Su Regina Mundi :
Home page
Chi Siamo, la Comunita' di Regina Mundi
magistero della Chiesa Concili Ecumenici Magistero della Chiesa | Concili Magistero della Chiesa | Concili
Il Dialogo Ecumenico fra le religioni Cristiane
Nelle Mani di Maria, Consacrate secolari CMOP
I Messaggi Mariani, le apparizioni della Madonna
Devozioni, sprititualita' e preghiera
Gli speciali di regina Mundi, approfondimenti
Da scaricare, desktop, sfondi, segnalibro
Siti amici, collaborano con noi...
Contatti
La donna vestita di sole, la tv via web ed il podcast





La Bibbia MP3

Scarica questo file mp3
    Scarica come MP3


<< Precedente Seguente >>

 

Lamentazioni 5




[1] Ricordati, Signore, di quanto ci è accaduto,
guarda e considera il nostro obbrobrio.

[2] La nostra eredità è passata a stranieri,
le nostre case a estranei.

[3] Orfani siam diventati, senza padre;
le nostre madri come vedove.

[4] L'acqua nostra beviamo per denaro,
la nostra legna si acquista a pagamento.

[5] Con un giogo sul collo siamo perseguitati
siamo sfiniti, non c'è per noi riposo.

[6] All'Egitto abbiamo teso la mano,
all'Assiria per saziarci di pane.

[7] I nostri padri peccarono e non sono più,
noi portiamo la pena delle loro iniquità.

[8] Schiavi comandano su di noi,
non c'è chi ci liberi dalle loro mani.

[9] A rischio della nostra vita ci procuriamo il pane
davanti alla spada nel deserto.

[10] La nostra pelle si è fatta bruciante come un forno
a causa degli ardori della fame.

[11] Han disonorato le donne in Sion,
le vergini nelle città di Giuda.

[12] I capi sono stati impiccati dalle loro mani,
i volti degli anziani non sono stati rispettati.

[13] I giovani han girato la mola;
i ragazzi son caduti sotto il peso della legna.

[14] Gli anziani hanno disertato la porta,
i giovani i loro strumenti a corda.

[15] La gioia si è spenta nei nostri cuori,
si è mutata in lutto la nostra danza.

[16] È caduta la corona dalla nostra testa;
guai a noi, perché abbiamo peccato!

[17] Per questo è diventato mesto il nostro cuore,
per tali cose si sono annebbiati i nostri occhi:

[18] perché il monte di Sion è desolato;
le volpi vi scorrazzano.

[19] Ma tu, Signore, rimani per sempre,
il tuo trono di generazione in generazione.

[20] Perché ci vuoi dimenticare per sempre?
Ci vuoi abbandonare per lunghi giorni?

[21] Facci ritornare a te, Signore, e noi ritorneremo; rinnova i nostri giorni come in antico,

[22] poiché non ci hai rigettati per sempre,
nè senza limite sei sdegnato contro di noi.






  
Consiglia ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...
Invia ad un amico | Metti nei preferiti | Lascia un commento | Condividi su Facebook, Tweeter, ecc...


_____________________________