Su Regina Mundi :
Home page
Chi Siamo, la Comunita' di Regina Mundi
magistero della Chiesa Concili Ecumenici Magistero della Chiesa | Concili Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
Nelle Mani di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualita' e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast





La Bibbia MP3

    Scarica come MP3


Giobbe 37




[1] Per questo mi batte forte il cuore e mi balza fuori dal petto.

[2] Udite, udite, il rumore della sua voce,
il fragore che esce dalla sua bocca.

[3] Il lampo si diffonde sotto tutto il cielo
e il suo bagliore giunge ai lembi della terra;

[4] dietro di esso brontola il tuono,
mugghia con il suo fragore maestoso
e nulla arresta i fulmini,
da quando si è udita la sua voce;

[5] mirabilmente tuona Dio con la sua voce
opera meraviglie che non comprendiamo!

[6] Egli infatti dice alla neve: "Cadi sulla terra"
e alle piogge dirotte: "Siate violente".

[7] Rinchiude ogni uomo in casa sotto sigillo,
perché tutti riconoscano la sua opera.

[8] Le fiere si ritirano nei loro ripari
e nelle loro tane si accovacciano.

[9] Dal mezzogiorno avanza l'uragano
e il freddo dal settentrione.

[10] Al soffio di Dio si forma il ghiaccio
e la distesa dell'acqua si congela.

[11] Carica di umidità le nuvole
e le nubi ne diffondono le folgori.

[12] Egli le fa vagare dappertutto
secondo i suoi ordini,
perché eseguiscano quanto comanda loro
sul mondo intero.

[13] Le manda o per castigo della terra
o in segno di bontà.

[14] Porgi l'orecchio a questo, Giobbe, soffèrmati
e considera le meraviglie di Dio.

[15] Sai tu come Dio le diriga
e come la sua nube produca il lampo?

[16] Conosci tu come la nube si libri in aria,
i prodigi di colui che tutto sa?

[17] Come le tue vesti siano calde
quando non soffia l'austro e la terra riposa?

[18] Hai tu forse disteso con lui il firmamento,
solido come specchio di metallo fuso?

[19] Insegnaci che cosa dobbiamo dirgli.
Noi non parleremo per l'oscurità.

[20] Gli si può forse ordinare: "Parlerò io?".
O un uomo può dire che è sopraffatto?

[21] Ora diventa invisibile la luce,
oscurata in mezzo alle nubi:
ma tira il vento e le spazza via.

[22] Dal nord giunge un aureo chiarore,
intorno a Dio è tremenda maestà.

[23] L}Onnipotente noi non lo possiamo raggiungere,
sublime in potenza e rettitudine
e grande per giustizia: egli non ha da rispondere.

[24] Perciò gli uomini lo temono:
a lui la venerazione di tutti i saggi di mente.



Legge: Salvo - Mascali, Catania (Sicilia)


Se non riuscite ad ascoltare i file audio dovrete installare sul vostro computer il flash player per scaricarlo gratuitamente cliccate qua.


  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...


_____________________________