chiesa e dei cattolici. Tuttavia, appena un mese dopo, il 10 e 11 maggio, il nuovo regime mostrò il suo vero volto, con un triste biglietto da visita: la violenza fu scatenata contro la Chiesa, con la complicità delle autorità.
"Non è certamente facile per chi le ha vissute fare la cronaca delle giornate incendiarie perpetrate nei primi giorni di questa settimana in questa Nazione.

Continua la lettura...

La "Caritas in veritate" e l'abc della buona finanza
Simona Beretta
del 12/06/2010

È sempre più difficile sopportare il quotidiano rituale dei commenti ai dati borsistici, valutari, finanziari: c'è molta crisi in Europa; oggi un po' meno, perché la borsa sale, domani invece un po' di più. La gravità della crisi attuale si misura non tanto dalle turbolenze dei mercati finanziari - delle quali si parla fin troppo - quanto dalle condizioni di oggettiva difficoltà in cui versano molte persone: lavoratori o disoccupati che faticano a sbarcare il lunario, imprenditori che non hanno i mezzi finanziari per realizzare opere di sviluppo. C'è tanto bisogno di una finanza amica della persona, eppure prevale il tecnicismo, concentrato sugli indicatori di brevissimo periodo, come se ciò bastasse a cogliere il perché degli eventi.

Continua la lettura...

Mons. Padovese, una grave perdita per la Chiesa

del 04/06/2010

ASIA/TURCHIA -Iskenderun (Agenzia Fides) – “La scomparsa di Mons. Luigi Padovese è una grave perdita per la Chiesa turca e per la Chiesa universale”, dice all’Agenzia Fides Fr. Hanry Leylek OfmCap, frate cappuccino turco, di stanza a Mersin, nel Vicariato Apostolico dell’Anatolia, e confratello del Vescovo ucciso ieri a Iskenderun.

Continua la lettura...

Il lato oscuro del desiderio di giustizia
Oddone Camerana
del 02/06/2010

In genere l'invidia veniva studiata e indicata come uno dei cosiddetti peccati o vizi capitali. In quanto tale rientrava nell'ambito di ciò che riguardava la sfera della coscienza personale. Vizio vergognoso, silenzioso, invisibile e segreto, veniva segnalato per la sua dipendenza dal prossimo da invidiare, ancorché, a differenza degli altri peccati capitali, si parlasse della "solitudine dell'invidioso".

Continua la lettura...

La Turchia: «È terrorismo di Stato» Napolitano: «Sgomento e allarme»

del 31/05/2010

L'assalto israeliano alle navi degli attivisti dirette a Gaza - il bilancio provvisorio è di almeno 10 morti e 30 feriti - ha provocato immediate tensioni nella politica internazionale. Numerosi Paesi, pur con diverse sfumature, hanno già condannato il blitz. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha espresso «sgomento e allarme».

Continua la lettura...

Israele attacca navi degli attivisti pro-palestinesi: «Almeno 10 morti»

del 31/05/2010

Finisce nel sangue l'assalto israeliano contro una flottiglia di navi appartenenti a organizzazioni non governative in rotta verso Gaza nel tentativo di forzare il blocco imposto da Tel Aviv nella zona. Il bilancio è ancora incerto: la tv israeliana, che aveva parlato inizialmente di 19 morti, ha poi corretto il totale affermando che le vittime sono «almeno 10», mentre i feriti - tra i quali ci sono anche alcuni militari israeliani - sono una trentina. Fonti dell'esercito affermano che i soldati avrebbero reagito dopo essere stati bersaglio di un attacco, anche con armi da fuoco, durante il blitz condotto su una delle navi (guarda il video); gli attivisti invece negano questa ricostruzione e assicurano di non aver sparato «un solo colpo».

Continua la lettura...

Israele, l'assalto ai pacifisti Ankara richiama ambasciatore

del 31/05/2010

È finito in un bagno di sangue, con almeno 19 morti, l'assalto condotto stanotte dalle forze israeliane contro la flottiglia multinazionale di attivisti filo-palestinesi (battente bandiera turca) in navigazione verso la Striscia di Gaza con un carico di aiuti umanitari. Dura e immediata la protesta del governo turco che ha richiamato il proprio ambasciatore in Israele, mentre dalle capitali europee è stato espresso lo shock dei governi per la strage. Il Vaticano esprime dolore per l'inutile perdita di vite umane.

Continua la lettura...

Obiettivo sull'incanto
Gaetano Vallini
del 31/05/2010

In un mondo in continuo mutamento, in cui l'ambiente si trasforma così come si trasformano il tempo e gli stessi uomini nel rapporto con gli oggetti e tra loro, un cambio di prospettiva sarebbe utile per individuare i segni di questi cambiamenti. Uno spostamento di visuale che potrebbe identificarsi con l'incanto, ovvero la possibilità di stupirsi ancora dinanzi allo spettacolo della vita nelle sue molteplici sfaccettature, dalla più familiare dimensione quotidiana allo svelarsi di mondi meno noti.
Dunque, l'incanto come capacità di proiettare lo sguardo oltre ciò che si osserva; uno sguardo affascinato, meravigliato, che non si ferma alla prima sensazione, ma vuole andare al fondo delle cose, senza i pregiudizi o la nostalgia del già conosciuto che limitano lo sviluppo della riflessione.

Continua la lettura...

Assalto israeliano alla "flotta pacifista"

del 31/05/2010

Un commando dell'esercito israeliano ha intercettato questa mattina un gruppo d'imbarcazioni provenienti dalla Turchia e dirette a Gaza con a bordo attivisti filopalestinesi e aiuti umanitari. Tra dieci e venti le persone uccise durante l'operazione. Profondo rammarico dalla Casa Bianca, proprio alla vigilia della visita del premier israeliano Netanyahu.

Continua la lettura...

È amaro e insopportabile che l’evasione sia vizio lombardo
Giorgio Ferrari
del 28/05/2010

Il protocollo di 'mutua assistenza fiscale' che i membri dell’Ocse si apprestano a firmare a Parigi (e vedermo chi si sottrarrà.. .) prevede che i 35 Paesi membri dell’Organizzazione non potranno più opporre il segreto bancario o l’interesse nazionale nel caso in cui gli venga richiesto uno scambio di informazioni di carattere fiscale.

Continua la lettura...

«Nigra sum», devozione europea
Lorenzo Rosoli
del 28/05/2010

Un millenario manto di devozione ha avvolto l’icona della Vergine col Bambino. Fino a farla splendere di una bruna bellezza: Nigra sum, sed formosa scandisce il Cantico dei cantici. Così sono nate le Madonne Nere che a centinaia costellano l’Europa guidando, nel corso dei secoli, la vita dei fedeli e il destino dei popoli.

Continua la lettura...

Marea nera, Obama annuncia: 6 mesi di stop alle trivellazioni

del 27/05/2010

Una moratoria di sei mesi nelle trivellazioni offshore in aree di alta profondità: la ha annunciata il presidente Usa Barack Obama, giovedì a Washington. In una conferenza stampa nella East Room, oltre alla nuova moratoria sulle trivellazioni, Obama ha annunciato la sospensione di perforazioni previste in Alaska, la cancellazione di progetti nel Golfo del Messico e al largo della Virginia, la sospensione di altri 33 progetti avviati nel Golfo del Messico.

Stop alla fuoriuscita.

Continua la lettura...

Cristiani a Sarajevo
Fabrizio Contessa
del 29/05/2010

Sarajevo è un po' lo specchio del Novecento. I destini del cosiddetto "secolo breve" si sono spesso incrociati con questa città, capitale della Bosnia ed Erzegovina. Città ricca di storia, di etnie.

Continua la lettura...

Impegno senza rivoluzioni
Elisabetta Galeffi
del 29/05/2010

Giovedì pomeriggio, alla Fondazione Corriere della Sera, a Milano giornalisti, amici ed estimatori hanno ricordato Walter Tobagi, di cui il 28 maggio, ricorre il trentesimo anniversario della morte. "Walter Tobagi, una storia", il convegno organizzato per ricordare la straordinaria attualità del suo pensiero come storico, giornalista, sindacalista e come cattolico impegnato nella società.
Il cattolicesimo fu parte integrante del suo lavoro.

Continua la lettura...

Dottor Jack e mister Morte
Cristian Martini
del 29/05/2010

"Con i tuoi organi possiamo salvare delle vite umane!", dice il "Dottor Morte", ovvero Jack Kevorkian nel film You don't know Jack di Barry Levinson con Al Pacino nella parte del medico che nella realtà ha praticato l'eutanasia su oltre centotrenta pazienti. Il principio è questo: si spegne una vita sul filo della sopravvivenza per recuperarne i pezzi e "accenderne" un'altra. Dico accenderne in quanto tale procedimento ricorda quando anni fa si acquistava un nuovo processore - i personal computer di qualità erano ancora costosi - e il resto dei componenti erano riciclati da quello vecchio.

Continua la lettura...

Liberi anche dietro le sbarre

del 29/05/2010

"Prego affinché possiate trovar conforto nel sapere che condividete la condizione dello stesso san Paolo, il quale, benché prigioniero, ebbe la libertà di rallegrarsi nel Signore". Sono parole di carità e di speranza che confermano lo stile pastorale di Benedetto XVI. Le aveva indirizzate a un gruppo di detenuti maltesi alla vigilia del suo viaggio nel piccolo arcipelago del Mediterraneo, compiuto il 17 e 18 aprile scorsi.

Continua la lettura...

La festosa religiosità dei siciliani in Australia
Stefano Girola
del 26/05/2010

Anche quest'anno, nei giorni precedenti la prima domenica di maggio, tante famiglie d'immigrati siciliani in Australia sono partite dalle loro cittadine e dalle fattorie sperdute del Queensland. Prima di lasciare le loro case, i più anziani hanno scrutato il cielo, preoccupati per le nuvole minacciose. Come negli anni scorsi, secondo la tradizione, hanno pregato sant'Alfio di rinnovare "il miracolo" di non far piovere durante la processione dei suoi devoti.

Continua la lettura...

Preti di celluloide
Emilio Ranzato
del 25/02/2010

È insospettabilmente consistente la quantità di film in cui si presenta la figura dei sacerdoti. Chi si ricordava, per esempio, che figure di preti attraversano praticamente tutta la produzione di Federico Fellini? O che personaggi legati alla Chiesa sono presenti in film come Amici miei di Mario Monicelli (1975) o Sedotta e abbandonata di Pietro Germi (1964)? O ancora che anche Alberto Sordi aveva vestito l'abito talare (in Nell'anno del Signore di Luigi Magni, 1969, ma anche nel dimenticato Anastasia mio fratello ovvero il presunto capo dell'anonima assassini di Steno, 1973)? Questa inaspettata constatazione - che si può verificare visitando la mostra in Vaticano di cui si dà notizia a fianco - ribadisce la rilevanza della figura del prete non solo nell'immaginario cinematografico, ma nell'intera cultura italiana.
In tal senso, i mezzi espressivi del mezzo fotografico in questa occasione arricchiscono quelli della settima arte, assumendo addirittura un carattere rivelatore.

Continua la lettura...

Intercettazioni: il cuore del problema
Francesco d'Agostino
del 24/05/2010

Seguire i dibattiti politici e partitici in merito alla proposta di legge sulle intercettazioni si sta rivelando sempre più faticoso. La maggioranza stenta a esplicitare in modo convincente le sue ragioni e dà sempre più l’impressione che voglia legiferare solo per coprire interessi personali o di gruppo.

L’opposizione, a sua volta, si oppone alla legge esasperando indebitamente i toni del dibattito, quasi che ci sia da temere un ritorno al fascismo o lo strangolamento di ogni attività di indagine giudiziaria.

Continua la lettura...

Quel terremoto chiamato separazione
di Elisabetta Carlino

Ho conosciuto mio marito nel 1977, ci siamo sposati nel 1983 e siamo divenuti genitori nel 1985. Anche se all’ombra di campanili diversi, siamo cresciuti entrambi in oratori salesiani per cui la nostra vita coniugale dava, dopo 6 anni di fidanzamento, garanzie di stabilità e di poter concretamente vivere i valori cristiani. Eppure … la bella favola è riuscita a diventare un incubo da cui l’unica via di uscita è stata la separazione nel 1996.

Continua la lettura...

Come affrontare una separazione
M.H. Matarazzo

Separarsi. Perdere una parte della nostra identità. Quello che è stato costruito pezzo dopo pezzo fra le lacrime e il riso si sbriciola dentro di noi.

Continua la lettura...

Quell’aula semideserta dice un vuoto più grande
Stefamo de MArtis
del 19/05/2010

Ieri erano un centinaio, su 630, i deputati presenti in aula quando il ministro della Difesa La Russa ha riferito sull’attentato in cui sono stati uccisi due nostri soldati in Afghanistan. Neanche due settimane fa erano ancora meno ad ascoltare la relazione del ministro dell’Economia Tremonti sulla drammatica crisi finanziaria che a partire dalla Grecia ha sconvolto tutta l’Europa. E intanto si ipotizzano settimane corte o cortissime per l’attività dei due rami del Parlamento… No, evidentemente i conti non tornano.

Continua la lettura...

In cerca del target che dura per sempre
Luca Bernabei
del 19/05/2010

Molteplicità di offerta, di piattaforme, di canali: questa è la televisione del terzo millennio. C'è da rimanere disorientati e spiazzati di fronte a uno scenario in continuo cambiamento, dinanzi alla nascita e alla proliferazione di centinaia di canali che parlano tutte le lingue del mondo e trattano tutti i temi possibili. Per non parlare dell'esplosione dell'offerta che nasce appositamente per la rete, di cui difficilmente si possono prevedere le ricadute future sulla televisione tradizionale.

Continua la lettura...

Quelle mamme giovani e dolci
Carlo Bellieni
del 19/05/2010

Mtv, la televisione di tendenza liberal seguita dai ragazzi per i video musicali, ma anche trasgressiva e sbarazzina, ha colto di sorpresa, piacevolmente: con il fiorire di telefilm e fiction sulla maternità adolescente. Non si tratta dei possibili scontati discorsi di sapore enciclopedico su pillole e anticoncezionali: c'è anche quello, ma il fatto nuovo è che si raccontano storie di teenager che restano incinte e non abortiscono.
Con una varia scelta.

Continua la lettura...

Mamme di cuore
Chiara Saletti
del 01/05/2010

C’è un nuovo libro sugli scaffali delle librerie, Accabadora di Michela Murgia (Einaudi, 18 euro). Un libro che, se apparentemente ruota attorno al tema del morire e del dare la morte, in realtà parla anche (o soprattutto?) della maternità. Ha, questo racconto, uno sguardo largo sulla figura della madre, come colei che dà forma e genera alla vita, ma anche colei che accompagna nella morte o che, pietosa, “aiuta” il destino degli agonizzanti a compiersi ( Accabadora è, in sardo, colei che finisce, e questo era il ruolo che la comunità, tacitamente, aveva riconosciuto a Bonaria Urrai, protagonista, con la piccola Maria, del romanzo).

Continua la lettura...

Il grembo dell’anima
Jessica Cugini
del 01/05/2010

Non tutte le maternità sono facili, alcune, sin da principio, sono sofferte. S’interrompono, spezzando l’incanto della gravidanza, in un momento non preciso, creando, con la nascita di un bimbo prematuro, nuove attese, gestazioni senza pancia.

Non tutte le maternità sono fisiche, alcune sono pensate e ripensate, volute con tutte le forze.

Continua la lettura...

La missione profetica di Fatima non è finita
Salvatore Mazza
del 14/05/2010

La «casa» che Maria «ha scelto per parlare a noi nei tempi moder­ni ». Dove, «pellegrino» tra i pel­legrini, è venuto «per gioire della pre­senza di Maria e della sua materna protezione», per «pregare per la no­stra umanità afflitta da miserie e sof­ferenze ». Venuto «con gli stessi sentimenti dei beati Francesco e Gia­cinta e della serva di Dio Lucia, per affidare alla Madonna l’intima confessione che 'a­mo', che la Chiesa, che i sacerdoti 'amano' Gesù e desiderano te­nere fissi gli occhi in Lui, mentre si conclu­de quest’Anno Sacer­dotale, e per affidare alla materna protezio­ne di Maria i sacerdo­ti, i consacrati e le consacrate, i mis­sionari e tutti gli operatori di bene».

Continua la lettura...

Il perdono cristiano non cancella la pena
Francesco d'Agostino
del 14/05/2010

A Lisbona, sillabando le parole una a una, il Papa ha affermato che il perdono non sostituisce la giustizia. Questa affermazione è stata, non a torto, letta nel contesto della dolorosissima questione della pedofilia nella Chiesa. È però, nello stesso tempo un’affermazione, quella del Papa, che mantiene una valenza magisteriale che va oltre l’immediato e che si rivela preziosa in particolare per i giuristi cattolici.

Continua la lettura...

Cordoni ombelicali, donazione a ostacoli
Graziella Melina
del 13/05/2010

La raccolta di sangue da cordone ombelicale in Italia nel 2009 ha registrato un netto aumento: su 16.2 07 unità donate in modo solidaristico, ne sono state 'bancate' 4.3 76.

Continua la lettura...

Benedetto XVI agli intellettuali: le vostre vite diventino luoghi di bellezza
Luigi Geminazzi
del 13/05/2010

«Un popolo che smette di sa­pere quale sia la propria ve­rità, finisce perduto nei la­birinti del tempo e della storia». È il mo­nito di Benedetto XVI al mondo della cul­tura portoghese che ha incontrato ieri mattina, ultimo atto del suo intenso sog­giorno nella capitale prima di recarsi a Fa­tima. Il Papa ha parlato ad oltre mille in­tellettuali ed artisti nel Centro Culturale di Belem, un edificio modernissimo le cui linee avveniristiche fanno da contrap­punto allo storico Monastero «dos Jero­nimos » che lo fronteggia.

Continua la lettura...

Quando il perdono è più forte del bullismo
Giorgio Paolucci
del 13/05/2010

Il bullismo è diventato una delle piaghe del mondo giovanile, e la scuola è il palcoscenico preferito per mettere in scena le imprese di violenti e prevaricatori. Il tutto si consuma nell’impotenza o nella complicità di chi assiste allo 'spettacolo' e nella crescente difficoltà a trovare rimedi efficaci per contrastare il fenomeno. Serve certamente più rigore, ma può bastare il rigore per andare alla radice del problema, e soprattutto per innescare percorsi di positività e di reale cambiamento?

Accadono fatti da cui si può imparare molto, imprevisti e insieme emblematici.

Continua la lettura...

Nella società dei Narcisi le relazioni impazziscono
Tonino Cantelmi
del 13/05/2010

Il tasso di violenza nella società postmoderna liquida è aumentato?

Secondo alcuni osservatori, sì: delitti intrafamiliari, derive del tifo, bullismo, eccessi di violenza nell’esecuzione di alcuni reati, mobbing, uso della forza per la risoluzione dei conflitti, stalking, aggressioni correlate all’abuso di cocaina e di altre sostanze psicotrope.. ., riportati con risalto dai media, sembrerebbero confermare questa ipotesi.

Continua la lettura...

Tutti gli italiani devono capire quant'è pericoloso l'Iran nucleare
Leonardo A. Losito
del 12/05/2010

Ahmadinejad è stato molto chiaro dopo la conferenza di revisione del trattato di non proliferazione nucleare svoltasi di recente a New York: se il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite varerà le sanzioni contro l’Iran, a farne le spese saranno per primi gli Stati Uniti di Barack Obama, che perderebbero così l’ultima buona occasione di 'emendarsi' dagli eccessi di aggressività dell’era Bush. Di conseguenza, le relazioni con l’America peggioreranno irreversibilmente. Come pure quelle con l’Italia, prevedibilmente, dal momento che il Presidente iraniano anche noi siamo nella lista nera di quanti starebbero incentivando la corsa al nucleare.

Continua la lettura...

Evoluzione o involuzione?
Don Giuseppe Tagliareni

Tutti sanno che la teoria evoluzionista afferma che l’uomo discende dalle bestie per un processo inarrestabile di miglioramento per gradi, durato milioni di anni. Così dalla scimmia si è passai all’homo erectus, all’uomo di Neanderthal, all’homo faber, all’homo sapiens. Secondo questa teoria, ci si attende un ulteriore miglioramento della specie; l’homo economicus, l’homo ludens, l’homo tecnologicus, ad esempio sono dei mostri per bravura in economia, nel gioco, nell’uso delle nuove tecnologie.

Continua la lettura...

Pestaggio di Gugliotta, interrogati quattro agenti
Luca Liverani
del 15/05/2010

Un’altra vittima della serata di follia scatena­ta dalla finale di Coppa Italia. Non sarebbe stato solo Stefano Gugliotta a fare incolpe­volmente le spese dei metodi violenti di alcuni po­liziotti. Daniele Luca – anche lui scambiato per la sua maglietta rossa con un ultrà che aveva scaglia­to sassi contro gli agenti – sarebbe stato investito nella ressa da un’auto civetta della polizia, ripor­tando una frattura ad una vertebra, ignorata per tut­ta la notte nonostante le richieste del ragazzo.

Continua la lettura...

Dal peccato la più grande persecuzione
Salvatore Mazza
del 15/05/2010

La bontà di Dio «è sempre l’ultima parola nella storia».

Là dove c’è il male, infatti, anche quando questo «attacca dall’interno», noi sappiamo che «sempre anche le forze del bene sono presenti e che finalmente il Signore è più forte del male, e la Madonna è per noi la garanzia».

Così, oggi che «in modo terrificante» vediamo come «gli attacchi al Papa e alla Chiesa» vengono «non solo da fuori» ma «proprio dall’interno della Chiesa, dal peccato che esiste nella Chiesa», ciò che occorre capire è come «la Chiesa ha profondo bisogno di reimparare la penitenza, accettare la purificazione, imparare il perdono ma anche la necessità della giustizia».

Continua la lettura...

Il problema delle «botte» va preso alla radice
Giuseppe Anziani
del 15/05/2010

Mele marce, solo mele marce? La risposta non ci basta, non più ora. Dobbiamo vedere il canestro, l’impianto, la temperie culturale, la civiltà. Un ragazzino massacrato di botte sotto casa dai poliziotti, una sera di disordini di tifoseria calcistica, con i quali non c’entrava per niente, è un video che fa esplodere il dolore.

Continua la lettura...

Maria e l’Italia minore abbraccio che continua
Giacomo Gamassi
del 08/05/2010

Accanto al cartello che, lungo l’Autosole, indica l’uscita di Monte San Savino, in provin­cia di Arezzo, ce n’è uno in cui si leg­ge: «Santuario della Madonna delle Vertighe». Sulla collina che si nota pas­sando con l’auto, una chiesa custodi­sce l’icona della patrona dell’A1. Una tavola che, secondo la tradizione, si trovava in un’edicola di Asciano ospi­tata su un terreno conteso fra due fra­telli.

Continua la lettura...

Se saper dire «quattro» è capire (e amare) la vita
Gabriella Sartori
del 08/05/2010

Una bella notizia nella cronaca di questi giorni?

Trovarla non è stato facile. Eppure c’è.

Piccola, nascosta nel mucchio di mille altre notizie negative, subito travolta nella fiumana di titoli dedicati a devastanti maree nere, attentati terroristici, vulcani in eruzione con conseguente 'blocco' dei cieli, nuove puntate italiane sui (cattivi) rapporti fra morale e politica, la buona notizia è apparsa per la frazione di qualche secondo là dove meno si poteva aspettarselo: e cioè nel bel mezzo delle tragiche informazioni in arrivo da un’Atene incendiata da una sommossa popolare senza precedenti in un Paese giunto sull’orlo del fallimento, vittima di una dissennata politica di imbrogli.

Continua la lettura...

Oriente e occidente verso una nuova civiltà
Maria Voce
del 09/05/2010

Al Vaticano ii partecipò anche un buddista invitato da Paolo vi. Nikkyo Niwano, fondatore del Rissho Kosei-kai, da allora guardò il cristianesimo con occhi diversi. Benedetto XVI nell'ultima udienza generale ha incontrato un gruppo di giovani buddisti giapponesi dell'associazione fondata da Niwano, ospiti dei giovani focolarini.

Continua la lettura...

Il lavoro minorile non conosce crisi

del 09/05/2010

Nel mondo gli unici posti di lavoro, per così dire, non a rischio sembrano quelli dei bambini. Secondo l'ultimo rapporto dell'Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo), diffuso in queste ore, lo slancio alla riduzione del lavoro minorile si è infatti affievolito. "I progressi sono irregolari, non abbastanza rapidi, né sufficientemente ampi", ha commentato il direttore generale dell'Ilo, Juán Somavia.

Continua la lettura...

Ciochi spericolati da stroncare
Luigi Campiglio
del 07/05/2010

«Non sarai tu quello che spianti Milano», diceva il monatto rivolgendosi a Renzo nel colmo del contagio, ma i tempi cam­biano e oggi le agenzie di rating, moder­ni monatti della finanza, non dimostra­no altrettanta trasparenza e responsabi­lità nel formulare giudizi che spesso so­no causa di eventi globali che spostano ricchezze enormi. Eppure la storia re­cente non depone certo a loro favore: quando la crisi finanziaria è esplosa alla metà di settembre del 2008, il rating di Lehman Brothers, il cui fallimento ha sca­tenato il panico nei mercati, è stato de­classato dai valori massimi a quelli spaz­zatura nel giro di un paio di giorni. Per queste ragioni uno dei punti qualificanti dei nuovi standard globali della finanza, tanto necessari quanto finora disattesi, dovrebbe essere quelle di rendere tra­sparente e pubblico il modello teorico ed empirico che sottende a simili decisioni.

Continua la lettura...

La beffa delle tv: accettano critiche solo a pagamento
Angela Calvini
del 05/05/2010

«Come possono i telespettatori esprimere i loro giudizi sui nostri programmi tv? Boh, non so, devo controllare». Sembra incredibile, ma questa è la risposta di molti addetti stampa delle tv italiane, presi in contropiede di fronte ad una domanda apparentemente semplice. Quindi, se dopo avere visto in tv un programma, volete protestare con l’emittente che l’ha trasmesso, preparatevi a un viaggio avventuroso e costoso, visto che i numeri telefonici per criticare la tv sono tutti rigorosamente a pagamento.

Continua la lettura...

La Chiesa ortodossa di Grecia accanto alla popolazione

del 07/05/2010

"La Chiesa di Grecia è pronta a dare sostegno alla popolazione per affrontare le misure decise dal Governo". La Chiesa ortodossa autocefala è accanto ai greci nel difficile periodo che il Paese attraversa. Un pesante piano di austerità è stato adottato dalle autorità statali per la crisi economica che ha condotto la nazione, come ha affermato il presidente Karolos Papoulias, "a raggiungere l'orlo dell'abisso".

Continua la lettura...

Un calcio alla tratta

del 07/05/2010

"Diamo un calcio alla tratta delle persone". Uno slogan e al tempo stesso un grido d'allarme per mettere in guardia dal pericolo che un grande evento sportivo come i mondiali di calcio possa trasformarsi nell'ennesima facile occasione di sfruttamento e schiavitù sessuale per donne, minori o comunque persone povere e ai margini della società. A prendere l'iniziativa, a poco più di un mese dal fischio d'inizio dei campionati in Sud Africa (11 giugno) sono le suore di "Talitha-Kum", la rete internazionale delle religiose che dal 2009 opera contro la tratta delle persone.

Continua la lettura...

Adesso c’è un lavoro vero per i «reduci» di Rosarno
Antonio Maria Mira
del 06/05/2010

Moussa stringe la mano al prefetto Mario Mor­cone. Poi lo fa Yakouba. E infine Godwin.

Continua la lettura...

Insediamenti: Gerusalemme Est, i mattoni che dividono due popoli
Barbara Uglietti
del 06/05/2010

Un appartamento di cento me­tri quadri – salone, cucina, due camere e un bagno – in un insediamento ebraico a Gerusa­lemme Est può costare circa 200mi­la dollari. Un terzo rispetto a Geru­salemme Ovest, o a Tel Aviv.

Sono case di buona qualità: palazzi­ne di quattro-cinque piani tutte u­guali, prodotto di un’edilizia veloce e modulare che parte dalle colline intorno alla Città Santa e scende giù.

Continua la lettura...

La crisi e il dramma Banca a fuoco, 3 morti
Giorgio Ferrari
del 06/05/2010

La Grecia brucia. Ma il catalogo delle colpe e delle responsabi­lità – che pure ci sono, e grandi, sia da parte dei governi elleni­ci sia da parte dell’Unione Europea – è costretto a cedere il passo all’irrompere impetuoso della realtà: questa volta non si parla più di soli numeri, di differenziali fra i rendimenti dei titoli di Stato, di previsioni sul deficit e sull’entità del debito, ma di guerriglia urba­na, di vittime ad Atene, di scontri di piazza a Patrasso, Salonicco, Corfù. Dagli impalpabili parametri di Maastricht siamo passati a un disagio umano immenso, coagulatosi nello sciopero generale, che per la prima volta da quando la crisi dei conti ellenici è diven­tata strutturale ora morde nel profondo la società e i cittadini, de­falcandone i redditi, amputandone le sicurezze, ipotecando per milioni di essi un futuro all’insegna di una umiliante retrocessio­ne sociale.

Continua la lettura...

Grave la norma sul matrimonio omosessuale

del 06/05/2010

La Chiesa considera "molto grave" l'esito del passaggio parlamentare compiuto dalla norma sul "matrimonio omosessuale" che ieri è stata approvata dalla Camera dei deputati argentina. E particolarmente negativo è il giudizio sul fatto che queste coppie possano adottare dei bambini. È quanto ha detto il vescovo ausiliare di La Plata, Antonio Marino, responsabile dell'episcopato argentino per l'attività legislativa.

Continua la lettura...

Due ruote in accordo con madre natura
Giulia Galeotti
del 06/05/2010

Il primo ricordo è all'asilo. Il Margaret Fletcher di Toronto, nel cui ampio giardino si trovavano tante biciclette colorate a disposizione dei bambini. Una sola, però, era del vecchio modello tradizionale - la ruota posteriore piccina, quella anteriore grandissima.

Continua la lettura...

Una minaccia più che mai reale
Gareth Evans
del 05/05/2010

Questo è un mese critico in un anno cruciale per quanti desiderano un mondo senza armi nucleari e temono seriamente per il futuro del nostro pianeta se tale obiettivo non sarà raggiunto. Se la conferenza quinquennale di revisione del Trattato di non proliferazione nucleare (Tnp), cominciata lunedì a New York presso le Nazioni Unite, produrrà impegni ampiamente condivisi - dall'intenzione degli Stati detentori di armi nucleari di sbarazzarsi delle loro testate alla determinazione di impedire ad altri Paesi di acquisirle - ciò imprimerà un notevole slancio al sogno riacceso dal presidente Obama lo scorso anno. Se invece fallirà, come l'ultima conferenza nel 1995, l'ottimismo è destinato a svanire, lo slancio si fermerà e proseguirà il pericoloso sonnambulismo dell'ultimo decennio.

Continua la lettura...

Che successo avrebbe avuto Agorà senza la (finta) censura vaticana?
Claudio Siniscalchi
del 02/05/2010

È arrivato sugli schermi italiani il film che il Vaticano non voleva far vedere. Piergiorgio Odifreddi e Margherita Hack, firmatari di un manifesto di protesta, hanno potuto tirare un sospiro di sollievo. Finalmente hanno potuto assistere alla proiezione pubblica di Agorà dello spagnolo Alejandro Amenábar.

Continua la lettura...

E Prometeo vada a scuola di filosofia
Luigi Dell'Aglio
del 04/05/2010

«Prometeo è stato libera­to, ma forse ancora non conosce tutta la forza del fuoco. È drammatica­mente urgente una formazione de­gli scienziati che permetta loro di valutare a fondo tutte le implica­zioni etiche, culturali, economiche e sociali delle proprie ricerche. Or­mai l’intreccio tra scienza e tecni­ca è troppo profondo.

Continua la lettura...

Carceri affollate, volontari in agitazione
Luca Liverani
del 04/05/2010

Nuovo recordo nega­tivo per la popola­zione penitenziaria, che sfonda quota 67.5 42 pre­senze. Una cifra mai regi­strata prima, che supera an­che il livello di guardia della capacità tollerabile, calcola- ta in 66.

Continua la lettura...

Ecco la «mutua dei truffatori»: con 7 euro si viaggia su tutti i mezzi pubblici parigini
Francesco Tortora
del 04/05/2010

La stampa francese l'ha ribattezzata "la mutua dei truffatori" perché nell'ultimo anno ha fatto perdere circa 80 milioni di euro alla Ratp, la società che gestisce i mezzi di trasporto parigini. Sono piccole associazioni non autorizzate formate da studenti, disoccupati e squattrinati che truffano quotidianamente la società transalpina con un sistema semplice: ogni mese ciascun membro versa alla sua associazione una quota di 7 euro e viaggia senza biglietto sui mezzi pubblici della capitale. Coloro che incappano nei controlli pagano le multe attingendo alla cassa comune della propria associazione e i risultati premiano sempre i trasgressori: il numero dei "senza biglietto" è di gran lunga superiore a quello dei sanzionati visto che la Ratp può contare solo su 968 controllori.

Continua la lettura...

La nuova opportunità Un giorno per le casalinghe
Antonella Mariani
del 30/04/2009

Non arriveranno solo da Voghera, ma da Palermo e Firenze, Padova e Torino. Saliranno al Quirinale tutte insieme e sarà un’emozione, perché è la prima volta. La prima volta che le casalinghe vengono invitate al Colle per celebrare la Festa del lavoro: le ha volute accanto a sé – una delegazione di 17 donne di ogni età, sotto la bandiera delle Federcasalinghe – il presidente Giorgio Napolitano.

Continua la lettura...

«Orfani» con i genitori e figli della nuova Russia
Giovanni Bensi
del 30/04/2009

Per quanto possa sembrare strano, nella Russia di oggi sono registrati come orfani “ufficiali” più bambini che durante la Seconda guerra mondiale: attualmente essi sono 697.0 00 e allora, quando infuriava la distruzione, negli anni ’40, erano 678.0 00.

Continua la lettura...

Il Papa ai malati: non sentitevi estranei
Benedetto XVI
del 02/05/2010

Signori Cardinali, cari fratelli e sorelle!
Desidero esprimere a voi tutti la mia gioia e la mia riconoscenza al Signore che mi ha condotto fino a voi, in questo luogo, dove in tanti modi e secondo un carisma particolare si manifestano la carità e la Provvidenza del Padre celeste. E’ un incontro, il nostro, che si intona molto bene al mio pellegrinaggio alla sacra Sindone, in cui possiamo leggere tutto il dramma della sofferenza, ma anche, alla luce della Risurrezione di Cristo, il pieno significato che essa assume per la redenzione del mondo. Ringrazio Don Aldo Sarotto per le significative parole che mi ha rivolto: attraverso di lui il mio grazie si estende a quanti operano in questo luogo, la Piccola Casa della Divina Provvidenza, come la volle chiamare san Giuseppe Benedetto Cottolengo.

Continua la lettura...

La disoccupazione balza all’8,8%
Bruno Mastroagostino
del 01/05/2010

La recessione molla un po’ la presa ma l’occupazione non se ne avvede, fa­cendo così registrare un nuovo balzo in avanti dei senza lavoro, che infatti a mar­zo crescono ancora arrivando, secondo l’I­stat, a 2milioni 194mila: si tratta di 58mila disoccupati in più (2,7%) rispetto a febbraio e 236mila in più (12%) su marzo 2008. È u­na caduta pesante, che soltanto grazie alla cassa integrazione, concessa a migliaia di lavoratori e per milioni di ore, non si è tra­sformata in una vera e propria Caporetto. In un anno si sono persi infatti 367mila posti di lavoro.

Continua la lettura...

Senza intervento pubblico e criteri morali il mercato non può autoregolarsi
Benedetto XVI
del 30/04/2009

Cari membri dell'Accademia,
sono lieto di salutarvi all'inizio della vostra XVI Sessione Plenaria, dedicata a un'analisi della crisi economica globale alla luce dei principi etici consacrati nella dottrina sociale della Chiesa. Ringrazio la Presidente, professoressa Mary Ann Glendon, per le cordiali parole di saluto e offro i miei ferventi e buoni auspici per la fecondità delle vostre deliberazioni.
Come sappiamo, la crisi finanziaria mondiale ha dimostrato la fragilità dell'attuale sistema economico e delle istituzioni a esso collegate.

Continua la lettura...

Rifugiarsi nel privato è peccato di omissione
Vittorio Nozza
del 29/04/2010

"Il Paese deve tornare a crescere, perché questa è la condizione fondamentale per una giustizia sociale che migliori le condizioni del Meridione, dei giovani senza garanzie, delle famiglie monoreddito, ciascuno è chiamato in causa in quest'opera di amore per il Paese: è una responsabilità grave che ricade su tutti, in primo luogo sui molti soggetti che hanno doveri politico-amministrativi, economico-finanziari, sociali, culturali e formativi". Lo ha detto monsignor Vittorio Nozza, direttore di Caritas italiana, a margine del trentaquattresimo convegno delle Caritas diocesane dal titolo: "Educati alla carità nella verità", svoltosi a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).
"Si tratta - ha aggiunto monsignor Nozza - di individuare un insieme di questioni-problemi che possano essere ritenuti prioritari nella prospettiva del bene comune e in particolare rispetto alle necessità che il Paese riprenda a crescere.

Continua la lettura...

Le campagne, bombe pronte a scoppiare
Domenico Marino
del 27/04/2010

Non di solo Rosarno soffre l’immi­grazione in Calabria. Migliaia di la­voratori sono sfruttati, malpagati e maltrattati in molte altre parti della regione, anzitutto quelle in cui è più alta la richiesta di manodopera agricola. Perché gli stranie­ri, anzitutto se irregolari, lavorano sodo, chie­dono poco e pretendono ancora meno.

Continua la lettura...

Nella «società del rischio» eco-sistema vittima designata
Giuseppe Longo
del 27/04/2010

Da tempo il triangolo uomo-ambiente­tecnologia emette sinistri scricchiolii. La complessità crescente dei nostri sistemi industriali, le imponenti quantità di energia in gioco, la tendenza al risparmio nei sistemi di sicurezza, l’aumento del traffico, il proliferare di fabbriche, impianti e mezzi di trasporto comportano un aumento costante del rischio di incidenti. La locuzione 'società del rischio' è quanto mai idonea a descrivere la situazione rispetto non ai rischi naturali, che sono sempre esistiti, quanto ai pericoli derivanti dalla produzione industriale, che negli ultimi tempi sono cresciuti a dismisura.

Continua la lettura...

L'uomo al centro della rete
Gianluca Comin
del 27/04/2010

Nell'era digitale del "tutti connessi, sempre e ovunque", le persone possono avere a disposizione a basso costo una quantità di informazioni e di conoscenza mai vista prima. Di conseguenza, cresce anche il loro potere: la potenziale capacità di far uscire la propria voce e le proprie opinioni, senza mediazione alcuna, dal cortile di casa alla vastissima agorà del mondo.
La grande rete fa cadere i confini della comunicazione; mette in relazione non solo le persone, ma gli stessi mezzi di comunicazione gettando in una crisi di identità (e molto spesso anche economica) i media tradizionali - e in particolare i giornali - che negli ultimi cento anni hanno vissuto l'ebbrezza dell'esclusiva del potere di intermediazione tra i fatti, le opinioni e i singoli cittadini.

Continua la lettura...

Il rischio di corrompere la nobiltà di un dono
Francesco d'Agostino
del 27/04/2010

È da più di quarant’anni, dal 1967, che la legge italiana ha autorizzato la donazione di rene da soggetto vivente a paziente in pericolo di vita, subordinando questa eccezione al principio giuridico fondamentale dell’indisponibilità del corpo umano alla condizione che la donazione avvenga tra parenti strettissimi (genitori, figli, fratelli), tra coniugi e, solo in via subordinata, tra estranei. Il riferimento agli estranei è sempre stato interpretato ristrettivamente, come riferito a coppie di conviventi o comunque a persone unite da fortissimi e conclamati vincoli amicali. Si può estendere questa normativa al caso di una donazione a estranei sconosciuti? Si può autorizzare una simile donazione 'samaritana' (come la qualificano i bioeticisti)? E’ evidente che poco rileva che questo tipo di donazione non potrà che coinvolgere, come è intuitivo, se non un numero statisticamente irrilevante di persone; la questione è strettamente di principio e come tale va valutata.

Continua la lettura...

«Testimoni», la verità che fa notizia
Umberto Folena
del 25/04/2010

Millecinquecento teste pensanti, quelle del convegno «Testimoni digitali». Più altre migliaia che in fila, diligentemen­te, affluiscono nell’Aula Paolo VI, fino e riempir­la tutta. «Millecinquecento teste pensanti – ri­pete Marco Tarquinio, direttore di Avvenire – si sono riunite per giorni intensi di lavoro comune eppure non hanno fatto (quasi) notizia».

Continua la lettura...

La fede della vita frantuma ogni tentato assedio
Davide Rondoni
del 25/04/2010

Gli attacchi sui media di tutto il mondo. Libri e film che hanno come principale scopo alimentare leggende nere o nefandezze sulla Chiesa. Uno stillicidio di articoli sui maggiori quotidiani italiani, libri dei pensatori à la page rivolti a farci passare come dei mezzi ritardati mentali.

Continua la lettura...

Il popolo della crisi

del 24/04/2010

La crisi economica globale farà cadere in una condizione di estrema povertà 53 milioni di persone e causerà nei prossimi cinque anni la morte di oltre un milione di bambini. Ciò nonostante, entro il 2015 il numero dei poveri in tutto il mondo - ossia di coloro che vivono con meno di 1,25 dollari al giorno - sarà dimezzato rispetto alle stime del 1990, quando però la soglia era fissata a un dollaro. A renderlo noto è un rapporto congiunto realizzato dal Fondo monetario internazionale e dalla Banca mondiale che fa il punto sulla realizzazione degli Obiettivi del Millennio stabiliti dalle Nazioni Unite nel 2000.

Continua la lettura...

Prendiamo il largo nel mare digitale
Benedetto XVI
del 24/02/2010

Eminenza,
Venerati Confratelli nell'episcopato,
cari amici,
sono lieto di questa occasione per incontrarvi e concludere il vostro convegno, dal titolo quanto mai evocativo: "Testimoni digitali. Volti e linguaggi nell'era crossmediale". Ringrazio il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Cardinale Angelo Bagnasco, per le cordiali parole di benvenuto, con le quali, ancora una volta, ha voluto esprimere l'affetto e la vicinanza della Chiesa che è in Italia al mio servizio apostolico.

Continua la lettura...

Comunicazione e missione
CEI
del 18/06/2004

In ogni circostanza e in ogni tempo la Chiesa non è mai venuta meno alla sua missione: comunicare il Verbo della vita, ascoltato, contemplato, toccato e annunciato. La Chiesa, testimone sin dalle origini delle parole e dei gesti con cui Gesù ha redento l’umanità, esiste per comunicare agli uomini di ogni tempo questa buona notizia. Se non si impegnasse con tutte le sue forze nel comunicare ciò che il Signore le ha affidato verrebbe meno alla sua missione.

Continua la lettura...

Dolore e speranza come di "Naufragio"
Marina Corradi
del 20/04/2010

Uno degli otto che a Malta hanno incon­trato Benedetto XVI e faccia a faccia gli hanno raccontato la loro storia di bambini violati ha detto che il Papa ha pianto, nell’a­scoltare. Segreto e riservatissimo l’incontro, nessuna telecamera si è allungata a cogliere l’istante in cui la compassione, il cum - pa­tere,
soffrire insieme, traboccava sul viso di Benedetto XVI. Lo ha testimoniato solo, me­ravigliato, un visitatore: «ll Papa ha pianto con me».

Continua la lettura...

Tra polenta e kebab
Rosanna Biffi
del 04/04/2010

Percorrendo cento metri in una zona qualunque di una grande città, ci si imbatte in due pizzerie, un take away di kebab, un ristorante chic, un locale di sushi e un’«osteria» che espone il menù con i piatti della migliore tradizione locale. Sulla qualità di ciascuno non garantiamo, sulla varietà sì. Ognuno di essi ha una clientela affezionata e «mangiatori» curiosi che possono entrare una volta qui e una là.

Continua la lettura...

Forti le parole, i fatti ancora di più Così si combatte la mafia
Antonio Maria Mira
del 18/04/2010

«La lotta alla mafia non può fermarsi a una sola stanza, la lotta alla mafia deve coinvolgere l’intero palazzo. All’opera del muratore deve affiancarsi quella dell’ingegnere. Se pulisci una stanza non puoi ignorare che altre stanze possono essere sporche, che magari l’ascensore non funziona, che non ci sono le scale.

Continua la lettura...

Strategia «partecipata» per l’emergenza carceri
Giuseppe Anziani
del 18/04/2010

Carcere, allarme, emergenza: ci risiamo.
All’inizio dell’anno lo 'stato di emergenza' fu perfino proclamato, tra plausi in attesa di miracolo e scetticismi pungenti. Oggi il dramma infinito prosegue, brucia l’invariato dolore di 65mila corpi ammassati in 43mila posti di capienza attrezzata per un patimento sopportabile.

Continua la lettura...

La gratitudine di un popolo che nessuno saprà misurare
Davide Rondoni
del 18/04/2010

Chi sono gli italiani che si riuniranno do­mani? Chi sono questi che si radune­ranno senza bandiere, senza invadere piaz­ze, niente comizi, senza battaglia di cifre con la questura ? Cosa è questo radunarsi in tan­ti luoghi? Gente che non si mobilita contro qualcuno. Nemmeno si tratta di gente che presume di fare il raduno dei migliori. Dei puri.

Continua la lettura...

Matrimonio-unioni gay Nessuna equiparazione
Pier Luigi Fornari
del 16/04/2010

Nessuna illegittimità costi­tuzionale della normativa del codice civile che preve­de esclusivamente il matrimonio tra un uomo e la donna. Lo affermano le motivazioni della sentenza della Corte costituzionale sulle unioni gay pubblicate ieri. Quella norma infatti trova fondamento nell’arti­colo 29 della Costituzione.

Continua la lettura...

Le nuove Shahrazad, donne per la libertà
Anna Pozzi
del 15/04/2010

Il loro simbolo è diventato qualcosa che non le rappre­senta per niente: il chador.
Donne velate, nascoste, sotto­messe alle regole della religione e della società. L’ « Onda verde » di questi ultimi mesi ci ha svelato un volto diverso delle donne ira­niane, in prima fila – e non solo in senso metaforico – per la li­bertà, la giustizia, la democrazia.

Continua la lettura...

Social network, la seduzione dei giovani
Vincenzo Grienti
del 15/04/2010

«Le nuove tecnologie offrono opportunità di sviluppo tanto ai flussi di comunicazione positiva quanto a quelli di comunicazione negativa, sebbene bisogna ammettere che questo tipo di considerazione può essere altrettanto applicata ai tradizionali mezzi di comunicazione, che hanno sperimentato questo aspetto per anni'. Ne è convinto Glenn Mosley, direttore del laboratorio audiovisivo della Scuola di Giornalismo e Mass Media dell’University of Idaho, negli Stati Uniti. Docente dal 1996 di Teorie e tecniche del linguaggio giornalistico e radiotelevisivo, Mass media e società, presso la School of Journalism and Mass Media della University of Idaho, Mosley è un giornalista di lungo corso che ha lavorato come reporter per Northwest Public Radio e per altre stazioni radio pubbliche diffuse in tutta la costa pacifica, nord­occidentale degli Stati Uniti.

Continua la lettura...

La Consulta: no alle nozze omosessuali
Pier Luigi Fornari
del 15/04/2010

La Corte costituzionale dice 'no' al matri­monio tra omosessuali, ma ancor prima che la Consulta faccia conoscere le moti­vazioni della bocciatura dei ricorsi che lo pero­ravano, già il leader storico dei gay, Franco Gril­lini, detta l’interpretazione mediatica sostenen­do che la questione è rimandata al legislatore. In realtà da quello che è dato comprendere il pro­nunciamento del 'giudice delle leggi' non è so­lo riferito alle competenze ma è nettamente di merito. Infatti il comunicato uffi­ciale specifica che la Consulta ha dichiarato «infondati» i ragiona­menti dei ricorsi, secondo cui il riconoscimento legale delle u­nioni omosessuali doveva di­scendere di diritto dall’articolo 3 della Costituzione che sancisce l’uguaglianza di fronte alla legge di tutti i cittadini senza distinzio­ni di sesso.

Continua la lettura...

Carceri, a fine anno sarà collasso totale
Luca Liverani
del 14/04/2010

C’è qualcosa «di malato» nel sistema giudiziario italiano. Al record di detenuti nella storia della Repubblica – oltre 67 mila per una capienza di 43 mila posti - non corrisponde affatto un record di reati, diminuiti mediamente nel 2009 dell’8%. E a fine anno i detenuti raggiungeranno quota 73 mila.

Continua la lettura...

La lotta per i diritti dei minori non merita falsi paladini
Gabriella Sartori
del 14/04/2010

Diritti dei minori prima di tutto: fosse questo lo scopo principale dell’onda negativa che non cessa di tumultuare in tutto il mondo sul tema “pedofilia e Chiesa cattolica”, si potrebbe credere che un passo avanti è stato effettivamente fatto su questo scottante fronte. Sarebbe dunque venuto finalmente il momento in cui tutte le persone di “buona volontà”, cristiani cattolici e non cattolici, persone credenti e non credenti, di ogni tipo e di ogni Paese, si ritrovano tutte unite su una comune linea di “resistenza” umana: i minori sono persone senza “se” e senza “ma”; e sull’impegno (finalmente comune a tutti) di battersi, senza sconti per nessuno, contro ogni forma di offesa e sopraffazione di questi diritti. A cominciare da quelle più odiose quali la pedofilia e lo sfruttamento sessuale dei bambini e delle bambine.

Continua la lettura...

Pure nel mondo perfetto la vita non ci appartiene
Marina Corradi
del 14/04/2010

Quella zona dell’Alto Adige appare al visitatore come un mondo da fiaba. Distese di meli in filari geometricamente perfetti; belle case linde e puntualmente rinfrescate; campi verdissimi, in cui anche l’erba sembra rasata con millimetrica precisione. E nel mondo da fiaba correva il trenino colorato come un giocattolo, di fabbricazione svizzera, tutto nuovo, inaugurato nel 2006; dotato dei più recenti sistemi di sicurezza, tali che, se qualcosa di più grosso di un sasso fosse caduto sui binari, l’allarme sarebbe scattato bloccando immediatamente la linea.

Continua la lettura...

Proliferazione atomica il vecchio spettro e la selva dei nuovi sospetti
Riccardo Radaelli
del 14/04/2010

Sarebbe errato giudicare il summit sulla si­curezza nucleare fortemente voluto da Ba­rack Obama solo sul metro dei risultati tangi­bili immediati. Il valore di questo incontro fra più di quaranta capi di Stato e Governo sta nel segnale che la presidenza statunitense ha vo­luto dare e nell’ambizioso obiettivo di medio­lungo termine circa il futuro della non prolife­razione.
Non vi è infatti dubbio che i mutamenti poli­tici seguiti alla fine della Guerra Fredda e la cre­scita tecnologica di tanti Paesi stiano mutan­do gli ambiti e i confini della tradizionale azio­ne di prevenzione per le armi di distruzione di massa.

Continua la lettura...

Passione di Cristo, passione dei Carcerati
Bruno Oliviero
del 04/04/2010

La Sacra Sindone esposta a Torino

In questi giorni a Torino è esposta la Sacra Sindone. Il Cardinale di Torino, Severino Poletto, ha descritto l’ostensione come un evento di natura prettamente spirituale. Quel volto, ha detto il cardinale, indica a tutti la stretta relazione tra la passione del Signore e le sofferenze umane, passate e presenti.

Continua la lettura...

La tela del ragno
Salvo
del 14/04/2010

Navigando sotto internet mi è nata una grande curiosità, sia come webmaster, sia come cattolico impegnato nell'evangelizzazione in ambito internet, da qui l'esigenza di condividere queste riflessioni con chi legge.
Qualche giorno fa mi servivano delle immagini per allestire una presentazione multimediale per una poesia, ho provato ad inserire nel motore di ricerca più usato il termine "Madonna", sperando di trovare, come è ovvio, delle immagini della Santa Vergine. Dopo aver selezionato l'opzione di ricerca per le immagini, ho subito constatato che nessuna di quelle proposte in prima pagina ritraeva la Madre di Dio, ma un'altra "Madonna", ben più terrena.

Continua la lettura...

Offrire la sofferenza
Ugo Sartorio
del 04/04/2010

«Il mio confessore mi dice spesso: “Offri le tue sofferenze per la redenzione del mondo e per la conversione dei peccatori”. Ho una malattia cronica che si è accentuata con la vecchiaia e anche per questo non mi manca materia prima da “offrire” al Signore. Da qualche tempo, però, mi chiedo: “Com’è possibile che il Signore gradisca una cosa così brutta e sgradevole come i miei patimenti?”».

Continua la lettura...

Sarajevo, la diaspora dei cristiani
Laura Badaracchi
del 13/04/2010

Una diaspora silenziosa, una pulizia etnica in sordina, un esodo causato da una persecuzione implicita. La condizione non rosea dei cristiani a Sarajevo è sempre più quella di una minoranza, come racconta il cardinale Vinko Puljic, dal 1990 arcivescovo della capitale della Bosnia-Erzegovina, allo storico Roberto Morozzo della Rocca, in un denso libro-intervista pubblicato dalle Paoline e dai prossimi giorni in libreria ( Cristiani a Sarajevo, pagine 152, euro 13,00).
Denso per il peso specifico delle parole del porporato e dell’analisi del docente, che insegna storia contemporanea all’Università Roma Tre ed è un appassionato studioso dell’Europa orientale: «Prima della guerra i cattolici a Sarajevo erano 60mila, adesso sono 13mila: c’è stata una sorta di pulizia etnico-religiosa.

Continua la lettura...

Mafiosi, la grazia del Sepolcro è anche per voi
Andrea Gualtieri
del 13/04/2010

C’ è un istante, quando si celebra il rito dell’Af­fruntata, che conden­sa le emozioni e il senso liturgi­co. È quando il priore della con­fraternita tira il velo nero e sco­pre il manto celeste della statua della Madonna. A Sant’Onofrio è stato un momento liberatorio.

Continua la lettura...

Uniti a Benedetto XVI con la nostra preghiera
Salvatore Mazza
del 13/04/2010

La Cei invita « tutta la comunità ecclesiale» a stringersi attorno al Papa nell’anniversario del­la sua elezione, il prossimo 19 a­prile. E a « rendere grazie a Dio » per «il suo magistero illuminato e la sua testimonianza cristallina » . È quan­to si legge in un comunicato della presidenza della Conferenza epi­scopale italiana diffuso ieri, nel quale si sottolinea come « in que- st’ora di prova, la Chiesa in Italia non viene meno al dovere della pu­rificazione, pregando in particola­re per le vittime di abusi sessuali e per quanti, in ogni parte del mon­do, si sono macchiati di tali odiosi crimini » .

Continua la lettura...

Caro Zapatero, le spiego le favole
Ferdinando Camon
del 13/04/2010

Il governo Zapatero intende, dunque, mettere al bando tre favole perché le considera nocive all’educazione delle bambine, e cioè: 'Biancaneve', 'Cenerentola' e 'La Bella addormentata nel bosco'. La tesi – come già riportato su Avvenire di domenica – è che le tre favole calano nel cervellino delle bambine un’idea sbagliata delle donne, la vita delle donne, il loro rapporto con i mariti e con la società in genere. Perché le protagoniste si trovano sempre nei guai, non sanno cavarsela, piangono e aspettano l’aiuto di una forza superiore, puntualmente incarnata da un giovanotto ricco e potente, di nobile lignaggio, addirittura un principe, che arriva sul suo cavallo bianco, le porta via e le sposa.

Continua la lettura...

Gli egoismi di un’Europa spaventata venuti a galla con il caso Grecia
Giorgio Ferrari
del 13/04/2010

Potremmo chiamarla con il suo vero nome, ovvero 'carità pelosa'. Ma potremmo anche ribaltare l’angolo di visuale e scorgere in quei trenta miliardi di euro di aiuti messi a disposizione della Grecia da parte dell’Unione Europea una sorta di circolo virtuoso che fa della solidarietà un affare.
Dipende solo in quale lingua declinare il fenomeno: se ce lo raccontiamo in tedesco o in fiammingo, questa carità ha un sapore acre; in tutte le altre lingue europee, invece, si rivela un’ottima dimostrazione di come si possano aggirare gli steccati dei trattati privilegiando la tenuta del sistema-Europa e nel contempo prestare denaro a tassi vantaggiosi.

Continua la lettura...

La grandezza polacca le bassezze di casa nostra
Luigi Geninazzi
del 13/04/2010

Perfino davanti alla tragedia polacca c’è chi, qui da noi, è riuscito a buttarla in politica, quella più bassa e indecente. Un giornale d’opposizione pubblica una vignetta di pessimo gusto sulle 96 vittime del disastro aereo che ha decapitato i vertici istituzionali della Polonia («a chi troppo e a chi niente»). Ecco, «vogliono Berlusconi morto», titola a nove colonne in prima pagina un giornale, anzi no, Il Giornale di governo, che nel suo furore casalingo non trova neppure lo spazio per un piccolo richiamo al dramma che sta vivendo una grande nazione europea come la Polonia.

Continua la lettura...

Gettarsi nella rete per rimanere vivi
Claudia Di Giovanni
del 12/04/2010

La vita umana è stata paragonata alle quattro stagioni e la vecchiaia rappresenta l'inverno. Nell'Antico Testamento, la longevità è un dono di Dio, laddove nelle società gerarchiche essa conferisce addirittura potere.
Nella millenaria storia umana, ogni società ha sviluppato il suo modo di confrontarsi con il passare degli anni, rispettando l'anziano, custode di conoscenza e saggezza, particolarmente presso le culture orali nelle quali esso rappresentava la memoria collettiva.

Continua la lettura...

Non avrò altro corpo all'infuori del mio
Alessandra Mastrodonato
del 04/04/2010

“Ogni giorno ringrazio Dio perché mi ha dato una vita straordinaria, perché mi ha creato e mi ha disegnato nel modo in cui sono. A me non piace dire che Lui mi ha tolto qualcosa … Essere senza braccia è la mia ricchezza. Con le braccia non sarei più io.

Continua la lettura...

Seppellitemi sopra Marilyn
Lucetta Scaraffia
del 10/04/2010

Un ricco americano ha comprato un posto nel cimitero sopra quello dove è stata sepolta Marilyn Monroe, nella speranza di risvegliarsi proprio lì al momento del Giudizio finale. È una bizzarra scelta, senza dubbio, che rivela però una fede nella resurrezione dei corpi al di fuori - si direbbe - da una tradizione religiosa. A chi crede che si risveglierà davanti alla beatifica visione di Dio, cosa potrebbe importare, infatti, di Marilyn? Per di più, il ricco americano certo ignora che i teologi hanno a lungo dibattuto sulla possibilità di una resurrezione dei corpi emendati dai difetti e dalle debolezze terrene, e quindi anche dal desiderio sessuale, se non addirittura dalla differenza sessuale stessa.

Continua la lettura...

ISLAM: si allarga la cyber war

del 10/04/2010

I cyber attacchi non sarebbero un’ipotesi così remota: una simulazione del 2008 del governo americano avrebbe infatti svelato che gli Usa non sono ancora in grado di sopportare un assalto ai propri canali informatici vitali. Questo genere di attacco – osserva John P. Avlon (“Liberal”, 25 marzo 2010) risulta infatti appetibile per i nemici degli Stati Uniti, in quanto, nello scenario delle “guerre asimettriche”, permetterebbe a realtà più deboli di competere con quelle più forti, oltre a determinare una trasformazione della potenza tecnologica in una debolezza.

Continua la lettura...

Cosa c’è di “bio”?
Christine Fouarge
del 01/04/2010

Adam racconta: «Un giorno sono andato a lavorare, ma nella mia fattoria ho trovato dei braccianti; in quel momento ho saputo che la mia terra era stata venduta! Da allora non posso più coltivare». Mumud Alhassan Adam ha perso i suoi otto ettari di terreno. E aggiunge: «Non c’è stata nessuna consultazione preliminare con noi! E non ho ricevuto alcun compenso per il terreno che ho perso!».

Continua la lettura...

Nel suk dell'umano arriva anche l'aborto in saldo
Assuntina Moresi
del 10/04/2010

L’aborto in clinica privata al 20% di sconto per giovani dai quattordici fino ai trent’anni, accanto alle riduzioni sui biglietti del cinema, o l’acquisto di capi di abbigliamento. Il tutto grazie a una «carta servizi» regionale – un’iniziativa istituzionale, quindi – pubblicizzata con lo slogan «Usala per tutto». Aborto compreso.

Continua la lettura...

Icona del Figlio devozione antica
Gianmaria Zaccone
del 09/04/2010

Figura nodale della storia della Sindone è Geoffroy de Charny, prode cavaliere che nel basso Medioevo, alla metà del XIV secolo, consegnò alla chiesa da lui stesso fondata a Lirey, vicino a Troyes, il lungo lenzuolo sul quale era impressa la doppia immagine del corpo di un uomo torturato e crocifisso, da subito accolta dalla pietà popolare come la vera immagine del Crocefisso. Geoffroy e la sua famiglia tuttavia non ci hanno lasciato – o almeno non ci sono stati tramandati – documenti che ne chiariscono la provenienza, per cui, prima di quell’epoca, tutte le ipotesi sono possibili, e nessuna si rivela definitiva. Alcune sono meno fantasiose di altre, ma purtroppo spesso sono proprio queste ultime a occupare con maggior insistenza gli spazi mediatici.

Continua la lettura...

Identità di genere, l’Europa sbanda
Pier Luigi Fornari
del 09/04/2010

Un primato mondiale nel campo del diritto sarebbe stato conse­guito, secondo il segretario ge­nerale del Consiglio d’Europa (Coe), Thorbjørn Jagland, da una raccomanda­zione approvata una settimana fa dal co­mitato dei ministri di Strasburgo. Quel documento introduce la 'novità' giuri­dica dell’identità di genere per sollecita­re misure volte a combattere discrimi­nazioni fondate su di esso e sull’orienta­mento sessuale. Nel Trattato di Lisbona della Unione europea (che raccoglie 27 Stati contro i 47 del Coe), firmato il 3 di­cembre del 2007, ed in vigore del primo gennaio 2009, il contrasto delle discri­minazioni non è mai infatti riferito alla «i­dentità genere», ma solo al «sesso» e all’«orientamento sessuale».

Continua la lettura...

Così il carovita ha eroso il potere d’acquisto
Pietro Saccò
del 09/04/2010

Se quella dei prezzi fosse una gara, dove il pro­dotto che riesce a farsi pagare ogni anno un po’ di più vince, allora il concorrente più temibile non sarebbero né il pane, né la pasta, né la benzi­na; ma l’assicurazione Rc Au­to. In quindici anni il prezzo da pagare per assicurare la macchina – dicono i dati del­­l’Istat – è salito del 165%. Cioè è aumentato di più di una vol­ta e mezza, scatto straordina­rio che, tra i 204 beni e servizi che compongono il paniere dell’Istuto nazionale di stati­stica, è riuscito soltanto ai pro­dotti dell’oreficeria (+160,8%), mentre le spese per l’istruzio­ne secondaria, con il loro +132%, hanno so­lo sfiorato il traguardo.

Continua la lettura...

Famiglie più povere, redditi giù del 2,8%
Nicola Pini
del 09/04/2010

Meno reddito, meno consumi, meno ri­sparmi: in poche parole siamo diventati più poveri. Nel 2009 la crisi è en­trata di prepotenza nella ca­se delle famiglie italiane co­stringendole a far quadrare i conti con bilanci ridotti al­l’osso. Secondo la fotografia scattata dall’Istat il reddito disponibile si è ridotto in media del 2,8%, la contra­zione più ampia registrata dagli anni ’90, quando è ini­ziata questa serie statistica.

Continua la lettura...

E intanto il broker della coca evade dalla clinica
Vincenzo R, Spagnolo
del 09/04/2010

« I l sospetto è che ormai Rober­to Pannunzi sia già volato al­l’estero dove gode di nume­rosissimi appoggi. Uomini come lui so­no cittadini del mondo, gente che gira anche due o tre Stati nella stessa gior­nata ». Scuote il capo il procuratore ag­giunto della Direzione distrettuale anti­mafia di Reggio Calabria, Nicola Gratte­ri.

Continua la lettura...

«Se le aziende prosperano, per le mafie è un danno»
Antonio Maria Mira
del 09/04/2010

« Cercheranno in tutti i modi di tornare in pos­sesso dei loro beni, soprat­tutto le aziende, o vorranno farle morire. Perché i mafio­si non mollano mai. L’espe­rienza ci insegna proprio questo.

Continua la lettura...

Obama e Medvedev firmano il disarmo
Lena Molinari
del 09/04/2010

Un evento storico e il primo passo verso una mi­gliore collaborazione, dopo due anni di malinte­si. La firma dell’accordo Start 2 con la Russia per il disarmo nucleare è un successo per Barack Obama, che ne aveva fatto uno degli obiettivi dichiarati della sua amministrazione. L’intesa, che impegna i due ex nemici della Guerra Fredda a ridurre il numero delle testate nu­cleari di un terzo, una volta ratificata dai parlamenti del­le due nazioni, sostituirà lo Strategic Arms Reduction Treaty del 1991, scaduto lo scorso dicembre.

Continua la lettura...

Cucchi e il narcotrafficante Due pesi, troppi interrogativi
Danilo Paolini
del 09/04/2010

Le cronache di queste ultime ore raccontano due vicende analo­ghe per ambienta­zione, il carcere e l’o­spedale, ma total­mente in contrasto tra loro per protagonisti, sviluppi ed e­piloghi. Un contrasto dal sapore ama­ro, che non si può fare finta d’ignora­re. Parliamo delle storie di Stefano Cucchi, tristemente nota, e di quella, venuta alla luce ieri, del boss della ’n­drangheta Roberto Pannunzi.

Continua la lettura...

Tariffe alle stelle Riviste missionarie a rischio chiusura
Roberto Zanini
del 08/04/2010

Per i settimanali e i periodici cattolici è un ve­ro e proprio allarme di 'chiusura per falli­mento'. Da alcuni giorni si moltiplicano le i­niziative contro il decreto interministeriale che ha abolito per tutto il 2010 le tariffe postali agevolate per la stampa. E c’è chi come Gerolamo Fazzini, coordinatore della Federazione della stampa mis­sionaria italiana, che riunisce una quarantina di te­state per complessive 450 mila copie mensili, evi­denzia «la scelta economica miope operata dal governo, che in questo modo raccoglie soldi sulla pelle dei più deboli: sia per­ché si tratta di editoria non pro­fit, che in molti casi già lavora in perdita, sia perché, nel caso del­le pubblicazioni missionarie e di tante congregazioni religiose, si tratta di editoria che ha come scopo fondamentale la sensibi­lizzazione, la fidelizzazione e la raccolta di fondi in favore di ini­ziative benefiche in Italia e nel mondo».

Continua la lettura...

Formazione matrimoniale e accoglienza della vita
Gianluca Biccini
del 08/04/2010

Un periodo obbligatorio di formazione di sei mesi per le coppie che si preparano al matrimonio, da introdurre attraverso una modifica del Codice di diritto canonico. È l'ipotesi prospettata dal Pontificio Consiglio per la Famiglia a conclusione del seminario internazionale di studio con le associazioni pro vita svoltosi a Roma nei giorni scorsi.
Dopo aver raccolto le esperienze e le testimonianze dei volontari impegnati nei movimenti pro life dei cinque continenti, il dicastero vaticano sta valutando alcune misure concrete per prevenire lo sgretolamento delle famiglie, puntando soprattutto sull'educazione alla consapevolezza di chi si appresta a sposarsi.

Continua la lettura...

Quei cristiani sopravvissuti alla dominazione araba
Stanley Fiorini
del 08/04/2010

L'isola di Melita, dove secondo gli Atti degli Apostoli (27-28) naufragò l'apostolo Paolo, viene comunemente identificata dagli esperti con Malta, l'isola più grande nell'arcipelago a cento chilometri a sud della Sicilia, anche se altre isole, in particolare Mljet, sulla costa della Dalmazia, hanno in passato contestato questa identificazione. Comunque, come nelle altre parti dell'Impero romano, il cristianesimo si manifestò apertamente nelle isole maltesi con la benedizione data da Costantino il Grande alla nuova religione.
Evidenze archeologiche e documentarie testimoniano tale presenza: dal complesso estensivo di ipogei per la sepoltura cristiana del primo periodo, alle successive liste di vescovi soggetti a Roma che hanno retto la comunità locale.

Continua la lettura...

Ognuno di noi è a casa solo se tutti sono a casa
Fabrizio Mastrofini
del 08/04/2010

Ho cominciato guardandomi attorno. Non possiamo vedere dei senzatetto per strada e pensare che va tutto bene. Per questo lo slogan di Project Home dice: ognuno di noi è a casa se tutti sono a casa.

Continua la lettura...

7° Comandamento: «Non rubare» i limiti allo sfruttamento della natura
Padre Francesco Pio M. Pompa
del 01/02/2009

Il settimo Comandamento proibisce l’abuso delle risorse naturali (minerali, vegetali e animali). Il lavoro dell’uomo si svolge sulla base di una donazione da parte di Dio, il quale ha affidato all’uomo il giardino dell’Eden perché lo custodisca e lo coltivi e imponga il nome ad ogni cosa, cioè le dia un ordine ulteriore (cf Gen 2,15-20). Ma gli proibisce di mangiare il frutto «dell’albero della conoscenza e del male» (Gen 2,17), ossia di usare in modo arbitrario il suo potere.

Continua la lettura...

Pedofilia: il Papa agisce, gli Stati no
Beppe Del Colle
del 04/04/2010

Lo "scandalo" mediatico scatenato sui "preti pedofili" in due continenti, Europa e America, sta rivelando un fenomeno di malafede difficilmente immaginabile per qualsiasi altro caso di comportamenti immorali e illegali. È ora di reagire sul piano della realtà e dire le cose come stanno davvero.

Non c’è alcun dubbio che la pedofilia è per la Chiesa cattolica "vergogna e disonore", come ha scritto Benedetto XVI nella Lettera ai cattolici irlandesi, in cui parla di "crimini abnormi" e di colpo inferto alla Chiesa «a un punto tale cui non erano giunti neppure secoli di persecuzione».

Continua la lettura...

Droga, l’Asia «rinchiude» i suoi tossicodipendenti
Stefano Vecchia
del 07/04/2010

« U no degli inservien­ti usava la fune (di fili d’acciaio in­trecciati) per punirci. A ogni col­po la pelle ci restava attaccata». Questo il ricordo peggiore che Choam Chao ha M’noh, 16 anni, conserva del Centro di riabilita­zione giovanile del ministero de­gli Affari sociali cambogiano.

Continua la lettura...

Apriamo gli occhi fino in fondo
Maurizio Patricello
del 07/04/2010

N ella luce della Pasqua appena celebrata, con gli occhi ancora fissi al sepolcro vuoto, vorrei dire una parola sulla tristissima questione dei preti pedofili. Non è un mistero per nessun uomo di buona volontà e di discreta cultura che il problema della pedofilia è più esteso di quanto si possa ingenuamente credere. Adulti che provano interesse sessuale per i bambini ci sono sempre stati, anche quando si faceva finta di non vedere.

Continua la lettura...

Invettiva cristianissima contro l’Europa pedofoba e il mondo infanticida
Francesco Agnoli
del 25/03/2010

Ogni due o tre mesi mi scrive un amico, missionario in Africa, don Giuseppe Ceriani. Per parlarmi della chiesa di là, delle sue tribolazioni, delle sue attività, delle sue lotte. L’ultima sua lettera è datata Quaresima-Pasqua 2010.

Continua la lettura...

Mine antiuomo: calano le vittime «Ma non basta»
Lucia Capuzzi
del 04/04/2010

Nevardo Antonio Sanchez ha 30 anni. Fino a 25, ha fatto l’agricoltore in un campo di caffè nella zona di Caldas, in Co­lombia. Poi, un giorno del 2005, la sua vita è cambiata: ha calpestato un cerchio di plastica nascosto nel ter­reno.

Continua la lettura...

Il rischio 'ultima notizia' per i giornali sotto scacco
Eugenio Fatigante
del 04/04/2010

S torie di giornali che rischiano il 'col­lasso' a causa del colpo di mano go­vernativo sulle tariffe postali. C’è la te­stata diocesana che aveva appena scom­messo sul futuro raddoppiando le uscite, c’è quella storica che campa quasi per intero sul volontariato, c’è il bollettino della Ong (or­ganizzazione non governativa) che puntava proprio su questa agevolazione per la sua preziosa opera di educazione allo sviluppo nella società. Tutti, ora, si trovano davanti a un dilemma: tirare avanti, in qualche modo, o essere costretti a provvedimenti più drasti­ci.

Continua la lettura...

Fuori le sbarre. Vicino ai detenuti
Riccardo Ghinelli
del 02/04/2010

Nella mia vita non avevo mai camminato tanto. Se camminavo o correvo, era solo per scappare dai Carabinieri.” Questa frase, pronunciata da un ospite della casa “Madre del Perdono”, si riferisce al primo pellegrinaggio “Fuori le sbarre.

Continua la lettura...

Quando la vita cambia dietro le sbarre
Lucia Bellaspiga
del 04/04/2010

il mondo che ti crolla addosso, quan­do nella tua vita ordinata e serena ir­rompe l’imprevisto: la moglie che lascia un biglietto e se ne va per sempre col vicino di casa, i due bambini rimasti soli in strada davanti alla casa vuota, «occupati tu di loro», la derisione del rivale. Il sangue che sale al cervello e lo acceca. «E così io, persona nor­malissima, che non avevo mai fatto male a u­na mosca, ho preso il fucile da caccia e ho sparato all’uomo che mi aveva portato via tutto.

Continua la lettura...

Io, prete, tornato nella Sicilia dove cadde mio padre giudice
Lilli Genico
del 04/04/2010

C i sono storie in cui la vita è tolta per essere donata. Storie in cui la Croce del Venerdì Santo e la Risurrezione della Domenica di Pasqua sono unite dal­la testimonianza silenziosa di due genera­zioni, dentro la stessa famiglia. Padre Giu­seppe Giacomelli è un prete che ama sta­re in mezzo alla gente ma lontano dai ri­flettori.

Continua la lettura...

I Grandi manovrano su energia e sicurezza
Fulvio Scaglione
del 04/04/2010

C’ è un sacco di traffico dalle parti del Venezuela. Vladimir Putin è appena passato da Caracas, il 17 aprile ci passerà il presidente cinese Hu Hintao, che nel frattempo avrà incontrato il premier russo in Brasile, al secondo vertice del Bric (Brasile, Russia, India e Cina, appunto). E se il buongiorno si vede dal mattino, le scorribande nel 'giardino sul retro' dell’influenza politica americana non promettono nulla di buono per la Casa Bianca.

Continua la lettura...

Torture made in Italy

del 18/03/2010

L'Italia non si fa mancare nulla. Primeggia pure nel commercio della tortura. Tra i settori in cui eccelle, scopriamo ora, infatti, che c'è anche quello degli strumenti di dolore.

Continua la lettura...

Gli uomini devono chiedere perdono alle donne
Raniero Cantalamessa
del 02/04/2010

"Abbiamo un grande Sommo Sacerdote che ha attraversato i cieli, Gesù, il Figlio di Dio": così inizia il brano della Lettera agli Ebrei che abbiamo ascoltato nella seconda lettura. Nell'anno sacerdotale, la liturgia del Venerdì Santo ci permette di risalire alla sorgente storica del sacerdozio cristiano.
Essa è la fonte di entrambe le realizzazioni del sacerdozio: quella ministeriale, dei vescovi e dei presbiteri, e quella universale di tutti i fedeli.

Continua la lettura...

Ognuno ha un ruolo nel dramma eterno
Giandomenico Mucci
del 02/04/2010

Il futuro del cristianesimo è stato oggetto della riflessione di due illustri storici francesi, cattolici, accademici di Francia, che sono stati titolari di cattedre prestigiose e autori di opere note a livello internazionale: Jean Delumeau e René Rémond.
Delumeau è preoccupato per il corso sul quale si è avviata la déchristianisation, ma spera in quella evangelizzazione che saprà coniugare le tre grandi componenti della mentalità moderna: il retaggio religioso, le conquiste scientifico-tecniche e l'aspirazione alla partecipazione realizzabile sul piano politico dalla democrazia pluralista. Quindi, il cristianesimo non sta affatto per morire, a patto però che sappia constatare che oggi, nella storia dell'umanità, esistono due grandi culture di progresso: il cristianesimo stesso e l'illuminismo.

Continua la lettura...

Concilio mondiale contro la catastrofe
Sergio Zavoli
del 02/04/2010

Un mese fa, vedendomi trarre da una cartella qualche appunto su tale questione, Rita Levi Montalcini, che aveva visto tra le righe la parola Dio, mi ha chiesto se fossi credente; dopodich, con la sua grazia, quasi volesse discolparsi, disse:­Io non lo sono, ma penso a quale vuoto andrei incontro se non potessi pormi, nella mia vita, il problema di Dio. Nelle ultime pagine del Nuovo Testamento, l’Apocalisse di Giovanni annunzia che­non ci sarpimorte, nlutto, nlamento, nfatica, perchle realtdi prima saranno tutte passate, le ricordai. Aggiungendo: non ardirei sperare tanto, mi basterebbe vivere la realtdi adesso sapendo che al dono della vita occorre rispondere lealmente, senza stringere l’animo, ma lasciandolo aperto a tutto, anche alla speranza.

Continua la lettura...

Arabia Saudita, immigrati costretti nelle catacombe
Giuseppe Caffulli
del 02/04/2010

Il governo saudita continua a perpetrare severe violazioni del diritti umani come forma di repressione della libertreligiosa e di culto. Questi abusi includono: torture, violenze, trattamenti umilianti o punizioni inflitte dalle autoritamministrative e dalla giustizia penale; detenzione prolungata senza alcuna prova, pesanti misure coercitive mes- se in atto dalla Commissione per promuovere la virte prevenire il vizio e dalla polizia religiosa. Secondo il Rapporto 2009 pubblicato della Commissione Usa sulla libert religiosa internazionale, l’Arabia Saudita rientra nei cosiddetti Paesi che destano ­particolare preoccupazione.

Continua la lettura...

Gli orrori della Wehrmacht
Gaetano Vallini
del 31/03/2010

Arrivò a contare quasi diciotto milioni di uomini e, nella più sanguinosa delle guerre della storia, per un certo periodo riuscì a occupare mezza Europa. Ciononostante, quella che è considerata una delle più spietate ed efficienti macchine da combattimento mai approntate finì per soccombere in una totale disfatta. La Wehrmacht, l'esercito voluto da Adolf Hitler in sfregio alla pace di Versailles, fu molto più che una poderosa forza armata.

Continua la lettura...

Padre Scalfi, 50 anni di samizdat
Antonio Giuliano
del 31/03/2010

« Solov’ëv diceva che per capire non basta sol­tanto la ragione, oc­corre anche il cuore, l’esperien­za » . Le parole del grande pensa­tore russo sono da sempre la bus­sola per padre Romano Scalfi, l’uomo che negli anni Sessanta valicò la Cortina di ferro comu­nista e dimostrò all’Occidente la fede sotterranea dei credenti del­l’ex Unione Sovietica. Da Tione di Trento dove è nato nel 1923, ne ha fatta di strada l’indomito cat­tolico altoatesino che nel 1957 a Milano ha fondato il centro stu­di Russia Cristiana.

Continua la lettura...

La lezione dell’Aquila
Bruno Tarantino
del 31/03/2010

Tra i vari comandi e prescri­zioni contenuti nella Bibbia ve n’è uno che può sembrare alquanto strano e inverosimile. Par­lando al pio israelita, Dio gli ordina, nel caso dovesse incontrare sulla sua strada l’asino del nemico che si è sperso, su per i monti o tra i diru­pi, di prenderlo in custodia e ripor­targlielo appena possibile in quanto strumento indispensabile al lavoro e quindi anche a una dignitosa so­pravvivenza. È un limite alla ven­detta.

Continua la lettura...

Londra, no al crocifisso in corsia
Elisabetta del Soldato
del 31/03/2010

Per trentun anni Shirley Chaplin, un’in­fermiera di 54 anni, ha indossato sul posto di lavoro una catenina con una piccola croce al collo. Ma un anno fa i suoi su­periori al Royal Devon and Exter Hospital, un ospedale nel sud dell’Inghilterra, le hanno chiesto di rimuoverla. Nello stesso ospedale ai medici e alle infermiere musulmane è per­messo di indossare il velo.

Continua la lettura...

Tanta insofferenza verso i Palazzi sempre più lontani dalla gente
Giovanni Ruggiero
del 31/03/2010

Roberto Cartocci, politologo e docente di scienze politi­che all’Università di Bolo­gna, questo risultato del voto se l’a­spettava (astensionismo e tutto il re­sto), e non è sorpreso. Ci spiega per­ché.
Professore, come interpreta anzi­tutto la forte astensione?
È un segnale di disinteresse e di in­sofferenza.

Continua la lettura...

La Pazienza e il fuoco «Amici dei pedofili» ci dicono ma noi stiamo con Cristo
Davide Rondoni
del 31/03/2010

Ora ci han detto di tutto. Non fac­cio la vittima, non è, nemmeno ora, il caso. Ma c’è da dire che noi cat­tolici collezioniamo ingiurie.

Continua la lettura...

Quei moralisti inglesi che chiedono le dimissioni del Papa e aiutano i pedofili
Gianfranco Amato
del 29/03/2010

In Gran Bretagna è montata una comprensibile indignazione contro gli episodi di pedofilia commessi da preti cattolici. Questa indignazione si sta trasformando in un vero e proprio bombardamento mediatico quotidiano contro lo stesso Pontefice, culminato nella manifestazione di protesta tenuta ieri, domenica 28 marzo, davanti alla cattedrale cattolica di Westminster a Londra, per chiedere nientedimeno che le dimissioni del Papa.

Qualcosa però non quadra.

Continua la lettura...

Gesù Cristo è la via giusta per l’uomo
Benedetto XVI
del 30/03/2010

C ari fratelli e sorelle, cari giovani! Il Van­gelo della benedizione delle palme, che abbiamo ascoltiamo qui riuniti in Piazza San Pietro, comincia con la frase: «Ge­sù camminava davanti a tutti salendo verso Gerusalemme» ( Lc 19,28). Subito all’inizio della liturgia di questo giorno, la Chiesa an­ticipa la sua risposta al Vangelo, dicendo: «Se­guiamo il Signore». Con ciò il tema della Do­menica delle Palme è chiaramente espresso.

Continua la lettura...

Il figlio ad ogni costo: Rai3, va in onda l’orrore
Lucia Bellaspiga
del 30/03/2010

La ragazza, un’indiana, ansima e piange ma sono gli ultimi sforzi, poi il bimbo viene al mondo e l’ équipe in camice verde taglia il cordone ombeli­cale. Per un breve istante il neonato vie­ne mostrato alla donna, che gli sfiora la guancia con una carezza e subito disto­glie lo sguardo per non rischiare di a­marlo. «Adesso lo portiamo da sua ma­dre », sorride soddisfatta la dottoressa, an­che lei indiana.

Continua la lettura...

Delusi dalla politica che non pensa alla crisi
Andrea Lavazza
del 30/03/2010

«Un segnale molto forte alla politica. Non capite come cambia la società, non parlate dei no­stri problemi, non avete pro­getti oltre le polemiche di giornata». L’astensione a li­velli record, seppure ampia­mente prevista – almeno da lui – è un forte campanello d’allarme per il Palazzo, se­condo il sondaggista Nando Pagnoncelli, presidente di I­psos.

Continua la lettura...

Teorie "gender" che negano la differenza tra maschio e femmina in un libro di Giulia Galeotti

del 29/03/2010

Non è per ossequio alla lingua inglese che il titolo del volume di Giulia Galeotti Gender-Genere. Chi vuole negare la differenza maschio-femmina? L'alleanza tra femminismo e Chiesa cattolica (Vivere in, 2009) riporta, accanto a "genere" la parola gender. È, invece, una indispensabile precisazione linguistica.

Continua la lettura...

Alcune considerazioni in margine al caso Busi
On.le Alessandro Pagano
del 27/03/2010

Ha fatto discutere, nei giorni scorsi, l'allontanamento di Aldo Busi da un noto reality per essere stato volgare e offensivo nei confronti del Santo Padre.

Busi non è nuovo a questi atteggiamenti e soprattutto non è isolato (sono tanti gli attori e gli autori che lavorano con questo intento). È questa una lobby che tende a diffondere immagini, idee e testi finalizzati a dissacrare, rimuovere ogni senso di colpa, uccidere la propria interiorità ed eliminare ogni remora di natura etica.

Continua la lettura...

Un attacco al Papa dietro le false accuse del New York Times
Andrea Tornielli
del 26/03/2010

«I leader della Chiesa scelsero di proteggere la Chiesa invece che i bambini.. . Alti funzionari vaticani - incluso il futuro Papa Benedetto XVI - non ridussero allo stato laicale un prete che aveva molestato qualcosa come 200 ragazzi sordi».

Continua la lettura...

Feltri sospeso sei mesi per le menzogne su Boffo
Davide Re
del 27/03/2010

L’Ordine dei giornalisti della Lombar­dia (5 voti contro tre) ha sanzionato il direttore del Giornale Vittorio Fel­tri per le false accuse a Dino Boffo. Sei mesi di sospensione per quanto scritto sul quotidia­no della famiglia Berlu­sconi, la scorsa estate, contro l’ex direttore di Avvenire.. Perché, si leg­ge nel dispositivo del­l’Ordine dei giornalisti «ha pubblicato una se­rie di articoli in cui ha at­tribuito falsamente al tribunale di Terni infor­mazioni non vere relati­ve al collega Dino Boffo violando gli articoli 2 e 48 della legge istitutiva dell’Ordine e la n.

Continua la lettura...

Angelo, la mamma, un prete Ecco la Chiesa che c’è sempre
Don Maurizio Patriciello
del 27/03/2010

« Non abbandonarmi, mamma. Se non verrai, ti giuro che mi impicco.. .

Continua la lettura...

Questa offensiva contro la Chiesa perchè smetta di essere Chiesa
Alessandro Zaccuri
del 27/03/2010

Dal punto di vista del New York Times , pro­babilmente, c’è un solo modo per u­scirne: la Chiesa smetta di essere Chiesa. Era quello che chiedeva già nel 2002, quando lo scandalo dei crimini sessuali commessi da sacerdoti esplose negli Stati Uniti e gli edito­rialisti del Nyt iniziarono a gareggiare con i colleghi di altre prestigiose testate Usa nella spregiudicata arte dell’equivoco. Le parole d’ordine, oggi come allora, sono sempre le stesse: fire e cover up , «licenziare» e «insab­biare ».

Continua la lettura...

Consumi, la stretta comincia a tavola
Giuseppe Matarazzo
del 26/03/2010

I consumi restano deboli e le famiglie i­taliane continuano a tirare la cinghia. In attesa di una ripresa che tarda ad ar­rivare. I dati diffusi ieri dall’Istat sulle ven­dite al dettaglio a gennaio lo indicano chia­ramente: c’è un calo dello 0,5% rispetto a dicembre e del 2,6% rispetto a gennaio 2009.

Continua la lettura...

Persi 380mila posti. E scoppia il caso Fiat
Nicola Pini
del 25/03/2010

Indietro tutta: dopo 14 anni di crescita ininterrotta l’onda lunga dell’occupazione in Ita­lia nel 2009 è andata a sbattere contro il muro della recessione in­ternazionale. Alla fine dello scor­so anno il numero dei lavoratori in attività è sceso di 428mila unità rispetto a un anno prima (-1,8%). Nello stesso periodo i disoccupa­ti sono saliti a quota 2,145 milio­ni, 369mila in più (raggiungendo il tasso dell’8,6%), mentre cresce­vano di 250 mila unità anche gli inattivi, quelli che il lavoro non lo cercano nemmeno.

Continua la lettura...

L'uomo è fatto per amare
Benedetto XVI
del 20/03/2010

Al Venerato Fratello
Cardinale StanisLaw RyLko
Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici

Sono lieto di inviare il mio cordiale saluto a Lei, ai collaboratori del Pontificio Consiglio per i Laici e a quanti prendono parte al X Forum Internazionale dei Giovani, che si tiene in questa settimana a Rocca di Papa sul tema "Imparare ad amare". Con particolare affetto mi rivolgo ai giovani delegati delle Conferenze Episcopali e di vari Movimenti, Associazioni e Comunità internazionali, provenienti dai cinque continenti. Estendo il mio pensiero agli autorevoli relatori, che apportano all'incontro il contributo della loro competenza e della loro esperienza.

Continua la lettura...

Crisi, ecco le vittime
Andrea Dituri
del 24/03/2010

A gennaio 2010 nei Paesi dell’Unione europea la disoccupazione ha toccato il 9,5%, con circa 4 milioni di posti di lavoro persi secondo Eurostat. L’impatto della crisi, dunque, è stato molto forte, ma non generalizzato. Nel senso che all’interno di un quadro complessivamente negativo, la variazione dei livelli occupazionali è stata sensibilmente diversa per categorie di persone diverse.

Continua la lettura...

«Valori non negoziabili Criterio-guida per il voto»
Mimmo Muolo
del 24/03/2010

Sono i «valori non negoziabili», da assumere «nel loro insie­me », «il criterio guida per un sapiente discernimento» al momen­to del voto. Lo affermano i vescovi della Liguria in un comunicato pub­blicato ieri in vista delle elezioni re­gionali. Comunicato che giunge il giorno dopo la prolusione con cui il presidente della Cei aveva aperto lu­nedì il Consiglio permanente e che sottolinea (né poteva essere diversa­mente) i medesimi concetti.

Continua la lettura...

Ribelliamoci all’indifferenza male che insidia e che non turba
Ferdinando Camon
del 24/03/2010

C’ era una notizia atroce ieri sui giornali: figlia ingaggia due killer, prima uno poi l’altro, a distanza di mesi, per uccidere il padre. È un 'parricidio lungo': non dura un attimo, ma mesi.
Non è un raptus, ma odio.

Continua la lettura...

Quell’«energia morale» che aiuta a dare vita al futuro
Marina Corradi
del 24/03/2010

«Quella energia morale che avevamo dentro e ha consentito a una nazione, uscita dalla guerra in condizioni penose, di ritrovarsi in qualche decennio fra le prime al mondo, quella forza vitale, che fine ha fatto?». La domanda posta dal cardinale Bagnasco tra le righe della prolusione al Consiglio permanente della Cei torna in mente davanti ai numeri del rapporto 2009 del Cisf, Centro internazionale studi famiglia, presentato ieri. Tra i tanti dati, una risposta colpisce.

Continua la lettura...

Nel mondo tra la gente per missione
Giulio Albanese
del 24/03/2010

Trent’anni fa moriva monsignor Oscar Ar­nulfo Romero, arcivescovo di San Salva­dor, ucciso a sangue freddo mentre celebra­va la Santa Messa vespertina nella cappella dell’ospedale della Divina Provvidenza. E pro­prio nel giorno in cui il popolo salvadoregno è chiamato a fare memoria dell’estremo sa­crificio del suo pastore, la Chiesa Italiana ce­lebra la XVIII Giornata di preghiera e digiu­no in ricordo dei missionari martiri e di quan­ti sono caduti, in varie circostanze, nell’a­dempimento del loro dovere evangelico. Si tratta di un’iniziativa promossa come ogni anno dal Movimento giovanile missionario della Fondazione Missio.

Continua la lettura...

Sos in bottiglia
Alberto Friso
del 03/03/2010

Venerdì sera a Campo de’ Fiori, Roma. Angelo, 14 anni, è in compagnia di Chicco e Vale. In mano uno shottino a testa, tanto per iniziare la notte col piede giusto, tutto d’un sorso.

Continua la lettura...

Ucciso un cristiano in Pakistan per non avere abiurato

del 24/03/2010

Islamabad, 23. È deceduto ieri sera presso l'ospedale "Sacra Famiglia" di Rawalpindi, in Pakistan, Arshed Masih, il trentottenne domestico, di fede cristiana, arso vivo venerdì scorso in questa città da un gruppo di fanatici musulmani perché si era rifiutato di convertirsi all'islam.
La moglie della vittima, Marta Arshed, è tuttora ricoverata nel reparto femminile della stessa struttura ospedaliera per aver subito gravi lesioni a causa dello stupro subito, sembra da parte di alcuni agenti, dopo aver denunciato al commissariato locale l'attentato subito dal marito.

Continua la lettura...

Non c’è spazio in tv per i bimbi che soffrono
Tiziana Lupi
del 23/03/2010

C’era una volta un programma che, caso (quasi) unico nei palinsesti televisivi, raccontava al pubblico le storie degli ’ultimi’, di coloro che non trovano mai una telecamera che li riprenda o un microfono che dia loro voce. Quel programma si chiamava proprio C’era una volta perché il suo autore nonché conduttore, il giornalista Silvestro Montanaro, voleva sottolineare che non sempre le fiabe che iniziano con quelle quattro paroline hanno un lieto fine.
Sicuramente non lo hanno per i bambini che Montanaro ha incontrato (e raccontato) nei Paesi del mondo dove l’infanzia viene sistematicamente abusata e violata da chi, invece, dovrebbe raccontare a quei piccoli la favola della buonanotte.

Continua la lettura...

Sos acqua, ogni giorno muoiono 5.000 bambini
Viviana D'Aloiso
del 23/03/2010

Otto milioni di morti all’anno. Cinquemila bambini al giorno, uno ogni venti secondi. Nemmeno le guerre e le violenze che tor­mentano ogni angolo del Pianeta, messe tutte in­sieme, possono tanto.

Continua la lettura...

Ecco la bussola
Mimmo Muolo
del 23/03/2010

All’Italia serve « una con­versione necessaria e irre­vocabile » a tutti i livelli. U­na conversione frutto della ricon­ciliazione delle persone con se stesse e della riconciliazione in ambito sociale e politico, che por­ti il Paese ad uscire dalle secche di una sorta di «irriducibile pessimi­smo». Con questo appello, conte­nuto nella sua prolusione, il car­dinale Angelo Bagnasco ha aper­to ieri il Consiglio permanente di marzo.

Continua la lettura...

Il frivolo che va in pagina e la memoria da salvare
Roberto Musappi
del 23/03/2010

Siamo som­mersi e oppressi dal frivolo, dal pettegolezzo, al punto da confonderlo con l’effimero.
L’informazione televisiva ( in percentuale altissima) e quella stampata ( in percentuale comunque molto alta) ci bombardano quotidianamente di sciocchezze, pettegolezzi, eventi che per avere qualche elemento piccante o inconsueto assurgono a esemplarità, della durata di un attimo.
Da bambino apprendevo non solo a scuola e sui libri, ma anche leggendo il quotidiano che papà ogni giorno (' quotidianamente') acquistava.

Continua la lettura...

Cambia la sanità Cambia l’America?
Andrea Lavazza
del 23/03/2010

Il risicato «sì» parlamentare ottenuto dalla riforma sanitaria strenuamente voluta da Barack Obama può essere giudicato in modi assai diversi secondo la distanza degli osservatori. Mettendo per un attimo tra parentesi la centrale questione dell’aborto – che riprenderemo nella sua importanza più avanti –, la svolta verso l’assistenza garantita a 32 milioni di persone appare, dall’Europa abituata a un welfare universalistico e gratuito, un passo positivo e doveroso.
Avvicinandosi agli Usa, diventa più pertinente l’efficace commento del Los Angeles Times,
secondo il quale «raramente un elemento così positivo per la vita degli americani (l’opinione dei principali media e di molti intellettuali, ndr )
è stato percepito da così tanti come una minaccia al proprio benessere e alla propria libertà».

Continua la lettura...

La crisi taglia pizze, caffè e telefonate
Nicola Pini
del 22/03/2010

Bando agli sprechi: con la crisi le fami­glie italiane hanno ridotto soprattutto le spe­se superflue e rinviato gli acquisiti non obbligatori. Nel biennio nero dell’eco­nomia i consumi della po­polazione residente si so­no ridotti del 2,8%, regi­strando la peggior caduta ( dopo quella del 1993) de­gli ultimi decenni. Lo re­gistra una ricerca della Confcommercio, secondo la quale il calo nel 2009 è stato più forte sui beni di consumo (- 3,1%) rispetto alle spese per i servizi (­0,8%) che comunque han­no registrato la prima bat­tuta d’arresto da lungo tempo.

Continua la lettura...

Perchè i cristiani sono i più perseguitati?
Piero Gheddo
del 22/03/2010

Al di fuori del mondo cristiano, i credenti più perseguitati sono i cristiani. Perché? Gesù è all’origine dell’unica rivoluzione che cambia il cuore dell’uomo e la stessa società. Questo dà fastidio.

Continua la lettura...

Stefano ha infine pace, noi no: è l’indifferenza che uccide
Giuseppe Anziani
del 22/03/2010

La spoglia di Stefano Cucchi, tumulata nel cimitero di San Gregorio, ha finalmente pace. La nostra coscienza no.
Ci resta negli occhi, non meno che l’immagine del suo corpo larvale nelle foto d’autopsia, lo stupore e l’angoscia di quella sequenza di vita e di morte, ora che la Commissione parlamentare d’inchiesta ha depositato la sua relazione.

Continua la lettura...

Omosessualità: abominio - Difendiamo la Sacralità della Famiglia
-
del 22/03/2010

Tante sono le dispute dottrinali che negli ultimi decenni si sono avvicendate circa l’argomento omosessualità. Cari lettori ed amici, come possiamo non imputare questo abominio al demonio? Anche l’uomo primitivo, il meno colto, anche chi non conosce Dio, è conscio perfettamente della propria indole e viene guidato dai suoi istinti primordiali donatici dal Signore. È inutile nascondersi dietro un finto buonismo ed una apparente tolleranza cristiana, questa perversa pratica è voluta dal Maligno, allontana l’umanità dalla verità e genera perversione e disgusto.

Continua la lettura...

Copti, cittadini di serie B
Enrico Casale
del 03/04/2010

«In Egitto la discriminazione nei confronti dei cristiani copti è profonda e quotidiana. Però sta accadendo qualcosa di positivo: la comunità internazionale si sta accorgendo di noi e del nostro problema. Se prima eravamo ignorati, oggi non lo siamo più.

Continua la lettura...

Nova et vetera, la chiave per armonizzare modernità e tradizione
Roberto Rotondo
del 18/03/2010

A che punto è la costruzione della casa comune europea a vent’anni dalla caduta del Muro di Berlino? Che cosa ne è di tante speranze? E come uscire dalla dialettica sterile tra laicismo e fondamentalismo religioso che attraversa le istituzioni europee? Il recente libro del cardinale Angelo Sodano, decano del Sacro Collegio e segretario di Stato emerito, Per una nuova Europa. Il contributo dei cristiani, edito dalla Libreria Editrice Vaticana, riesce in poche pagine a dare più di una risposta, senza tralasciare nessuna delle questioni aperte, neanche le più spinose. Il tutto senza polemica, ma con quella capacità di sintesi, chiarezza e praticità che al cardinale Sodano vengono, certo, da cinquanta anni spesi nella diplomazia vaticana – di cui ben quindici come segretario di Stato degli ultimi due papi –, ma, forse, anche dal legame con la sua terra, quel mondo rurale piemontese dove è cresciuto e dove è diventato sacerdote.

Continua la lettura...

Una favola sulle donne
don Mimì Fazioli Diocesi di Trivento
del 04/03/2010

Quando Dio creò la donna, era già al suo sesto giorno di lavoro e stava facendo anche gli straordinari.
Apparve un angelo e gli chiese: “Come mai stai impiegando tanto tempo per la donna?”
E il Signore rispose: "Hai visto il mio progetto su di lei?
Deve essere completamente lavabile, però non deve essere di plastica, avere più di 200 parti mobili, tutte sostituibili ed esser capace di funzionare con una dieta di qualsiasi cosa avanzi, avere un grembo che possa accogliere quattro bimbi contemporaneamente, avere un bacio che possa curare da un ginocchio sbucciato a un cuore spezzato e fare tutto ciò solamente con due mani."

L’angelo si meravigliò dei requisiti: "Solamente due mani.

Continua la lettura...

Le zone grige del bel Paese, dove lo sviluppo economico sposa la violazione dei diritti umani
Giampaolo Petrucci
del 01/03/2010

I fatti tristemente noti di Rosarno - che si sono conclusi con la fuga di circa 2mila lavoratori stagionali africani - lasciano a bocca aperta. A chi a seguito da lontano la rivolta dei neri e la successiva ritorsione xenofoba degli abitanti del comune calabrese, la vicenda è sembrata una “cosa dell’altro mondo”. Inammissibile in un territorio che per sua natura è storicamente votato all’accoglienza.

Continua la lettura...

Cattiva educazione
Marco Rossi Doria
del 10/03/2010

Questi sono giorni cupi per chi - per condizione esistenziale o per mestiere - assolve a funzioni educative. Infatti la vicenda delle liste elettorali ha molte conseguenze nella vicenda politica e in quella relativa al più vasto patto tra cittadini e tra questi e le Istituzioni.
Ma rappresenta anche una ferita mortale a quella decisiva funzione umana che è l'educare.

Continua la lettura...

Ma chi chiede ancora scusa e dà il buon esempio?

del 15/03/2010

Che fine ha fatto il "buon esempio"? Ha ancora senso parlarne? E poi, costa così tanto, oggi, chiedere scusa? Ci sono due aspetti legati alla travagliata vicenda della presentazione delle liste di cui poco si parla, ma che non sono sfuggiti ai commentatori più attenti.

Il brutto pasticcio, originato dal non aver rispettato tempi e modi di consegna degli elenchi, accompagnato dall’assenza di una parola o di un gesto («Scusate, abbiamo sbagliato»), non ferisce soltanto il patto tra i cittadini, e tra loro e le istituzioni. Rende più soli e fragili chi, a ogni livello, ha responsabilità educative.

Continua la lettura...

La finestra nel Muro
Alicia Vacas
del 02/03/2010

Il Loro contatto con il quartiere arabo si attua principalmente Attraverso la scuola materna, frequentata da una sessantina di bambini palestinesi, per la Maggior parte Musulmani. Da circa cinque anni, la vita delle sorelle E quella degli abitanti si svolge sotto l'ombra funesta del Muro Che attraversa implacabilmente Israele / Palestina.
Lo scorso settembre L'accesso alla scuola è Stato bloccato, perchè il Muro è completato Stato, separando definitivamente le famiglie dai Loro cari, i giovani dai Loro lavori, le Comboniane dalle famiglie del villaggio, Dalla comunità cristiana di Betania e Dalla Chiesa di San Lazzaro, la "Casa dell'amicizia" dove Gesù riposava dalle Fatiche apostoliche in compagnia di Lazzaro, Marta e Maria.

Continua la lettura...

India: I cristiani "chiamati a combattere la cultura della morte"

del 19/03/2010

Mumbai (AsiaNews) - La cultura della morte che pervade l'India "si nutre di tutto lo spettro di quelle cose che de-umanizzano la persona. Non parliamo soltanto, per quanto tragici, di aborto ed eutanasia: bisogna includere la povertà e l'odio. Per combatterla, serve una nuova cultura della vita all'interno di ognuno di noi".

Continua la lettura...

Contro chi sputa sui preti
Padre Aldo Trento, missionario in Paraguay
del 20/03/2010

Sono in Italia da alcuni giorni e sono davvero amareggiato, addolorato per questi continui attacchi al Santo Padre, ai sacerdoti, alla Chiesa cattolica, usando la diabolica arma della pedofilia. E' vero, questo argomento sembra interessare più a certi giornali e alle loro fantasie e allucinazioni che al pubblico: perché ho incontrato migliaia di persone e per lo più giovani, ma nessuno mi ha posto una domanda su questa questione. Il che significa che, sebbene esista questo flagello nel mondo e abbia intaccato anche la chiesa, con la dura, chiara e forte condanna del Santo Padre, siamo lontani anni luce da quel fenomeno di massa, come se tutti i preti fossero pedofili, come vogliono farci credere.

Continua la lettura...

Aiutò i genitori a morire: prosciolto
Elisabetta del Soldato
del 20/03/2010

Non sarà incriminato il figlio del direttore d’orchestra Sir Edward Downes, morto nel lu­glio scorso assieme alla moglie nella cli­nica svizzera Dignitas che assiste i pa­zienti al suicidio. Lo ha deciso ieri il pro­curatore generale Keir Starmer dopo che il figlio del musicista, Caractacus Downes, era stato indagato per aver ac­compagnato i genitori nella cosiddetta “clinica della morte”.
I motivi per l’incriminazione secondo quanto dichiara l’“Atto sul Suicidio” del 1961 esistono tutti, ha dichiarato ieri Starmer, ma la decisione di non proce­dere è stata presa dopo che si siamo ac­certati che l’uomo ha agito mosso «in­teramente da compassione » .

Continua la lettura...

Famiglia, Roma adotta il quoziente
anini
del 20/03/2010

Dopo Parma anche Roma adotta il quoziente familiare. «E se ci riusciamo noi non dovranno esserci alibi per le altre città». Nel presentare ieri in Campidoglio il Protocollo d’intesa che avvia la collaborazione sulle politiche familiari fra la capitale e il capoluogo emiliano, il sindaco Gianni Alemanno, seduto accanto al sindaco di Parma Pietro Vignali, ha sottolineato la ferma volontà di riuscire a essere d’esempio per le altre città italiane e di mettere in piedi «un progetto allargato che possa condizionare il governo a fare altrettanto a livello nazionale.

Continua la lettura...

Debora Cantisano: «Oggi ho deciso di perdonare l’assassino pentito di mio papà»
Paolo Lambruschi
del 20/03/2010

Lollò Cantisano era un bravo fotografo e una persona per­bene. Aveva una bella fami­glia e aveva coronato il sogno di u­na vita, comperarsi una casetta in riva al mare per l’estate a Bovali­no Marina. La ’ndrangheta lo rapì nel 1993, la famiglia pagò il ri­scatto, ma lui non fece mai più ri­torno.

Continua la lettura...

Lotta alla mafia, una giornata per sperare
Paolo Lambruschi
del 20/03/2010

Pasqualina sale sul palco e non vuole trattenere le lacrime mentre ricorda il padre ucciso dalla ma­fia 36 anni fa. Il suo dolore non passerà mai an­che se ha 47 anni. Chiede l’anonimato, ma è venuta per­ché l’anno scorso ha sentito leggere il nome di suo papà.

Continua la lettura...

«Neutro mai», il diritto è chiaro Ma bastava stare al dato di natura
Giulia Galeotti
del 20/03/2010

Nato maschio 48 anni fa in Scozia, Norrie May- Welby si trasferisce a Sydney dove, nel 1990, chiede e ottiene di cambiare sesso. A 28 anni, dunque, Norrie diventa donna. Nemmeno così, però, si sente in armonia con sé, avendo compreso che « il concetto di uomo o donna non fa per me.

Continua la lettura...

Scappatoie legali consentono alle aziende europee di commercializzare “strumenti di tortura”
Amnesty International
del 18/03/2010

Un nuovo rapporto diffuso oggi da Amnesty International e dalla Omega Research Foundation presenta prove della partecipazione di aziende europee al commercio globale in “strumenti di tortura”, tra cui congegni fissati alle pareti delle celle per immobilizzare i detenuti, serrapollici in metallo e manette e bracciali che producono scariche elettriche da 50.0 00 volt .

Il rapporto, intitolato “Dalle parole ai fatti”, denuncia che queste attività sono proseguite nonostante l’introduzione, nel 2006, di una serie di controlli per proibire il commercio internazionale di materiale di polizia e di sicurezza atto a causare maltrattamenti e torture e per regolamentare il commercio di altro materiale ampiamente usato su scala mondiale per torturare.

Continua la lettura...

Cure palliative, il vero antidoto per l’eutanasia
Augusto Caraceni
del 18/03/2010

Le cure pal­liative come risposta ferma e decisa all’eutanasia. Ne è convinto Augusto Caraceni, direttore della struttura complessa di cure palliative dell’Istituto nazionale dei tumori di Milano. A una settimana dall’approvazione della legge che prevede tra l’altro l’istituzione di due reti distinte – una per le cure palliative e una in terapia del dolore –, il medico rassicura su eventuali rischi che qualcuno, nascondendosi dietro il cavallo di Troia della nuova normativa, ne faccia un uso distorto e lontano dai princìpi di questo tipo di medicina.

Continua la lettura...

Aziende Ue esportano strumenti di tortura
Gianluca Cazzaniga
del 18/03/2010

Alcune aziende euro­pee, tra cui cinque italiane, vendono «strumenti di tortura» come bastoni chiodati e bracciali elettrici. E questo, anche se l’Unione europea ne ha proibito l’esportazione e l’importazione nel 2006.
È quanto emerge da un rap­porto pubblicato ieri da Am­nesty International e dalla fondazione di ricerca Ome­ga.

Continua la lettura...

Il sommerso, una piaga da 250 miliardi
Gianni Santamaria
del 18/03/2010

Il lavoro nero è un macigno che pe­sa sull’economia italiana. Con u­na produzione di valore aggiunto pari all’economia dell’intero Mezzo­giorno. E una scure che incombe sul­la testa dei lavoratori.

Continua la lettura...

Più ossigeno per i polmoni del mondo
Daniele Zappalà
del 18/03/2010

Per la tanto auspicata 'pax ecologica' fra Nord e Sud, ci vuol forse un albero. O meglio, milioni di alberi da piantare o proteggere soprattutto nei polmoni verdi equatoriali del pianeta, rappresentati dai bacini forestali di Amazzonia, Congo e Indonesia. Fino a pochi mesi fa, que­sta soluzione veniva predicata solo da figure simbolo della società civile del mondo in via di sviluppo.

Continua la lettura...

Quella Tradizione che vive anche in atti solenni
Carlo Cardia
del 18/03/2010

La sentenza di Strasburgo contraria al crocifisso non esprime soltanto, come già si è detto su Avvenire, una concezione arida e antistorica dell’educazione dei giovani, ma contraddice direttamente la Convenzione europea sui diritti umani del 1950, e la legislazione di quasi tutti i Paesi europei i quali richiamano ampiamente le proprie radici cristiane e il ruolo che il cristianesimo svolge per le rispettive identità. La Cedu, sulla cui base la Corte è chiamata a pronunciarsi, afferma solennemente tra i presupposti della Convenzione che gli Stati europei sono «animati da uno stesso spirito e forti di un patrimonio comune di tradizioni e di ideali politici», e su questa base elabora i diritti riconosciuti agli individui e ai gruppi sociali. Tutti gli organismi europei quindi, compresi quelli giurisdizionali, devono riconoscere e tutelare questo patrimonio di tradizioni, nel quale un posto preminente spetta alla tradizione cristiana e ai suoi simboli, con le sue grandezze e il contributo determinante recato alla formazione dell’Europa e dei singoli Stati.

Continua la lettura...

Quei poveri senza più parole per il lavoro e il pane che mancano
Maurizio Patricello
del 17/03/2010

Altrove si discute, tra la gente si muore. Anche a Napoli. Si muore per mancanza di lavoro, per mancanza di pane.

Continua la lettura...

Israele e Palestina: favole intransigenti che mortificano ogni buona regione
Fulvio Scaglione
del 17/03/2010

Non siamo alla vigilia di una terza Intifa­da, come da punti di vista diversi ma pa­rimenti autorevoli confermano il custode di Terra Santa, padre Pierbattista Pizzaballa, e Dudi Cohen, capo della polizia di Israele. Ma da mesi si temeva che accadesse proprio ciò che ora vediamo: proteste violente, scontri, il ristagno politico che diventa corrente perico­losa. Le parti si rinfacciano ora tutta una serie di provocazioni: la costruzione di una sinago­ga a Gerusalemme Est, il controllo esclusivo del Monte del Tempio, l’attivismo sobillatorio di Hamas.

Continua la lettura...

L’effetto degli scandali nella psiche individuale e collettiva
Claudio Risé
del 15/03/2010

Che effetto ha sulla psiche individuale e collettiva l'enfasi data dai media alle storie di corruzione, e agli usi e costumi dei corrotti o supposti tali?
A giudicare da sogni e vissuti riferiti in psicoterapia parrebbe che trascrizioni di conversazioni senza scrupoli, ricostruzioni dettagliate di abitudini perverse e illegali generino soprattutto un vissuto depressivo. Le persone si sentono come accerchiate dal male, ed hanno l'impressione che non ci sia nulla da fare per cambiare la situazione.
Questa sensazione è generata sia dal ripetersi incessante di questo tipo di episodi, sia dal fatto che finora la maggior parte delle persone presentate inizialmente come colpevoli è stata poi assolta nei diversi livelli di giudizio.

Continua la lettura...

Niente crisi per il mercato delle armi

del 15/03/2010

Stoccolma, 15. L'America del Sud e il Sud est asiatico "destano preoccupazione" per il potenziale destabilizzante determinato dall'imponente volume d'affari sul fronte del mercato degli armamenti convenzionali nel quinquennio 2004-2009. Lo stima l'ultimo rapporto dell'Istituto internazionale di Stoccolma per le ricerche sulla pace (Sipri) che è stato reso noto ieri.

Continua la lettura...

Per un Sud che non solo resista ma che mostri che un’alternativa c’è
Domenico Delle Foglie
del 09/03/2010

Luigi Sturzo e Aldo Moro. E poi, ancora: don Pino Puglisi, don Giuseppe Diana e Rosario Livatino. Ecco i cinque nomi di cittadini nati a Sud del Garigliano che abbiamo ritrovato nel documento dell’Episcopato italiano dal titolo "Per un Paese solidale.

Continua la lettura...

Messaggio per la XXV Giornata Mondiale della Gioventù
Benedetto XVI
del 15/03/2010

Cari amici,

ricorre quest’anno il venticinquesimo anniversario di istituzione della Giornata Mondiale della Gioventù, voluta dal Venerabile Giovanni Paolo II come appuntamento annuale dei giovani credenti del mondo intero. Fu una iniziativa profetica che ha portato frutti abbondanti, permettendo alle nuove generazioni cristiane di incontrarsi, di mettersi in ascolto della Parola di Dio, di scoprire la bellezza della Chiesa e di vivere esperienze forti di fede che hanno portato molti alla decisione di donarsi totalmente a Cristo.

La presente XXV Giornata rappresenta una tappa verso il prossimo Incontro Mondiale dei giovani, che avrà luogo nell'agosto 2011 a Madrid, dove spero sarete numerosi a vivere questo evento di grazia.

Continua la lettura...

I nostri 400mila preti cattolici, questi uomini che amano i figli d'altri come figli loro
Marina Corradi
del 14/03/2010

Quasi ogni giorno dalla Germania ar­rivano notizie di casi di abusi pedo­fili addebitati a sacerdoti. Storie risalenti a cinquant’anni fa, come a Rati­sbona, e difficili da verificare. O nuove de­nunce, da vagliare con rigore, per fare pie­na luce, come vuole il Papa, sul più intollerabile dei crimini.

Continua la lettura...

Per i diritti delle donne in India

del 13/03/2010

La Chiesa in India è al fianco delle donne per il rispetto dei loro diritti e della loro dignità. Sono molteplici le iniziative programmate in diversi Stati della nazione, con il sostegno delle comunità religiose locali, per favorire la piena integrazione delle donne nella società, a tutti i livelli, inclusi quelli governativi. Fra l'altro, recentemente, è stata approvata una legge che riserva alle donne il 30 per cento dei seggi nel Lokh Saba, la Camera bassa dell'Assemblea legislativa federale indiana e nei Parlamenti dei vari Stati.

Continua la lettura...

Il doppio inganno del «Grande fratello»
Mirella Poggialini
del 10/03/2010

Si chiama "reality", abilissima invenzione: ma è illusione, se si vuol esser benevoli, oppure inganno. Perché di reale, nella melensa schiera dei cosiddetti "giovani d’oggi" che da dieci anni il Grande fratello allinea con pervicace e fortunata finzione, non c’è nulla. E lo ha dimostrato la vittoria, nella decima edizione, conclusasi lunedì sera con un picco di spettatori contato in 9.

Continua la lettura...

Quel bianco che scende dal cielo c’insegna ancora l’imprevisto
Davide Rondoni
del 11/03/2010

C’ è chi alla mattina legge il giornale (o accende la radio o la tv o il pc) e chi legge il cielo.
L’uno penserà che la vita è in balia delle tante forze che si contendono nel magma della storia e della quotidianità. Le forze chiare e oscure della politica, le peripezie dell’economia, le pressioni dei media.

Continua la lettura...

Che a scuola trovi spazio la «disciplina dei sentimenti»
Paolo Ricci Sindoni
del 11/03/2010

Accanto a nuove discipline legate allo sviluppo tecnologico, come l’informatica, o a quelle connesse alle tendenze comunicativo-linguistiche a opera della globalizzazione, come lo studio dell’inglese, bisognerà che si cominci a pensare all’opportunità che a scuola si insegni anche la «disciplina dei sentimenti». Intesa nel suo duplice significato semantico di «materia» di riflessione e di studio, che coinvolga le scienze umane – dalla psicologia alla filosofia, dalla psicanalisi alla sociologia –, e di «orientamento» nella complessa e necessaria formazione personale ai legami affettivi. Le giovani generazioni, infatti, appaiono sempre più disarmate e sprovviste di strumenti psicologici e spirituali, volti a quella che tradizionalmente veniva chiamata «formazione del carattere», quell’insieme di motivazioni, di desideri, di impulsi che vanno accolti, disciplinati, e infine metabolizzati nel patrimonio personale di crescita, così da prepararsi all’incontro con il mondo affettivo dell’altro, che viene veicolato «anche» attraverso la scoperta dell’altro sesso.

Continua la lettura...

Se 500 cristiani macellati non fanno notizia
Antonio Socci
del 09/03/2010

Sui mass media la censura delle persecuzioni contro i cristiani continua in modi nuovi. E non parlo solo delle persecuzioni dei regimi comunisti o di quelli islamici.

Nei giorni scorsi, per esempio, in India, quindi in uno dei pochi stati democratici dell’Asia, sono stati arrestati centinaia di cristiani e addirittura tre vescovi cattolici, rei di aver promosso una marcia pacifica di 800 chilometri per sensibilizzare le autorità contro le discriminazioni ai danni dai “dalit” cristiani.

Continua la lettura...

Cina, bustarelle e aborti contro l'ascesa di "dragon ladies"
FRANCESCO SISCI
del 07/03/2010

Padre di due ragazze, in Cina l’argomento è ineludibile alla classica domanda sui figli. Ogni volta ammicco, sorrido e dico: «Ho due bambine, purtroppo», e l’interlocutore mi consola. Mi dice: le femmine sono pezzi di oro, non si separano dalla famiglia, invece i maschi ti lasciano, ti abbandonano da vecchio.

Continua la lettura...

Storie: «Ho la sclerosi multipla ma vivo col sorriso»
Enrico Negrotti
del 10/03/2010

Una testimonianza di amore per la vita, forza di volontà e fiducia nel futuro, anche della ricerca scientifica. Sono le impressioni che si ricavano dalla lettura delle pagine del libro di Gian Carla Bozzo («Flash. Frammenti di vita».

Continua la lettura...

Scientology, le denunce degli ex adepti "Trattati come schiavi, costrette ad abortire"
-
del 07/03/2010

Sfruttati, picchiati, le donne costrette ad abortire: molti ex dipendenti di Scientology accusano la controversa 'Chiesa' fondata da Ron Hubbard. Le denunce sono state raccolte dal New York Times, che in un articolo pubblica le testimonianze di una serie di ex componenti della Sea Organization, la struttura d'elite di Scientology, grazie alla quale la setta va avanti con la sua attività. Gli ex dipendenti-adepti sostengono di essere stati costretti a lavorare come schiavi, sette giorni su sette, dalla mattina presto fino a tarda sera in cambio di circa cinquanta di dollari alla settimana.

Continua la lettura...

Attente mamme, vi stanno rubando i figli!
P.Salvatore Tumino
del 09/03/2010

Terribile!
Ma e' proprio cosi'.
Attente mamme vi stanno rubando i figli!
Ma dove? Dove sta succedendo?
A casa vostra!
Come? A casa nostra?
Si proprio a casa vostra, mentre voi fate le faccende domestiche e siete tranquille vi stanno "rubando" i vostri figli… sotto i vostri occhi e voi non ve ne accorgete.
Ma come? Come e' possibile?
Si e' proprio cosi'! Mentre voi pensate che tutto va bene, non va bene niente.

Continua la lettura...

Basaglia santo subito? Sarebbe una pazzia
Marcello Veneziani
del 08/02/2010

Non è a Franco Basaglia che dovevate dedicare un commosso ricordo televisivo a proposito della città dei matti. Non è a lui e alla sua generosa utopia, costata tante tragedie fra i malati di mente e le loro famiglie, che andava dedicata una fiction celebrativa del servizio pubblico della Rai. Ma ad un dimenticato sacerdote del sud, meridionalista concreto, che edificò dal nulla grandiose Case della divina provvidenza per accogliere i malati di mente e poi pensò, vent’anni prima di Basaglia, alla necessità di superare la triste realtà dei manicomi.

Continua la lettura...

Se Giove e Marte valgon più di Mosè
Pietro Gibellini
del 09/03/2010

Se oltre a rimuovere i crocefissi, potessero far scomparire la Bibbia, molti «liberi pensatori» di casa nostra lo farebbero con gioia: senza accorgersi di rimuovere così una parte innegabile della propria identità culturale. E agli europei, sempre pronti a bacchettare l’Italia, per ultimo anche sul crocefisso, i nostri politici colti (ci sono?) avrebbero dovuto replicare: d’accordo, ma prima levate voi la croce dalla vostra bandiera (Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Islanda, Grecia e soprattutto Gran Bretagna, che riunendo i vessilli delle sue quattro parti disegnò la pittoresca somma di croci dell’Union Jack).

I Savoia, di tradizione ghibellina, non rimossero certo dal loro stemma la croce: bianca in campo rosso, per distinguersi da quella guelfa, a colori invertiti (la croce rossa in campo bianco campeggia nell’insegna di Milano e dell’Alfa Romeo).

Continua la lettura...

Caffarra: tutta la verità su matrimonio e unioni omosessuali
Mario Palmaro
del 19/02/2010

È un documento assolutamente da leggere e da far leggere, il testo pubblicato il 14 febbraio dall'arcivescovo di Bologna Carlo Caffarra. Affiggetelo nelle bacheche dei vostri uffici e delle vostre parrocchie, fate in modo che la gente comune sappia qual è il vero pensiero della Chiesa. Stiamo parlando di una "Nota dottrinale" che riguarda matrimonio e unioni omosessuali, e che riassume in modo tanto sintetico quanto vigoroso tutto quello che c'è da sapere sull'argomento.

Continua la lettura...

L’Italia è scarica di valori Risvegliamola dall’inerzia
Aldo Cazzullo
del 05/03/2010


Nell’«Onu di Trastevere», il convento di clausura divenuto la sede della comunità di Sant’Egidio,
monsignor Vincenzo Paglia sfoglia la prima copia del suo nuovo libro, In cerca dell’anima.
Dialogo su un’Italia che ha smarrito se stessa, in uscita da Piemme. Un lungo colloquio con Franco
Scaglia, scrittore e presidente di RaiCinema.

Continua la lettura...

Lungo sei anni di prigionia la preghiera il fiato che la ha tenuta in vita
Davide Rondoni
del 04/07/2008

In sei anni di prigionia, strappata ai figli, e senza sapere se il giorno che viveva poteva esser l’ultimo, lei avrebbe potuto trovare mille motivi per bestemmiare Dio. Per rinnegarlo. Per pensare che la vita, come dice un personaggio di Shakespeare, sembra una commedia realizzata da un ubriaco.

Continua la lettura...

Divampa la Crisi, aumenta la fame e... Crescono le spese per armamenti. La Chiesa sola grida!
Antonio Socci
del 07/03/2009

Immaginiamo che in una nostra città vi sia un quartiere dove sta accadendo una cosa inaudita.
Imperversa la crisi, chiudono le attività, le famiglie si riempiono di disoccupati e di debiti, le vie di mendicanti, non si arriva alla quarta e neanche alla terza settimana, ma incredibilmente – in questo quartiere – invece di rimboccarsi le maniche e lavorare, d’improvviso tutti si mettono a dar fondo ai risparmi, facendo enormi spese, per comprare fucili, pistole, bombe a mano, sistemi computerizzati di sicurezza, per installare campi minati nei giardini, razzi, cariche di tritolo, ognuno per essere più armato del vicino e poterlo minacciare. Con il risultato infine che si sono svuotati i portafogli, ma la sicurezza di tutti è diminuita e il rischio complessivo è enormemente aumentato perché basterà un piccolo incidente, o un gatto che salta su una mina, per far esplodere tutto demolendo l’intero quartiere.

Continua la lettura...

Crisi: scende in campo la Cei Fondo di 30 mln per le famiglie
Mimmo Muolo
del 01/04/2009

Un fondo di "garanzia" e solidarietà, basato su una grande colletta che sarà lanciata a livello nazionale, e che vedrà gli interventi concordi della Conferenza episcopale italiana e del sistema bancario italiano. È la novità annunciata stamane a Roma da mons. Mariano Crociata, segretario generale della Cei, emersa dai lavori del Consiglio episcopale permanente della scorsa settimana.

Continua la lettura...

Riaprono i pozzi interiori
Marina Corradi
del 08/04/2009

C'è qualcosa, nelle cronache di dolore dall’Abruzzo, che si insinua come fra le righe. Qualcosa come una nota diversa in tanta morte, in tan­ta devastazione. Improvvisamente, qui e là, fra le parole gettate concitatamente nei microfoni dagli scampati, una nota che stona nella desolazione.

Continua la lettura...

Se non si ritrovano i valori difficile che riparta la fiducia
Gabriella Sartori
del 20/03/2009

Di chi fidarsi? Gli esperti sono ormai tutti d’accordo: è proprio la caduta verticale dell’elemento “fiducia” la causa principale della terribile crisi economica che continua ad attanagliare l’intero Pianeta, senza che per ora si riesca a intravedere una concreta via d’uscita. Caduta della fiducia generale che sembra paralizzare tutti, dal semplice risparmiatore ai vertici delle banche, della finanza, dell’imprenditoria, di istituzioni varie, caduta della fiducia che nemmeno gli sforzi più poderosi e audaci delle massime autorità politiche, monetarie, economiche mondiali riescono ancora a neutralizzare. D’altronde, come si fa a fidarsi oggi dopo quel che accaduto? Dopo che tanti e tali “mostri sacri” del mondo, uno dopo l’altro, continuano a rivelarsi improvvisamente incapaci, traditori, volgari imbroglioni, e della peggior specie?
La planetaria caduta della fiducia segue, come logica conseguenza, la generale “caduta degli dei” o meglio “degli idoli” che la cronaca ci mette ogni giorno dinanzi.

Continua la lettura...

Schiavitùà a Milano: La vicenda della giovane Rom
Davide Rondoni
del 25/04/2009

A Milano, Dove ci sono i negozi belli. Le fiere. Le belle borsette.

Continua la lettura...

Quando si sgomita per arruolare il Vaticano
Francesco M. Valiante
del 01/05/2009

Fautori e detrattori degli organismi geneticamente modificati (ogm) sgomitano per arruolare il Vaticano tra le proprie fila. Grandi manovre sono in atto da tempo: almeno da quando, durante un seminario di studio promosso sull'argomento nel 2003 dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, il cardinale Renato Raffaele Martino ammise senza reticenze l'esistenza di "pressioni, provenienti da molteplici fonti e portatrici di esigenze diversificate e in qualche modo incompatibili, a cui anche la Santa Sede è sottoposta".
Il copione delle campagne pro o contro gli ogm è quasi sempre lo stesso.

Continua la lettura...

Lettera aperta a chi sarà prossimamente eletto nel Parlamento Europeo o negli Enti Locali.
Andrea Lebra
del 09/05/2009

Caro amico eleggibile,
sollecitato dal mio vescovo, Renato Corti, che all’inizio del corrente anno pastorale ci ha
fatto dono di una bella “Lettera” sul “vivere da cristiani nel mondo” intitolata “Fate quello che egli vi dirà”, ho pensato, alla vigilia di un’importante scadenza elettorale, di scriverti questa “lettera aperta” per richiamare alla memoria mia, ma anche tua, alcuni concetti ai quali attribuisco grande
importanza ai fini della costruzione del bene comune.
Voglio subito iniziare con il ringraziarti per il servizio che hai intenzione di svolgere o che già stai svolgendo, perché considero preziosa l’opera di chi, come te, per servire i cittadini, si dedica o ha intenzione di dedicarsi al bene della cosa pubblica, assumendo il non lieve peso della relativa responsabilità. Ti assicuro che ti sosterrò con la preghiera e cercherò di fare del mio meglio per sostenerti anche con il mio leale impegno civico, disponibile al confronto e al dialogo, ma vigilante e pronto ad incalzarti e a denunciare silenzi, omissioni e tradimenti.

Continua la lettura...

Quel convertitore magico che è il coraggio del bene
don Giancarlo Conte
del 06/05/2009

Sopraffatti da una caterva di brutte notizie forniteci dai telegiornali e dai quotidiani, è indispensabile fermarsi a riflettere anche su quei versanti della vita che – pur di cronaca nera – mostrano come il bene non muore. È noto a tutti il contemporaneo decesso di tre operai di una raffineria sarda. Perché sono morti in tre? Perché il secondo – non sentendo segnali di vita dal primo che si era calato nella cisterna per iniziare l’opera di pulizia – è sceso per soccorrerlo.

Continua la lettura...

Quelle vite devastate che i ricchi non vedono
Ulrich Beck (Traduzione di Carlo Sandrelli)
del 08/09/2009

San Francisco, primi di agosto 2009; bighellono nei dintorni dell´hotel Hilton, sede del congresso americano di sociologia di quest´anno, dove devo tenere una relazione. I sociologi, simili in questo ai chirurghi che operano d´urgenza, sono gente alquanto insensibile; i tempi di crisi sono per loro alta stagione. Non è così per i senzatetto e i mendicanti che mettono in mostra la loro povertà o per la gente di colore che difende il suo territorio nei ghetti e nelle favelas.

Continua la lettura...

Il dolore e il farmaco di Dio
Angelo Scola
del 19/07/2009

Personalmente sono stato provocato a mettere a tema del Discorso del Redentore il dolore e la sofferenza durante la Visita Pastorale, incontrando nelle loro case alcuni ammalati gravi o gravissimi. La questione si è fatta per me più urgente, direi indilazionabile, a partire dai volti, dagli sguardi e dalle parole, poche ma radicali, che mi sono state rivolte da loro e dai loro cari.
Nella storia dell’umana famiglia l’aggressione del dolore e della sofferenza sembra non spegnersi mai.

Continua la lettura...

La religione ha un ruolo centrale e unico nella società e per il suo sviluppo
Giulia Galeotti
del 14/09/2009

«Fai quel che vuoi - mi diceva la mia bisnonna - ma non sposare una cattolica. Esattamente ciò che poi ho fatto, temo» - Intervista a Tony Blair
di Giulia Galeotti
Un gentiluomo. Oltre a essere un protagonista degli anni recenti e, probabilmente, della scena internazionale dei prossimi anni, Tony Blair è un gentleman.

Continua la lettura...

Autogrill pieni di libri anti-cattolici. Perchè?
sandrodiremigio.com
del 23/08/2009




Da molti mesi, nelle stazioni di servizio del gruppo "Autogrill", la maggior parte (per non dire la totalità) dei libri "religiosi" che si trovano negli scaffali sono di questo tenore:
1. "La santa casta della Chiesa - 2000 anni di intrighi, delitti, lussuria, inganni e mercimonio tra papi, vescovi, sacerdoti e cardinali" - Claudio Rendina
2. "Vaticano S.

Continua la lettura...

Le vite dei «niuri» uniche come le nostre
Marina Corradi
del 08/10/2009

« I niuri, che fine hanno fatto i niuri? » . I niuri in siciliano sono i neri, i braccianti irregolari che lavorano nei campi e dormono nelle masserie abbandonate. A Giampilieri l’altroieri qualcuno si chiedeva che ne è di quel piccolo manipolo di stranieri che si incrociavano talvolta nelle campagne.

Continua la lettura...

La Chiesa e la nuova realtà dell’Africa che non è il mendicante del mondo
Andrea Riccardi
del 05/10/2009

Si è aperto il Sinodo dei vescovi per l’Africa. Dopo il viaggio di Benedetto XVI in Camerun e Angola lo scorso marzo, la Chiesa convoca ora i suoi stati generali sul «continente malato». Qui il cattolicesimo ha conosciuto una crescita imponente nel Novecento.

Continua la lettura...

Quale libertà di informazione?
Avv. Stefano Spinelli

Pare proprio che non si possa parlare di informazione, senza citare la Freedom house, l’organizzazione internazionale americana fondata da Eleanor Roosevelt, come osservatorio per “misurare” la democrazia e la libertà nel mondo (sempre posto che sia possibile misurarle). I sostenitori della mancanza di libertà di informazione in Italia (manifestanti in piazza domenica scorsa) citano l’ultimo rapporto 2009, secondo cui l’Italia – per quanto riguarda la libertà di stampa – si posizionerebbe al 73° posto insieme a Tonga, retrocedendo, con 32 punti (per due punti Martin perse la cappa!) da Status Free, a Partly Free (parzialmente libero; causa “la concentrazione dei media sotto il primo ministro Berlusconi e la interferenza del crimine organizzato con gli affari privati”). Apriti cielo! Non siamo più un paese democratico.

Continua la lettura...

La Consulta e il lodo Alfano
Avv. Stefano Spinelli

Con una decisione assunta a maggioranza, la Corte Costituzionale ha bocciato il lodo Alfano (l. 124/2008), che prevede la sospensione del processo penale nei confronti delle quattro più alte cariche dello Stato (Presidente della repubblica, Presidente del Consiglio, Presidenti di Senato e Camera), durante il mandato di svolgimento delle loro funzioni costituzionali. Decisione tecnica o politica?
Se per decisione politica si intende che essa ha riflessi sull’azione (oltre che del Parlamento, una cui legge è stata dichiarata incostituzionale) del Governo del paese, il cui Presidente è chiamato a difendersi in numerosi processi a suo carico durante il mandato, con una anomalia rappresentata dal numero elevatissimo degli stessi, è chiaro che la sentenza ha ripercussioni politiche (la circostanza era già stata evidenziata anche nelle stesse memorie difensive dell’Avvocatura; e la Corte ne era ben consapevole.

Continua la lettura...

La tela del ragno
Salvo, webmaster di Regina Mundi
del 02/11/2009

Navigando sotto internet mi è nata una grande curiosità, sia come webmaster, sia come cattolico impegnato nell'evangelizzazione in ambito internet, da qui l'esigenza di condividere queste riflessioni con chi legge.
Qualche giorno fa mi servivano delle immagini per allestire una presentazione multimediale per una poesia, ho provato ad inserire nel motore di ricerca più usato il termine "Madonna", sperando di trovare, come è ovvio, delle immagini della Santa Vergine. Dopo aver selezionato l'opzione di ricerca per le immagini, ho subito constatato che nessuna di quelle proposte in prima pagina ritraeva la Madre di Dio, ma un'altra "Madonna", ben più terrena.

Continua la lettura...

E il Poverello inventò il mercato solidale
Stefano Zamagni
del 10/09/2009

Il Canto XI del Paradiso è il Canto nel quale Dante si spende per il celebre elogio a san Francesco. Proprio nel 2009 si commemora l'VIII centenario dell'approvazione del francescano propositum vitae da parte di Innocenzo III. Ma oltre a ciò il pensare francescano sta prepotentemente tornando d'attualità in quell'ambito specifico, eppure importante, della vita associata che è la sfera economica.

Continua la lettura...

Il biodiesel dei missionari
Paola Scarsi
del 13/09/2009

Le sorelle Vincenziane a Minga, un villaggio nella foresta tropicale della Tanzania del Sud, a pochi chilometri dal confine con il Mozambico, raccontano con semplicità di «produrre l’energia elettrica in giardino». I Padri missionari in Guinea Bissau la coltivano da anni. I Frati Cappuccini Minori hanno avviato in Madagascar un progetto con la Delta Petroli.

Continua la lettura...

Gad Lerner in tv fa il processo ai cattolici
Alessandro Sallusti
del 10/02/2010

Gad Lerner l’altra sera, all’Infedele, con la scusa di parlare del caso Boffo, ha mandato in onda un processo al cattolicesimo italiano mixando furbescamente e a vanvera fatti completamente slegati tra loro. Un dentro fuori tra le vicende di Avvenire, quelle di Marcinkus, con sullo sfondo papi e secoli di storia e di fede. Il tutto, ovviamente, condito con una spruzzatina di Berlusconi e di moralità pubblica e privata.

Continua la lettura...

Ricette inglesi antipedofilia, ma quello che ci è necessario è un diverso cuore
Giuseppe Anziani
del 13/09/2009

Ricordo la scena come fosse accaduta ieri, rivedo la piazza del duomo della mia città di provincia, piena di sole nel mez­zogiorno della domenica, i bambini a rin­correre i piccioni sul sagrato, e quell’aria di gioia, quella festa che le movenze infantili comunicano, quel riso che ridà fiato alla vi­ta. Un bimbo incespica nella corsa, cade; un vecchio accorre e lo prende in braccio per rialzarlo; ma prima che si raddrizzi ar­riva un uomo che lo affronta: «Ma cosa fa? Chi è lei? Non tocchi mio figlio». Forse era solo il rifiuto di un’intrusione non gradita, pur se cortese; ma per un attimo mi parve di avvertire un’ombra repulsiva, allertata; c’erano state cronache terribili, in quei gior­ni, sulle attenzioni malsane di adulti verso i bambini.

Continua la lettura...


In tutto sono Stati trovati 575 articoli.

Ricerca articoli

Ricerca fra tutti gli articoli il termine:
Ricerca su tutti gli articoli per parola chiave


_____________________________