Su Regina Mundi :
Home page
Chi Siamo, la Comunita' di Regina Mundi
magistero della Chiesa Concili Ecumenici Magistero della Chiesa | Concili Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
Nelle Mani di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualita' e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast





La Bibbia - II Samuele

    Scarica come MP3


Samuele capitolo XXIII




[1] Queste sono le ultime parole di Davide:
"Oracolo di Davide, figlio di Iesse,
oracolo dell'uomo che l'Altissimo ha innalzato,
del consacrato del Dio di Giacobbe,
del soave cantore d'Israele.

[2] Lo spirito del Signore parla in me,
la sua parola Ŕ sulla mia lingua;

[3] il Dio di Giacobbe ha parlato,
la rupe d'Israele mi ha detto:
Chi governa gli uomini ed Ŕ giusto,
chi governa con timore di Dio,

[4] Ŕ come la luce del mattino
al sorgere del sole,
in un mattino senza nubi,
che fa scintillare dopo la pioggia
i germogli della terra.

[5] Cosý Ŕ stabile la mia casa davanti a Dio,
perchÚ ha stabilito con me un'alleanza eterna,
in tutto regolata e garantita.
Non farÓ dunque germogliare quanto mi salva
e quanto mi diletta?

[6] Ma gli scellerati sono come spine,
che si buttano via a fasci
e non si prendono con la mano;

[7] chi le tocca usa un ferro o un'asta di lancia
e si bruciano al completo nel fuoco".

[8] Questi sono i nomi dei prodi di Davide: Is-BÓal il Cacmonita, capo dei Tre. Egli impugn˛ la lancia contro ottocento uomini e li trafisse in un solo scontro.

[9] Dopo di lui veniva EleÓzaro figlio di Dod˛ l'Acochita, uno dei tre prodi che erano con Davide, quando sfidarono i Filistei schierati in battaglia, mentre gli Israeliti si ritiravano sulle alture.

[10] Egli si alz˛, percosse i Filistei, finchÚ la sua mano, sfinita, rimase attaccata alla spada. Il Signore concesse in quel giorno una grande vittoria e il popolo seguý EleÓzaro soltanto per spogliare i cadaveri.

[11] Dopo di lui veniva SammÓ figlio di AghŔ, l'Ararita. I Filistei erano radunati a Lechý; in quel luogo vi era un campo pieno di lenticchie: mentre il popolo fuggiva dinanzi ai Filistei,

[12] SammÓ si piant˛ in mezzo al campo, lo difese e sconfisse i Filistei. E il Signore concesse una grande vittoria.

[13] Tre dei Trenta scesero al tempo della mietitura e vennero da Davide nella caverna di AdullÓm, mentre una schiera di Filistei era accampata nella valle dei RŔfaim.

[14] Davide era allora nella fortezza e c'era un appostamento di Filistei a Betlemme.

[15] Davide espresse un desiderio e disse: "Se qualcuno mi desse da bere l'acqua del pozzo che Ŕ vicino alla porta di Betlemme!".

[16] I tre prodi si aprirono un varco attraverso il campo filisteo, attinsero l'acqua dal pozzo di Betlemme, vicino alla porta, la presero e la presentarono a Davide; il quale per˛ non ne volle bere, ma la sparse davanti al Signore,

[17] dicendo: "Lungi da me, Signore, il fare tal cosa! ╚ il sangue di questi uomini, che sono andati lÓ a rischio della loro vita!". Non la volle bere. Questo fecero quei tre prodi.

[18] AbisÓi, fratello di Ioab, figlio di ZeruiÓ, fu il capo dei Trenta. Egli impugn˛ la lancia contro trecento uomini e li trafisse; si acquist˛ fama fra i trenta.

[19] Fu il pi¨ glorioso dei Trenta e perci˛ fu fatto loro capo, ma non giunse alla pari dei Tre.

[20] Poi veniva BenaiÓ, figlio di IoiadÓ, uomo valoroso, celebre per le sue prodezze, oriundo da CabseŔl. Egli uccise i due figli di AriŔl, di Moab. Scese anche in mezzo a una cisterna, dove uccise un leone, in un giorno di neve.

[21] Uccise anche un Egiziano, uomo d'alta statura, che teneva una lancia in mano; BenaiÓ gli scese contro con un bastone, strapp˛ di mano all'Egiziano la lancia e lo uccise con la lancia di lui.

[22] Questo fece BenaiÓ figlio di IoiadÓ, e si acquist˛ fama tra i trenta prodi.

[23] Fu il pi¨ illustre dei Trenta, ma non giunse alla pari dei Tre. Davide lo ammise nel suo consiglio.

[24] Poi vi erano AsaŔl fratello di Ioab, uno dei Trenta; ElcanÓn figlio di Dod˛, di Betlemme.

[25] SammÓ di Car˛d; ElikÓ di Car˛d;

[26] CŔles di PelŔt; Ira figlio di IkkŔs, di Tek˛a;

[27] AbiŔzer di Anatot; MebunnÓi di CusÓ;

[28] Zalm˛n di Ac˛ach; Maharai di NetofÓ;

[29] ChŔleb figlio di BaanÓ, di NetofÓ; IttÓi figlio di RibÓi, di GÓbaa di Beniamino; BenaiÓ di Pirat˛n;

[30] IddÓi di Nahale-GaÓs;

[31] Abi-Alb˛n di ArbÓt; AzmÓvet di Bacurým;

[32] EliacbÓ di Saalb˛n; IasŔn di Gun;

[33] Gi˛nata figlio di SammÓ, di ArÓr; AchiÓm figlio di SarÓr, di AfÓr;

[34] ElifŔlet figlio di AcasbÓi, il Maacatita; EliÓm figlio di Achit˛fel, di Ghilo;

[35] ChesrÓi del Carmelo; PaarÓi di ArÓb;

[36] IgÓl figlio di NatÓn, da ZobÓ; Baný di Gad;

[37] ZŔlek l'Ammonita; Nacrai da Beer˛t, scudiero di Ioab, figlio di ZeruiÓ;

[38] IrÓ di IŔter; GarŔb di IŔter;

[39] Uria l'Hittita. In tutto trentasette.


Legge: Caterina - Cagliari (Sardegna)

Se non riuscite ad ascoltare i file audio dovrete installare sul vostro computer il flash player per scaricarlo gratuitamente cliccate qua.

 




invia ad un amico




_____________________________