Su Regina Mundi :
Home page
Chi Siamo, la Comunita' di Regina Mundi
magistero della Chiesa Concili Ecumenici Magistero della Chiesa | Concili Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
Nelle Mani di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualita' e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast





La Bibbia MP3

    Scarica come MP3


Giobbe 4




[1] Elifaz il Temanita prese la parola e disse:

[2] Se si tenta di parlarti, ti sarà forse gravoso?
Ma chi può trattenere il discorso?

[3] Ecco, tu hai istruito molti
e a mani fiacche hai ridato vigore;

[4] le tue parole hanno sorretto chi vacillava
e le ginocchia che si piegavano hai rafforzato.

[5] Ma ora questo accade a te e ti abbatti;
capita a te e ne sei sconvolto.

[6] La tua pietà non era forse la tua fiducia
e la tua condotta integra, la tua speranza?

[7] Ricordalo: quale innocente è mai perito
e quando mai furon distrutti gli uomini retti?

[8] Per quanto io ho visto, chi coltiva iniquità,
chi semina affanni, li raccoglie.

[9] A un soffio di Dio periscono
e dallo sfogo della sua ira sono annientati.

[10] Il ruggito del leone e l'urlo del leopardo
e i denti dei leoncelli sono frantumati.

[11] Il leone è perito per mancanza di preda
e i figli della leonessa sono stati dispersi.

[12] A me fu recata, furtiva, una parola
e il mio orecchio ne percepì il lieve sussurro.

[13] Nei fantasmi, tra visioni notturne,
quando grava sugli uomini il sonno,

[14] terrore mi prese e spavento
e tutte le ossa mi fece tremare;

[15] un vento mi passò sulla faccia,
e il pelo si drizzò sulla mia carne...

[16] Stava là ritto uno, di cui non riconobbi
l'aspetto,
un fantasma stava davanti ai miei occhi...
Un sussurro..., e una voce mi si fece sentire:

[17] "Può il mortale essere giusto davanti a Dio
o innocente l'uomo davanti al suo creatore?

[18] Ecco, dei suoi servi egli non si fida
e ai suoi angeli imputa difetti;

[19] quanto più a chi abita case di fango,
che nella polvere hanno il loro fondamento!
Come tarlo sono schiacciati,

[20] annientati fra il mattino e la sera:
senza che nessuno ci badi, periscono per sempre.

[21] La funicella della loro tenda non viene forse
strappata?
Muoiono senza saggezza!".



Legge: Don Claudio Carniel - San Fior (TV)


Se non riuscite ad ascoltare i file audio dovrete installare sul vostro computer il flash player per scaricarlo gratuitamente cliccate qua.


  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...


_____________________________