vai all'indice generale di Giovanni paolo II - Verso la beatificazione


  Vai all'indice generale
  Giovanni Paolo II - verso la Beatificazione


Giovanni Paolo II e Fatima

Ci sentiamo bene qui, nella Casa di Maria . . . Questa enorme moltitudine di pellegrini con le candele della fede accese e il rosario fra le mani mi conferma che sono giunto a Fatima, al Santuario della Madre di Dio e degli uomini. Spetta a Don Alberto, come guida di questa Diocesi benedetta, fare gli onori di casa. Gli sono molto grato per il cordiale saluto di Benvenuto. Vengo ad inginocchiarmi, ancora una volta, ai piedi di nostra Signora di Fatima, rendendoLe grazie per la Sua rivelazione sul cammino degli uomini e delle Nazioni e per le meraviglie e le benedizioni dell'Onnipotente compiute in Lei, l'Onnipotenza supplicante. Viva sempre nei vostri cuori Gesù Cristo, come fascio di luce che indica il cammino verso la Terra Promessa! "Salve, Madre Santa: Tu hai dato alla luce il Re che governa il cielo e la terra per i secoli in eterno"! (Solennità della Madre di Dio: antifona d'Ingresso). In quel giorno memorabile, il 25 marzo 1984, Tu, Madre Santa, ci hai concesso la grazia di una Tua Visita alla nostra casa, la Basilica di San Pietro, affinché potessimo porre nel Tuo Cuore Immacolato il nostro Atto di consacrazione del mondo, della grande famiglia umana, di tutti i popoli. Oggi, con questa moltitudine di fratelli, sono venuto presso il Tuo Trono ad acclamarti: Salve Madre Santa! Salve, speranza sicura che mai delude! Totus tuus, Madre! Grazie, Madre Celeste, per aver guidato con affetto materno i popoli verso la libertà! A Voi, o Maria totalmente dipendente da Dio e orientata verso di Lui, accanto al suo e al vostro Figlio, Vi salutiamo come "l'icona più perfetta della libertà e della liberazione dell'umanità e del cosmo" (Congr. Dottrina della Fede, Istruzione su libertà cristiana e liberazione, 97)! […] Amati fratelli e sorelle! Nel cammino verso l'Aldilà, spinti dalla forza inesorabile del tempo, abbiamo bisogno di verificare l'orientamento, il significato di Dio, affinché i nostri passi di pellegrini non si arrestino né sbaglino strada, le nostre spalle non portino altro peso che non sia quello di Gesù Cristo. S'impone una pausa, un momento di raccoglimento, di trasformazione personale, di rinnovamento interiore. Fatima, nel suo messaggio e nella sua benedizione, costituisce conversione a Dio. In questo luogo si sente e si testimonia la Redenzione dell'uomo, per intercessione e con l'ausilio di Colei che con il suo piede di Vergine ha sempre schiacciato e sempre schiaccerà la testa dell'antico serpente. Qui si può trovare il punto di riferimento per la testimonianza di molti uomini e donne che, in circostanze difficili e spesso persino nella persecuzione e nel dolore, sono rimasti fedeli a Dio, con gli occhi e il cuore rivolti alla Vergine Maria, che "primeggia tra gli umili e i poveri del Signore, i quali con fiducia attendono e ricevono da lui la salvezza" (Lumen gentium, 55). Nostra Signora è stata, infatti, per le moltitudini di credenti, tanto duramente provati nella sventura, il pegno per eccellenza della sua fedeltà e la certezza della salvezza, dato che "a causa di Eva, si è chiusa agli uomini la porta del cielo, ma grazie a Maria, è stata aperta di nuovo a tutti"

 


Giovanni Paolo II
da saluto Santuario Fatima 1991

Giovanni Paolo II e Fatima

Ecco la tua Madre

Madre del Redentore! Madre del nostro secolo!
Per la seconda volta sono davanti a Te in questo Santuario, per baciare le tue mani, perché sei stata ferma accanto alla Croce di tuo Figlio, che è la croce di tutta la storia dell'uomo anche nel nostro secolo.
Sei restata e continuerai a rimanere, posando il tuo sguardo sui cuori di questi figli e figlie che già appartengono al terzo millennio. Sei rimasta e continuerai a restare, vegliando, con mille attenzioni di madre, e difendendo, con la tua potente intercessione, l'albeggiare della Luce di Cristo in seno ai popoli e alle nazioni.
Tu sei e resterai, perché il Figlio Unigenito di Dio, tuo Figlio, ti ha affidato tutti gli uomini, quando nel morire sulla Croce ci ha introdotti nel nuovo principio di tutto ciò che esiste. La tua maternità universale, o Vergine Maria, è l'àncora sicura di salvezza dell'umanità intera. Madre del Redentore! Piena di Grazia! Io ti saluto, Madre della fiducia di tutte le generazioni umane!






da Fatima,Omelia 13 maggio 1991

Giovanni Paolo II e suor Lucia

Scarica la versione stampabile in .PDF

vai all'indice generale di Giovanni paolo II - Verso la beatificazione


  Vai all'indice generale
  Giovanni Paolo II - verso la Beatificazione



  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...

Maria Caterina Muggianu di Maria Caterina Muggianu
Content Provider Regina Mundi


_____________________________ Regina Mundi - Giovanni Paolo II - Verso la Beatificazione: Giovanni Paolo II e Fatima