I Cristeros e la Cristiada la grande battaglia per Cristo e la Fede
 

I Cristeros: Parte I

Plutarco Elias Calles

L'offensiva del presidente Calles


Plutarco Elias Calles
Plutarco Elias Calles
Nel 1924 Plutarco Elias Calles divenne presidente del Messico. Il primo dichiarato impegno del neo eletto presidente fu quello di arginare l'influenza morale della Chiesa cattolica in Messico; egli stesso dichiarò: "la Chiesa è l'unica causa delle disgrazie del Messico". Plutarco Elias Calles occupava il 33º grado della massoneria: i crimini e le inaudite efferatezze che si consumarono sotto il suo regime gli valsero tra i messicani l'appellativo di "Nerone".

"Calles vota alla Chiesa un odio mortale e appassionato, egli si appresta a condurre il combattimento contro di essa in maniera mistica e apocalittica" (Jean Meyer)

Nel 1924 Calles ordinò a tutti i governatori degli Stati federali di emettere decreti volti a far rispettare il dettato costituzionale del 1917 in materia religiosa, fino a quel momento non sempre applicato alla lettera e in tutti gli Stati. Tomas Garrido Canabal, governatore dello Stato messicano di Tabasco, nella sua fattoria "la Florida", giunse a chiamare - in segno di disprezzo - i suoi animali con i sacri nomi di Dio, Gesù e della beata Vergine Maria, un bue ed un maiale furono chiamati "Papa", uno suo nipote fu chiamato "Luzbel" (Luccifero) e un altro figlio "Satana"...


Vai alla pagina successiva...



Vai alla pagina successiva...





  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...
I Cristeros, martiri ristiani e la Cristiada: L'offensiva del presidente Calles